Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

24 Ago 2019 - ore 01:41
Ago 24 2019
01:41

Giornali, riviste e siti

Filatelia di Stato/1 L’Upu vede in positivo

Secondo l’agenzia, sempre più operatori postali stanno sforzandosi per vendere on-line ai collezionisti francobolli ed altro materiale. Al tempo stesso interessandosi del mercato secondario


La rivista dell’Upu

“Oggi i francobolli sono diventati molto più che un mezzo di pagamento per un servizio: sono al centro di un mercato internazionale, composto da tanti attori diversi”. È quanto sostiene Kayla Redstone sull’ultimo numero, quello estivo, della rivista “Union postale”, edita dall’Upu. Ha in mano anche qualche dato: il fatturato degli operatori postali riguardante le attività destinate ai collezionisti ha raggiunto nel 2016 i 2,5 miliardi di dollari. Giusto per avere un confronto, nel 2004 erano 1,4. Naturalmente, va sommato il valore del mercato secondario, caratterizzato da commercianti, rivenditori, collezionisti ed altri attori: è stimato tra i 4,2 e i 13,8 miliardi.

“La diffusione di internet e il commercio elettronico hanno contribuito a suscitare interesse per i prodotti filatelici”, annota la responsabile del programma che, all’interno dell’agenzia onusiana, si occupa di filatelia e buoni-risposta internazionali, Olfa Mokaddem. “Le iniziative on-line hanno aperto il mercato e accelerato la crescita. La filatelia è diventata un’attività redditizia e le poste stanno iniziando a beneficiarne”. Questo perché l’e-commerce ha permesso agli appassionati di tutto il mondo di acquistare facilmente francobolli di altri Paesi, che prima erano difficili da trovare presso gli interlocutori tradizionali.

In base ad un recente sondaggio dell’Unione, il 65% degli operatori interpellati gestisce un negozio digitale; al tempo stesso sono stati aumentati gli sforzi di marketing e comunicazione elettronica per raggiungere nuovi consumatori. In effetti, il 69% del totale ora utilizza i social network, così da presentare quanto intende proporre. Non basta. “Sempre più aziende postali hanno cominciato a seguire le attività dei rivenditori, dei collezionisti e degli altri interlocutori per scoprire la seconda vita dei loro francobolli”. Di conseguenza, un numero crescente di esse sta migliorando i programmi di emissione per aumentare la qualità delle cartevalori con innovazioni nella stampa, nei materiali e nelle tecnologie (continua).



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Filatelia_di_Stato_1_L___Upu_vede_in_positivo/27261