Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

01 Set 2019 - ore 00:51
Set 01 2019
00:51

Libri e cataloghi

L’ex Bari Vr si racconta

Dopo essere stato al centro di un importante intervento di restauro, figura in un libro voluto dall’attuale proprietaria, l’Università degli studi “Aldo Moro”


Le sedi dell’Università

Uno di quei libri strenna -ora sempre più rari- che si fanno notare per la cura con cui sono realizzati e per le fotografie, a colori, che propongono. È “Gli edifici storici”, voluto nel 2013 dall’Università degli studi di Bari intitolata ad Aldo Moro e prodotto da Edizioni l’orbicolare (la versione digitale ha 103 pagine ed è scaricabile gratuitamente).

Il lavoro riguarda le sedi occupate dalla struttura accademica e fra queste vi sono le ex Poste centrali (i tecnici definivano lo stabile come Bari Vr), collocate in piazza Battisti 1 ed acquistate nel dicembre del 2003.

“La vicinanza temporale di quest’architettura spesso ci coglie impreparati e ce ne fa sottovalutare il valore, quasi fosse un prodotto contemporaneo ripetibile, riproducibile e perciò stesso eliminabile, specie nei dettagli e negli oggetti di complemento, che molte volte sono importanti proprio perché esaltano la semplicità e razionalità delle forme dell’architettura moderna”, commenta, dall’allora ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, l’architetto Emilia Pellegrino. “Gli sforzi maggiori sono stati rivolti alla conservazione di ogni testimonianza della configurazione architettonica del palazzo, ma anche di tutti i dettagli decorativi ancora superstiti”. Senza trascurare “gli oggetti legati al primitivo uso di ufficio postale, come le cassette postali, il tavolo circolare al centro del salone, il bancone, i bassorilievi e così via”.

L’immobile -aggiunge il direttore che ha seguito il cantiere, l’ingegner Gianfranco Ferrara Mirenzi- “fu realizzato tra il 1931 e il 1934 dall’impresa romana dell’ingegner Alfredo Pagano, al costo di sette milioni di lire, su progetto di Roberto Narducci”. Il suo valore storico e architettonico “ha imposto da subito, come principi ispiratori e di riferimento del lavoro di restauro, i temi della reversibilità, del minimo intervento, della compatibilità e della distinguibilità. Tale approccio ha connotato ogni fase del progetto di conservazione integrata, in cui sono confluiti il rispetto dei principi costruttivi dell’epoca, unitamente alla valorizzazione delle tecnologie e alla cura dei dettagli”.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/L___ex_Bari_Vr_si_racconta/27281