Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

06 Set 2019 - ore 11:04
Set 06 2019
11:04

Notizie dall'Italia

Notifiche/1 A quasi due anni, ancora tutto bloccato

È il rilievo dell’Antitrust riguardante l’apertura al mercato degli invii a mezzo posta per gli atti giudiziari e le violazioni al Codice della strada

Dal presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, Roberto Rustichelli, precisi rilievi in materia di notificazione a mezzo posta degli atti giudiziari e delle violazioni al Codice della strada. Intendendo “evidenziare le criticità che emergono, allo stato, nell’ambito del processo di liberalizzazione e che non ne consentono un concreto avvio”. Questo “a distanza di quasi due anni dalla sua previsione da parte del Legislatore”.

Pur apprezzando l’impianto normativo regolamentare già posto in essere, l’Antitrust ritiene che debba essere modificato, perlomeno in due aspetti. Con il primo si dovrebbe prevedere un’omogenea formazione degli addetti al servizio, indipendentemente dal fatto che siano di Poste italiane -ora tali dipendenti non sono tenuti a seguire il corso previsto- o di altri operatori. Con il secondo punto si dovrebbero eliminare le lacune informative ed organizzative che impediscono, nel concreto, di realizzare i corsi medesimi. A tale riguardo, infatti, il Garante non considera risolutivi i “Chiarimenti alle linee guida”, pubblicati dal ministero della Giustizia il 7 giugno scorso,

Dietro -è l’ulteriore osservazione dell’Agcm- c’è un mercato dove ancora adesso è attiva soltanto la società diretta da Matteo Del Fante, che il 10 giugno “ha rincarato sino al 40% circa le tariffe”. Un mercato valutato intorno ai 360 milioni di euro, di cui un terzo è costituito dagli atti giudiziari, mentre considerando i volumi di raccolta, invii e giacenza, le violazioni del Codice della strada rappresentano l’80-85% (continua).



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Notifiche_1_A_quasi_due_anni__ancora_tutto_bloccato/27317