Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

21 Mag 2006 - ore 15:44
Mag 21 2006
15:44

Notizie dall'Italia

Posta ordinaria addio, in “Gazzetta” il decreto

È stato forse l’ultimo atto di Mario Landolfi quale ministro alle Comunicazioni, ma lascerà pesanti conseguenze sul futuro. È il decreto “Disposizioni in materia di invii di corrispondenza rientranti nell'ambito del servizio postale universale. Tariffe e prezzi degli invii di corrispondenza per l'interno e per l’estero”, firmato il 12 maggio, pubblicato sulla “Gazzetta ufficiale” il giorno 19 ed entrato in vigore il 20.

Decreto che per la corrispondenza personale (denominata “non massiva”) comporta, avendo eliminato il corriere ordinario, un aumento della tariffa base di oltre il 33%. Da ora, quindi, anche per l’interno stop alla possibilità di scelta: non vi sono alternative all’invio prioritario, portando la spesa da 45 a 60 centesimi. Come peraltro “Vaccari news” aveva anticipato il 20 aprile, registrando le dichiarazioni dell’amministratore delegato di Poste italiane, Massimo Sarmi.

Ma non è l’unica sorpresa del documento, che aggiorna pure i porti per spedire all’estero. Anche in questo caso, oltre ai ritocchi, è stata cancellata laddove ancora esistente (ossia nella “zona 2” e nella “zona 3”) la possibilità di scegliere tra invio ordinario o prioritario.

Una lettera normalizzata pesante fino a 20 grammi, ad esempio, costa ora 65 centesimi se inviata nella “zona 1” (Europa e Bacino mediterraneo), 85 centesimi per la “zona 2” (Africa, America ed Asia) e 1,00 euro per la “zona 3” (Oceania). Prima si potevano spendere rispettivamente 0,62, 0,65 e 0,70 euro. Naturalmente, cambiano anche gli scaglioni successivi.

Il decreto comprende inoltre le tabelle per le corrispondenze registrate (raccomandate ed assicurate) e per gli atti giudiziari, aggiorna il vecchio “bustometro”, indica gli obiettivi di qualità, introduce oneri diversi per le spedizioni in quantità (“corrispondenza massiva”) secondo se indirizzate nelle aree metropolitane, nei capoluoghi di provincia, nelle zone extraurbane.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Posta_ordinaria_addio__in____Gazzetta____il_decreto/2978