Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

03 Dic 2007 - ore 16:15
Dic 03 2007
16:15

Dall'estero

Burt Todd, un americano... in Bhutan


Burt Todd scoprì il Paese himalayano durante il viaggio di nozze, nel 1954. Qui è ritratto nei costumi locali

I francobolli aromatizzati, su supporti diversi dalla tradizionale carta o che nascondono qualche “sorpresa” non sono più una novità. Dall’Italia al Regno Unito, dalla Svizzera a Singapore, dal Brasile alla Nuova Zelanda, diverse amministrazioni hanno proposto idee di marketing per richiamare l’attenzione. Dimenticando, però, i precedenti.

Senza ricorrere alla Germania Federale del lontano 1955, che produsse cartevalori con la colla al sapore di menta, c’è un caso che ha fatto davvero scuola, almeno per la quantità di proposte concretizzate. E che nel 2008 potrebbe essere riscoperto.

L’esperienza arriva dal Bhutan, dove lavorò come consulente lo statunitense Burt Todd, vissuto tra il 15 maggio 1924 ed il 28 aprile 2006. Un rapporto cominciato per caso: nel 1954, in viaggio di nozze, vi era rimasto per tre mesi, avvicinandosi alla società locale che, chiusa tra Cina Popolare e India, cominciava lentamente ad aprirsi. Gli effettivi rapporti professionali, però, sarebbero stati avviati solo otto anni dopo.

Sono circa settanta le emissioni alle quali, tra l’ottobre del 1962 e il novembre del 1973, Burt Todd ha lavorato, proponendo cartevalori aromatiche, a tre dimensioni, lenticolari, in seta, “parlanti” (cioè da sentire sul giradischi) e ancora altre, tutte repertoriate dai cataloghi mondiali. Che hanno originato ulteriori iniziative simili, emesse dal Paese asiatico dopo la fine della sua collaborazione.

“Vaccari news” ha intervistato la figlia, Frances Todd Stewart. “Mio padre -dice- è stato un imprenditore, un buon uomo di mercato e un innovatore. Capì che il suo vero obiettivo nel produrre questi francobolli era far conoscere al mondo il Bhutan”. Non a caso, la prima emissione nazionale è del 1954 e solo con il 1962 diventarono costanti. Burt Todd voleva però sorprendere, puntando all’originalità. Per questo viaggiò a lungo, anche in Italia, allo scopo di cercare nuovi materiali e sistemi di stampa adeguati. Registrando, quindi, alcuni primati. Più... tradizionali le emissioni di Cook, per le quali è intervento come consigliere tra il 1967 ed il 1969.

La figlia ha ora ripreso i contatti con l’amministrazione locale e sta lavorando ai commemorativi del 2008, fra cui la serie per le Olimpiadi. Ma si farà notare anche per un’altra iniziativa. “Stiamo creando -annuncia- una nuova performance per l’ambiente filatelico”. Per ora, tuttavia, la riservatezza è d’obbligo!



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Burt_Todd__un_americano____in_Bhutan/4647