Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

26 Mag 2008 - ore 00:15
Mag 26 2008
00:15

Notizie dall'Italia

La diplomazia di Poste italiane

Le attività internazionali del gruppo, dall’Egitto alle Nazioni Unite. Intanto, San Marino...

Se l’Italia politica “litiga” con Libia, Romania, Spagna e Bruxelles, Poste italiane guarda invece oltre frontiera per allargare il proprio business.

L’accordo con Egypt post, ad esempio, è già una realtà che punta allo sviluppo e al potenziamento tecnologico del servizio postale egiziano. La società italiana è partner di Finmeccanica, il gruppo che controlla la storica Elsag Datamat (meccanizzazione) ed è specializzato nel produrre sistemi e piattaforme tecnologiche applicate ai più diversi settori produttivi. L’intesa, attraverso consultazioni periodiche e gruppi di lavoro tecnici, “ha l’obiettivo di favorire il miglioramento complessivo della qualità degli invii postali e aumentare l’innovazione del sistema anche tramite l’introduzione di servizi a valore aggiunto”.

Dal Nord Africa al martoriato Libano: qui l’impegno riguarda la riorganizzazione e l’automazione della catena logistica postale nonché il miglioramento nell’offerta dei servizi. In Asia Centrale, Poste italiane sta agendo con il Kazakistan per sviluppare la logistica e creare un operatore di corriere espresso, mentre con l’Arabia Saudita punta alle prestazioni tecnologicamente avanzate. L’esperienza nel bancoposta è invece risultata vincente in Germania, dove collabora con Postbank, la più grande banca tedesca per numero di clienti, nei servizi di prelievo e pagamento.

A livello di Eurogiro, la scommessa è ampliare il trasferimento fondi che collega i maggiori operatori postali continentali. Anche il “Palazzo di vetro”, in particolare l’Itc-Wto, è interessato alle attività per intervenire sulle piattaforme di pagamento elettronico nei Paesi emergenti.

L’impegno... diplomatico guarda anche a San Marino. L’antica Repubblica giudica ormai superata e penalizzante la convenzione sottoscritta con Roma nel 1923. Ora si sta lavorando ad un suo rinnovamento, in particolare per quanto riguarda le prestazioni finanziarie, che non dovranno più richiedere la mediazione della controparte.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/La_diplomazia_di_Poste_italiane/5390