Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

27 Ott 2008 - ore 19:06
Ott 27 2008
19:06

Notizie dall'Italia

Validità postale, il dibattito si è aperto

“Vaccari news” ha sentito i presidenti di Afip, Fsfi e Usfi, che intervengono a titolo personale in quanto le rispettive associazioni non hanno ancora affrontato il tema. Tutti, però, sono concordi...

Il velo, prudentemente apposto nel 2001 quando ci si preparava all’introduzione della moneta continentale, è stato tolto al seminario “Quale futuro per la filatelia?”, svoltosi venerdì oltre Tevere.

Vaticano e San Marino, pur non avendo ancora adottato posizioni definitive, appaiono orientati a chiudere con il passato, ponendo fuori corso le produzioni dentellate in lire. Ancora oggi riconoscono validità postale a tutti i francobolli -tranne alcune eccezioni- emessi rispettivamente dal 1963 e dal 1928.

Lo Smom non ha problemi, poiché -con l’accordo del 2004- ha accantonato subito le vecchie serie espresse in scudi, tarì e grani.

Ben più complessa si presenta un’eventuale decisione di Roma, per la quale sono coinvolte, come minimo, Poste italiane e il ministero allo Sviluppo economico. Ora possono essere liberamente impiegate quasi tutte le cartevalori tricolori uscite dal 1967 in poi.

E il mondo collezionistico come si presenta? “Vaccari news” ha chiesto un parere ai presidenti di Associazione filatelisti italiani professionisti, Federazione fra le società filateliche italiane ed Unione stampa filatelica italiana. I quali -hanno precisato- rispondono a titolo personale, ulteriore segno che l’argomento non è stato finora affrontato collegialmente.

“Non ne abbiamo -conferma per gli operatori professionali Carlo Catelani- ancora discusso in associazione, ma certo lo faremo. Credo però che l’eventuale (e ritengo improbabile) messa fuori corso dei francobolli in lire provocherebbe un’ulteriore depressione del valore delle raccolte del periodo moderno e la perdita finale di fiducia dei collezionisti nelle amministrazioni postali. L’unica alternativa seria sarebbe il ritiro delle emissioni dichiarate fuori corso da parte delle amministrazioni postali, senza alcun limite e per un lungo periodo, in cambio di francobolli in corso. Faccio presente che le banconote (e anche le monete) in lire possono essere cambiate alla Banca d’Italia in euro sonanti per moltissimi anni! Certo, oggi i commercianti sono in grado di acquistare comunque, magari ad un prezzo non soddisfacente, ma a un prezzo di mercato, anche i francobolli degli anni più «pesanti». Una volta fuori corso...”.

“Ritengo -dice il presidente federale Piero Macrelli- che non si debbano mettere fuori corso i valori in lire per vari motivi: la fiducia in Poste italiane che aveva dichiarato ciò all’epoca del cambio lire/euro; il deprezzamento fiduciario e di valore che riceverebbero e, soprattutto, sapendo che i collezionisti continuano ad usarli. Spesso, anzi, applicano molti francobolli su ogni invio (perché di taglio più basso di quanto necessario) e quindi svolgono quel lavoro da tutti noi auspicato: fanno vedere i francobolli in giro! Anche questo è un tassello per la propaganda alla filatelia”.

“La validità -precisa dall’Unione stampa filatelica italiana Danilo Bogoni- va mantenuta, se non altro per l’effetto psicologico insito in questa scelta. La gente sa che ha un valore in mano, con il fuori corso avrebbe solo della carta”.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

CHIUSURA ESTIVA

Uffici chiusi da lunedì 5 a venerdì 30 agosto.

Nel periodo di chiusura approfitta delle spese di spedizione GRATIS!
È possibile inviare gli ordini, che verranno evasi in ordine di arrivo alla riapertura.

Buone vacanze a tutti.

 



https://www.vaccarinews.it/news/Validit___postale__il_dibattito_si____aperto/6051