Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

06 Gen 2009 - ore 13:48
Gen 06 2009
13:48

Appuntamenti

Il van Gogh sulla carta da lettere

Un’occasione forse irripetibile. Così, quella volta sul battello, il pittore anziché usarla per scrivere vi disegnò sopra. È uno dei lavori proposti a Brescia fino all’8 febbraio


La mostra è ospitata al Museo di Santa Giulia

Il ritrarre? Quasi un raptus, un bisogno estremo di esprimersi, anche nelle situazioni e con gli strumenti più diversi. È una delle chiavi di lettura per “Van Gogh - disegni e dipinti - capolavori del Kröller-Müller museum”, visitabile a Brescia, presso il Museo di Santa Giulia, fino all’8 febbraio.

Uno dei casi più evidenti è postale. Secondo la ricostruzione data dagli organizzatori, l’artista si trovava probabilmente su un battello, in viaggio da Hoogeveen al villaggio di Nieuw Amsterdam. Vede una donna espressiva, sembra in lutto, e per “rubarle” l’immagine utilizza l’unico supporto adatto che ha a disposizione. È carta da lettere, ma va bene lo stesso. Nasce così “Testa di donna”, lavoro realizzato con penna e inchiostro su velina nell’ottobre del 1883. Si caratterizza per aver ripreso il soggetto da molto vicino, come se l’artista fosse seduto accanto alla viaggiatrice. Un’occasione da prendere al volo, anche perché faceva fatica a reperire modelli che posassero per lui.

Ipotesi o realtà, resta il fatto che l’intero percorso espositivo si sorregge sulle lettere, soprattutto su quelle scambiate con il fratello Theo. Raccontano le aspirazioni (ad un certo punto della vita pensa di diventare predicatore, cioè -scrive- “seminatore della parola”), la vita quotidiana (“Una ragione di lavorare è che le tele valgono denaro”), l’impegno nell’arte (“Non potrò mai dirti quanto, nonostante il fatto che ogni giorno si presentino e si presenteranno nuove difficoltà, non potrò mai dirti quanto sia felice di aver ripreso il disegno”, oppure “Preferisco dipingere occhi umani piuttosto che cattedrali”), le esigenze (“Dovresti essere in possesso di «Les traveaux des champs» di Millet. Avresti la bontà di prestarmelo per qualche tempo e di mandarmelo per posta?”). Persino quando sta per uccidersi, il 27 luglio 1890, Vincent si accomiata con una missiva, che gli troveranno addosso. In essa, si legge: “E comunque è vero, possiamo soltanto far parlare i nostri quadri”.

Solo uno dei testi è presentato in originale: la lettera in cinque fogli (manca la busta) di Helene Kröller-Müller, la collezionista che ha raccolto il materiale. La scrive il 26 marzo 1909 all’amico Sam van Deventer, per esprimere le sue opinioni sulla modernità dell’autore.

Rispetto alla mostra che la città lombarda ha ospitato tre anni fa, questa intende “far scoprire il van Gogh più segreto, intimo, quello impegnato nell’appuntare le proprie emozioni, gli scorci, i volti, tutto ciò che poi sarà espresso con la pittura. Opere su carta. Ovvero disegni e acquerelli che rappresentano in alcuni casi il seme più forte dei capolavori pittorici più noti... ma che, in molti altri casi, sono opere del tutto autonome, capolavori assoluti, pensati e realizzati attraverso la forte materia del carboncino o della matita o con le possibilità offerte dall’acquerello. Pagine bellissime della grande storia del maestro, certo non meno importanti dei suoi dipinti”.

Ottantacinque i disegni proposti, cui vengono associati venti dipinti.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Il_van_Gogh_sulla_carta_da_lettere/6322