Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

06 Giu 2009 - ore 08:59
Giu 06 2009
08:59

Notizie dall'Italia

Terremoto/2 - Il recapito

Le frazioni non danno grossi problemi, ma il centro dell’Aquila è ancora evacuato. È stato necessario, quindi, censire gli sfollati delle tendopoli


Il modulo per comunicare il cambio di indirizzo

Il rapporto con i grandi utenti -prosegue il direttore del Cpo-Cpd dell’Aquila, Corrado Romano, intervistato da «Vaccari news»- viene riallacciato subito dopo il 6 aprile, perché è il più facile. “La frequentazione è quotidiana e abbiamo dovuto soltanto adeguarci, quando necessario, alle nuove richieste dettate dalla situazione”.

Il problema è invece con gli abitanti, soprattutto dove si sono registrate le principali distruzioni. Tanti sono stati costretti a spostarsi: hanno raggiunto parenti ed amici, magari sono rimasti in zona, oppure si sono trasferiti sulla costa. Nelle frazioni il portalettere conosce personalmente i residenti, ha il polso della situazione, sa come muoversi. Diverso è l’approccio nella città: tutto il nucleo storico, organizzato in ben quaranta zone di recapito, è stato dichiarato «zona rossa», cioè risulta chiuso al pubblico. Diventa problematico rintracciare le persone, tanto che al centro postale rimane giacente parecchio materiale, in attesa che il destinatario si presenti. Le stesse cassette postali sono state svuotate in ritardo (tre-quattro giorni nel capoluogo) anche perché, per raggiungerle, occorreva essere scortati dai vigili del fuoco.

A proposito di cassette, tutte quelle nell’area vietata non sono più utilizzabili. Alcune sono state chiuse in quanto collocate vicino a punti pericolosi; altre ancora sono state spostate nei pressi dei flussi di persone (come all’ingresso delle tendopoli) o dove adesso vengono venduti i francobolli.

Uno dei lavori più impegnativi è risultato, dunque, individuare le persone... “Abbiamo dovuto registrare gli spostamenti e censire gli ospiti dei campi; in funzione dei risultati, riorganizzare il recapito. Prevedendo una specie di «Seguimi» gratuito, per cui tutta la corrispondenza destinata ad un certo indirizzo, su richiesta del diretto interessato, viene automaticamente deviata al nuovo recapito. Sono state 37mila le richieste ricevute”.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Terremoto_2___Il_recapito/7038