Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

13 Giu 2009 - ore 02:28
Giu 13 2009
02:28

Dall'estero

Personalizzati - L’Ascat adotta la linea Michel

Suggerito dalla casa tedesca, il modello di comportamento davanti a queste produzioni è stato accolto dall’associazione che riunisce gli editori mondiali di cataloghi


Il presidente dell'Ascat, Hans Hohenester

Nero su bianco, preciso in tutti i dettagli. Anche perché il testo originario giunge dalla Michel, e l’Association internationale des éditeurs de catalogues de timbres-poste, d’albums et de publications philatéliques l’ha adottato così com’era, praticamente senza aggiungervi una virgola.

È la risposta dell’Ascat -presieduta da Hans Hohenester, che arriva dalla stessa società tedesca- al proliferare dei francobolli personalizzati. Fenomeno, quest’ultimo, ormai di portata planetaria e caratterizzato dalla recente performance francese di 240 esemplari diversi, veicolata attraverso il servizio filatelico nazionale.

Il documento dà indicazioni alle case editrici aderenti per come considerare queste produzioni, avviate, per quello che ne sanno gli esperti, in Australia nel 1999 con la versione francobollo e bandella, profondamente innovate quattro anni dopo quando l’Austria fuse insieme le due parti, fino a quel momento rimaste separate. Spesso sono le stesse amministrazioni a predisporre un valore con un logo standard, poi impiegato dai mercuriali come riferimento.

Secondo le attese, e l’esperienza Michel, il sistema aiuterebbe a semplificare e ridurre le casistiche, considerando se la personalizzazione è nell’etichetta o nel francobollo.

Nel caso in cui la parte postale e quella lasciata ai clienti siano distinte, vengono individuati due ulteriori situazioni. Se il francobollo è già stato emesso, e in una fase successiva viene riproposto con l’appendice, l’Ascat suggerisce di aggiungere nel catalogo, sotto al dentello base, solo una nota per orientare il collezionista. Se invece ci si trova davanti ad una carta valore diversa per soggetto (o anche per dimensioni o altre caratteristiche, come la gommatura), questa viene considerata come nuovo tipo e può ottenere un numero di catalogo specifico.

Nella seconda condizione, veicolata dall’Austria ma fatta propria anche da altri Paesi, come recentemente dalla stessa Francia, si considera soltanto la cornice e nemmeno il nominale che potrebbe essere variabile (per questo ne viene indicato soltanto uno, quello più basso possibile). Ad ogni modifica dell’impaginazione, quindi indipendentemente dal contenuto, il catalogo dovrebbe annotare un nuovo francobollo. A complicare le cose è ancora Vienna (ma altri servizi potrebbero adottare iniziative paragonabili), che di recente ha introdotto riquadri diversi per formato, colore o testo, non disponibili senza personalizzazione. In questa circostanza il suggerimento è di considerarli a parte, evidenziandone la natura privata. Andrebbe adottato lo stesso modello di comportamento nel momento in cui l’amministrazione postale personalizzasse in proprio, esattamente come nel caso dei 240 “regionali” francesi.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Personalizzati___L___Ascat_adotta_la_linea_Michel/7068