Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

30 Giu 2009 - ore 19:02
Giu 30 2009
19:02

Notizie dall'Italia

Tariffe - Giornata di prevista confusione

Presi alla sprovvista gli uffici postali: chi ha applicato il nuovo listino e chi, invece, è rimasto al vecchio. Costi lievitati persino del 60%


Al termine “non retail” introdotto dal ministero allo Sviluppo economico, Poste preferisce “smart”

Anche gli uffici postali colpiti dalla sorpresa. Alcuni hanno continuato ad applicare le vecchie tariffe (nonostante nel tardo pomeriggio di ieri sia circolata, magari solo in una parte delle sedi, una comunicazione) ed altri, invece, hanno recepito il cambiamento tariffario. Senza contare la clientela, che ha scoperto le novità quando ormai era in fila -decisamente più lunga del solito- con la propria missiva già pronta.

“Vaccari news”, ieri, è stata facile profeta: il cambiamento tariffario e la riorganizzazione del servizio per gli articoli registrati ha messo in difficoltà sia gli operatori che il pubblico.

Lo stesso sito di Poste italiane è stato aggiornato solo in mattinata, introducendo termini diversi da quelli previsti dal decreto ministeriale. Se il provvedimento firmato da Claudio Scajola distingue sia le raccomandate sia le assicurate nelle due categorie “retail” e “non retail”, la società mantiene -a ragione- i vecchi termini per i servizi al pubblico generico (quelli sostanzialmente aumentati) e definisce “smart” il “non retail”, cioè le offerte riservate ai grandi utenti con forti movimentazioni e possibilità di uniformare gli invii.

Silenzio, invece, dall’ufficio stampa, pronto a promuovere i successi e le novità da collocare sul mercato ma distratto e indisponibile nel momento in cui occorre informare su quanto sta succedendo.

A fine giornata, il cambiamento appare per quello che è: una batosta, soprattutto per quanti spediscono oggetti pesanti.

Qualche esempio, considerando il primo (fino a 20 grammi), il quarto (da 100 a 250 grammi) e il settimo scaglione (da 1.000 a 2.000 grammi), dà l’idea delle variazioni in termini assoluti e percentuali:

- raccomandate per l’interno - da 2,80 a 3,30 (+17,9%), da 4,05 a 4,95 (22,2%), da 8,35 a 9,85 (18,0%);

- raccomandate per l’Europa e il Mediterraneo - da 3,45 a 4,80 (39,1%), da 5,30 a 8,50 (60,4%), da 12,00 a 19,00 (58,3%);

- assicurate fino a 50,00 euro per l’interno - da 5,30 a 5,80 (9,4%), da 6,55 a 7,45 (13,7%), da 10,85 a 12,35 (13,8%).



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Tariffe___Giornata_di_prevista_confusione/7167