Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

21 Feb 2010 - ore 16:24
Feb 21 2010
16:24

Dall'estero

Antrace: per Washington il caso è chiuso

Gli investigatori confermano le responsabilità di Bruce Ivins, il microbiologo suicidatosi due anni fa. Cinque le persone uccise e altre diciassette le colpite dalla micidiale polverina bianca diffusa attraverso lettere


Uno degli annulli che citano la vicenda antrace

Per il dipartimento di Giustizia, l’Fbi e l’Us postal inspection service il caso antrace sarebbe chiuso. Proprio quello che, sul finire del 2001, ha ucciso cinque persone, fra cui due portalettere, e colpito altre diciassette, venute a contatto con la letale sostanza infilata in alcune buste affidate al sistema postale insieme a messaggi del tipo “Death to America, Death to Israel, Allah is great”.

Sula scia della forte emozione causata dai dirottamenti aerei dell’11 settembre, la vicenda contribuì a rendere ancora più drammatica la situazione, inducendo gli operatori postali a varare misure eccezionali. La stessa Usps firmava un’ampia azione informativa nei confronti dell’utenza e irradiava le missive sospette prima di inserirle in confezioni plastiche che spiegavano la procedura e gli effetti sui contenuti. In Italia, l’allora amministratore delegato di Poste, Corrado Passera, assicurava che, accanto ad una maggiore attenzione, era stato esteso l’impiego di guanti, mascherine e controlli ai raggi “X”.

La vicenda è sintetizzata in un rapporto da 92 pagine (ma il lavoro generale ne conta 2.700) ed è il frutto della più larga inchiesta riguardante attacchi attraverso armi biologiche nella storia statunitense. La “Amerithrax task force”, che ha coinvolto a tempo pieno tra i venticinque e i trenta investigatori dell’Fbi, dell’Us postal inspection service e di altre agenzie, ha investito nel caso centinaia di migliaia di ore. Le loro investigazioni hanno totalizzato oltre 10mila interviste a testimoni in tutto il pianeta, l’esecuzione di 80 ricerche, il recupero di 6mila oggetti. Senza contare le 5.750 citazioni dell’autorità giudiziaria e la raccolta di 5.730 campioni ambientali da 60 siti.

Secondo gli esperti, i responsabili non furono agenti segreti stranieri, neonazisti o terroristi di Al Qaeda, ma il microbiologo civile dell’Esercito Bruce Ivins, che lavorò da solo nel pianificare ed eseguire le aggressioni. Si è suicidato il 29 luglio 2008, a sessantadue anni.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Antrace__per_Washington_il_caso____chiuso/8178