Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

27 Dic 2010 - ore 12:03
Dic 27 2010
12:03

Notizie dall'Italia

Liberalizzazione, i dubbi di Confetra

Il presidente della Confederazione generale italiana dei trasporti e della logistica, Fausto Forti, scrive al Governo


Il presidente di Confetra, Fausto Forti

“Alcune disposizioni di assoluta retroguardia”. Così la Confederazione generale italiana dei trasporti e della logistica (Confetra) commenta la bozza del decreto legislativo sulla liberalizzazione postale. Non solo “tutto il settore dei corrieri espressi, per definizione non rientrante nel servizio postale universale, potrà essere assoggettato a un’illegittima tassazione fino al 10% dei ricavi, ma sarà tenuto al rispetto di una contrattazione collettiva di riferimento del tutto estranea -storicamente e sindacalmente- al mondo della logistica cui esso appartiene”.

Con una lettera inviata al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e al ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, su questi temi è intervenuto direttamente il presidente Confetra, Fausto Forti. Sottolineando come il provvedimento “non sembri essere rispettoso dei principi di liberalizzazione voluti dall’Europa”.

Tre, in particolare, i punti evidenziati. Cominciando con l’obbligo di contribuire al fondo di compensazione (che serve a garantire l’espletamento del servizio universale): “non può essere esteso ai titolari di autorizzazione generale, che per definizione esplicano servizi estranei al servizio universale”.

Poi, il sostegno dovuto dai titolari di autorizzazione generale per il finanziamento della nuova Autorità di regolamentazione: “deve essere nettamente inferiore all’ammontare dei contributi dovuti dai titolari di licenza individuale, come avvenuto fino ad oggi per il finanziamento della corrispondente autorità ministeriale”, perché l’operato svolto dalla stessa Autorità in merito ai titolari di autorizzazione generale è “del tutto residuale”.

“Secondo i principi di libertà sindacale sanciti dalla Costituzione” -viene segnalato infine- “non può esistere alcuna contrattazione collettiva di riferimento cui dovrebbero attenersi tanto i titolari di licenze individuali, quanto a maggior ragione i titolari di autorizzazioni generali”.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/Liberalizzazione__i_dubbi_di_Confetra/9558