Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

09 Mar 2011 - ore 11:45
Mar 09 2011
11:45

Notizie dall'Italia

L’enigma dei trenta milioni

Secondo l’Unione stampa periodica italiana, il decreto pubblicato il 21 febbraio sulle tariffe per il no-profit è inapplicabile. E si rischia di perdere i fondi. Intanto, il comparto chiede chiarezza…


L'Uspi parla della vicenda anche sull'ultimo numero del proprio mensile

Aveva fatto bene il Forum del terzo settore a parlare, basandosi su un’interpretazione giunta dal servizio studi della Camera dei deputati, di formulazione “alquanto complessa”. Tanto è vero che la spiegazione data dall’Unione stampa periodica italiana è diametralmente opposta.

Il punto di partenza è il decreto del ministero allo Sviluppo economico “Tariffe postali agevolate per le associazioni ed organizzazioni senza fini di lucro”, datato 23 dicembre ma pubblicato in “Gazzetta ufficiale” soltanto il 21 febbraio. Il provvedimento ha reintrodotto le tariffe postali privilegiate grazie al fondo di trenta milioni individuato dal Governo. Soltanto che il testo indica come data limite per l’applicazione del beneficio il 31 dicembre precedente.

Grazie al decreto “Milleproroghe”, trasformato in legge il 26 febbraio, secondo il Forum il termine ultimo sarebbe stato procrastinato al 31 marzo 2011.

Nel provvedimento tramutato il 26 febbraio -viene precisato dall’Uspi- “non c’è la proroga dell’applicabilità del decreto postale. In sostanza, il decreto con le tariffe onlus è inapplicabile”. “Rimane, pertanto, l’assurdità -frutto di scarsa sensibilità- che il mondo del volontariato, quello religioso, quello di promozione sociale è costretto ad una tariffa di spedizione postale addirittura di gran lunga più onerosa dell’editoria profit”.

Ed i trenta milioni a suo tempo stanziati? “Tali fondi -proseguono dall’Uspi- sono entrati nelle pertinenze della Presidenza del Consiglio soltanto gli ultimi giorni di dicembre scorso e, pertanto, per il 2010 non è stato possibile ripristinare (anche con aumenti fino a 0,1415 a pezzo) le tariffe agevolate del no-profit per lo scorso anno”. E si rischia pure che i soldi vadano persi: stando alle norme, nel caso lo stallo permanga, l’Esecutivo potrebbe utilizzarli diversamente.

Nel frattempo, per chiedere chiarezza, l’Associazione italiana fundraiser ha promosso lettere aperte, inviate tra l’altro al ministro dell’Economia e delle finanze Giulio Tremonti, al collega allo Sviluppo economico Paolo Romani, all’amministratore delegato e al responsabile del direct marketing di Poste italiane, rispettivamente Massimo Sarmi e Massimo Curcio. Oltre un centinaio i sodalizi che le hanno sottoscritte.



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366

 



https://www.vaccarinews.it/news/L___enigma_dei_trenta_milioni/9901