Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

21 Mag 2019
Mag 21 2019
00:31

Dall'estero

La bellezza dei fiumi selvaggi

Dodici quelli che oggi gli Stati Uniti citeranno in altrettanti francobolli. Sono dei “Forever”, attualmente venduti a 55 centesimi di dollaro l’uno

S’intitola “La bellezza naturale dei fiumi selvaggi e scenici” la serie che gli Stati Uniti firmeranno oggi. Impostata impiegando fotografie spettacolari, racconta lo sterminato Paese dal punto di vista naturalistico; l’esito sono dodici francobolli “Forever” (attuale costo: 55 centesimi di dollaro).

Nell’ordine, i dentelli raffigurano il Merced, l’Owyhee, il Koyukuk, il Niobrara, lo Snake, il Flathead, il Missouri, lo Skagit, il Deschutes, il Tlikakila, l’Ontonagon, il Clarion.

Tali vie d’acqua -spiegano da Usps- sono reputate per la presenza di pesci e fauna selvatica, ma anche per ragioni geologiche, senza dimenticare gli aspetti ricreativi e l’importanza culturale o storica. C’è una normativa, il “Wild and scenic rivers act”, che ne classifica i tratti più sintomatici. Per questo sono salubri, non inquinati e generalmente accessibili solo attraverso un sentiero. Così da fornire acqua pulita, proporre luoghi di bellezza e garantire un adeguato habitat per gli animali.



20 Mag 2019
Mag 20 2019
20:11

Smom

Le Poste melitensi pronte per il 24 maggio

Dopo mesi di sostanziale silenzio, tre i titoli in uscita: Leonardo, Giotto e Giovanni Battista de La Salle. I dettagli sul primo

Alla fine, e dopo mesi di sostanziale silenzio, ecco lo Smom, che solo oggi pomeriggio ha annunciato le tre emissioni in arrivo per il 24 maggio, quindi pensando a “Veronafil”. Riguardano Leonardo da Vinci (l’omaggio consta di due francobolli da 3,60 euro in foglietto), di nuovo il ciclo pittorico di Giotto alla padovana cappella degli Scrovegni (sei tagli da 2,40 nel solito foglio con una serie), Giovanni Battista de La Salle (2,60).

Quanto al primo soggetto, propone due dei dipinti del genio, ricordato a mezzo millennio dalla morte. Sono il “San Giovanni Battista” (figura fra l’altro patrona dell’Ordine) e il “San Girolamo” (già citato nell’analogo omaggio dal Vaticano); un’opera è conservata al Louvre, la restante nella Pinacoteca d’oltre Tevere. Sul bordo del blocco compare la famosa sanguigna con l’autoritratto, ubicata alla Biblioteca reale di Torino. La tiratura è stata fissata a quattromila unità.



20 Mag 2019
Mag 20 2019
17:39

Notizie dall'Italia

Notificazione atti, chiusa la procedura

Il settore aggiornato con quanto previsto dalla legge di bilancio. Sempre dall’Agcom: sanzione da ventimila euro per Nexive

Con la delibera 155 dell’8 maggio, resa nota il 14, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha chiuso la procedura per la notificazione via posta degli atti giudiziari o inerenti alle violazioni riguardanti il Codice della strada. Lavoro concluso l’anno scorso e necessariamente riaperto dopo le modifiche introdotte con la legge di bilancio (è la 145 del 30 dicembre scorso). In tre articoli e diversi allegati sono stati aggiornati quindi tabelle, modelli, disposizioni. Le novità riguardano principalmente la reintroduzione dell’obbligo di comunicare l’avvenuta notifica, nel caso in cui il piego contenente l’atto non venga consegnato personalmente al destinatario ma ad una delle persone legittimate a riceverlo in sua vece (in termini tecnici è il Can). Inoltre, è stato differito al prossimo 1 giugno il termine di decorrenza per le disposizioni in materia di avviso di ricevimento digitale del piego raccomandato. Infine, ecco eliminato l’obbligo di apporre il bollo dell’ufficio sulla modulistica e la definizione di un periodo di tempo maggiore (due giorni invece di uno) per affidare il piego, in caso di mancata consegna, al punto di deposito più vicino al destinatario.

Attraverso un altro atto, l’Agcom ha archiviato un procedimento avviato nei confronti di Nexive “in relazione ad un singolo episodio di dispersione di corrispondenza che, in termini di rilevanza, gravità e diffusività, non è tale da poter configurare una violazione degli obblighi connessi al titolo abilitativo” (si trattava di cinque invii pubblicitari diretti a Roma e rinvenuti all’interno di uno stabile vicino alle cassette delle lettere). In realtà, le contestazioni erano tre; per le restanti due, relative a disservizi verificatisi rispettivamente a Belpasso (Catania) e Borgo San Lorenzo (Firenze), la società ha pagato ventimila euro.



20 Mag 2019
Mag 20 2019
14:46

Pubblicità redazionale

  Veronafil - edizione 132

Poste italiane sarà presente alla manifestazione filatelica con alcune novità dedicate


Anche quest’anno dal 24 al 26 maggio si rinnova l’appuntamento con Veronafil, presso la Fiera di Verona, giunta alla sua 132a edizione ed organizzata dall’Associazione Filatelica Numismatica Scaligera. Oltre 11.000 mq di spazio saranno riservati ad appassionati del collezionismo, principalmente collezionisti di filatelia e numismatica, ma anche di cartoline, stampe antiche, carte telefoniche e altro.

Poste italiane sarà presente con una sua postazione dove sarà possibile acquistare, oltre ai prodotti filatelici relativi alle ultime emissioni, anche quelli preparati appositamente per la manifestazione: in particolare, una tessera e una cartolina, e gli annulli realizzati per le tre giornate.

La tessera filatelica contenente il francobollo Alti Valori emesso il 12 febbraio 1979, da L.4000, in tiratura limitata con 5.000 esemplari, potrà essere acquistata presso lo stand a Veronafil, e on-line sul sito poste.it, al costo di 5,00€.



20 Mag 2019
Mag 20 2019
12:35

Dall'estero

Api da Australia e Onu

Oggi la “Giornata mondiale” dedicata a tali insetti. Serve ad informare e sensibilizzare il pubblico sul loro ruolo di impollinatori


Uno dei quattro esemplari dell’Australia…

Api native. A loro è dedicata la serie, composta da quattro francobolli in vendita a 1,00 dollaro locale, firmata il 14 maggio dall’Australia. Disegnati da Kevin Stead, i valori sono proposti in fogli da cinquanta oppure tramite libretti da dieci, in questo caso di autoadesivi. Citano hyleoides concinna, lipotriches australica, megachile macleayi, thyreus nitidulus.

In qualche modo, anticipano l’emissione che stamani le Nazioni Unite hanno dedicato alla “Giornata mondiale delle api”. Consta di tre foglietti, ognuno dei quali contiene un solo dentello, da 3,00 dollari, 2,60 franchi o 2,70 euro. Portano il nome di Rorie Katz; ciascuno raffigura un insetto (le foto provengono dallo statunitense Patuxent wildlife research center) e un fiore: la cadeguala con il corydalis flavula, il bombo con la lobelia cardinalis, la melissodes con la scutellaria lateriflora

L’Onu ha designato il 20 maggio come momento di informazione e sensibilizzazione in tema grazie all'iniziativa della Slovenia che, nel 2017, decise di accrescere la consapevolezza pubblica circa l’importanza di detti animali e i pericoli che devono affrontare, oltre all’esigenza di proteggerne l’habitat naturale. Tali impollinatori (altri sono le farfalle, i pipistrelli e i colibrì) risultano sempre più minacciati dalle attività umane, ma è il loro intervento che assicura la riproduzione di molte piante, incluse le colture destinate alla tavola. Non solo contribuiscono direttamente alla sicurezza alimentare, ma sono essenziali per la conservazione della biodiversità, uno degli elementi fondamentali degli obiettivi per lo sviluppo sostenibile.



20 Mag 2019
Mag 20 2019
10:11

Appuntamenti

Le cartoline testimoniano

È la mostra “Progetti e immagini della vecchia Trieste”, organizzata dal Museo postale e telegrafico della Mitteleuropa. Resterà aperta sino all’1 giugno


A Trieste

Attraverso ad esempio le trentadue rappresentazioni selezionate, i visitatori possono effettuare “un’interessante passeggiata nella storia e riscoprire il fascino dell’architettura dei più importanti palazzi” presenti nella città. È la mostra “Progetti e immagini della vecchia Trieste”, organizzata dal Museo postale e telegrafico della Mitteleuropa ed accolta, fino all’1 giugno, presso il salone principale delle Poste centrali, in piazza Vittorio Veneto 1.

Ma c’è di più: molte delle icone individuate, tratte dalla guida -intitolata come l’allestimento- dello storico e collezionista Antonio Paladini, negli anni sono state trasformate in cartoline, esportando quindi le ambientazioni locali nel mondo. Insomma, risulta un’esposizione “ricca di spunti e curiosità che invita all’approfondimento e alla ricerca”.

Ad ingresso libero, il percorso è raggiungibile dal lunedì al venerdì fra le 8.20 alle 19.05, il sabato fino alle 12.35.



20 Mag 2019
Mag 20 2019
01:08

Dall'estero

Lo sport si fa in sei

Nel foglietto francese figurano sei francobolli per altrettante discipline: si tratta di un progetto che dovrà svilupparsi in cinque tappe annuali, da qui al 2023

Il calcio (il dentello evoca, senza però citarlo espressamente, il Campionato mondiale femminile, previsto in Francia dal 7 giugno al 7 luglio), va bene. Ma anche la pallavolo (Campionato europeo maschile in Belgio, Francia, Paesi Bassi e Slovenia, dal 13 al 29 settembre), il ping pong (Campionati europei a squadre in Francia, dal 3 all’8 settembre), la pallacanestro in carrozzina (Giochi nazionali dell’avvenire a Valence, dal 29 maggio all’1 giugno), la canoa e il kayak (Campionati europei maschili in Francia, dal 31 maggio al 2 giugno), l’hockey su prato (Campionato europeo maschile in Belgio, dal 16 al 24 agosto).

Insomma, Parigi fa scegliere. È il foglietto tondo -per richiamare il ruolo planetario di tali attività- che il 18 maggio ha dedicato allo sport. Oggi verrà completata la distribuzione. Sei i francobolli, uno per disciplina, che contiene; sono stati realizzati, utilizzando foto di Sport presse, da Sandrine Chimbaud (l’impaginazione è dovuta all’agenzia Absinthe).

Si tratta di un nuovo percorso previsto in cinque tappe, una per continente, che si svilupperà lungo un lustro. La scelta delle specializzazioni verrà associata a eventi futuri.



19 Mag 2019
Mag 19 2019
01:26

Libri e cataloghi

Tutte le tinte dei manieri

In 160 pagine, Ketty Borgogno propone un viaggio tra i colori e le particolarità della serie “Castelli d’Italia”. È la prima edizione del lavoro


Il volume

Filatelia non necessariamente vuol dire classico e/o prezioso. Anche una emissione “modesta” come una recente ordinaria in corso per decenni può offrire motivi di interesse e di approfondimento. Un esempio, caso mai fosse necessario, lo propone Ketty Borgogno con il suo studio “Castelli d’Italia - Viaggio tra i colori e le particolarità della serie” (39,00 euro).

Come dice il titolo, l’analisi -organizzata in due parti- concerne soltanto le tinte, dalla loro stabilità alle ristampe, dalle carte “sporche” alle fluorescenze, dalle evanescenze alla scarsa calibratura degli inchiostri in fase di produzione, dai trucchi di scolorimento ai falsi per frodare il servizio postale.

Sono state necessarie 160 pagine di formato “A4” per affrontare l’argomento in quella che si presenta come una prima edizione. Naturalmente, le immagini sono in quadricromia e per gli specialisti non mancano, così da orientarsi, le codifiche tecniche.

“Tutta la mia ricerca -annota l’autrice all’apertura- si basa esclusivamente su valori da me analizzati, la certezza delle mie affermazioni deriva appunto da questo, non è possibile che non ci siano eccezioni su questa serie che di eccezioni vive”.



18 Mag 2019
Mag 18 2019
23:17

Appuntamenti

L’Etiopia nelle collezioni migliori

Gli esiti della gara federale di Borgo Faiti, Latina: delle tre medaglie d’oro grande, due riguardano studi sul Paese africano


Domani l’ultimo giorno di “Latinphil 2019”

Tre ori grandi, due dei quali attribuiti nella sezione campioni. Sono i risultati più significativi fra quelli decisi dalla giuria dell’esposizione nazionale e di qualificazione attiva a Borgo Faiti, Latina, in questo fine settimana (domani, ultimo giorno, sarà visitabile dalle ore 9 alle 13). Ad esaminare le collezioni sono stati Nicolino Parlapiano come presidente della giuria, Luca Lavagnino e Marco Occhipinti per componenti la commissione, l’ultimo anche quale commissario della Federazione fra le società filateliche italiane. In gara, lavori di filatelia tradizionale e storia postale, entrambe le classi nelle fasi temporali moderna e contemporanea, cui va aggiunta l’aperta.

Tornando agli esiti apicali, ecco nomi, risultati e titoli: Fabio Petrini ha ottenuto 93 punti per “La Democratica - Usi postali 1 ottobre 1945 - 31 dicembre 1952”, seguito da Pier Giuseppe Giribone, il quale ne ha ricevuti 91 con “Le poste militari nella Guerra d’Etiopia”. Nella competizione nazionale il livello massimo, con quota 90 e il gran premio competizione, è stato conquistato da Antonio Lampariello; ha proposto “Emissione Etiopia: corrispondenza con l’estero - maggio 1936 - marzo 1941”.

Segnalati, come migliori nelle rispettive aree, Giuseppe Di Padova (“Il servizio pacchi e denaro nella posta militare”) in storia postale, Giovanni Cutini (“Buste lettera postali”) in filatelia tradizionale, Mario Bonacina (“La corrispondenza per l’estero nel Regno d’Italia affrancata con la serie «Imperiale» (21.4.1929 - 22.9.1943)”) nella qualificazione.

Aggiornamento del 19 maggio 2019: da notare, nell’annullo riprodotto, l’errata dizione “ex palazzo delle Poste”. Anche se l’immagine è d’epoca (compare la scalinata, poi abbattuta), l’immobile di piazzale dei Bonificatori 8 ancora oggi ospita il Latina Centro.



18 Mag 2019
Mag 18 2019
14:22

Emissioni Italia

Dentellato un altro ospedale

Ha debuttato oggi il francobollo per il Santa Croce e Carle di Cuneo, la cui storia comincia con una donazione datata 18 maggio 1319


Il salone del Cuneo Centro

Non entusiasma il francobollo dedicato ai settecento anni dell’ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo, emesso oggi. Grazie a Claudia Giusto, sa abbastanza “parlare”, ma l’immagine del donatore Gioanetto de Possolo delude (il dipinto del XVIII secolo impiegato come partenza è migliore). E poi, ancora una volta, con il logo si ripete il concetto celebrativo: nella minuscola area a disposizione appesantisce inutilmente.

Autoadesivo, è un “B”, utilizzabile per spedire lettere ordinarie fino ai venti grammi nell’ambito nazionale; richiede 1,10 euro. La serie di riferimento s’intitola “Le eccellenze del sapere”. La tiratura è stata fissata a due milioni e cinquecentomila esemplari in confezioni da quarantacinque. L’annullo fdc risulta appoggiato alle Poste centrali, site in via Bonelli 6.

La responsabile struttura semplice patrimonio e attività amministrative trasversali, Rita Aimale, nel bollettino illustrativo racconta come il complesso venne fondato. Il 18 maggio del 1319 il personaggio citato nella carta valore dona al vescovo della Diocesi di Asti, sotto la cui giurisdizione si trovava Cuneo, la casa presso la porta dei Frati di san Francesco. L’obiettivo è realizzare una sede in grado di accogliere tutti gli infermi, i poveri ed i pellegrini. Tramite accorpamenti, nel tempo essa si evolve concentrandosi, con il nome di Santa Croce, solo sulla cura dei malati. Nel 1994, unita all’“Antonio Carle” (ex pneumologico), diventa un’azienda ospedaliera con personalità giuridica pubblica e autonomia organizzativa, amministrativa, patrimoniale, contabile, gestionale e tecnica. Ora vi lavorano circa 2.300 dipendenti tra medici, infermieri, operatori sanitari, personale tecnico/professionale e addetti al settore amministrativo.



Per continuare a leggere "Vaccari news" cliccare sul pulsante "archivio notizie".



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366