Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria
AUGURI DI BUONA PASQUA

I migliori auguri
a tutta la nostra
affezionata clientela.







Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

19 Apr 2019
Apr 19 2019
17:38

Vaticano

Resurrezione bresciana

Si trova nella città lombarda l’opera, di Tiziano Vecellio, scelta dalle Poste vaticane per l’immagine dell’annullo pasquale


Del Tiziano

La resurrezione di Cristo, tratta dalla tavola centrale del “Polittico Averoldi”, dovuto a Tiziano Vecellio (1488-1576).

L’opera, databile tra il 1520 e il 1522, è conservata a Brescia presso la chiesa dei santi Nazaro e Celso, nella stessa posizione per la quale fu concepita. Venne commissionata -spiegano nella città lombarda- dal nunzio apostolico della Serenissima Altobello Averoldi. Il suo potere era tale che il pittore, al fine di completare il dipinto, ritardò dei lavori richiesti dal duca di Ferrara.

Rappresenta il soggetto scelto dalle Poste vaticane per sottolineare, a livello marcofilo, la Pasqua edizione 2019. Non a caso, l’annullo -che potrà essere richiesto all’ufficio obliterazioni fino al 25 maggio- mostra la data del 21 aprile. L’operatore ha allestito anche busta e folder.



19 Apr 2019
Apr 19 2019
13:53

Notizie dall'Italia

I soldi dei tunisini emigrati aiuteranno il loro Paese

È questo l’obiettivo del progetto “Risparmio senza frontiere”, avviato da Cassa depositi e prestiti e Caisse des dépôts et consignations coinvolgendo i rispettivi operatori postali


Investire nel Paese

Giocando sul nome di un vecchio e fortunato programma televisivo, Cassa depositi e prestiti ha lanciato il progetto “Risparmio senza frontiere”, definendolo “un ponte verso il risparmio e lo sviluppo nel Mediterraneo”.

Introdotto nell’ambito dell’attività di supporto alla cooperazione internazionale di Cdp, sarà attivo dal prossimo 30 aprile in Tunisia attraverso Caisse des dépôts et consignations e i due operatori di riferimento, ovvero Poste italiane e La poste tunisienne.

L’obiettivo è estenderlo ad altri Paesi del continente, e già si parla del Marocco: potenziali interlocutrici sono quelle realtà dove risultano presenti istituzioni analoghe per statuto e missione e, grazie a loro, il risparmio postale è tradizionalmente molto diffuso.

In soldoni, l’iniziativa intende garantire una nuova via al trasferimento del risparmio, ritenuta più sicura (il denaro viene movimentato tra libretti) e conveniente (per le tariffe). Vuole incentivare ed accrescere il risparmio dei tunisini che risiedono in Italia, sostenendo una raccolta orientata a finalità di cooperazione, sviluppo e crescita che possa finanziare progetti di pubblica utilità, infrastrutture, imprese e pubbliche amministrazioni nel Paese di origine.

Secondo i dati della Banca mondiale, le rimesse dall’Europa all’Africa nel 2017 sono state di oltre 26 miliardi di dollari (300 milioni dai tunisini), 3,7 dei quali dall’Italia. Nello Stivale è molto diffuso, anche tra i cittadini africani (40mila i tunisini), l’utilizzo di libretti e buoni postali (oltre 500 milioni di euro) quali forme di risparmio semplici e sicure: godono della garanzia dello Stato, il capitale è sempre disponibile e non prevedono, al netto degli oneri fiscali, costi di gestione.



19 Apr 2019
Apr 19 2019
10:05

Emissioni Italia

Dopo il film, il regista

L’omaggio a Sergio Leone nel trentesimo anniversario dalla morte. Fra le sue pellicole, “C’era una volta il West”, citata il 6 settembre 2018


Prima il film

Il 6 settembre scorso, nell’ambito della serie “Le eccellenze italiane dello spettacolo”, venne rammentato il film “C’era una volta il West”. Ora, ad essere precisi il giorno 30, toccherà al suo regista nel trentennale della scomparsa. Si parla di Sergio Leone, vissuto dal 3 gennaio 1929 al 30 aprile 1989.

Inserito nel medesimo percorso, l’omaggio ne propone il ritratto tra le montagne della Sierra Nevada insieme ad un cowboy, ambientazione e personaggio tipici dei numerosi film che ha diretto; all’immagine ha lavorato Gaetano Ieluzzo. Autoadesivo, costerà 2,40 in quanto “Bzona2”, utile cioè con le spedizioni ordinarie comprese nei venti grammi e dirette in Africa, America o Asia, escludendo il bacino mediterraneo. Quanto alla tiratura, è stata fissata in due milioni e cinquecentomila esemplari, allestiti in fogli da quarantacinque.



19 Apr 2019
Apr 19 2019
00:57

Dall'estero

Voto femminile in Francia

A settantacinque anni dal riconoscimento del diritto, arriva il francobollo. Sarà da oggi in prevendita contro 88 centesimi


Il francobollo

Se in Italia il suffragio femminile venne concretizzato nel 1946, in Francia fu riconosciuto non molto tempo prima. Lo si scopre con il francobollo in prevendita da oggi (la distribuzione sarà completata il 23 aprile). È un 88 centesimi dovuto a Sarah Bougault, che ha operato attraverso una foto dell’agenzia Keystone: rappresenta le signore in fila per consegnare la propria scheda ad un tavolo di scrutatori, tutti maschi.

Fu Charles de Gaulle a sottoscrivere il provvedimento, datato 21 aprile 1944, quindi settantacinque anni fa, e reso operativo nel 1945: “Le donne sono elettrici ed eleggibili alle stesse condizioni degli uomini”, annota l’articolo 17. Esito di una lunga battaglia caratterizzata da diverse proposte accantonate, come quelle datate 1919, 1925, 1932, 1935. Solo il periodo buio del conflitto, dell’occupazione e dell’impegno antitedesco condusse la classe dirigente alla decisione: l’uguaglianza economica e politica tra i sessi.



18 Apr 2019
Apr 18 2019
17:57

San Marino

Torna Diabolik

Già citato nel 1997, il malvivente, con l’inseparabile compagna Eva Kant, figura nel foglietto per il “San Marino comics festival”


Il francobollo del 1997

Il monte Titano ripropone Diabolik ed Eva Kant. Dopo il francobollo da 800 del 18 settembre 1997 (senza trascurare l’1,00 euro italiano del 23 ottobre 2009), torna dunque la coppia, questa volta nel foglietto dedicato al “San Marino comics festival”, giunto alla sesta edizione e previsto in svolgimento tra il 23 ed il 25 agosto.

La nota saga -ricordano dall’Ufficio filatelico e numismatico- è stata creata nel 1962 dalle sorelle Angela e Luciana Giussani. Il blocco, che comprende due francobolli da 2,00 euro ciascuno, mostra i malviventi nell’antica Repubblica, con la prima torre in una delle cartevalori e il palazzo Pubblico sullo sfondo.

L’autore del disegno è il fumettista ed illustratore Riccardo Nunziati. Attivo presso la casa editrice Astorina, ha lavorato ad esempio su sei albi dedicati ai personaggi, senza trascurare gli adattamenti per copertine, locandine, manifesti, cataloghi…

L’emissione, tirata in un massimo di settantamila unità, sarà disponibile con il 7 maggio.



18 Apr 2019
Apr 18 2019
14:32

Emissioni Italia

Questa volta, la “Crocifissione”

È il dipinto di Tintoretto che lo ricorda a mezzo millennio dalla nascita. Nel 1994, per il quarto centenario dalla morte, fu scelto il lavoro “Arianna, Venere e Bacco”


Così nel 1994

La “Crocifissione”, dipinto conservato nella Scuola grande di san Rocco a Venezia. È il soggetto scelto per ricordare con un francobollo Jacopo Robusti, più noto come il Tintoretto, nel mezzo millennio dalla nascita.

Il dentello, un “B” destinato principalmente agli invii nazionali ordinari di primo porto (costo attuale: 1,10 euro), sarà autoadesivo e stampato per seicentomila esemplari predisposti in fogli da ventotto. Incasellato nella serie “Il patrimonio artistico e culturale italiano”, arriverà il 29 aprile, lo stesso giorno del foglietto a tre (ovvero con Smom e Vaticano) riguardante il Comando carabinieri tutela patrimonio culturale.

A dirla tutta, non è la prima volta che l’artista viene citato dal Bel Paese. Il 31 maggio 1994 un 750 lire lo rammentò nel quarto centenario dalla nascita. In quel caso venne scelta un’altra tela, sempre conservata nella città di san Marco: “Arianna, Venere e Bacco”.



18 Apr 2019
Apr 18 2019
10:01

Libri e cataloghi

Giorgio La Pira e Fioretta Mazzei

Oltre seicento le lettere che si sono scambiati tra il 1943 ed il 1957. Edito da Polistampa il libro ed il cd che le repertoriano


Lettere di Giorgio Le Pira

Questa volta, Giorgio La Pira (1904-1977) si confronta via lettera con l’amica e collaboratrice Fioretta Mazzei (1923-1998). Le loro corrispondenze, oltre seicento missive scambiate tra il 1943 ed il 1957, sono state scelte e raccolte nel libro “Radicati nella Trinità”, organizzato in 424 pagine edite da Polistampa (25,00 euro, con il cd che propone l’epistolario completo).

Dai primi del settembre 1943 fino al 5 dicembre successivo, il futuro sindaco di Firenze, ricercato dalla polizia fascista, ripara a Fonterutoli, minuscolo borgo del Chianti, ospite della famiglia Mazzei. In quei tre mesi lui e Fioretta stabiliscono un forte sodalizio amicale e spirituale che sfocia in un carteggio avviato nel dicembre del medesimo anno, quando l’uomo si sposta nella capitale. Lì sente l’urgenza di aprire il cuore alla giovane interlocutrice, proseguendo sulla carta quel serrato dialogo stabilito in precedenza.

Il faldone, incentrato sui temi della spiritualità cristiana, con echi dell’attività romana nell’apostolato, nella Costituente, nella ricostruzione dell’associazionismo cattolico e nella politica, si prolungherà fino al 1957. Successivamente, Fioretta diverrà la sua più stretta collaboratrice, affiancando l’impegno politico-amministrativo per il capoluogo toscano all’intensa attività di sostegno ai poveri e bisognosi, e diventando ben presto una delle figure di rilievo della storia istituzionale e religiosa cittadina.



18 Apr 2019
Apr 18 2019
00:45

Dall'estero

C’è posta anche per chi non ha casa

L’iniziativa dell’Eire evidenzia un problema: avere un indirizzo preciso rappresenta la base per ottenere servizi, lavorare, mantenere rapporti con la famiglia

In Italia ogni ufficio anagrafe deve registrare, se necessario in una strada fittizia, coloro che non hanno tetto o fissa dimora; “può essere -precisano dalla Federazione italiana che riunisce gli organismi di settore, la Fio.Psd- un primo strumento con il quale dare riconoscimento alle persone e al loro diritto di ricevere la posta o gli atti ufficiali come una tessera sanitaria, agevolare l’identificazione della persona e della sua storia sociale”.

Su un argomento collegato, ecco quanto appena avviato in Eire. La notizia vede in primo piano l’operatore postale nazionale, An post, il quale -insieme agli enti benefici ed ai fornitori di servizi specializzati- ha lanciato “Address point”. Garantisce gratuitamente un punto di riferimento e di raccolta del corriere in favore di quanti non hanno casa o vivono in alloggi temporanei. Di fatto, il supporto fisico è costituito dall’ufficio postale scelto dall’interessato, mentre l’indirizzo viene generato on-line utilizzando ad esempio un telefono cellulare; se poi egli si sposta in un’area diversa, è possibile creare un altro recapito, collegato ad un ufficio postale vicino alla nuova posizione. Dagli appuntamenti medici alle informazioni di servizio o al contatto con la famiglia, avere un indirizzo sicuro -viene ricordato- può sembrare una cosa da poco, ma porta enormi benefici ai senzatetto.



17 Apr 2019
Apr 17 2019
18:02

Emissioni Italia

Congiunta a tre: così il Bel Paese

Esattamente come per lo Smom, il tributo si compone di un foglietto contenente sei francobolli, nel caso specifico dei “B”


Palazzetto Raguzzini, sede della struttura

Non si può ancora vederlo, ma di fatto sarà come l’analogo foglietto melitense: è il blocco che l’Italia, il 29 aprile, dedicherà al Comando carabinieri tutela patrimonio culturale nel mezzo secolo dalla fondazione. Naturalmente è quello della congiunta con Smom e Vaticano.

Inserito nel percorso “Il senso civico”, risulta autoadesivo, dovuto a Maria Carmela Perrini e tirato in trecentomila pezzi. Ognuno contiene sei francobolli “B” diversi, utili per gli invii ordinari nazionali di primo porto e dal costo di 1,10 euro. I primi cinque richiamano altrettante opere trafugate e ritrovate dall’Arma. Sono: “Ritratto di gentildonna” o “La muta” di Raffaello Sanzio, conservato nella Galleria nazionale delle Marche presso palazzo Ducale ad Urbino; “Foglio di salterio”, Archivio provinciale Ara coeli di Roma; “Il giardiniere” o “Ritratto di giovane contadino” di Vincent van Gogh, Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea di Roma; “Volto d’avorio”, arte romana del I secolo dopo Cristo, Museo nazionale romano - palazzo Massimo di Roma; “Sacra famiglia con una santa” di Andrea Mantegna, Museo di Castelvecchio a Verona. Il sesto dentello propone palazzetto Raguzzini, ovvero la sede storica della specialità, in piazza Sant’Ignazio 152, sempre nella capitale.

Sul bordo di sinistra è riprodotto il dipinto del Caravaggio “La Natività con i santi Lorenzo e Francesco d’Assisi”: si trovava nell’oratorio della Compagnia di san Lorenzo a Palermo ma, dopo il furto avvenuto nel 1969, non è stato ritrovato mai. Si aggiunge il logo della struttura festeggiata.



17 Apr 2019
Apr 17 2019
16:39

Notizie dall'Italia

Rimediare alla pubblicità

Chiusa con precisi impegni di Poste italiane la pratica davanti all’Antitrust riguardante la campagna “Buoni e libretti - Buono a sapersi”

Gli impegni sono idonei a rimuovere i possibili profili di illegittimità della condotta. È la decisione con cui l’Autorità garante della concorrenza e del mercato, coinvolgendo l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni in quanto il messaggio era stato divulgato tramite televisione e stampa, ha chiuso la procedura riguardante una pubblicità ritenuta ingannevole. Procedura aperta su segnalazione di Altroconsumo e Centro tutela consumatori utenti.

Il problema è stato riscontrato l’anno scorso nell’ambito della campagna denominata “Buoni e libretti - Buono a sapersi”, volta a promuovere i buoni fruttiferi e i libretti di risparmio postali emessi da Cassa depositi e prestiti; riguarda alcune affermazioni sul rendimento effettivo degli importi investiti e sulla conservazione del capitale, in assenza di indicazioni inerenti ai possibili effetti degli oneri fiscali.

Durante il procedimento con l’Antitrust, Poste italiane si è obbligata a contattare tutti coloro che hanno effettuato la sottoscrizione tra il 6 luglio e l’8 ottobre 2018 (giorno in cui è stato comunicato l’atto di avvio del procedimento) aventi un saldo superiore a 5mila euro alla data dello stesso 8 ottobre. Il contenuto della nota riguarda la neutralizzazione dell’imposta di bollo e della ritenuta fiscale. Gli interessati potranno disinvestire entro il prossimo 30 giugno senza subire gli eventuali effetti negativi di tale scelta. Insomma, l’azienda “assicura, a coloro che avessero ritenuto sulla base dei «claim» della campagna pubblicitaria in esame che il rendimento sarebbe stato garantito o che il capitale investito non avrebbe subito diminuzioni alla chiusura del rapporto, l’attuazione di tali «promesse» pubblicitarie, attraverso la sterilizzazione degli effetti fiscali”.



Per continuare a leggere "Vaccari news" cliccare sul pulsante "archivio notizie".



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366