quotidiano online
direttore responsabile Fabio Bonacina

25086 news dall'8/3/2003

Così è stato definito il francobollo (in realtà sono due, per l’interno e per l’estero) “Nave da guerra russa vaff*!”. Oggi l’emissione

L’annullo fdc (cita l’isola dei Serpenti)
L’annullo fdc (cita l’isola dei Serpenti)

“Un riscatto speciale” con il francobollo, nonché con la presenza alla cerimonia di lancio sia del direttore generale di Ukrposhta Igor Smilyansky, sia dell’autore della nota frase, la guardia di frontiera all’isola dei Serpenti (questa ripresa nell’annullo fdc) Roman Gribov. Frase “diventata un simbolo del coraggio e dello spirito indomabile del popolo ucraino nella lotta contro la Russia” che ha ispirato il concorso per la carta valore intitolata “Nave da guerra russa vaff*!”, emessa oggi ed enfatizzata alle Poste centrali di Kiev. Altre presentazioni sono state effettuate in diverse città.

A vincere il confronto primeggiando fra i 496 bozzetti giunti era stato quello firmato da Boris Groh, di Eupatoria ma, dopo l’occupazione della Crimea, spostatosi a Leopoli. Aveva ottenuto via Facebook oltre 1.700 preferenze su 8mila.

A dirla tutta, i dentelli sono due: identici nelle immagini, ma diversi nel nominale. Uno, caratterizzato dalla “F” (richiede 23,00 grivnia), serve per il corriere interno, l’altro con la “W” (44,00) può essere impiegato verso l’estero.

“La filatelia ucraina durante la guerra è un riflesso degli eventi del nostro Stato e del nostro popolo”, ha detto Igor Smilyansky. “La frase che ci ha ispirato a creare il francobollo è già diventata un simbolo dell’invincibilità delle forze armate, dei volontari, della difesa, di tutti gli ucraini nella lotta per la loro terra e per l’indipendenza dell’Ucraina”.

I due francobolli e, nella foto alla cerimonia odierna, il direttore generale di Ukrposhta, Igor Smilyansky (da notare la maglietta che indossa), con l’autore della frase, la guardia di frontiera Roman Gribov
I due francobolli e, nella foto alla cerimonia odierna, il direttore generale di Ukrposhta, Igor Smilyansky (da notare la maglietta che indossa), con l’autore della frase, la guardia di frontiera Roman Gribov



Copyright © 2022 - 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003
registrazione Tribunale di Modena n.1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti
Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46
41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06
Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v.
Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366
P.IVA IT-01917080366
Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da fabioferrero.it.
Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright. In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it
Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento. Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.