Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Mag 02 2003 - 00:00

Libri e cataloghi

Con Domfil, te lo dico con tanti fiori

La copertina

La fortunata serie di volumi della spagnola Domfil si arricchisce di una nuova edizione al catalogo dedicato ai fiori, oggi arrivata a quota ventisei.

In 912 pagine repertoria quasi 7.400 serie per oltre 18mila francobolli usciti in tutto il mondo. Le emissioni risultano ordinate per Paese e poi per anno.

I testi sono in spagnolo ed inglese, mentre le immagini a colori. Riporta le numerazioni dei principali cataloghi (Domfil, Michel, Scott, Unificato, Yvert & Tellier) nonché le valutazioni in euro e dollari Usa.

Il volume, in distribuzione già settimana prossima a Veronafil, costa 68,00 euro.


Per saperne di più
Mag 01 2003 - 00:00

Notizie dall'Italia

Al via da oggi "Affranca la vita"

Il francobollo uscito l’anno scorso

Agli utenti postali non piace proprio spendere di più del necessario, fosse pure per una buona causa. E, in effetti, il francobollo da 41+21 centesimi “Pro lotta ai tumori del seno”, uscito il 2 marzo 2002, in giro si vede poco. Troppo poco, nonostante il grande impegno marcofilo coordinato nei mesi scorsi da Poste italiane.

Da qui l’iniziativa “Affranca la vita”, che inizia oggi e si svilupperà fino al 31 dicembre. Nasce da un accordo tra Federazione italiana tabaccai, Poste italiane, Komen Italia onlus ed Università cattolica del Sacro Cuore di Roma.

“Il progetto- confermano dalla Federazione dei tabaccai- è finalizzato alla creazione di nuove risorse economiche nella lotta ai tumori del seno attraverso la vendita di tutti gli esemplari ancora disponibili dello speciale francobollo con sovrapprezzo”.

Ogni mese, in due o tre regioni italiane si svolgerà una massiccia campagna pubblicitaria in favore di questo francobollo presso uffici postali e tabaccherie. Contemporaneamente “verranno realizzate numerose iniziative speciali di promozione della salute del seno, della prevenzione e della formazione permanente”. Oltre a raccogliere fondi, il francobollo servirà a sensibilizzare l’opinione pubblica; non bisogna infatti dimenticare che in Occidente rappresenta il più frequente tumore femminile e la principale causa di morte nelle donne di età superiore ai 35 anni.

La Federazione “conta sullo spirito di solidarietà che contraddistingue la categoria”; ha così invitato i propri aderenti ad “un piccolo sforzo per sostenere il progetto: con l’acquisto presso l’agenzia postale di aggregazione di almeno due fogli di tali francobolli (per un totale di 100 valori) da proporre a tutti i vostri clienti nel mese indicato, darete un contributo fondamentale alla riuscita dell’iniziativa e soprattutto, darete una speranza concreta di vincere una battaglia fondamentale, quella contro la rassegnazione”.

Alla fine del mese, le tabaccherie che avranno acquistato più fogli di francobolli e quelle che avranno raccolto più fondi nei salvadanai riceveranno un premio messo a disposizione dagli sponsor.

L’iniziativa prende il via con il Lazio.


Il sito della Federazione italiana tabaccai
Apr 30 2003 - 00:00

Appuntamenti

A Bologna per scoprire com’era la posta 150 anni fa

Il simbolo della manifestazione

È firmata da Accademia italiana di filatelia e storia postale ed Associazione per lo studio della storia postale la mostra dedicata al francobollo pontificio nelle Legazioni delle Romagne, ideata per ricordare i 150 anni del “numero uno”.

Allestita a Bologna presso la sala museale del Baraccano (via Santo Stefano 119), resterà aperta dal 4 al 10 maggio, tutti i giorni con orari 9-12.30 e 15-18. L’inaugurazione è prevista alle ore 10 di domenica 4, alla presenza del ministro dei Rapporti col Parlamento, Carlo Giovanardi.

Il percorso presenta francobolli, buste e documenti da collezioni private e cimeli del Museo postale di Roma. Tre le sezioni: la prima riguarda i francobolli pontifici (tirature, falsi, frodi e frazionati); la seconda i percorsi postali nelle Romagne (stazioni di posta e diligenze, tariffe, disinfezione della corrispondenza, posta militare, vie di mare, telegrafo…); la terza verte sull’uso dei dentelli pontifici dal 12 giugno al 31 agosto 1859.

La mostra, curata da Nello Bagni, non è rivolta soltanto agli esperti: “È stata impostata- confermano gli organizzatori- in maniera semplice e discorsiva, tale da permetterne la fruizione a chiunque”.

L'ingresso è gratuito; sono previste visite guidate anche per le scuole.


Apr 29 2003 - 00:00

Dall'estero

Sull’Everest una pioggia di annulli in... anticipo

Uno degli annulli

Almeno cinque manuali quelli che oggi, in vari uffici postali di Londra, ricorderanno il mezzo secolo passato dalla conquista dell’Everest. Compiuta dall’alpinista neozelandese Edmund Hillary e dalla guida nepalese Tenzing Norgay, in realtà la performance venne registrata il 29 maggio del 1953.

Oltre agli annulli, il Regno Unito celebra contemporaneamente l’anniversario con un francobollo. Appartiene ad una serie di sei esemplari, dedicata agli sforzi estremi. Gli altri personaggi effigiati sono l’aviatrice Amy Johnson, l’esploratrice Dame Freya Stark, gli esploratori polari Ernest Shackleton e Robert Falcon Scott, il navigatore Francis Chichester.

L’anno prossimo sarà la volta dell’Italia: per i cinquant’anni dalla conquista tricolore del K2, Roma ha già messo in cantiere un’emissione commemorativa.


Il francobollo
Apr 28 2003 - 14:52

Notizie dall'Italia

E per Saddam l’Ansa riprende "Vaccari news"

Anche l’Ansa legge “Vaccari news”. La notizia sui francobolli dedicati al compleanno di Saddam Hussein è stata infatti giudicata interessante dalla maggiore agenzia di stampa nazionale. Che ha diramato la seguente notizia:

“A Baghdad, per la prima volta da molti anni, arriva un 28 aprile senza francobolli per Saddam Hussein. La liberazione dell'Iraq ha infatti messo la parola fine a quella che era diventata una ricorrente manifestazione di culto della personalità del rais: nel giorno del suo compleanno (è nato il 28 aprile 1937), le poste irakene lo festeggiavano predisponendo serie speciali di francobolli, magari arricchite da uno o più foglietti. L'emissione del 28 aprile 2002, ultima della sequenza, era ad esempio composta- come ricorda oggi la newsletter filatelica «Vaccari news»- da quattro francobolli che ritraggono Saddam a diverse età e da due foglietti: nel primo Saddam compare in abito tradizionale e su uno sfondo architettonico di stile arabo; nel secondo compare fra fiori e farfalle con alle spalle un cuore gigante. Tutto finito: ora Saddam deve accontentarsi del suo volto riprodotto sull'asso di picche del mazzo di carte dei ricercati, stampato dagli americani”.

La notizia data da “Vaccari news” è già stata ripresa, fra l’altro, da “Gazzetta del sud” (Messina), “Il mattino” (Padova), “La nuova” (Venezia e Mestre), “La tribuna” (Treviso).


Apr 28 2003 - 09:34

Dall'estero

"Asso di picche" addio, anche tra i francobolli

Un 28 aprile senza francobolli per Saddam Hussein. Ormai, era diventata una abitudine: nel giorno del suo compleanno (nacque infatti il 28 aprile 1937), le poste irakene lo hanno spesso ricordato, predisponendo serie speciali magari arricchite da uno o più foglietti.

L’emissione 2002, ultima della sequenza, è ad esempio composta da quattro francobolli (foto) che lo ritraggono a diverse età e da due blocchi. Nel primo compare in abito tradizionale e su uno sfondo architettonico di stile arabo; nel secondo fra fiori, farfalle e con, alle spalle, un cuore gigante.

L’ex dittatore è naturalmente presente in numerosi altri dentelli: in versione civile o militare, tra i bambini, con la folla festante.


La serie 2002
Apr 26 2003 - 00:00

Dall'estero

Rubati i... ponti di Lussemburgo. Un logo fluorescente distingue i francobolli di provenienza ufficiale

Il francobollo da 0,59

Uscirà comunque il 20 maggio la serie che il Lussemburgo ha dedicato a ponti e viadotti, tre valori da 45, 59 e 89 eurocent. Ma con un dettaglio in più rispetto al previsto: una marca riproducente il logo delle poste locali, applicata con un inchiostro fluorescente “praticamente invisibile ad occhio nudo, ma facilmente individuabile utilizzando una lampada a raggi ultravioletti”.

La misura è stata necessaria per rimediare al furto di parte della tiratura, avvenuto presso l’Imprimerie du timbre a Malines, in Belgio. Dove la serie era stata prodotta e stoccata in attesa di venire distribuita. Francobolli senza il logo, dunque, provengono dalla partita rubata: “P&T Luxemburg prega i suoi clienti, nel caso in cui un lotto di questi francobolli venga loro proposto, di informare direttamente la Polizia del Granducato o l’Office des timbres”.


Il francobollo da 0,45
Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2019 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157