Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Lug 18 2003 - 00:00

Appuntamenti

Ad Asiago domenica tutti diranno "33"

L’annullo italiano

Qual è il francobollo più significativo emesso sull’intero pianeta nel 2002? Lo si saprà domenica prossima, quando il Premio internazionale Asiago d’arte filatelica, giunto ormai a quota 33, verrà formalmente attribuito.

In giuria, il regista Ermanno Olmi, lo scrittore Mario Rigoni-Stern, il creativo Franco Filanci, l’ex presidente dello stesso Premio Lorenzo Pellizzari e Maurizio Stella, responsabile del Circolo filatelico cittadino.

Alla festa della filatelia, “intesa- precisano gli organizzatori- come espressione d’arte e come strumento di comunicazione”, prendono parte sia Poste italiane che quelle della Repubblica di San Marino. E ancora una volta la manifestazione è all’insegna di fiori ed arte. Il fiore di montagna che quest’anno Pino Barolo ha trasformato nell’annullo postale tricolore è la “Barba di becco”, scientificamente “Tragopogon pratensis”. Il nome deriva da due termini greci: caprone e barba, con chiara allusione al frutto che queste piante presentano, dotato com’è di un piccolo ed esile becco. Domenica 20 luglio chi imbuca la propria corrispondenza usufruendo dell’ufficio di posta operativo presso il palazzo comunale, potrà abbellirla ed impreziosirla con appunto un “Barba di becco” collocato al centro del manuale.


Lug 17 2003 - 12:27

Notizie dall'Italia

Sottolineata da un annullo la "battaglia" artistica tra Giappone ed Italia

L’annullo

Giappone contro Italia, almeno in fatto di arte. È il risultato della 54ª edizione del premio intitolato a Francesco Paolo Michetti (1851–1929), che i filatelisti conoscono per aver fra l’altro firmato diversi francobolli italiani di un secolo fa.

A guadagnare il riconoscimento, attribuito a Francavilla al Mare (Chieti) e questa volta dedicato al tema "L'amore per la terra", è stato Hidetoshi Nagasawa per "Lavoro di carta" (carta e legno) "perché l'opera esprime al meglio la poetica orientale dove l'alta manualità e l'impiego di una tecnica povera raggiungono un risultato di grande qualità".

Per la sezione italiana, invece, si sono distinti Arduino Cantàfora con "Cinema cielo 2" (olio su tavola), in quanto "la sua opera condotta secondo un linguaggio neo-metafisico di assoluto rigore è capace anche di dialogare con gli esiti più significativi della ricerca architettonica contemporanea" e Tito Rossini con "L'ora dell'Angelus" (olio su tela), che " esprime una temperie costruttiva profondamente spirituale in cui evoca, con linguaggio misurato ed intensamente poetico la dimensione religiosa calata nella forma del quotidiano".

La manifestazione è stata ricordata anche da un annullo postale, disponibile fino al 2 settembre presso il servizio commerciale filatelia di Poste italiane (via Pescara 214, 66100 Chieti).

Il percorso espositivo, invece, resterà aperto fino al 30 settembre (orari: luglio ed agosto 18-24, settembre 9-13 e 15-19; chiuso il lunedì); l’ingresso è libero. Il catalogo è stato edito da Vallecchi e costa 26,00 euro.


Lug 17 2003 - 00:00

Dall'estero

Compleanno benefico per Nelson Mandela

Ottantacinque anni ma non li dimostra: Nelson Mandela, il leader della lotta contro l’apartheid, festeggia domani il proprio compleanno e anche le poste dei Paesi Bassi gli fanno gli auguri. L’omaggio arriva sottoforma di due francobolli da 39 centesimi l’uno, racchiusi in un minifoglio da dieci pezzi ed altrettante etichette differenti.

Ma l’iniziativa non si ferma alla semplice celebrazione. Realizzata con la divisione locale del Fondo per i bambini che porta il nome del Premio Nobel (da qui la striscia centrale con i colori nazionali dei due Paesi coinvolti), intende promuovere i progetti che puntano ad assicurare un futuro migliore ai giovani sudafricani. E per chi volesse dare una mano, sul bordo del foglio ci sono pure gli estremi del conto corrente bancario intestato all’organizzazione.


Il sito del Nelson Mandela Children's Fund (in inglese)
Lug 16 2003 - 10:22

Notizie dall'Italia

È più vecchia la "donna" spa da 41 centesimi

Il nuovo ritrovamento

La “donna” da 41 centesimi in edizione “società per azioni” invecchia: il nuovo ritrovamento, segnalato da Mario Pozzati, arretra infatti di una settimana la prima data individuata in precedenza. Che passa dal 13 maggio, registrata a Foligno (“Vaccari news” del 16 maggio), al 6 maggio di Roma Fiumicino.

Naturalmente, si tratta di una semplice indicazione: potrebbero infatti emergere impieghi ancora più lontani. Dunque, la caccia resta aperta!


Lug 16 2003 - 10:21

Notizie dall'Italia

A Poste italiane 232mila euro di penale per i ritardi. Ma i risultati migliorano

Migliorano i tempi di consegna delle raccomandate, anche se questo non mette Poste italiane al riparo dal pagare una penale per i risultati conseguiti, più bassi rispetto al convenuto.

Così, il ministero alle Comunicazioni, “in qualità di Autorità di regolamentazione del settore postale”, obbliga la società per azioni diretta da Massimo Sarmi a pagare 206.584,00 euro per il 2001 ed altri 25.823,00 euro riferiti all’anno successivo.

Pubbliche anche le performance registrate. Nel primo semestre 2001 lo scostamento ai parametri di qualità è stato contenuto fra il -1,00% e il -0,50%; discretamente è andata nel semestre successivo, dove la “forbice” si aggira tra il –1,00% e il +0,10%. Buono il 2002, che ha visto chiudere il primo semestre con risultati variabili tra il –0,30% e il +2,60%, mentre nel secondo non si registrano valori negativi: nella peggiore delle ipotesi, infatti, le consegne hanno raggiunto esattamente i dati programmati e in quella migliore hanno sancito un confortante +3,10%.


Lug 15 2003 - 00:00

Dall'estero

Anche per il Regno Unito è devolution?

Persino Londra riscopre le comunità locali. Dopo l’esempio francese (“Vaccari news” del 24 maggio) e prima della performance italiana programmata per l’anno prossimo, tocca infatti al Regno Unito parlare delle proprie regioni storiche. E lo fa con sei valori dal titolo un po’ soft ma significativo, “Scozia: un viaggio britannico”. Sei scatti fotografici, disponibili da oggi, per scoprire i colori e gli ambienti di località molto diverse.

La serie avrà un seguito: nel marzo 2004 vedrà protagonista l’Irlanda del Nord cui, in giugno, seguirà il Galles.

Intanto, i collezionisti si domandano cosa apparirà sui dentelli italiani: gli orientamenti sembrano propendere per gli stemmi regionali.


La serie che debutta oggi
Lug 15 2003 - 00:00

Libri e cataloghi

Nero su bianco per le "rosse" di San Marino

La copertina

Quante sono le affrancature meccaniche utilizzate a San Marino? La risposta è semplice, basta consultare lo studio realizzato sull’argomento dall’Aicam, l’associazione che riunisce gli specialisti di “rosse”. Si scoprirà così che gli esemplari noti si avvicinano ormai ai trecento.

Curato da Nino Barberis, Angelo Caprinali ed Angelo Consolini, si intitola “Repertorio – catalogo delle affrancature meccaniche della Repubblica di San Marino” ed illustra tutto il materiale scoperto in anni di studio. Cinque le categorie in cui le impronte vengono classificate: uffici postali, enti, banche, utenti privati e impieghi occasionali.

Dalle ricerche emerge che la prima macchina affrancatrice venne adottata… contraddittoriamente dall'Ufficio filatelico governativo nel 1969: era una Francopost FP500. Seguita, solo quattro anni dopo, dalla seconda, una Pitney Bowes PB5000/0R, in uso alla Cassa di risparmio.

La pubblicazione può essere ottenuta, dietro rimborso di 5,00 euro per spese di spedizioni e postali, alla segreteria del sodalizio, presso Renato Morandi, via Umberto I 106, 21040 Cislago (Varese).


Lug 14 2003 - 00:00

Dall'estero

In posta? C’è il Mostro di Loch Ness

Il timbro in uso domani

A Roma ricompare il coccodrillo che si nasconderebbe nelle acque del Tevere? E allora nella scozzese Inverness ritorna il “papà” per antonomasia di tutte le creature misteriose, vale a dire il Mostro di Loch Ness.

In questo caso, però, l’appuntamento è garantito; basta rivolgersi domani in posta: la corrispondenza verrà infatti annullata con un manuale a lui dedicato. L’espressione con cui saluta gli osservatori è forse un po’ troppo inquietante ma, si sa, “business is business” ed il… lucertolone diventa così una attrazione turistica. Parola di Royal Mail.


Lug 13 2003 - 00:00

Libri e cataloghi

Graf Zeppelin, che passione!

La copertina

Una storia affascinante, quella degli Zeppelin. Tanto che una collana specializzata ne sta ricostruendo l’epopea. Il settimo appuntamento è dedicato all’Austria e ai voli tra 1929 e 1931.

Firmato da John Duggan, “Graf Zeppelin in Austria”- questo è il titolo- valuta le lettere presentate ma, anche, riporta le cartine, descrive i voli, elenca i passeggeri e raccoglie ancora altre notizie.

Il volume si compone di 76 pagine in bianco e nero ed è scritto in inglese. Costa 17,00 euro.


Per saperne di più
Lug 12 2003 - 00:00

Notizie dall'Italia

Gli interi postali testimoniano l’epoca

Anche gli interi postali sotto teca, e non per una mostra di filatelia. Accade alla mostra “La grande svolta – anni ‘60”, visitabile al padovano Palazzo della Ragione.

L’allestimento si presenta come un racconto, un viaggio nel cuore degli anni Sessanta: “La straordinaria ricchezza di novità- spiegano gli organizzatori- venuta alla ribalta in quegli anni si compone di un percorso dinamico dove opere e oggetti, film e architetture, musiche e fotografie diventano testimoni e protagonisti di una volontà di rinnovamento senza precedenti”.

Così, fra macchine da scrivere, modellini e libretti rossi di Mao, compaiono pure diverse buste e cartoline postali sovietiche dedicate all’epopea spaziale. “La ragione di tale scelta- ha detto a «Vaccari news» l’ideatore della mostra, l’architetto Italo Rota- è che anche gli interi postali, allora prodotti in migliaia e migliaia di esemplari, comunicavano al pubblico l’evoluzione sociale ed oggi testimoniano quell’epoca”.

“La grande svolta – anni ‘60” rimarrà aperta tutti i giorni, fino al 19 ottobre, dalle 9 alle 19 (il giovedì anche dalle 21 alle 23); biglietti da 5,00 ed 8,00 euro.


Tutto sulla mostra
Un intero postale sovietico
Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2019 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157