Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Apr 06 2006 - 00:00

Appuntamenti

Fari puntati su San Marino

L'allestimento verrà sottolineato da un catalogo di 256 pagine

I foglietti della congiunta “Le due Repubbliche”, sia pure con difficoltà (quello di San Marino risultava esaurito già prima della messa in vendita, quello italiano, a causa di ritardi nelle lavorazioni, era per ora garantito solo a Roma e Milano), hanno trovato il loro debutto.

E adesso manca la mostra, che aprirà i battenti sabato 8 aprile, restando visitabile fino al 7 maggio (orari 10-18, ultimo giorno 8-14; ingresso libero). L’allestimento, promosso dalla Segreteria di stato per le finanze e dall’Azienda autonoma di stato filatelica e numismatica, è visitabile presso il palazzo della Fondazione San Marino Cassa di risparmio, che si trova nell’antica Repubblica in via Piana 1.

Sotto teca un migliaio di documenti, fra cui francobolli, lettere, cartoline, oggetti postali, attraverso i quali -anticipano gli organizzatori, che fanno capo alla Federazione fra le società filateliche italiane- si “racconterà lo sviluppo e le vicende della posta a San Marino dai ricordi postali del fondatore, Marino di Arbe, poi dall’alba dell’età moderna”. Presentando al tempo stesso l’intera produzione filatelica locale dal 1877 ad oggi.

Tra le “chicche”, l’unico foglio intero della “lira rossa”, che sarà ammirabile dal vero solo il primo fine settimana, poi sostituito da una riproduzione.

All’iniziativa ha collaborato pure Vaccari srl, prestando alcuni dei reperti esposti.


Ulteriori dettagli sull'iniziativa
Non solo il periodo moderno; fra gli oggetti in mostra anche questa testimonianza: scritta il 6 ottobre 1360, è la più antica lettera conosciuta giunta a San Marino. Oggi è conservata presso l'Archivio pubblico dello stato di San Marino
Apr 05 2006 - 18:24

Emissioni Italia

Ma quanti sono i foglietti per le due Repubbliche?

Per la mostra «Le due Repubbliche», l’Italia sarà agli sportelli anche con un 62 centesimi in fogli

Uno -come sembrava inizialmente e come era stato fatto nel 1994 per la basilica di San Marco- o due, come invece sembrerebbe?

Le fonti ufficiali sono ancora silenti sull’argomento, ma circolano due immagini che potrebbero confermare l’ipotesi: al di là di piccoli dettagli, i foglietti al debutto il 5 aprile per la mostra “Le due Repubbliche” sarebbero dunque due. Si distinguono per la sequenza dei francobolli: una tiratura offre prima il 62 centesimi italiano e poi quello sammarinese; nella seconda, invece la disposizione risulterebbe invertita. Anche le scritte sui bordi paiono organizzate in modo diverso.

I bozzetti finora diffusi ufficialmente dalle due amministrazioni recano prima sempre il dentello italiano.

L’Italia uscirà pure con la confezione in fogli del suo francobollo.

Anche sui quantitativi, almeno per ora, non mancano i punti di domanda. San Marino ha dichiarato che la propria tiratura ammonta a 150mila blocchi; in base alle informazioni raccolte da “Vaccari news”, per l’Italia sarebbero stati predisposti 550mila foglietti e due milioni di esemplari in fogli.


Potrebbero essere due le tirature fogliettate; a cambiare è l’ordine delle cartevalori
Apr 05 2006 - 18:24

Emissioni Italia

Consulta: ok per voto italiani all’estero, “Targa Florio” ed “Il Giorno”

Dopo il francobollo del 2002, il ministro Mirko Tremaglia ottiene un altro dentello

Le ipotesi della vigilia hanno trovato conferma: la riunione della Consulta per le cartevalori postali e la filatelia, nella seduta di ieri, ha ulteriormente integrato il già fitto calendario 2006.

Tre i francobolli aggiunti, uno dei quali, quello per il voto degli italiani all’estero, dovrà arrivare agli sportelli a breve, visto che la consultazione elettorale è imminente ed i 3,5 milioni di espatriati iscritti all’Anagrafe italiani residenti all’estero hanno tempo fino al 6 aprile per esprimersi.

Gli altri due esemplari che hanno ottenuto il disco verde riguardano la centenaria “Targa Florio”, al ministero presentata come “la più antica gara automobilistica su strada che ancora oggi si corre”, ed il quotidiano”Il giorno”, che il 21 aprile festeggia i cinquant’anni di attività. Giornale voluto da Enrico Mattei, per il quale il 29 aprile è già in calendario un 45 centesimi nel centenario della nascita.


Apr 05 2006 - 18:24

Notizie dall'Italia

Extracomunitari, 481mila i plichi consegnati

Tra i moduli creati, una ricevuta postale ad hoc, necessaria per consegnare le assicurate

Alle 14.30 di ieri il via ufficiale in tutta Italia, dopo un’attesa durata anche ore. Già dal pomeriggio di lunedì, infatti davanti agli uffici postali si è formata la coda per presentare le richieste (massimo cinque a persona) riguardanti gli ingressi di extracomunitari 2006. Coinvolte le forze di sicurezza e di protezione civile locali.

Ventimila gli sportelli interessati, distribuiti su 6.244 uffici, numerosi dei quali aperti in via straordinaria per accogliere le assicurate.

La quota delle 170mila richieste è stata raggiunta alle 14.44, ma il ritiro è proseguito nelle ore successive, raggiungendo i 481mila plichi.

Le domande sono state monitorate e gestite in tempo reale dalla sala di controllo della società, presente l’amministratore delegato, Massimo Sarmi.

“La collaborazione –precisano dal Viminale- tra il ministero dell’Interno e Poste italiane -sancita da una recente convenzione- si è rivelata pertanto particolarmente proficua, in questa prima fase della procedura, sia abbreviando i tempi di consegna delle istanze e riducendo i disagi degli utenti, sia permettendo di monitorare, in tempo reale, il numero delle domande presentate sul tutto territorio nazionale”.

Tali dati, “già distinti per province, verranno, nei prossimi giorni disaggregati anche per tipologie di lavoro e nazionalità degli stranieri, consentendo anche di effettuare, in tempi brevi, un’analisi della effettiva richiesta di manodopera straniera nei vari settori lavorativi”.

La procedura ed il contenuto dei kit sono stati presentati da “Vaccari news” l’8 marzo.


L’approfondimento dell’8 marzo
Scene come questa ieri sono state comuni in tutta Italia
Apr 05 2006 - 18:24

Emissioni Italia

Anche Gianni Morandi atteso a “Milanofil”

Gianni Morandi dice grazie ministero alle Comunicazioni e a Poste italiane, insieme ai quali festeggia i venticinque anni della Nazionale cantanti.

Il 45 centesimi celebrativo (“Vaccari news” del 6 marzo) debutterà venerdì 17 a “Milanofil”, dove il cantante è atteso per la cerimonia di presentazione del francobollo; ecco perché una piccola sezione della mostra -come segnalato nella notizia precedente- è dedicata alla musica leggera.

"L’idea che Mogol lanciò nell’ormai lontano 1981 -ricorda lo stesso cantante, cui si deve il bollettino illustrativo- è diventata negli anni un progetto responsabile legato ad una solidarietà che non si limita solo a raccogliere fondi attraverso le manifestazioni, ma ha permesso anche di incontrare tantissime persone impegnate in attività a sostegno di chi è meno fortunato, di conoscere numerose realtà di volontariato e di entrare in contatto con associazioni e le loro attività sul territorio. La nostra formazione ha disputato più di quattrocento partite in Italia e all’estero di fronte a oltre otto milioni di spettatori e ha sostenuto importanti progetti e cause”.

La “Nazionale cantanti -conclude- è divenuta un bene a disposizione di chi si trova in stato temporaneo e permanente di necessità. Tutti noi abbiamo tratto, in termini umani, enormi benefici da questa iniziativa. Abbiamo fatto insieme cose che come singole persone difficilmente avremmo deciso di affrontare”.


Il francobollo per la «Nazionale cantanti» debutta a «Milanofil»; da qui l’idea di un piccolo allestimento dedicato alla musica leggera
Apr 05 2006 - 18:22

Appuntamenti

A “Milanofil” rivivono il 1906 ed il 1946

Anche Vaccari srl sarà presente a «Milanofil», salone aperto al pubblico dal 17 al 20 marzo

Sarà la grande Esposizione internazionale di Milano del 1906, chiamata a festeggiare il completamento del traforo alpino del Sempione, la protagonista di “Milanofil”, il salone internazionale del francobollo da collezione visitabile gratuitamente a Fiera Milano city (la vecchia sede della Fiera) dal 17 al 19 marzo.

L’allestimento è collocato al padiglione 17, con ingresso da porta Gattamelata 2; resterà aperto venerdì e sabato negli orari 9.30-18.30, domenica dalle 9.30 alle 14.

Il momento clou è previsto per venerdì 17, alle 15, con la cerimonia inaugurale e la presentazione dei nuovi francobolli, a cominciare dal 62 centesimi per il centenario del Sempione, un evento già celebrato dalla Svizzera (“Vaccari news” del 7 febbraio).

Ma la galleria ferroviaria non è l’unica protagonista: San Marino, attraverso un annullo, ricorda proprio l’Esposizione, che tra l’aprile ed il novembre di cent’anni fa richiamò a Milano 35mila espositori e 5 milioni e mezzo di visitatori.

In più, “Milanofil” propone il convegno commerciale, cui partecipa anche Vaccari srl presente allo stand C1-C5, e naturalmente la mostra.

Buona parte delle collezioni presentate parlano di treni, di Sempione, di musica leggera e della Conferenza di pace di Parigi, un collegamento, quest’ultimo, con un altro appuntamento storico. È il sessantennale dell’accordo De Gasperi-Gruber, dai nomi dei ministri degli Esteri d’Italia, Alcide De Gasperi, e Austria, Karl Gruber, firmato a Parigi il 5 settembre 1946, col quale vennero regolati i rapporti tra i due Paesi nella gestione della questione altoatesina.

Numerose pure le collezioni in gara per il decimo Campionato italiano di filatelia cadetti, promosso dalla Federazione fra le società filateliche italiane. Nel link è possibile scoprire i nomi dei partecipanti ed i titoli, suddivisi per specialità.

Per raggiungere il padiglione 17 dalla fermata della metropolitana 1 “Amendola-Fiera” è disponibile una navetta gratuita.


Il Campionato cadetti della Federazione
Il padiglione 17 e la porta Gattamelata 2 -evidenziati dalla freccia rossa- si trovano a nord-est del complesso fieristico (fonte: www.fieramilano.it)
Apr 05 2006 - 00:00

Dall'estero

Francesco Saverio, per Lisbona campione del dialogo inter-religioso

Nacque cinquecento anni fa in Spagna, ma oggi anche il Portogallo lo ricorda: è il gesuita san Francesco Saverio (1506-1552), che operò a Venezia e a Roma con Ignazio di Loyola, prima di partire per l’India ed il Giappone con l’obiettivo di evangelizzare quelle terre.

Nonostante il tempo passato, per Lisbona il messaggio resta attuale. “Considerando –precisano in posta- il naturale pionierismo dell’azione intrapresa da san Francesco Saverio in Oriente per iniziativa del Portogallo, lanciando le radici del dialogo inter-religioso e promuovendo il rispetto per le diversità culturali come via per la comprensione e la convivenza pacifica tra i popoli”.

Tre le cartevalori predisposte: i due francobolli nei tagli da 45 e 100 eurocent riprendono l’espressione artistica dell’azulejo, mentre il blocco, dal costo di 2,75 euro, lo ritrae citando un dipinto.

L’appuntamento con la storia non è comunque passato inosservato anche in altre realtà: se il Vaticano ad esempio gli ha dedicato il 2,00 euro uscito il 16 marzo, l’Italia si è prenotata attraverso un 45 centesimi programmato per il 27 settembre.


Con due francobolli ed un foglietto oggi il Portogallo cita il gesuita san Francesco Saverio
Apr 04 2006 - 13:09

Dall'estero

La moda dei foglietti "ibridi" arriva oltremare

Non è solo la mostra “Le due Repubbliche” a provocare foglietti “ibridi”, in quanto comprendono francobolli di due amministrazioni diverse inseriti nella medesima confezione.

La strada verrà presto percorsa da Canada e Stati Uniti, che il 28 maggio firmeranno complessivamente due francobolli in foglio e il foglietto per Samuel de Champlain.

L’esploratore francese (1567-1635), scelto tra i “testimonial” per pubblicizzare la mondiale di filatelia “Washington 2006”, risalì il San Lorenzo toccando le coste dell’Acadia e scoprendo il lago che da lui ha poi preso il nome. Anche la città di Québec è nata grazie alla sua intraprendenza.

Ma veniamo al nuovo blocco: comprende quattro esemplari, due del 39 centesimi statunitense e due del 51 centesimi canadese. Fra loro sono separati, in modo da evitare combinazioni come quella dell’iniziativa italo-sammarinese, dalla quale è possibile ricavare la successione Italia - San Marino (inserita nel blocco firmato dal Bel Paese) e San Marino – Italia (nella confezione commercializzata dal monte Titano).

Scelta che sta provocando polemiche e potrebbe causare speculazioni: non a caso, la tiratura distribuita a San Marino risulterebbe -stando a quanto annunciato dall’Azienda autonoma di stato filatelica e numismatica- già esaurita, ancora prima di arrivare agli sportelli. Il lancio formale, infatti, è atteso per domani.


L'opera di Samuel de Champlain (sito in francese ed inglese)
Il progetto firmato da Italia e San Marino
Pure Stati Uniti e Canada firmano un foglietto che ospita cartevalori di entrambe le amministrazioni
Apr 04 2006 - 00:00

Dall'estero

Madrid dice “no” al traffico delle persone

Una sbarra doganale abbassata, in segno di blocco. E dietro uomini, donne, bambini con le immancabili valigie. La Spagna dice basta al traffico delle persone con un 57 centesimi che, nonostante il tema difficile, risulta d’impatto.

Il riferimento è al protocollo sottoscritto a Palermo nel dicembre 2000. La Convenzione delle Nazioni Unite contro la delinquenza organizzata transnazionale definisce la tratta delle persone come “la raccolta, il trasporto, il trasferimento, il ricovero o l’accoglimento di persone ricorrendo alla minaccia o all’uso della forza o ad altre forme coattive, al sequestro, alla frode, all’inganno, all’abuso di potere o di una situazione di vulnerabilità o attraverso l’offerta o il ricevimento di soldi o benefici per ottenere il consenso di una persona che abbia autorità sopra un’altra, con fini di sfruttamento”. Ad esempio in materia di prostituzione, lavoro o servizi forzati, schiavitù, prelievo d’organi.

Il francobollo appartiene ad una serie dedicata ai valori civici in vendita da oggi, che tocca anche altri temi: la necessità di risparmiare acqua (29 centesimi), lottare contro la droga (ancora 29) e garantire maggiore sicurezza sui luoghi di lavoro (38).


Il «Protocollo di Palermo» (versione in francese)
Con un francobollo Madrid affronta la piaga del traffico umano
Apr 03 2006 - 15:23

Emissioni Italia

A maggio pure Colombo

Un maggio intensissimo quello che aspetta il collezionista d’Italia. E che si somma ai mesi di marzo e di aprile, certo non tranquilli.

Alle numerose voci presenti nel programma per le prossime settimane va aggiunto il saluto a Cristoforo Colombo, scomparso cinque secoli fa. Il 62 centesimi, finora senza una collocazione precisa, uscirà il 19 maggio. Si affiancherà ai numerosi altri tributi (fra cui quello di San Marino, nella foto) che varie amministrazioni postali hanno messo in calendario.

Tornando all’Italia, occorre registrare un’ulteriore revisione: il prioritario per il sessantesimo del voto femminile (taglio da 0,60 euro) non uscirà il 2, ma l’1 giugno.


Il programma aggiornato (file rtf)
Dopo San Marino, anche l'Italia ricorda il mezzo millennio trascorso dalla morte di Cristoforo Colombo. Ma le due amministrazioni non saranno certo le uniche...
Apr 03 2006 - 12:08

Emissioni Italia

Dal 45 centesimi il “grande rilancio d’immagine”

Sarà in vendita dal 13 aprile il francobollo che promuove la Scuola di sci operativa, da settant’anni, a Cervinia

Un maestro con alcuni allievi durante una lezione e, sullo sfondo, la funivia con il monte Cervino: è questo il soggetto del 45 centesimi che dal 13 aprile presenterà la settantennale Scuola di sci del Cervino. Il francobollo, che offre pure il logo della realtà protagonista, verrà obliterato con l’annullo speciale a Breuil Cervina (Aosta).

Ma com’è nata la Scuola? “Vaccari news” lo ha chiesto al presidente e direttore tecnico, Riccardo Castellaro. Il quale deve risalire all’inverno del 1936, quando Giulio Bich, Daniele e Jean Pellissier, Ernesto Pession e Rolando Zanni “danno vita a un sogno che coltivavano già da alcuni anni” e fondano così la Scuola nazionale di sci del Cervino.

“Da quei mitici giorni –spiega- sono passati ben settant’anni e alla Scuola del Cervino si sono alternati stili, tecniche e campioni. Dalla fondazione, epoca dello sci eroico, agli anni Cinquanta, quelli del boom del turismo e delle sfide fra Leo Gasperl e l’amico-allievo Zeno Colò; dagli anni Sessanta e Settanta, quelli mitici del Kl di Cervinia ai giorni nostri, con la rivoluzione del carving. Molti sono gli atleti di fama internazionale, alcuni addirittura campioni del Mondo, che ancora militano nel corpo insegnante”.

“Credo sia superfluo sottolineare l'importanza che un'emissione filatelica di Poste italiane può rivestire, non solo per la Scuola, ma per Cervinia tutta. Il francobollo è per noi motivo di orgoglio e di grande rilancio d’immagine, non solo su scala nazionale”.


Il sito della Scuola
Apr 03 2006 - 11:27

Emissioni Italia

Gli italiani all’estero votano. Oggi il francobollo

Realizzato a tempo di record il francobollo per il voto degli italiani all'estero

Dovrebbe (almeno in teoria) essere già agli sportelli da questa mattina ma solo ora, in una conferenza stampa programmata presso il Vittoriano, verrà presentato: è il 62 centesimi che celebra il primo voto politico dei cittadini italiani all’estero.

Francobollo che ancora una volta fa ricorso a grafiche stilizzate, nel caso specifico “un globo terrestre composto da tante schede che idealmente si inseriscono in un’urna elettorale, sulla quale sono riprodotti i colori della bandiera e lo stemma della Repubblica italiana”.

Abbinato all’etichetta per il corriere prioritario, il dentello prevede il suggello marcofilo allo “Spazio filatelia” di Roma.


Per il voto utilizzato il sistema postale
Apr 03 2006 - 00:00

San Marino

Persino San Marino all'Adunata degli alpini

Vale 62 centesimi ed è destinata al corriere prioritario la cartolina postale per gli alpini che San Marino emetterà il 5 aprile

Un feeling particolare corre tra Asiago e San Marino, tradizionalmente presente al Premio internazionale di arte filatelica che ogni anno si celebra sull’altopiano nella terza domenica di luglio.

Il 13 ed il 14 maggio il centro vicentino ospiterà l’Adunata nazionale degli alpini e, anche per questa occasione, le poste del santo scalpellino non hanno voluto mancare. Il tributo, una cartolina postale prioritaria tirata in 30mila pezzi e in vendita a 62 centesimi, giungerà agli sportelli il 5 aprile.

“«Per non dimenticare» –spiegano gli organizzatori dell’evento- sono le tre parole che gli alpini scolpirono sul marmo della colonna mozza, simbolo dell'Ortigara, in occasione della prima adunata nazionale che si tenne proprio sul quel monte tanto caro agli alpini nel lontano 1920. Da quella data storica per l’associazione sono passati molti anni, ma nulla è cambiato nello spirito e nell'anima di questi uomini, e per sancire il legame di appartenenza che unisce gli alpini ad Asiago e a tutto l'altopiano, la località è stata scelta per ospitare la 79ª Adunata nazionale”. Tornare “è quindi motivo di orgoglio e di soddisfazione, è un segnale forte che le penne nere vogliono dare a tutta la popolazione”.

Ed è proprio la colonna a figurare sull’intero postale, collocata in una visione di insieme dell’altopiano, cui fanno da contraltare le tre “penne” sammarinesi.

Sempre il 5 aprile usciranno la cartolina dedicata a Gentile da Fabriano, il foglietto per la mostra “Le due Repubbliche”, le serie “Arte” e “Deutschland 2006”, già segnalate nei giorni scorsi.


L'Adunata 2006
Sul lato veduta, il monte Titano, l'altopiano di Asiago e la colonna che ricorda l'Ortigara ed i combattimenti qui svoltisi durante la Prima guerra mondiale
Apr 02 2006 - 00:00

Libri e cataloghi

Vaccari: anche un libro filatelico per papa Wojtyla

La copertina del libro

“Il prossimo 18 maggio -rivela Valeria Vaccari, responsabile editoriale di Vaccari srl- Giovanni Paolo II avrebbe compiuto 86 anni. Anche noi abbiamo voluto rendergli omaggio, con un libro rivolto ai filatelisti e a tutti coloro che desiderano ricordare il grande papa. L'idea è nata proprio un anno fa; la commozione e il coinvolgimento per la scomparsa mi hanno fatto pensare ad un libro che, attraverso i francobolli, ripercorresse la sua vita ed i suoi viaggi. Ci abbiamo messo un anno di impegno e spero che il libro possa essere apprezzato; sono grata a tutti coloro che hanno collaborato e ci hanno aiutato a realizzare un progetto che va un po’ fuori dagli schemi delle nostre usuali pubblicazioni”.

Il volume, dal titolo “Giovanni Paolo II – Viaggi di speranza - I francobolli del mondo testimoniano le visite di Papa Wojtyla” sarà disponibile già da “Veronafil”; repertoria, descrive e riproduce i francobolli ed i foglietti relativi ai 104 viaggi effettuati dal papa oltre l’Italia. Sono le produzioni firmate dai Paesi toccati e dalla Città del Vaticano per celebrare il soggiorno o i temi storici, politici, religiosi e sociali sollevati dal pontefice.

Ad ogni esperienza è dedicato un capitolo, che comprende anche la descrizione del percorso, così come l’hanno vissuto i giornalisti al seguito o gli esperti successivamente.

Più di 400 le pagine, tutte a colori. Tre le versioni linguistiche: oltre all’italiano, proprio per testimoniare l’interesse che la sua figura ancora richiama, saranno disponibili le edizioni in inglese ed in tedesco. Il prezzo di copertina è di 22,00 euro, indipendentemente dalla lingua scelta.

“Per chi non vuole perderlo –conclude Valeria Vaccari- offriamo l’innovativa formula del pre-acquisto, oltretutto ad un prezzo scontato. Prenotandolo e pagando entro il 30 aprile, infatti, il prezzo scenderà a 17,00 euro, spese di consegna in Italia comprese”.


L'approfondimento ed il modulo d'ordine (file pdf)
Debutterà a “Veronafil” il libro che Vaccari srl dedica a Giovanni Paolo II ed ai suoi viaggi all'estero
Apr 02 2006 - 00:00

Notizie dall'Italia

Pioggia di annulli per Giovanni Paolo II

Giovanni Paolo II, un anno dopo. Al ricordo per il pontefice che ha contributo a segnare gli ultimi decenni del Novecento partecipa anche l’Italia postale.

Diversi, infatti, gli annulli impiegati in questi giorni, buona parte dei quali in uso oggi, giorno dell’anniversario.

Obliterazioni commemorative saranno disponibili a Castel Gandolfo (Roma), L’Aquila, Monza e Sospirolo (Belluno), già precedute da quella impiegata il 28 marzo a San Giovanni Rotondo (Foggia) e dalle due di Campobasso del giorno successivo.

Altre, comunque, potrebbero aggiungersi.


Diversi gli annulli che in questi giorni ricordano Giovanni Paolo II
Apr 01 2006 - 20:44

Emissioni Italia

Ed il francobollo per Concetto Marchesi finisce in Parlamento

Ancora una volta il progetto di un francobollo approda a Montecitorio

Il possibile francobollo per il latinista Concetto Marchesi (1878-1957), proposto in Consulta anche dal senatore a vita Giulio Andreotti e scontratosi con il parere contrario del ministro Mario Landolfi -come “Vaccari news” ha documentato il 15 marzo- diventa un caso politico, protagonista di un’interrogazione parlamentare a risposta scritta.

A firmarla è l’onorevole ds Piero Ruzzante. “Risulta all’interrogante -scrive- che non vi sono indicazioni chiare da parte del ministero circa la volontà di ricordare, con un apposito francobollo, questo illustre studioso e politico che, negli anni difficili della Repubblica sociale, fu rettore dell’Università di Padova, unica tra le università italiane ad essere insignita della medaglia d’oro al valor militare”.

L’emissione per Marchesi, “grosso personaggio della nostra cultura”, coinciderebbe con i sessant’anni della Costituente, “alla quale Marchesi ha dato un contributo non indifferente”.


Cosa si è detto in Consulta
Apr 01 2006 - 00:00

Notizie dall'Italia

Cernobyl vent’anni dopo

Oggi Bologna, ma anche altre località ricorderanno il disastro alla centrale nucleare di Cernobyl

Il francobollo, che pure era stato chiesto, non arriverà. Giungeranno però gli annulli, a ricordare i vent’anni dal disastro alla centrale nucleare di Cernobyl, in Ucraina, ed a ringraziare la fondazione “Aiutiamoli a vivere”, che dall’Italia sostiene le necessità dei bambini bielorussi. Bambini che ancora oggi debbono combattere contro i terribili effetti delle radiazioni.

La prima sottolineatura marcofila verrà impiegata oggi a Bologna, dov’è in programma un convegno di studi; poi seguiranno le altre impronte, praticamente identiche, disponibili a Trento il giorno 20, Cagliari, Ghedi (Brescia) e Partinico (Palermo) il 23, Bergamo e Cremona il 25 e infine Terni il 26 aprile, giorno esatto dell’anniversario.

L’iniziativa postale, però, non è fine a se stessa. La fondazione “propone a tutti i propri comitati ed a tutte le famiglie ospitanti di poter lanciare un «ricordo», un «messaggio»” alle famiglie, ai bambini, alle interpreti, alle maestre e agli amici bielorussi. Per farlo consiglia di impiegare le 20mila cartoline prodotte (quattro i soggetti), da obliterare con uno degli annulli richiesti.

Ma non c’è solo l’incidente atomico. Oggi la fondazione “incoraggia ogni iniziativa volta ad informare e sensibilizzare l’opinione pubblica sulle emergenze locali e su quelle dei Paesi dell’Est europeo ed in via di sviluppo in Africa, Asia ed America Centromeridionale, sostenendo il principio della cooperazione” tra essi, l’Italia, l’Unione Europea e le altre realtà industrializzate. Anche se le Bielorussia resta tra le mete privilegiate delle sue spedizioni umanitarie.


Il sito della fondazione «Aiutiamoli a vivere»
Negli obiettivi degli organizzatori, le cartoline rappresentano un ulteriore ponte tra l'Italia e la Bielorussia
Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2019 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157