Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Mag 19 2006 - 00:00

Dall'estero

PostEurop, questi i prossimi temi. Intanto, c'è polemica

Tra le numerose realtà che hanno partecipato al giro del cinquantenario, la Turchia

Mentre continuano ad arrivare le emissioni PostEurop 2006, l’organizzazione che riunisce gli operatori postali del continente rivela i successivi argomenti scelti.

Se per il 2007, come già si sapeva (“Vaccari news” dell’1 dicembre 2004), si celebrerà il secolo dello Scoutismo, nel 2008 l’argomento sarà rappresentato dalle lettere, seguito poi dall’astronomia (2009) e dai libri per bambini (2010).

Nel frattempo, la stessa PostEurop prende le distanze dalle emissioni per il mezzo secolo dei francobolli “Europa”, in un documento interno definite addirittura “illegali”. Tra le misure approvate, una lettera diretta all’Unione postale universale e alla stampa filatelica per informare che tali iniziative “non fanno parte della collezione Europa”.

La presa di posizione di PostEurop sembra comunque parziale: queste emissioni sono regolarmente prodotte da Stati sovrani, anche se quasi sempre appaiono forzate. Di sicuro viene commesso un errore storico: il mezzo secolo è per le emissioni generiche “Europa”, non per quelle firmate dalla Conferenza europea delle amministrazioni delle poste e delle telecomunicazioni, realtà creata solo il 26 giugno 1959. La relativa sigla, cioè Cept, sui francobolli appare dal 1960.


Tante pure le amministrazioni non europee, come Kiribati. Ma l'anniversario è sbagliato
Mag 18 2006 - 16:49

Emissioni Italia

Per il sessantesimo del voto una “donna politica”

Attraverso il sessantesimo del voto alle donne, l’Italia celebra la dirigente comunista Nilde Iotti

Un semplice caso, anche perché, in realtà, il francobollo fu approvato ancora sotto la gestione di Mario Landolfi (An).

A poche ore dal giuramento del ministro Paolo Gentiloni (Margherita) e dalla nomina di Romano Prodi (Ulivo) a nuovo inquilino di palazzo Chigi, e ad otto giorni dalla votazione di Giorgio Napolitano (Ds) a presidente della Repubblica, Poste italiane diffonde l’immagine del francobollo per i sessant’anni del riconoscimento alle donne del diritto di voto.

Francobollo che, come si sapeva, ritrae Nilde Iotti (1920-1999), partigiana, deputata sin dal 1948, dirigente del Partito comunista, europeista e poi presidente, dal 1979 al 1992, della Camera. Ma che l’azienda diretta da Massimo Sarmi definisce, semplicemente, “donna politica”.

L’esemplare offre, su fondo rosa, l’immagine fotografica della commemorata; vale 60 centesimi e sarà disponibile dall’1 giugno. Naturalmente, è associato alla solita etichetta per le spedizioni prioritarie.

L’annullo primo giorno sarà disponibile allo “Spazio filatelia” di Roma.


Il ricordo di Nilde Iotti firmato dalla Camera dei deputati
Mag 18 2006 - 16:48

Emissioni Italia

Prima il francobollo per la Costituente, poi il referendum per la Costituzione

Una foto d’epoca è la base del 62 centesimi per l’Assemblea costituente

Ma il francobollo per il voto alle donne (news precedente) non è l’unico riferimento che riguarda Nilde Iotti. Anche il 62 centesimi dedicato al sessantesimo anniversario dell’Assemblea costituente la ricorda, sia pure in modo indiretto.

Perché tra i 556 membri eletti a suffragio universale nel 1946 figura pure lei. Tra i compiti dell’organismo, l’elezione del capo provvisorio dello Stato, scelta poi caduta su Enrico De Nicola, e la nomina di una commissione di 75 membri (fra cui ancora la Iotti), incaricata di predisporre una bozza della Costituzione. L’Assemblea continuò i suoi lavori fino al 31 gennaio 1948.

L’omaggio dentellato offre l’immagine di una seduta e, “in primo piano, i colori della bandiera nazionale, così come rappresentati nel logo delle celebrazioni”. Anche questo arriverà l’1 giugno, dunque a pochi giorni dal referendum confermativo riguardante le modifiche alla Costituzione, indetto il 25 ed il 26 giugno.

Oltre all’etichetta di posta prioritaria, previsto l’annullo fdc, in uso allo “Spazio filatelia” di Roma e al filatelico di Genova. Lo stesso giorno e fino al 2 luglio nel capoluogo ligure, esattamente a palazzo San Giorgio, sarà visitabile la mostra “La rinascita del Parlamento. Dalla Liberazione alla Costituzione”, già ospitata a Montecitorio.


Il lavoro effettuato dalla Costituente
Le iniziative per l’anniversario e la mostra che aprirà a Genova
Mag 18 2006 - 16:48

Emissioni Italia

Dopo il Colosseo tocca all’Arena

La proposta diffusa dagli organizzatori

Proprio come le ciliege, un anfiteatro tira l’altro. Il 45 centesimi uscito il 9 maggio con il Colosseo per l’assemblea generale firmata dal Consiglio internazionale sport militare è ancora fresco di inchiostro, e presto (il 9 giugno) arriverà un francobollo simile. Questa volta per ricordare il Campionato del mondo di bridge, che si svolgerà dal 9 al 24 giugno a Verona.

Dal costo di 65 centesimi, il dentello offre il celebre monumento veneto, i semi delle carte da gioco francesi ed i loghi della Federazione italiana gioco bridge e della Federazione mondiale di bridge.

L’emissione, secondo gli organizzatori, rappresenta “un fatto veramente straordinario per l’Italia, per lo sport e per il bridge” e si aggiunge alla cartolina postale da 350 lire emessa il 12 marzo 1983 per il Torneo internazionale della specialità.

L’esemplare sarà ricordato da un annullo impiegato al filatelico di Verona.


Il sito dei Campionati del mondo di bridge
Il francobollo per l’assemblea generale del Consiglio internazionale sport militare
Il francobollo nella versione definitiva, agli sportelli dal 9 giugno
Mag 18 2006 - 16:47

Emissioni Italia

Juventus, il rinvio è ufficiale

Due gli annulli calcistici utilizzati nel fine settimana a Verona, qui quello per «Deutschland 2006»

Pensare che l’Associazione filatelica numismatica scaligera, in occasione di “Veronafil”, aveva chiesto ben due annulli calcistici, ragionando sulla contemporanea uscita del francobollo per la squadra vincitrice del Campionato.

Non poteva però sapere dello scandalo scoppiato nel frattempo e delle conseguenze che avrebbe suscitato, anche sotto il profilo postale. Chi vorrà ottenere l’impronta dei due timbri dovrà giocoforza impiegare un’altra carta valore, perché l’omaggio non ci sarà. Almeno per ora.

La conferma arriva oggi da Poste italiane: “per motivi tecnico-organizzativi” il dentello “è stato rinviato a data da destinarsi, e sarà emesso nel valore di €0,60 (anziché €0,45 come precedentemente indicato)”.

Le due obliterazioni, disponibili dal 19 al 21 maggio in Fiera, ricordano Ferruccio Valcareggi e gli imminenti Campionati mondiali.


Mag 18 2006 - 00:00

Libri e cataloghi

“Viaggi di speranza”: la filatelia raccoglie il testimone di Giovanni Paolo II

Debutta oggi, nell’ottantaseiesimo compleanno del pontefice scomparso il 2 aprile 2005, il libro “Giovanni Paolo II - Viaggi di speranza - I francobolli del mondo testimoniano le visite di Papa Wojtyla”

Resta immutato il ricordo per Giovanni Paolo II: pochi giorni fa la Polonia ha emesso una cartolina postale per il primo anniversario della morte, mentre oggi Taranto, con un annullo, ne celebra l’ottantaseiesimo compleanno.

E proprio da oggi sarà disponibile “Giovanni Paolo II - Viaggi di speranza - I francobolli del mondo testimoniano le visite di Papa Wojtyla”, il libro con cui Vaccari srl ricostruisce un’attività che ha lasciato ampia testimonianza postale.

“È un lavoro rivolto ai collezionisti –precisa la responsabile editoriale, Valeria Vaccari- ma non solo, in quanto legge le 104 visite all’estero di Karol Wojtyla attraverso una lente particolare. I francobolli non costituiscono solo le immagini del viaggio, ma attraverso i soggetti, i testi e gli altri dettagli offrono uno spaccato di come l’esperienza veniva letta dal Vaticano –che ha emesso cartevalori specifiche per ogni viaggio- e dai Paesi che accoglievano il papa, i quali molto spesso hanno firmato proprie iniziative”.

“I francobolli (oltre 800 sono riprodotti a colori) rappresentano uno degli aspetti dell’opera: ogni soggiorno è infatti introdotto da una particolare rassegna stampa che evidenzia i temi sollevati o gli obiettivi posti dalla specifica esperienza. Sono le testimonianze dei giornalisti al seguito o i bilanci effettuati a posteriori dagli esperti”.

Il volume, in vendita anche a “Veronafil”, si articola in 408 pagine e costa 22,00 euro; è disponibile in tre versioni diverse, italiano, inglese o tedesco.


La scheda del libro
I 104 viaggi all’estero visti attraverso i francobolli prodotti e commentati da cronisti ed esperti
Mag 17 2006 - 17:00

Notizie dall'Italia

Paolo Gentiloni neo ministro alle Comunicazioni

Paolo Gentiloni (fonte: www.paologentiloni.it)

“Ho 50 anni, sono sposato con Emanuela Mauro, architetto. Non abbiamo figli. Ho fatto il giornalista, mi sono occupato di comunicazione e ho coordinato campagne elettorali (vincenti e perdenti), sono stato assessore al Comune di Roma per il Giubileo e il turismo”.

Si presenta così Paolo Gentiloni, scelto da Romano Prodi come ministro alle Comunicazioni e che nei serrati confronti di questi giorni ha conteso la carica all’ex sostituto procuratore Antonio Di Pietro.

Deputato dal 2001, eletto in Piemonte per la Margherita, Paolo Gentiloni ha partecipato alla nascita del partito e si occupa di informazione e comunicazione. Presidente uscente della Commissione bicamerale di vigilanza sulla Rai, è stato anche membro della Commissione trasporti e telecomunicazioni della Camera.

Tra le passioni, i viaggi, i giornali, i libri e i vini, ma ascolta anche musica lirica e gioca a tennis.

Numerosi i dossier che, una volta insediato, lo attendono sulla scrivania: solo per restare nel settore postale e per citare i più urgenti, la decisione ultima sul francobollo per la Juventus, la gestione del controverso progetto per i diciottenni e, naturalmente, l’ingresso in borsa di Poste italiane.

Prodi, invece, che torna a palazzo Chigi dopo dieci anni esatti, ha già collezionato qualche tributo postale in qualità di presidente della Commissione Europea. Fra questi, un 10 dollari della Liberia uscito nel 2000 ed una cartolina postale romena da 1.500 lei, distribuita nel 2003.


Il sito personale di Paolo Gentiloni
Romano Prodi in una cartolina postale romena di tre anni fa
Mag 17 2006 - 00:00

Notizie dall'Italia

Pure per il bancoposta la procedura di conciliazione

Anche le persone fisiche che hanno contenziosi con Poste italiane riguardanti i servizi di conto corrente postale possono ora ricorrere alla procedura di conciliazione, finora possibile solo per i prodotti di corrispondenza e pacchi.

La società ha concordato con una ventina di associazioni dei consumatori un percorso gratuito attraverso il quale i correntisti “possono attivare un ricorso per un reclamo già presentato per iscritto, relativo al servizio di conto corrente e ai servizi connessi che non sia stato risolto in modo soddisfacente”. Ad esempio, per spese e commissioni, valuta, termini di disponibilità, vidimazione degli assegni, oneri fiscali, carta Postamat Maestro...

Spetterà ad una commissione, composta da rappresentanti della azienda e dei sodalizi partner, presentare al cliente la proposta con cui risolvere la controversia. Nel caso non si raggiungesse un accordo, redigerà un verbale “che lascerà libero il cliente di adire altre forme di tutela giurisdizionali”.

Il procedimento si concluderà entro novanta giorni dal ricevimento della domanda, per la quale occorre impiegare il modulo disponibile agli sportelli postali e alle sedi dei sodalizi.

L’anno scorso la procedura di conciliazione riguardante i servizi postali ha permesso –precisa Poste italiane- di risolvere con successo il 96% delle 524 domande presentate.


Poste italiane estende ai servizi di bancoposta la procedura di conciliazione
Mag 16 2006 - 00:00

Appuntamenti

Da venerdì, Veronafil!

Anche a Verona si parlerà di calcio; due gli annulli a tema richiesti, fra cui uno in omaggio al calciatore ed allenatore Ferruccio Valcareggi, scomparso il 2 novembre scorso

Appuntamento numero 106 per la più impegnativa kermesse specializzata d’Italia. Le porte del padiglione 8 della Fiera veronese si apriranno già venerdì 19 maggio, dalle ore 10 alle 18. I numerosissimi stand presenti (commercianti, amministrazioni postali, editori, associazioni e così via) saranno visitabili anche sabato, dalle 9 alle 18, e domenica, dalle 9 alle 14. L’ingresso è libero.

Il salone dedicato alla filatelia -ma anche a numismatica, hobbystica, cartoline, telecarte, kinder, piccolo antiquariato- è promosso dall’Associazione filatelica numismatica scaligera. “Contempla –precisano gli organizzatori- l’effettuazione di mostre, iniziative legate alla promozione dei giovani al collezionismo filatelico, la presenza di periti che effettuano gratuitamente delle stime, la consulenza dei rappresentanti della Federazione fra le società filateliche italiane e altro”.

Al box 1/3 sarà presente Vaccari srl che proporrà, fra l’altro, le ultime produzioni editoriali ed il nuovo numero del semestrale “Vaccari magazine”.


La città veneta accoglie, per la centoseiesima volta, i collezionisti
Mag 15 2006 - 20:31

Emissioni Italia

Francobollo per la Juventus: rinviato o annullato?

Attesa per domani la decisione sul francobollo per la Juventus

Poste italiane prende tempo e ritarda l’uscita del francobollo per la squadra vincitrice del Campionato di calcio. L’ipotesi avanzata da “Vaccari news” già nel pomeriggio di ieri trova ora conferma ufficiale.

“Il problema –ha comunicato l’Ansa- sarà discusso domani in una riunione della divisione filatelia dell'azienda, che, tra le altre cose, ha all’ordine del giorno proprio questa questione. L’indeterminatezza del risultato finale, in bilico fino a ieri tra Juventus e Milan, non ha infatti consentito alle Poste di effettuare le prove di stampa necessarie”.

Ma il problema non è tanto la tempistica quanto l’indagine disposta dalla Magistratura, perché all’incertezza sportiva si somma quella giudiziaria. La “decisione sull’opportunità di dedicare il francobollo alla Juve, spiegano ancora alle Poste, dovrebbe quindi ora spettare al ministero delle Comunicazioni”.

E c’è pure chi propone di annullare l’emissione che ogni anno saluta la squadra vincitrice: serie nata nel 1987 e reiterata ogni volta, anche se le squadre ed i soggetti sono sempre più o meno quelli.


Mag 15 2006 - 00:00

Notizie dall'Italia

“Romafil”, questi i vincitori

Sono andati quasi tutti a residenti della Città eterna i premi messi in palio durante “Romafil 2005”.

L’elenco dei cinquanta nominativi, infatti, prevede solo una decina di esterni. La curiosità è però un’altra: il “Gronchi rosa”, cioè il regalo più rilevante, è andato ad una studentessa in visita al salone, ma la fortuna ha baciato anche la sua insegnante, che ha ricevuto un altro dono.

L’iniziativa è stata organizzata da Poste italiane ed Associazione filatelisti italiani professionisti, che hanno predisposto la cerimonia di consegna presso la sede postale di piazza Dante, nella capitale.

“I vincitori –ha detto il presidente dell’Afip, Carlo Catelani- rappresentano uno spaccato del mondo della filatelia assai diverso dall’immagine stereotipata, a volte quasi caricaturale, che viene, spesso, diffusa”.

Il prossimo salone si svolgerà, sempre in Fiera, dal 6 all’8 ottobre 2006.

Intanto l’attenzione si sposta in Lombardia, dove dai sacchi con le schede dell’ultima “Milanofil” dovranno essere estratti altri cinquanta nomi.


L’elenco completo dei vincitori e dei premi (file pdf)
Partecipare al concorso era gratuito; bastava compilare la scheda ed imbucarla nell’apposito contenitore
Mag 14 2006 - 19:50

Emissioni Italia

Alla Juventus il 29° scudetto. Resta però il dubbio sul francobollo

Il 6 giugno 2005 un 45 centesimi ha reso omaggio alla Juventus, che si era aggiudicata il campionato di serie «A». Oggi quei risultati sono messi in discussione...

Una meta in forse fino all’ultimo ed oggi pomeriggio, con il 2 a 0 registrato contro la Reggina, raggiunta. Ma sulla festa della Juventus, che avrebbe inserito il ventinovesimo scudetto nel suo medagliere, pesa lo scandalo. Scandalo che, con le quattro inchieste, le decine di indagati e di partite sospette, coinvolge non solo il club torinese, ma l’intero calcio italiano.

Ammesso che le accuse risultino fondate resterà il francobollo, uscito il 6 giugno 2005, a testimoniare un campionato vinto con l’inganno.

Intanto, però, i collezionisti si domandano quali saranno le conseguenze per il 45 centesimi in calendario sabato 20 maggio: stando ai risultati di oggi, dovrebbe portare ancora i colori bianconeri.


Il sito della Juventus
Mag 14 2006 - 00:00

Libri e cataloghi

L’Enciclopedico? È per chi vuole approfondire

Biennale, l’Enciclopedico dedicato a Regno ed Occupazioni offre approfondimenti specialistici

Il francobollo base non soddisfa tutti: molti appassionati amano infatti sviluppare i vari aspetti che la singola emissione può offrire. Varietà e tirature successive, ad esempio. Ma anche impieghi particolari, prove, non emessi, falsi d’epoca, interi postali, biografie sui principali autori ed ancora altro. Tutto questo nelle 464 pagine del biennale “Catalogo enciclopedico italiano 2006”, dedicato a Regno d’Italia e Occupazioni (20,00 euro).

Il volume considera le produzioni dall’Unità al 1942, e poi le serie realizzate a causa del Primo e del Secondo conflitto mondiale, da Udine alla Venezia Giulia, da Fiume a Saseno, dall’Albania al Montenegro. Un capitolo esamina la franchigia militare generata durante la Grande guerra.


La scheda
Mag 13 2006 - 00:00

Dall'estero

Paolo Bianchi nel “Roll of distinguished philatelists”

Il nome di Paolo Bianchi nel “Roll of distinguished philatelists”

Anche Paolo Bianchi nel “Roll of distinguished philatelists”, uno dei più importanti riconoscimenti filatelici a livello mondiale.

Nato a Milano il 17 maggio 1942, si è laureato in Giurisprudenza a Parma. Tra i fondatori dell’Associazione italiana di storia postale e membro di diverse altre società, si è interessato al Regno di Sardegna e all’Africa Orientale Italiana, alla Russia imperiale e alle poste locali degli zemstvos; le sue collezioni sono state premiate con l’oro grande a Londra, Tokyo, Toronto e Vienna. Tra i lavori editoriali, “Colonia Eritrea – Vent’anni di storia postale”, la seconda parte di “Victor Victoria”, “Storia dei servizi postali della Somalia italiana dalle origini al 1941”.

Il “Roll” è nato nel 1921 ed il primo firmatario è re Giorgio V; da allora è stato riconosciuto ad oltre 325 filatelisti di 45 Paesi. Nella tornata 2006, accanto a Paolo Bianchi, sono stati scelti Michèle Chauvet (Francia), Bertil Larsson (Svezia) e Roger Schnell (Stati Uniti).


Mag 12 2006 - 11:56

Notizie dall'Italia

Catelani: “Il valore dei francobolli da collezione non risentirà dei fatti spagnoli”

Il presidente dell'Associazione filatelisti italiani professionisti, Carlo Catelani, intervistato da «Vaccari news» sui fatti di Spagna e sulle probabili conseguenze

Un “buco” da cinque miliardi di euro, centinaia di migliaia di persone coinvolte e che vedono a rischio i propri risparmi; addirittura un capo di governo, José Luis Zapatero, che interviene sul problema delle due società, Afinsa e Fórum filatélico, coinvolte nello scandalo. Le accuse (frode, insolvenza, riciclaggio di denaro sporco, appropriazione indebita), se confermate, sono pesanti.

Ma cosa sta succedendo e quali saranno le possibili ripercussioni? “Vaccari news” lo ha chiesto al presidente dell’Associazione filatelisti italiani professionisti, Carlo Catelani.

“Bisogna innanzitutto considerare -dice Carlo Catelani- un elemento fondamentale: le due società utilizzavano i francobolli (ma anche oggetti artistici, antiquariato, gioielli) come un qualsiasi altro bene; non operavano, cioè, nel mondo collezionistico, non si rivolgevano ai collezionisti. Il francobollo era un articolo come un altro”.

“Detto questo, il fatto che le ditte siano state chiuse non ha riflessi diretti sul collezionismo puro; per fare un raffronto, è un po’ come il caso Parmalat: un conto è l’azienda, un conto è il latte. Mi sento di escludere serie ripercussioni sul nostro ambiente: gli appassionati continueranno ad esserci e a collezionare. Anche gli effetti commerciali potrebbero risultare limitati, almeno a livello generale. Registreremo difficoltà specifiche, magari un ridimensionamento delle serie più richieste per l’operazione, come le Cept Europa; sicuramente qualche commerciante italiano, che negli ultimi tempi ha venduto agli spagnoli, avrà ora difficoltà nel farsi pagare. Il valore dei francobolli da collezione, comunque, non ne risentirà”.

“Il problema maggiore è di immagine, di credibilità del francobollo e della filatelia. Come Afip faremo di tutto per affrontare le ricadute: il direttivo si è già confrontato e sta seguendo il corso degli eventi per capirne di più e decidere se e come intervenire”.


I comunicati di Afinsa (pdf in spagnolo)
Rassegna stampa (pdf)
Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2019 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157