Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Lug 07 2006 - 00:00

Appuntamenti

Ricostruito a tappe il Risorgimento mantovano

Sabato 8 luglio a Monzambano verrà anche impiegato un annullo speciale

Una serie di mostre nei luoghi storici, e poi un allestimento finale nel capoluogo con un’appendice durante “Veronafil”. È così che i collezionisti ricordano il Risorgimento mantovano.

“L'11 ottobre 1866 –precisano, dal Centro studi internazionale di storia postale, gli organizzatori- rappresenta per Mantova una decisiva data della sua millenaria storia”. Quel giorno veniva ufficialmente annessa al Regno d’Italia, dopo un lungo e travagliato periodo di dominazione austriaca. Qui si sono combattute alcune fra le più cruenti battaglie del Risorgimento ed i nomi di allora vengono ancora oggi ricordati.

Nel percorso itinerante “saranno esposte numerose lettere spedite dai combattenti delle guerre risorgimentali, moltissimi documenti originali, mappe, stampe, medaglie, monete e molte altre cose”, fra cui i documenti che testimoniano come gli avvenimenti storici siano strettamente collegati anche a quelli postali.

La prossima tappa del progetto si svolgerà dall’8 al 16 luglio a Monzambano, presso la sala consiliare e si intitola “Risorgimento mantovano – Monzambano nelle Guerre d’Indipendenza”.

Il locale si trova in piazza Vittorio Emanuele II e sarà aperto dalle ore 9 alle 12 e dalle 15 alle 18; l’ingresso è libero. Dopo le vacanze seguiranno San Benedetto Po (23 settembre – 1 ottobre), Mantova (7-16 ottobre) e Verona (24-26 novembre).


Il percorso espositivo di Monzambano (file jpeg)
Una panoramica dell'allestimento
Lug 06 2006 - 15:07

Notizie dall'Italia

Consegnata la duemilionesima carta Postepay

Con Postepay si possono ottenere addirittura due biglietti per l’ambitissimo concerto di Robbie Williams del 22 luglio, unica tappa italiana dell'ex Take That. E per giunta gratis.

Privilegio non destinato a tutti i clienti della carta prepagata ma solo per la duemilionesima, Cristina Santangelo, che questa mattina a Milano ha ricevuto il prezioso plico dalle mani del responsabile marketing della divisione Bancoposta, Marco Siracusano.

Poste italiane –confermano dalla stessa società- “è la prima azienda europea per numero di carte prepagate emesse”. La carta Postepay è stata lanciata alla fine del 2003 ed è rivolta soprattutto a coloro che non possiedono un conto corrente o desiderano sostituire il contante nell’uso quotidiano e i travellers’ cheque nei viaggi. Ma sembra che il vero boom sia per gli acquisti su internet, in quanto la convenienza del prodotto è associata alla sicurezza.


Cristina Santangelo (nella foto con il responsabile marketing della divisione Bancoposta, Marco Siracusano, ed i biglietti per il concerto di Robbie Williams) è la duemilionesima cliente di Postepay
Lug 06 2006 - 09:15

Dall'estero

Calcio: la Francia gioca d’anticipo

È da ieri in vendita il francobollo con cui la Francia ringrazia la propria squadra di calcio. Indipendentemente da come andrà la finalissima

L’immagine è molto semplice ed efficace allo stesso tempo. E, furbescamente, non parla di vittoria dei Campionati mondiali –titolo ancora da guadagnare- ma rappresenta un ringraziamento alle performance offerte dalla propria squadra.

È il francobollo “Merci les bleus!”, con cui, a sorpresa, Parigi saluta la propria nazionale, che ha conquistato la finalissima a spese del Portogallo. Vale 53 centesimi ed è agli sportelli da ieri; propone il pubblico festoso nei colori blu, bianco e rosso, mentre lo sfondo verde richiama il campo da gioco. Lo slogan sintetizza tutto il resto: riconoscenza da una parte, speranza dall’altra.

Ancora silenzi, invece, da parte dell’Italia, che domenica sera si troverà schierata a Berlino per sfidare nell’ultima tappa di “Deutschland 2006” proprio i francesi.


Lug 06 2006 - 00:00

Notizie dall'Italia

Sbatti il “francobollo” in vetrina. Ed è moda

La foto della «Wonderful Audrey», presentata come francobollo

Anche uno pseudo francobollo, accompagnato da pacchi di buste altrettanto fasulle, può far attirare l’attenzione se la vetrina è di una catena che tratta abbigliamento. Basta una bella foto, adattata al bisogno e munita di Paese di origine, valore facciale (nel caso specifico, Italy 37) e naturalmente dentellatura.

Capita ad esempio al punto List di Roma, in via Nazionale 232. L’immagine della “Wonderful Audrey”, ripetuta per sedici volte, fa da sfondo alla vetrina, mentre un “suo” commento è ripreso sul vetro.

Per la cronaca, le lettere del plico sono indirizzate all’ex marito di Audrey Hepburn, Andrea Dotti, domiciliato presso la sede centrale della stessa List.

Un altro esempio di associazione tra moda e filatelia è offerto da una seconda azienda, in cui lo stesso nome, Pennyblack, fa riferimento al mitico “numero uno” britannico.


La vetrina come si presenta nella sua completezza; in basso, vicino al primo manichino da sinistra, il fascio di lettere
Lug 05 2006 - 16:32

Notizie dall'Italia

Gentiloni in Senato: “Più attenzione per i piccoli centri”

Il ministro alle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, si è pronunciato alla Commissione lavori pubblici del Senato

“Migliorare l’efficienza dal punto di vista del conto economico del servizio postale: questo l’obiettivo del contratto di programma delle Poste”. Senza intaccare la rete, soprattutto nei centri più piccoli, anche in vista della conferma della liberalizzazione prevista dalla Ue per il 2009.

Lo ha detto il ministro alle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, intervenendo alla Commissione lavori pubblici del Senato nella sua prima audizione a Palazzo Madama.

"Non siamo convinti -ha aggiunto- che lo squilibrio nei conti del servizio postale, in parte compensato da altre voci, debba essere considerato un vincolo eliniminabile. Non vogliamo alimentare la sensazione che si possa ridurre attraverso il ridimensionamento della rete postale. Siamo sicuri che ci siano altri modi di intervenire e che in altre realtà, soprattutto in realtà più piccole, gli scenari di chiusura degli uffici postali siano assolutamente da combattere”.

Secondo il ministro, “proprio nelle realtà più piccole gli unici servizi finanziari sono quelli della rete postale. È tutto da dimostrare che il ridimensionamento della rete sia così determinante per avere più efficienza. Quindi l’obiettivo è di ridurre lo squilibrio del disavanzo senza alimentare idee che si faccia attraverso il ridimensionamento dei punti”.

Quanto alle scadenze europee, “possiamo discutere delle possibilità di intese con altri Paesi per costruire accordi particolari nell’ambito della liberalizzazione prevista per il 2009 ma dobbiamo sapere che l’Ue confermerà la data in un consiglio nel novembre di quest’anno”.


Lug 05 2006 - 16:12

Notizie dall'Italia

Iva agevolata addio. In “Gazzetta” il decreto

Nero su bianco, anche a livello formale, il provvedimento che raddoppia l’iva per il mercato filatelico

Pubblicate in “Gazzetta ufficiale” le decisioni assunte dal Consiglio dei ministri di venerdì. Il provvedimento è inserito nel numero 153, che ha la data di ieri; è il decreto legge “Disposizioni urgenti per il rilancio economico e sociale, per il contenimento e la razionalizzazione della spesa pubblica, nonché interventi in materia di entrate e di contrasto all'evasione fiscale”.

La norma che interessa il commercio di francobolli si trova all’articolo 36, intitolato “Recupero di base imponibile”. Il primo dei 34 commi toglie dal regime agevolato, fra l’altro, le due voci contenute al numero 127-decies del dpr 26 ottobre 1972 n°633 (tabella “A”, parte III). Ossia, “francobolli da collezione e collezioni di francobolli”.

Il nuovo decreto, che “sarà presentato alle Camere per la conversione in legge”, è entrato in vigore lo stesso giorno della pubblicazione.


Lug 05 2006 - 12:50

Notizie da Vaccari

Spese gratis in Italia per chi ordina libri. Ma fino al 31 luglio

È adesso più conveniente acquistare i libri durante le vacanze, con le promozioni di Vaccari srl.

“Chi –conferma la responsabile editoriale dell’azienda, Valeria Vaccari- compra ora libri per oltre 50,00 euro avrà la spedizione in Italia gratuita”.

“È un’ulteriore iniziativa che si associa a quella, confermata ieri, di mantenere uno spazio fisso per le offerte scontate. Entrambe mirano a promuovere la letteratura specializzata, da anni uno dei «cavalli di battaglia» della nostra società”.

Per utilizzare la promozione è sufficiente inviare l’ordine entro lunedì 31 luglio, senza aggiungere al totale le spese di invio; verrà evaso prima della chiusura estiva degli uffici.

L’iniziativa riguarda tutti i titoli, oltre 1.700, presenti nel catalogo Vaccari.


Il catalogo librario di Vaccari srl: spese gratuite per ordini superiori a 50,00 euro
La sezione con gli sconti sul prezzo di copertina
Sono più di 1.700 i titoli oggi inseriti nel catalogo librario di Vaccari srl; fino al 31 luglio la nuova promozione prevede spese di invio in Italia gratuite per acquisti superiori ai 50,00 euro
Lug 05 2006 - 09:15

Notizie dall'Italia

Dall’Afip un appello per salvaguardare la filatelia professionale

Per l'Afip il provvedimento di raddoppio dell'iva penalizzerà il mercato filatelico professionale

Giusto il tempo di confrontarsi e riflettere sulle implicazioni che la decisione assunta venerdì scorso dal Consiglio dei ministri provocherà. Ed ora dall’Associazione filatelisti italiani professionisti giunge un “appello per la salvaguardia della filatelia professionale”. In parole povere, è la richiesta per “la correzione del provvedimento legislativo che riporti il regime fiscale almeno alla situazione attuale”.

“Gli operatori professionali del settore filatelico associati all’Afip (commercianti, periti, editori, produttori di accessori) -è scritto nel comunicato firmato dal presidente del sodalizio, Carlo Catelani- si appellano alle forze politiche, ai singoli senatori e deputati, al ministro dell’Economia perché non si colpisca questo settore culturalmente, storicamente ed economicamente importante per un ricavo presunto che si tradurrebbe in minori incassi, perdita di posti di lavoro e minor difesa degli interessi di centinaia di migliaia di collezionisti costretti a rivolgersi ad operatori non professionali per coltivare il proprio hobby”.

La proposta del Governo di alzare l’aliquota iva sulla vendita di francobolli da collezione dal 10 al 20% “mette profondamente in crisi un settore che già dà molto alle casse dello Stato, sia attraverso gli acquisti delle nuove emissioni delle Poste, che fruttano un ampio attivo”, “sia con la sana gestione di centinaia di aziende che pagano tasse, stipendi, contributi”.

L’imposta sul valore aggiunto in filatelia “si configura in realtà come imposta sull’intero valore, impossibile da sostenersi nella misura del 20%”. Questo perché, come in ogni settore antiquariale dove non c’è un fabbricante, “l’acquisto avviene presso privati cittadini, che non essendo ditte non emettono fattura, o presso le poste, che sono esenti iva”.

“I soci dell’Afip, il presidente ed il consiglio direttivo –conclude il comunicato- sono a disposizione per fornire ogni informazione sul settore: il provvedimento è stato infatti varato senza alcun dialogo e seria indagine sulle conseguenze positive e negative sia per lo Stato, sia per chi vi opera”.


La notizia ed il commento del presidente della Borsa filatelica nazionale
Il primo intervento dell'Associazione filatelisti italiani professionisti
Lug 05 2006 - 00:19

Emissioni Italia

“Deutschland 2006”: ed ora si pensa al francobollo?

Nel 1982 l'Italia postale festeggiò la vincita dei Campionati di calcio con un 1.000 lire

Il due a zero contro la Germania di pochi minuti fa pone ai vertici del ministero alle Comunicazioni e di Poste italiane un quesito: e se l’Italia vincesse i Campionati mondiali di calcio?

Stando ai precedenti, c’è da attendersi un francobollo celebrativo. Francobollo che, è perlomeno auspicabile, possa uscire al più presto, magari già all’indomani della finalissima.

Se così fosse, gli uffici dovrebbero cominciare subito ad immaginare il bozzetto e ad avviarne l’impaginazione. Facendo partire le macchine da stampa solo dopo il fischio finale e, naturalmente, l’esito positivo.

Non fu così per la vittoria in Spagna del 1982: se la partita decisiva allo stadio “Bernabeu” di Madrid contro la... solita Germania arrivò l’11 luglio, il francobollo fu disponibile solo il 12 settembre successivo. Per la festa venne coinvolto un artista d’eccezione: Renato Guttuso, il quale disegnò le braccia del portiere che reggono la coppa sullo sfondo della rete. Non si poté dire, ma nel gesto bloccato dalla carta valore tutti videro l’esultanza di Dino Zoff.

Dall’opera dell’artista venne ricavato un esemplare da 1.000 lire; il disegno originale è ancora oggi conservato al Museo storico pt di Roma.


Il bozzetto per il francobollo del 1982, oggi conservato al Museo storico pt di Roma, fu disegnato da Renato Guttuso
Lug 05 2006 - 00:00

Emissioni Italia

L’omaggio italiano all’Usfi? Con la bandella raddoppia

Non solo nel valore nominale, passato da 45 a 60 centesimi a causa delle modifiche al tariffario (“Vaccari news” del 3 luglio). Il saluto tricolore per il quarantennale dell’Unione stampa filatelica italiana si fa anche bandellato, per sottolineare la “Conferenza nazionale della filatelia”, in programma a Riccione venerdì 1 settembre.

Nella vignetta, oltre al testo esplicativo, figurano lo stemma dell’Usfi in negativo, il logo degli eventi collezionistici “Riccione 2006” e quello della divisione filatelia di Poste italiane.

L’emissione è confezionata in 437.500 fogli da otto francobolli ed altrettante vignette; l’annullo primo giorno è atteso nella stessa “Perla verde”.


Il programma della «Conferenza nazionale della filatelia»
Come si presenta il tributo italiano per l’Usfi
Lug 04 2006 - 14:30

Emissioni Italia

Niente traffico, siamo autostrade

Che a Poste italiane non piacciano le auto? Il dubbio era sorto con il francobollo per la “Targa Florio” (“Vaccari news” del 2 maggio), dove i bolidi in corsa rappresentano soltanto un punto all’orizzonte. Ed oggi il... sospetto si rafforza: il 60 centesimi che l’Italia emetterà il 10 luglio per l’Autostrada del Sole propone “una cartina geografica dell’Italia, vista in prospettiva, sovrastata da un viadotto che collega idealmente Milano e Napoli”. Ma niente vetture, niente camion, niente moto.

L’emissione ricorda il mezzo secolo dell’Autostrada del Sole, anche se –come precisano i diretti interessati- nel 1956 venne soltanto firmata la prima convenzione tra Anas e Autostrade, in base alla quale quest’ultima realtà si impegnava a co-finanziare, costruire e gestire il percorso tra Milano e Napoli, opera poi inaugurata nel 1964.

Come anticipato il 29 giugno, l’annullo del primo giorno verrà impiegato a Sasso Marconi (Bologna).


Il francobollo per la «Targa Florio»
Il sito del Gruppo Autostrade
Vale 60 centesimi il francobollo per l’Autostrada del Sole
Lug 04 2006 - 14:30

Notizie da Vaccari

Diventa fissa l’area sconti della "Libreria filatelica Vaccari"

L’idea ha dato i suoi frutti, tanto da indurre i promotori ad istituzionalizzarla. È l’area sconti della "Libreria filatelica Vaccari".

“L’iniziativa –conferma la responsabile editoriale dell’azienda, Valeria Vaccari- ha riscontrato nella nostra clientela un buon successo, tanto da indurci a ripensarla, sviluppandola. Così, abbiamo deciso di rendere fisso l’appuntamento con le occasioni, che inizialmente pensavamo di chiudere il 3 luglio”.

La sezione resterà per sempre, e verrà periodicamente aggiornata con nuove voci secondo le disponibilità del momento. Saranno cataloghi delle più importanti case editrici, oppure monografie, studi, periodici. Ed anche le percentuali di sconto varieranno, proprio come ora.

“Suggeriamo quindi -conclude Valeria Vaccari- di tenere sott’occhio la pagina dedicata del nostro sito, in modo da visitarla di tanto in tanto e scoprire le proposte aggiunte”.

Attualmente l’area comprende circa settanta titoli, con ribassi tra il 20% e il 50% rispetto al prezzo di copertina.


L'area dedicata alle occasioni
Il lancio del progetto
Dopo la fase sperimentale,
Lug 04 2006 - 00:00

Appuntamenti

Rarità di Pontificio cercansi. Ma solo per la mostra

Per «Monacophil» si sta lavorando ad una mostra dedicata alle gemme di Pontificio

Non è un avviso commerciale, ma un invito alla collaborazione, firmato dal Club de Monte-Carlo de l’élite de la philatélie.

In occasione di “Monacophil 2006”, programmata nel Principato tra l’1 ed il 3 dicembre prossimi, e parallelamente alla mostra dedicata ai cento francobolli e documenti postali fra i più rari al mondo, il Club organizza “quella che dovrebbe essere una delle più importanti e complete esposizioni mai realizzate di lettere e francobolli dello Stato Pontificio”.

Alcuni tra i maggiori collezionisti e specialisti del settore -fra cui Paolo Vaccari- hanno già messo a disposizione i propri studi per la mostra ed il catalogo, ma si vuole andare oltre. Ecco quindi l’idea di estendere l’invito. Punto di riferimento è il comitato di esperti che ha come recapito la ditta Zanaria di Milano (info@zanaria.com).


Lug 03 2006 - 15:35

Notizie dall'Italia

L’Afip chiede il mantenimento dell’attuale regime fiscale

L’Afip si dice contraria alla decisione di raddoppiare l’iva sul mercato filatelico

Anche l’Associazione filatelisti italiani professionisti prende posizione sul provvedimento adottato venerdì dal Consiglio dei ministri, chiedendo “con forza che il raddoppio dell’iva”, dal 10% al 20%, “venga cancellato”, per mantenere l’attuale regime fiscale.

“Premesso –spiega il presidente dell’Afip, Carlo Catelani- che l’aumento appare varato senza alcun tipo di consultazione dei rappresentanti di categoria, né di studio sui particolari problemi della filatelia, di com’è realmente e quali sono i meccanismi economici che la muovono, si tratterebbe, se messa in pratica, di una misura che porterebbe al collasso un settore ancora vivo e valido”.

I commercianti filatelici, infatti, non acquistano da un produttore che emette fattura con iva e quindi non hanno una quota d’imposta da recuperare, ma si riforniscono solo da Poste italiane e da privati (eredi, collezionisti che interrompono una o più raccolte...). “L’imposta, quindi, non è sul valore aggiunto, ma sul valore intero”.

L’attuale aliquota al 10% ed il regime del margine “hanno permesso di trovare un punto d'equilibrio, anche se non pienamente soddisfacente per la categoria, aggredita anche da un abusivismo assai sviluppato sia sul territorio (mercatini, fiere) che su internet (aste on-line e siti che sfuggono ad ogni forma di tassazione facendo concorrenza sleale a chi lavora regolarmente)”.


Lug 03 2006 - 12:40

Notizie dall'Italia

Raddoppia l’iva sui francobolli da collezione

Anche i francobolli servono per ripianare il deficit dello Stato. Tra i provvedimenti introdotti dal Governo Prodi, il raddoppio dell’iva –che passa quindi dal 10% al 20%- pure per le voci “francobolli da collezione” e “collezioni di francobolli”, “beni ritenuti –precisa il documento del ministero all’Economia- non più meritevoli di agevolazione”.

“Mi sembra –precisa il presidente della Borsa filatelica nazionale, Sebastiano Cilio- che per il nostro settore il 20% rappresenti una delle aliquote più alte in Europa. Ritengo comunque che l’aumento non inciderà sulle vendite ai collezionisti: per evitare contrazioni nel mercato, probabilmente i commercianti assorbiranno la differenza, rivalendosi poi sui propri fornitori”.


Tra i provvedimenti adottati venerdì scorso dal Consiglio dei ministri anche l’annullamento dell’agevolazione iva sul commercio dei francobolli
Lug 03 2006 - 10:11

Notizie dall'Italia

Inflazione al 2,3%; tra i “colpevoli” anche i servizi postali

Pure le tariffe postali contribuiscono ad accelerare l’inflazione, riportandola a valori che non si registravano da due anni.

A confermarlo è la stima preliminare calcolata dall’Istat: l’Istituto, infatti, valuta “che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (nic), relativo al mese di giugno 2006, presenti una variazione di più 0,1 per cento rispetto al mese di maggio 2006 e una variazione di più 2,3 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente”.

Gli esperti ritengono che una delle voci più significative fra quelle che hanno contribuito al rialzo è rappresentata dai servizi postali. Tra maggio e giugno (la data certa non è mai stata definita formalmente, anche se il testo del decreto porterebbe a considerare il 20 maggio come giorno del passaggio) l’abolizione della posta ordinaria ha provocato di fatto pesanti aumenti tariffari: solo il porto base per una lettera da 20 grammi indirizzata in Italia è infatti passato da 45 a 60 centesimi, con un aumento di oltre il 33%. Notevoli gli aumenti anche per le altre voci.


Posta ordinaria addio: anche dalle cassette delle lettere è stato aggiornato il riquadro con le istruzioni
Lug 03 2006 - 00:00

Emissioni Italia

Dal calendario italiano scompare il calcio

Francobollo calcistico addio? Senza nessuna comunicazione formale l'emissione è scomparsa dall'ultimo elenco. Qui l'esemplare uscito l'anno scorso per la Juventus

I collezionisti potranno partire per le vacanze con serenità: l’ultima revisione al programma filatelico italiano ha permesso di recepire gli aumenti tariffari e di fissare alcune delle date ancora in sospeso. Salvo, naturalmente, possibili, ulteriori, modifiche.

Il provvedimento riguarda tutti i 45 centesimi, oggi elevati a quota 60. Previsti, inoltre, i tagli da 65 eurocent (per le serie “Campionati mondiali di scherma”, “Sistema aree protette” e per il secondo esemplare natalizio) e 1,00 euro (congiunta con la Cina Popolare).

Quattro le uscite fissate, tutte riguardanti il mese di ottobre: “Sistema aree protette” (giorno 4), “Gioco del lotto” e “Giornata della filatelia” (entrambe il 6), “Manifestazione filatelica nazionale” (cartolina il 19).

Nell’elenco è presente ancora la pubblicitaria per “Italia 2007” (del cui progetto, tuttavia, non si sa più nulla), mentre –senza una comunicazione formale- è scomparso l’omaggio alla squadra vincente del Campionato di calcio di serie “A”.


Il programma ad oggi
La vicenda del francobollo per la squadra vincitrice
Lug 02 2006 - 00:00

Libri e cataloghi

Specializzati sì, ma con la Michel

Approfondire dettagli come tirature successive o per distributori automatici, varianti di filigrana o di dentellatura, impieghi particolari e molto altro ancora: attività pressoché impossibile con i cataloghi tradizionali, che puntano ad un pubblico dagli interessi generici. Ecco perché, almeno per i Paesi più collezionati, vi sono i volumi specializzati.

La Michel, ad esempio, offre numerosi titoli, scritti in tedesco e illustrati a colori. Quelli recentemente usciti riguardano:

- Germania, suddivisa in due volumi, il primo dedicato al periodo fra il 1849 e l’aprile 1945 (con Colonie ed Occupazioni, 1.008 pagine, 63,00 euro), il secondo dal maggio 1945 in poi (con Berlino e Ddr, 1.248 pagine, 65,00 euro);

- poste private di Germania fino al 1900 (208 pagine, 39,00 euro) e del periodo moderno (232 pagine, 39,00 euro);

- Austria (con Lombardo-Veneto ed Occupazioni, 472 pagine, 39,00 euro);

- Svizzera e Liechtenstein (con agenzie internazionali e Campione d’Italia, 480 pagine, 39,00 euro).


Le schede degli ultimi Michel
Alcuni degli ultimi volumi proposti dalla casa editrice tedesca
Lug 01 2006 - 00:00

Dall'estero

E Lisbona pensa già alla vittoria

Di certo i portoghesi non sono superstiziosi, anzi probabilmente interpretano l’iniziativa come un buon auspicio. A poche ore dai quarti di finale contro l’Inghilterra, partita programmata questa sera alle ore 17 a Gelsenkirchen, hanno già predisposto la carta valore per la vittoria di “Deutschland 2006”.

Si tratta del foglietto uscito il 7 giugno e riproposto con in basso il testo “Portugal campeão!”. “Per ora –mettono le mani avanti da Ctt, le poste locali, contattate da «Vaccari news»- si tratta solo di una elaborazione grafica da computer. Sarà prodotto solo se vinceremo davvero il torneo”.

Come l‘esemplare precedente, avrà un valore di 2,35 euro. Nel caso della prima emissione il blocco era accompagnato da due francobolli allegorici, valevoli 45 e 100 eurocent.


Nel caso vincesse i Campionati, il Portogallo ha già pronta la carta valore commemorativa
Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2019 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157