Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Lug 14 2006 - 00:00

Appuntamenti

Annulli e cartoline per il centenario della Transalpina

L’annullo in uso domani a Gorizia

Venne inaugurata il 19 luglio 1906 ed ora compie un secolo di vita. È la ferrovia Transalpina, che secondo l’Impero Austroungarico avrebbe dovuto avvicinare l’Europa centrale al più importante porto dell’Adriatico, Trieste.

Ma le cose sono andate diversamente, in quanto più volte i confini della zona sono stati rivisti, costringendo la linea ad un declino. Fino all’anomalia ereditata dalla Seconda guerra mondiale: la stazione di Gorizia si è trovata tagliata fuori dalla sua città, con una strada (via Caprin) che non portava più alla ferrovia perché quest’ultima era situata oltre il confine e i nuovi utenti, gli jugoslavi e poi gli sloveni, erano costretti ad accedervi praticamente dai binari.

Nonostante tutto ciò, grazie agli sviluppi geopolitici degli ultimi anni e con l’ingresso di Lubiana nell’Ue, è ancora in funzione fra Trieste Campo Marzio e Jesenice, nella Slovenia settentrionale.

Nell’ambito dell’appuntamento storico, anche una serie di iniziative postali. Come gli annulli commemorativi, in particolare quelli di Gorizia e Trieste, in uso domani. E una mostra di trecento cartoline storiche di Dario Macovaz, che tra il 14 e il 19 luglio sarà visitabile presso un tendone allestito, sempre a Gorizia, in piazza Transalpina, di fronte alla stazione. Oggi –con l’abbattimento del “muro”- tornata di reale impiego pubblico.

L’allestimento, ad ingresso libero, si intitola “Transalpina. Un binario per tre popoli in immagini d’epoca”; sarà visitabile oggi dalle ore 18 alle 24, nei giorni successivi dalle 10.30 alle 24. Previsto anche un libro che raccoglie le stesse cartoline, proposto dalle Edizioni della Laguna.


Il programma (file pdf da 2 mega)
Sono tante le cartoline riguardanti la ferrovia Transalpina, trecento delle quali in mostra fino al 19 luglio. Qui una vecchia immagine della stazione di Gorizia
Lug 13 2006 - 14:01

Emissioni Italia

È ufficiale, il francobollo per la vittoria calcistica ci sarà

Il 1.000 lire del 1982 avrà presto un seguito; il ministro Gentiloni ha detto sì

Un nuovo francobollo sul tipo di quello fatto da Renato Guttuso nel 1982? Vedremo.

Quello che è certo è che il francobollo per la vittoria italiana a “Deutschland 2006” arriverà; dal ministro alle Comunicazioni è infatti giunto il via libera.

“Non so valutare –ha detto lo stesso titolare del dicastero, Paolo Gentiloni- l'attendibilità delle stime secondo cui l'impatto del trionfo azzurro sulla nostra economia sarebbe un +0,7% del Pil. So per certo che un impatto positivo ci sarà”.

Anche da tali concetti la scelta di sottolineare attraverso un’emissione speciale la conquista della coppa. Quando e come è tuttavia ancora presto per saperlo, anche perché, precisano da Poste italiane, “è in corso di perfezionamento il decreto integrativo al programma filatelico 2006”.


La richiesta di un ricordo postale subito dopo la conclusione della finalissima
Lug 13 2006 - 00:00

Dall'estero

Montenegro, nel 1878 la prima indipendenza

Debutta oggi il francobollo che cita il referendum del 21 maggio scorso

Il 13 luglio 1878, all’epoca del Congresso di Berlino, il primo riconoscimento internazionale dell’epoca moderna e dunque l’indipendenza. Che ora, dopo 128 anni, numerosi conflitti, il disfacimento della Jugoslavia e il referendum del 21 maggio scorso, ritorna. Scrollandosi dal potente vicino-alleato, la Serbia.

Una indipendenza annunciata e vissuta in modo progressivo, anche a livello di amministrazione postale. I francobolli targati Montenegro, senza voler citare quelli che hanno preceduto la Grande guerra, sono già una realtà.

La prima serie, anzi, punta ai più classici temi iconografici: la cartina, il Parlamento, lo stemma, la bandiera. È espressa, così come le successive, in euro.

Oggi esce poi un ulteriore esemplare: cita espressamente il tema dell’indipendenza e la data con la quale i cittadini hanno votato il nuovo corso politico.


Per scoprire il Montenegro (sito in inglese)
La prima serie del Montenegro indipendente rispolvera i temi delle grandi occasioni; è uscita già il 15 dicembre scorso
Lug 12 2006 - 19:14

Dall'estero

Pericolosi questi... australiani

Troppo realistico, dunque... da evitare. Così il francobollo dedicato al velenoso ragno “red back”, caratterizzato dal dorso rosso, non uscirà con gli altri esemplari della serie “Australiani pericolosi”, prevista per il prossimo 3 ottobre. Questo a scanso di equivoci, viste le dimensioni del francobollo che avrebbero reso veritiero l’animaletto.

Sarà presente solo nella confezione destinata ai collezionisti che, come sottolineano da Australia post, offre l’opportunità di vedere i sei francobolli così come sono stati immaginati inizialmente. Nella versione in vendita generale, invece, la fuorviante carta valore sarà sostituita con un’altra, dedicata al serpente d’acqua.

L’emissione, dedicata agli animali considerati rischiosi, cita inoltre lo squalo bianco, il serpente bruno, la medusa, il coccodrillo di acqua salata e la piovra.


A scanso di equivoci, il ragno «red back» sarà presente solo nella versione destinata ai collezionisti
Lug 12 2006 - 00:00

Notizie dall'Italia

I ministri? Per i diciottenni non fanno la differenza

La lettera del nuovo ministro non cambia la classificazione né tanto meno la stima economica prevista dai cataloghi. I quali considerano l’emissione dei diciottenni indipendentemente dalla firma presente sul foglio di accompagnamento, vuoi sottoscritto da Mario Landolfi, vuoi da Paolo Gentiloni.

“Vaccari news” ha infatti svolto una indagine fra gli editori che in queste settimane stanno predisponendo i cataloghi, disponibili subito dopo le vacanze. Queste le scelte attualmente adottate e comunicate.

- Bolaffi: le due cartevalori saranno considerate anche come foglietti ed inserite nel capitolo specifico; per dare delle valutazioni economiche l’azienda torinese preferisce attendere quando la distribuzione sarà terminata, quindi il marzo 2007. Alcune ipotesi di quotazione saranno pubblicate sul numero di settembre del “Collezionista”.

- Sassone: l’emissione avrà un indice “/I” e sarà presente sotto i corrispondenti francobolli normali (i cosiddetti “preobliterati”) e nella categoria dei foglietti. La ditta romana inserirà, al posto dei prezzi, un trattino.

- Unificato: la società milanese per l’occasione apre una nuova categoria, quella dei “blocchi foglietto omaggio”. Le stime sono differenziate: il foglietto regalato ai ragazzi viene considerato 450,00 euro; quello per le ragazze 500,00.

Il catalogo Enciclopedico uscirà invece a fine 2006.


La notizia con la lettera dell’ex ministro Mario Landolfi
La lettera del ministro Paolo Gentiloni (file jpeg da 1,6 mega)
Come considereranno l’emissione per i diciottenni i cataloghi 2007? «Vaccari news» lo ha chiesto agli editori
Lug 11 2006 - 13:57

Dall'estero

Ed ora i fari sono per “South Africa 2010”

Nel tripudio degli italiani, vincitori di “Deutschland 2006”, si è consumato ieri sera anche il passaggio del testimone dalla Germania al Sud Africa, primo Paese del Continente Nero incaricato di organizzare i Campionati mondiali di calcio (l’Egitto, che pure ha prodotto appositi dentelli, due anni fa rimase a bocca asciutta).

Anche le poste dello stato australe si sono mosse, lanciando un foglietto da 4,40 rand che annuncia l’appuntamento, previsto per il 2010. L’immagine propone un licaone; l’animale si distingue per l’interagire con il gruppo (proprio come i calciatori) ed oggi sta per scomparire. Nella vignetta è associato al pallone, mentre lo sfondo richiama l’arancio del sole ed i bordi del blocco ricordano il fiore nazionale, la Protea Cinaroide.

Il foglietto –annunciato da Città del Capo- è il primo di una serie che ogni anno accompagnerà collezionisti e supporter verso il nuovo torneo sportivo.


Il sito di «South Africa 2010» (in inglese)
La candidatura fallita dell’Egitto
Il foglietto, che segna il passaggio del testimone tra Germania e Sud Africa, è uscito venerdì 7 luglio
Lug 11 2006 - 13:51

Notizie dall'Italia

Le raccomandate funzionano, ma gli avvisi di ritorno?

Le raccomandate vanno spesso veloci, ma gli avvisi di ricevimento prioritari marciano al rallentatore. Questo l’esito di una mini-inchiesta, condotta dal collega Claudio Baccarin, vicepresidente dell’Unione stampa filatelica italiana, che mercoledì 14 giugno ha inviato una decina di raccomandate (affrancate con 3,40 euro: ovvero 2,80 per la raccomandata più 0,60 per l’avviso di ricevimento che ora è solo prioritario) ad altrettanti corrispondenti in Veneto, Piemonte, Lombardia, Umbria, Emilia, Lazio e Repubblica di San Marino.

Normalmente, in andata, le lettere hanno viaggiato… spedite: un giorno per la città del Santo, cinque giorni (ma il 18 giugno era domenica) per il Titano. Grande lentezza invece per gli avvisi di ricevimento, ovvero per le attestazioni che danno modo al mittente di sapere che la sua missiva (per la cui affrancatura ha speso l’equivalente di 6.583 lire) è arrivata a destinazione.

Ebbene, se gli avvisi da Verona e Foligno hanno completato il percorso di andata e ritorno in 3 giorni, 7 ne ha richiesto il tragitto Padova-San Marino-Padova. Addirittura quindici giorni (a voler essere magnanimi è possibile non considerare due domeniche…) sono serviti per il trasporto dell’avviso all’interno del medesimo territorio comunale patavino. Record negativo per la “cartolina” prioritaria firmata a Milano il 16 giugno e arrivata al mittente il 3 luglio. Forse, nel frattempo, si è fermata a prendere il sole sul lago di Garda…


La tabella con tutte le spedizioni (file pdf)
Capita che gli avvisi di ritorno... ritornino in tempi sensibilmente diversi
Lug 11 2006 - 00:00

Appuntamenti

Asiago: con il gallo cedrone il Premio n°36

Il «sublime abitatore dei boschi alpini», secondo una definizione di Mario Rigoni Stern, annuncia la trentaseiesima edizione del Premio internazionale Asiago d'arte filatelica, prevista per domenica 16 luglio

È il gallo cedrone, il “sublime abitatore dei boschi alpini” secondo una definizione di Mario Rigoni Stern, ad annunciare il Premio internazionale Asiago d’arte filatelica. Presente nell’annullo italiano che documenta la 36ª edizione del riconoscimento, attribuito ogni anno ai francobolli più significativi emessi sul pianeta nella stagione precedente.

Quattro i riconoscimenti attesi: oltre a quello d’arte filatelica, la giuria (cui partecipano, oltre all’autore del “Sergente nella neve”, anche il regista Ermanno Olmi, l’art designer Franco Filanci, il presidente del Circolo filatelico sette comuni Maurizio Stella ed il presidente emerito dell’Accademia olimpica Lorenzo Pellizzari) dovrà scegliere il miglior dentello per i temi ambiente, turismo e cultura, quest’ultimo messo in palio proprio dall’Accademia olimpica.

Ma perché l’urogallo? Dopo i fiori –ammettono gli organizzatori, che fanno capo al Circolo filatelico numismatico sette comuni- il filone naturalistico promosso attraverso il manuale “imbocca quello degli animali che popolano (sempre meno in non pochi casi) boschi e prati dell’altopiano”.

La consegna dei riconoscimenti si svolgerà domenica 16 luglio alle ore 11 presso il municipio, il quale si trova in piazza Risorgimento della cittadina vicentina.

L’iniziativa è abbinata ad una mostra che invece resterà aperta dal 15 al 23 luglio presso il palazzo della Comunità montana (piazzale della Stazione, ingresso libero sabato e domenica negli orari 9.30-12.30 e 15.30-19, gli altri giorni 16-19). Qui, nel giorno inaugurale, sarà operativo un altro sportello dotato di sottolineatura marcofila, in questo caso sammarinese.


La manifestazione vista dalla comunità locale
Lug 10 2006 - 00:00

Dall'estero

Anche la Georgia chiama l’Europa (e l’Italia)

Il francobollo turco per «PostEurop», uscito il 30 maggio, rinnova l’esigenza di maggiori legami con l’Ue

Pure la Georgia punta all’Ue e lo fa sapere attraverso i bambini, approfittando del tema “PostEurop”, quest’anno dedicato all’integrazione vista dai giovani.

La serie locale esce oggi e, sorpresa, il valore da 20 tetri propone fra le bandiere in prima fila anche l’italiana. È collocata in un gran pavese insieme a quelle di numerosi altri Paesi dell’Unione, mentre in basso a destra fa capolino il vessillo della stessa Georgia. Come per dire: “Ricordatevi che ci siamo anche noi”.

Lo stesso concetto di prossimità tra Bruxelles e Tbilisi è ribadito nel secondo taglio, da 80 tetri. Il quale rappresenta il pianeta, il drappo nazionale e l’ormai gettonatissimo fascio di stelle gialle in campo blu.

Approcci simili, provenienti sempre da stati che bussano alle porte dell’Ue, sono stati riscontrati in altre produzioni di “PostEurop 2006”, giunte in particolare da Azerbaigian, Bulgaria, Croazia e Turchia.


Oggi esce l’emissione della Georgia; anche in questo caso Tbilisi legge il tema dell’integrazione vista dai giovani in chiave continentale
Lug 09 2006 - 23:10

Dall'estero

Ministro Gentiloni, ed ora il francobollo!

L'annullo con cui la Germania ha salutato l'Italia campione

Una vittoria guadagnata sul campo e che adesso richiede un riconoscimento pubblico, anche a livello postale. È la richiesta dei collezionisti ed anche degli appassionati sportivi che, in questi momenti, stanno festeggiando la vittoria contro la Francia. Ministro Paolo Gentiloni, l’Italia chiede un francobollo: possibilmente bello e che esca al più presto.

Un francobollo per continuare la tradizione, che ha visto sottolineare con un 1.000 lire dovuto a Renato Guttuso la vittoria del 1982. Senza dimenticare l’ospitalità data ai Campionati nel 1990 e addirittura del 1934, che hanno originato altre serie commemorative.

Ma questo soprattutto per cancellare –se possibile- l’ultimo scandalo del mondo calcistico. Che ha costretto Poste italiane prima a congelare la tradizionale emissione per la squadra vincitrice del Campionato di serie “A”, e poi a toglierla discretamente dalla programmazione.

Ministro Gentiloni, ci pensi. L’Italia aspetta.


Il sito ufficiale di «Deutschland 2006» (in varie lingue)
L'emissione italiana del 1982
Anche l'entusiasmo italiano nella recentissima serie che Gibilterra ha emesso per salutare «Deutschland 2006» e i vincitori dei precedenti campionati
Lug 09 2006 - 00:00

Dall'estero

Germania - Per questa sera solo gli annulli

Da Berlino è arrivato un cordiale ma deciso “no”. “Non abbiamo programmato –ammette a «Vaccari news» Brigitte Wohner di Deutsche post- nessun francobollo speciale per la vittoria”.

La Germania ha scelto quindi una strada diversa rispetto a quella adottata dall’Italia, in qualità di Paese ospite, nel 1990. Quando, l’8 luglio, all’indomani della partita conclusiva Germania-Argentina, la squadra teutonica con un goal a zero guadagnò la coppa e subito dopo le macchine del Poligrafico di piazza Verdi cominciarono a girare, stampando il francobollo “Germania campione del mondo”. Francobollo in vendita a 600 lire già dalla mattina successiva, in particolare presso la sede della manifestazione romana “Calciofil”.

Per l’edizione 2006 un dato è certo: a suggellare l’incontro di questa sera restano almeno gli annulli, uno dedicato alla partita ed il secondo alla squadra campione.


Due gli annulli programmati per oggi a Berlino, dai quali mancano ancora i nomi delle squadre protagoniste
Lug 08 2006 - 19:04

Notizie dall'Italia

Sempre più alta la febbre per la finalissima

Sotto il porticato del palazzo delle Poste, in piazza Cordusio a Milano, domenica sera tra le ore 23 e le 24 verrà allestito un gazebo

Per un eventuale francobollo italiano, a questo punto, occorrerà aspettare ancora, e soprattutto bisognerà attendere il risultato di domani sera.

Ma la festa ci sarà ugualmente, anche in alcuni sportelli postali. Come a Milano, dove tra le ore 23 e le 24 di domenica, in un gazebo situato all’ingresso del palazzo di piazza Cordusio, sarà aperto un ufficio distaccato, dedicato appunto alla finalissima.

Qui saranno in vendita gadget a tema calcistico e potranno essere obliterate con il manuale dello sportello filatelico tutte le corrispondenze presentate dal pubblico.

Intanto, la febbre calcistico-postale si diffonde; persino l’agenzia giornalistica Adnkronos ha realizzato un approfondimento sul tema, coordinato da Federico Luperi.


L’approfondimento dell’Adnkronos
Lug 08 2006 - 11:21

Emissioni Italia

Strage di Bologna, la memoria storica si fa dentellata

A venticinque anni dalla strage, nel 2005, venne impiegato solo un annullo; ora arriva il francobollo

Nel 2005, per il venticinquesimo anniversario, non ce l’ha fatta, nonostante le polemiche di allora. Ma quest’anno uscirà. È il dentello che ricorda la strage di Bologna del 2 agosto 1980, che ha provocato 85 vittime e oltre 200 feriti.

Il via libera è giunto dal Consiglio dei ministri di ieri, il quale “su proposta del ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni”, ha approvato l’iniziativa.

L’emissione -precisa Palazzo Chigi- “intende rendere un messaggio di speranza quale contributo a che la memoria storica non si spenga e rappresenti l’antidoto più forte al ripetersi di eventi così efferati”.


Le polemiche dell’anno scorso
Lug 08 2006 - 00:00

Vaticano

Papa Ratzinger a Valencia, tra famiglie e cordoglio

L’annullo che sottolinea il soggiorno di Benedetto XVI a Valencia, in Spagna, riporta le date di oggi e domani. Ma c’è tempo fino al 9 agosto per richiederlo

Un viaggio già programmato da tempo, ma ora caratterizzato dall’incidente alla metropolitana che lunedì ha ucciso oltre quaranta persone.

Benedetto XVI si reca oggi a Valencia, dove resterà pure domani, per celebrare l’“Incontro mondiale delle famiglie”, un’esperienza aperta da Giovanni Paolo II nel 1994 a Roma e poi ripetuta ogni tre anni con tappe in Brasile, ancora a Roma e a Manila, “allo scopo di pregare, dialogare, imparare e condividere il ruolo della famiglia cristiana come chiesa domestica e unità di base della nuova evangelizzazione”.

A sottolineare l’evento nella città spagnola anche un annullo speciale dovuto alle Poste vaticane, nel quale è riprodotto lo stemma del pontefice.

Il materiale da timbrare dovrà essere inoltrato in Vaticano all’ufficio obliterazioni entro il 9 agosto, tenendo presente che le tariffe, dall’1 luglio, sono state parificate a quelle italiane.


Il programma ufficiale
Lug 07 2006 - 14:07

Notizie dall'Italia

Dal 10 luglio in posta anche per i passaporti

Anche alcuni uffici postali ritirano le richieste per il rilascio o il rinnovo del passaporto

Non solo nelle questure, dai carabinieri o nei comuni. Da lunedì 10 luglio anche gli sportelli postali saranno abilitati a ritirare le richieste riguardanti il rilascio o il rinnovo del passaporto.

Conclusa la fase sperimentale a Roma, Poste italiane ed il ministero dell’Interno hanno quindi siglato una convenzione che sviluppa il progetto a numerose altre realtà.

“Presso gli uffici postali abilitati –spiegano dal Viminale- saranno disponibili il modulo per la richiesta, la marca per concessioni governative e il bollettino di conto corrente postale per il pagamento del libretto del passaporto; sarà sufficiente portare con sé due fotografie formato tessera e la fotocopia del documento di riconoscimento firmata in originale”.

La persona potrà poi ricevere il passaporto con posta assicurata presso qualsiasi indirizzo in Italia, o anche presso l’ufficio postale indicato nella richiesta.

Il servizio ha un costo di 20,00 euro, che si aggiunge alle normali spese previste per il rilascio o il rinnovo del passaporto.


Gli uffici abilitati (file pdf)
Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2019 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157