Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Set 22 2006 - 00:00

San Marino

A sorpresa una cartolina da San Marino. Uscirà il 12 ottobre

L’Ambasciata italiana si trasferisce e il Paese ospite, nel caso specifico San Marino, sottolinea il fatto con una cartolina postale, finora non prevista, che uscirà il 12 ottobre.

L’intero vale 60 centesimi e propone da un lato la facciata della nuova sede, cioè l’Istituto per la protezione degli orfani e dell’infanzia sammarinese. Un dettaglio della stessa immagine è ripreso, sull’altra parte, per l’impronta di affrancatura.

Ventimila le cartoline stampate.


I rapporti diplomatici tra San Marino ed Italia (nella foto il confine) ricordati dalla nuova cartolina postale
Set 21 2006 - 11:44

Dall'estero

Le dodicenni italiane sbaragliano. All’Onu

Esattamente un anno fa, Vittoria Sansebastiano, oggi tocca ad Ariam Boaglio. È bis tricolore per i francobolli Onu realizzati da giovanissimi, mentre il premier Romano Prodi a New York sta incontrando i leader della terra.

Il contesto è sempre la stessa serie, “Il mio sogno: un giorno la pace”. Dietro c’è un concorso internazionale fra gli adolescenti sostenuto dai Lions che prevede, per i migliori manifesti, la trasformazione in carta valore postale. L’International peace poster contest -questo il nome dell’iniziativa- intende “dare ai giovani la possibilità di pensare alla pace nel mondo ed esprimere in modo creativo ciò che questo significa per loro”.

Ancora sei i francobolli realizzati dalle Poste azzurre: per i due tagli in dollari statunitensi sono state scelte le proposte di due ragazzi, rispettivamente di Cina Popolare e Thailandia; i soggetti targati euro giungono da Germania e Indonesia mentre quelli espressi in franchi svizzeri arrivano da Stati Uniti e, appunto, Italia.

Ariam Boaglio è stata coinvolta dal Lions club di Barge-Bagnolo (Cuneo) ed ha raffigurato una colomba, rafforzata dalla bandiera ad arcobaleno che cinge il pianeta. “La pace -ha detto- è il valore più importante per la nostra vita. Tutti dovrebbero perseguire attivamente la pace per creare un futuro migliore”.

L’iniziativa dentellata, nata tre anni fa ed ora alla sua tappa conclusiva, intende ricordare che il 21 settembre è il giorno della pace, ricorrenza introdotta dall’Assemblea generale dell’Onu nel 2001.


L'emissione 2005
Rassegna stampa (file pdf)
Ariam Boaglio e il suo manifesto, trasformato in francobollo dell'Onu da 0,85 franchi svizzeri
Set 21 2006 - 00:00

Vaticano

Cinque secoli fa i Musei vaticani

Una delle opere più significative fra quelle conservate ai Musei vaticani. Quindi scelta per festeggiare il mezzo millennio raggiunto dalla raccolta, oggi fra le più importanti al mondo.

È il gruppo statuario del Laocoonte, ritrovato cinque secoli fa, esattamente il 14 gennaio 1506, in una vigna sul colle Oppio a Roma e subito acquisito da papa Giulio II.

Sono tre i valori in cui la serie si articola: 0,60, 0,65 e 1,40 euro. Propongono le teste dei personaggi che animano la scena, cioè i due figli e al centro il protagonista stesso, mentre un foglietto da 2,80 euro ospita l’intera scultura.

Il sacerdote Laocoonte si era opposto, contro il volere di Atena e Poseidone, ad accogliere all’interno delle mura di Troia il cavallo di legno donato dai greci. Due serpenti marini lo avvolsero perciò fra le loro spire uccidendolo insieme ai figli, segnando così il destino della città e profetizzando la fondazione di Roma.

La serie, tirata in 300mila copie, ed il foglietto, prodotto in 120mila, saranno disponibili dal 12 ottobre. Sono realizzati in rilievo.

La scoperta e la fortuna del Laocoonte verranno riprese anche da una mostra con cui a novembre i Musei celebreranno il giro di boa.


Le altre serie previste per il 12 ottobre
I Musei vaticani
Tre francobolli ed un foglietto propongono il gruppo del Laocoonte, alle origini, mezzo millennio fa, dei Musei vaticani
Set 20 2006 - 17:44

Notizie dall'Italia

Da oggi i “Ptbusiness” si fanno in... cento

È questa carta gratuita che dà la possibilità di ottenere le prestazioni dei «Ptbusiness»

Sono ormai cento i “Ptbusiness” aperti da Poste italiane: questa mattina, con l’inaugurazione della sede di via Sassetti 27 a Milano, si sono infatti raggiunte le tre cifre.

Oltre all’offerta dei tradizionali servizi, nei “Ptbusiness” sono disponibili prodotti e prestazioni integrate diretti a professionisti, piccole imprese e pubblica amministrazione. Come il conto “Office”, il servizio “Prestimpresa”, la raccomandata online.

A disposizione della clientela affari ci sono poi i supporti promozionali: “Stampa&mailing” (per organizzare le iniziative di comunicazione diretta), “Stampa digitale” (per personalizzare i materiali di comunicazione di un’azienda), “Postatarget” (il servizio di recapito di messaggi promozionali e pubblicitari indirizzati) e “Promoposta” (per la distribuzione non indirizzata di comunicazioni informative, istituzionali e pubblicitarie a tutti i recapiti di una o più zone con lo stesso codice postale). Senza dimenticare le visure catastali, le tipologie preferenziali per i pacchi, gli oggetti di cartoleria ed imballaggio e così via.

I servizi sono disponibili per tutti gli operatori economici e per i professionisti in possesso della “PTbusiness card”, gratuita e richiedibile presso i consulenti di Poste italiane.


Sono ormai cento i punti «Ptbusiness» operativi; qui quello di via Pellicceria a Firenze
Set 20 2006 - 00:00

Appuntamenti

A Legnago filatelia religiosa ed archeologica

Il miglior francobollo a tema religioso emesso in tutto il pianeta nel 2005: è l’obiettivo del Premio internazionale d’arte filatelica “San Gabriele”, quest’anno giunto alla ventiquattresima edizione.

Il riconoscimento verrà consegnato domenica 24 settembre alle ore 11 presso il Museo Fioroni di Legnago (Verona), che si trova in via XX Settembre.

Organizzata dal Circolo filatelico numismatico “Sergio Rettondini”, l’iniziativa considera le produzioni dell’anno precedente e individua quella che, presentando un disegno appositamente realizzato, ha meglio contribuito a diffondere il messaggio evangelico. Hanno garantito il patrocinio l’Associazione italiana di filatelia religiosa e l’Unione mondiale che portano il nome dell’arcangelo dell’Annunciazione.

A registrare la cerimonia anche una cartolina ed un annullo, in uso proprio domenica: entrambi propongono l’Annunciazione di Sandro Botticelli, liberamente interpretata da Franco Filanci.

La stessa sede museale ospita, fino all’1 ottobre, la mostra filatelica documentaria “Maria Fioroni una vita per l’archeologia”. Ad ingresso libero, osserva gli orari 9-13 e 15-18.30 il sabato e la domenica, 15.30-18 gli altri giorni.


Anche la cartolina che documenta il Premio San Gabriele numero ventiquattro è ispirata all’Annunciazione di Sandro Botticelli riletta da Franco Filanci
Set 19 2006 - 18:38

Notizie dall'Italia

Da domani il “cap” si rinnova

Il nuovo elenco dei codici è disponibile in versione cartacea o elettronica

Il codice di avviamento postale a nove cifre resta ancora un progetto, intanto quello a cinque si rinnova. Entra infatti in vigore domani la riorganizzazione del “cap”, per “ottimizzare -precisano da Poste italiane- la qualità del servizio di recapito in linea con i cambiamenti toponomastici e amministrativi avvenuti negli ultimi anni in Italia”.

La novità più evidente riguarda ventisette città (Ancona, Bari, Bergamo, Bologna, Brescia, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, La Spezia, Livorno, Messina, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Perugia, Pescara, Pisa, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Torino, Trieste, Venezia, Verbania, Verona) suddivise in zone postali. Secondo i calcoli, il 10% circa delle strade avrà un numero diverso rispetto al passato.

Vengono classificate le vie di nuova istituzione, rivisti o eliminati alcuni codici cittadini (scompaiono i 19138 e 19139 a La Spezia, il 90132 a Palermo, i 65131 e 65132 a Pescara, il 30131 a Venezia) e per Bari, Perugia, Pisa, Reggio Calabria, Roma, Trieste, Venezia e Verona se ne aggiungono di nuovi. Ulteriori modifiche interessano altri 79 comuni e circa 2.400 frazioni.

Poste italiane ha distribuito a tutti i residenti delle zone interessate un opuscolo informativo, ma “anche le amministrazioni locali e centrali, le principali istituzioni e i grandi speditori stanno ricevendo le informazioni necessarie”.

Gli aggiornamenti sono contenuti nella nuova edizione del libro dei codici (4,90 euro) e nel cd rom “Cerca cap” (6,90 euro), disponibili presso gli sportelli postali, gli uffici e le aree “Ptbusiness”. In entrambi sono catalogati gli 8.101 Comuni d’Italia (con il dettaglio cartografico delle vie per le 27 città “multicap”) e le 8.500 frazioni principali. È rivolto ai grandi utenti il cd rom “Cap professional”, prodotto nelle versioni ad uso interno (con licenza di uno o due anni) e commerciale (con licenza di un anno).


L’ipotesi del codice a nove cifre
Più facile recapitare le corrispondenze, a condizione di inserire il codice di avviamento corretto ed aggiornato
Set 19 2006 - 00:00

Dall'estero

La vignetta si anima grazie alla tecnologia neozelandese

Cinquanta immagini diverse per creare quasi un film. E vedere così la palla lanciata con la mazza da golf sull’erba o nella sabbia.

Non è un documentario, ma la serie di francobolli che l’Eire propone da oggi per celebrare l’edizione 2006 della “Ryder cup”. Un evento così importante che a Dublino non hanno esitato nell’impiegare la stampa lenticolare, ricorrendo per le immagini ad una società neozelandese e per predisporre le cartevalori ad uno stampatore australiano, specialisti in un settore che nel mondo ha ancora pochi concorrenti.

I francobolli lenticolari -precisano agli sportelli della posta- sono simili a quelli olografici, nel senso che inclinandoli cambiano immagine e danno l’impressione del movimento. Fino a poco tempo fa era possibile associare appena due o tre scatti, quindi l’effetto risultava limitato perché è la quantità di posizioni in sequenza a crearlo. Le tecniche attuali e software sofisticati hanno permesso ora di garantire un risultato più complesso.

I due francobolli sono adesivi e in vendita a 0,75 euro ognuno. Predisposti anche in libretto di prestigio da 12,00 euro che li associa ai precedenti esemplari emessi per la manifestazione sportiva.

Tra i precedenti assimilabili vi sono i quattro francobolli per le Olimpiadi del 2004 emessi, guarda caso, dalla Nuova Zelanda e la coppia proposta dai Paesi Bassi nel febbraio scorso, dedicata ai vincitori di vecchie edizioni dei Giochi invernali.


Il caso neozelandese di due anni fa
Due francobolli in... movimento: inclinandoli, si vedono le fasi di gioco come in un film
Set 18 2006 - 13:42

Appuntamenti

A “Gifra 2006” convegno, mostre, riunioni e presentazioni

È giunto a quota dieci “Gifra 2006”, il convegno commerciale che Ravenna dedica alla filatelia, alla storia postale, alle cartoline e alla numismatica. Tra gli stand, vi è quello di Vaccari srl.

La manifestazione si svolgerà al palazzo “Mauro De André”, in viale Europa 1, sabato 23 e domenica 24 settembre, restando visitabile dalle 9.30 alle 18.30 (domenica chiusura alle 14). L’ingresso è libero.

Tra le iniziative in calendario, la selezione del campionato cadetti della Federazione fra le società filateliche italiane nonché la mostra e l’assemblea elettiva (sabato alle ore 11) dell’Associazione italiana collezionisti di posta militare e storia postale.

Senza naturalmente dimenticare l’appuntamento con i cataloghi: alle ore 11.30 di sabato il presidente, Paolo Frontini, e il direttore responsabile, Paolo Deambrosi, presenteranno ufficialmente l’edizione 2007 dell’Unificato, mentre il presidente Paolo Vaccari spiegherà l’impostazione del prossimo Vaccari.


Le collezioni esposte (file pdf diffuso dalla Federazione)
Nuovo appuntamento, il decimo, con le manifestazioni collezionistiche di Ravenna «Gifra»
Set 18 2006 - 00:00

Notizie dall'Italia

Cpo addio. Lavorazioni postali sempre più centralizzate

Addio ai centri postali operativi (Cpo), strutture che sempre più appartengono ad un mondo condannato all’estinzione. Un processo in atto da tempo ma che oggi si avvia verso l’epilogo.

Secondo Poste italiane, infatti, risulta vincente centralizzare il processo in pochi Cmp (centri di meccanizzazione postale), dove a farla da padrone è l’alta tecnologia. In Lombardia, ad esempio, passa il 25-27% del traffico nazionale ma solo il Cpo di Sondrio è effettivamente attivo, in quanto sede troppo decentrata rispetto al resto della rete. Tutti gli altri sono ormai diventati dei semplici punti di transito da e per i Cmp.

Il più grande Cmp tricolore è quello di Peschiera Borromeo (Milano), che ogni giorno lavora 3,7 milioni di oggetti: le corrispondenze normali sono 2 milioni, il resto confezioni voluminose ed assicurate.

Macchinari periodicamente rinnovati permettono, se necessario, di raddrizzare gli oggetti e poi di timbrarli, leggere con l’occhio elettronico l’indirizzo e convogliarli a destinazione (oggi 1.100 mete diverse, ma presto potrebbero raddoppiare), opportunamente confezionati ed etichettati.

L’uomo interviene solo nel caso non sia possibile la comprensione automatica dell’indirizzo: le immagini dei plichi (non più, come si faceva una volta, gli originali) arrivano sui computer di uno speciale ufficio che “interpreta” calligrafie ed indicazioni poco chiare, in modo da assicurare il risultato finale.

A permettere alle macchine di instradare correttamente il plico sono le due sequenze di barrette ormai abituali: quella nera indica il codice postale (per ora a cinque cifre, ma si sta valutando di estenderlo a nove per garantire una suddivisione più puntuale). Quella rosa, invece, costituisce l’“immagine” della busta; attraverso particolari lettori permette di registrare l’ingresso e l’uscita del plico dal sistema e lo rende disponibile alle lavorazioni.


Il centro meccanizzato postale di Peschiera Borromeo lavora il 25-27% di tutto il traffico nazionale
Set 17 2006 - 00:00

Libri e cataloghi

La sintesi caratteristica prima del “Flash”

Il «Flash» riporta in sintesi tutti i francobolli italiani

Dagli Antichi Stati al luglio 2006: è quanto offre il “Flash” 2007, firmato dalla Bolaffi ed ora al debutto.

In 432 pagine (prezzo di copertina 10,00 euro) repertoria e valuta tutti i francobolli prodotti da Italia, San Marino e Vaticano, sia pure in estrema sintesi.

Il quadro economico che ne risulta, precisano dalla società torinese, è positivo “per tutti i capitoli storici e collezionistici”. Gli Stati preunitari registrano aumenti medi del 4-5% con punte superiori -fino al 20%- per i nuovi e per le lettere; il 5% di rivalutazione vale anche con il Regno, dove a raggiungere il 10-15% sono le piccole serie. Valutabile al 3,5% l’incremento della collezione completa di Repubblica.

Atteso più in là, probabilmente in novembre, il nuovo catalogo “Forum”.


Set 16 2006 - 19:46

Appuntamenti

Le lettere dal fronte? In libreria!

La mostra «Lettere dal fronte» è ospitata alla libreria ai Prefetti

Un luogo inconsueto per scoprire, “attraverso i frammenti di storia giunti a noi tramite la corrispondenza militare, il dramma delle due guerre mondiali del secolo scorso”: è quanto propone la libreria ai Prefetti di Roma con il percorso “Lettere dal fronte”.

Associati agli scritti dei soldati (complessivamente circa 350, montati su pannelli), vi sono mappe, libri, vestiti ed alcune foto originali dell’Istituto Luce: scattate dal 1938 al 1943, ritraggono il lavoro della diplomazia e della propaganda fascista di quel convulso periodo. Un piccolo approfondimento è dedicato alle istantanee della battaglia di Punta Stilo del 9 luglio 1944.

L’allestimento, ad ingresso libero, si trova in via dei Prefetti 16. È visitabile fino al 4 novembre nei seguenti orari: lunedì 15.30-19.30; dal martedì al venerdì 10-13.30 e 15.30-19.30; sabato 10-13.30.


Le tappe del percorso (file rtf)
Un dettaglio dei pannelli con i documenti
Set 16 2006 - 00:00

Notizie dall'Italia

Per la “Quintana” Giovanni Bosi diventa disegnatore

Il bozzetto dell'annullo che sarà utilizzato domani a Foligno è dovuto al giornalista Giovanni Bosi

Dallo scritto all’immagine: è la nuova tappa del giornalista Giovanni Bosi, che per conto del “Corriere dell’Umbria” e dei giornali collegati ogni settimana dedica un’intera pagina alla filatelia e al collezionismo in genere. Uno spazio che oggi non ha paragoni in altre testate e che giovedì scorso è stato rinnovato.

Ora, però, non si accontenta più di descrivere gli eventi, ma collabora alla loro organizzazione, soffermandosi sempre sugli aspetti postali. L’annullo che Foligno (Perugia) dedicherà alla tradizionale “Giostra della Quintana”, ad esempio, è suo. Notizia nella notizia, visto che con l’edizione 2006 l’appuntamento raggiunge quota sessanta.

“Nella sua attuale edizione moderna -precisano gli organizzatori- la “Giostra” “fa riferimento ad una data precisa, ma ad una circostanza del tutto casuale”. Nel 1946 la “Società di mutuo soccorso fra operai, agricoltori ed altri cittadini in Foligno” intendeva celebrare l’85° anniversario della sua nascita; per questo venne riscoperta la competizione equestre in costume, che risale al 1613. E che ancora oggi viene ripetuta ogni anno.

L’annullo di Giovanni Bosi, il quale è pure direttore responsabile di “Collezionisti”, il periodico delle nuove schede telefoniche prepagate firmate da Telecom Italia, verrà impiegato domani.

Ndr: la manifestazione (e dunque l’annullo) sono poi stati rinviati al 23 settembre a causa del maltempo.


Il sito della manifestazione
Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2019 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157