Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Ott 20 2006 - 00:00

Notizie dall'Italia

Fax sì ma certificato. Nuovo servizio di Poste italiane

Nuovo servizio di Poste italiane, che fa da tramite per testimoniare l'invio di un fax. I dati vengono conservati per dieci anni

Il fax? Nell’era delle e-mail sembrerebbe un prodotto superato, ma non è così. Tanto che Poste italiane avvia un nuovo servizio. È “Certofax”, che “consente di inviare documenti via fax conferendo maggiore valore probatorio alle proprie comunicazioni”.

È così possibile spedire qualsiasi documento (scritti, stampati, disegni...), da qualunque apparecchio fax, con la sicurezza dell’integrità del contenuto, la tracciabilità e la garanzia dell’avvenuta trasmissione.

Il servizio -spiegano dalla società- “elimina la possibilità di contraffazione e/o modifica dei dati riportatati sul rapporto di trasmissione di un comune apparecchio fax (data, ora, numero del mittente e del destinatario) che possono essere facilmente manomessi”.

Per usufruirne è sufficiente chiamare il numero 899.100.097, disponibile 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Il documento viene così inoltrato a Poste italiane, che, prima di trasmetterlo al destinatario, lo contrassegna con un numero identificativo e un codice di archiviazione.

Ottenuta la comunicazione di esito positivo dell’invio, Poste italiane acquisisce dalla rete telefonica i dati di riferimento (data e ora di ricevimento del fax) e invia la notifica al mittente.

Chiamando lo stesso numero, sia il mittente sia il destinatario possono chiedere il rilascio di una copia del fax trasmesso, conservata su supporto magnetico nell’archivio di Poste italiane per dieci anni dalla data di trasmissione.

Il costo del servizio è di 1,20 euro al minuto (iva inclusa), senza scatto alla risposta, con un importo medio di 2,52 euro per l’invio di 2 fogli; l’importo viene addebitato sulla bolletta telefonica. Condizioni agevolate sono previste per le aziende e la pubblica amministrazione che sottoscrivono un contratto specifico.

“Certofax” è utilizzabile anche recandosi presso uno dei settemila uffici postali abilitati al servizio, presenti su tutto il territorio nazionale.


Ott 19 2006 - 18:15

Appuntamenti

Da oggi, “Karalis”

Storia postale classica e contemporanea, filatelia tradizionale classica e contemporanea, filatelia tematica nonché “un quadro” ed esposizione regionale patrocinata (erp) delle classi precedenti: sono questi i percorsi da oggi a domenica visitabili a Cagliari.

È “Karalis 2006”, promossa dall’Associazione filatelica e numismatica intitolata ad Antonino Garofalo con il supporto della Federazione fra le società filateliche italiane. Allestita alla Cittadella dei musei in piazza Arsenale, osserverà gli orari 9-13 e 16-18.30; domenica chiuderà definitivamente alle 13. L’ingresso è libero.

L’appuntamento ha già fatto parlare di sé per la svista con cui era stata predisposta la bozza della cartolina postale dedicata alla manifestazione. Vi campeggiavano alcune copie del 5 centesimi di Sardegna nella sconosciuta versione dentellata. A seguito delle osservazioni giunte dal mondo collezionistico, era stato rimediato all’errore.


Il cambiamento operato sulla bozza della cartolina
La prima versione dell'intero
L'elenco dei partecipanti (file pdf)
Apre oggi «Karalis 2006», suggellata da una cartolina postale, qui nella versione definitiva
Ott 19 2006 - 00:00

Dall'estero

L’Unpa ridimensiona la sede di Ginevra

Peter Torelli, dal 1993 amministratore incaricato della sede di Ginevra delle poste Onu, andrà in pensione il 30 novembre. Dal 2007 parte delle attività verrà concentrata a Vienna

Dall’inizio del 2007 la maggior parte delle funzioni amministrative in capo a Ginevra “saranno trasferite al nostro ufficio di Vienna”, anche se, al palazzo delle Nazioni, resterà operativo uno sportello per le vendite, gli annulli e le altre attività filateliche.

Così il responsabile dell’Amministrazione postale Onu con base in Svizzera si accomiata dal mondo filatelico: Peter Torelli, dopo quasi trent’anni trascorsi sotto la bandiera azzurra -venticinque dei quali all’Unpa- il prossimo 30 novembre andrà in pensione.

Al suo attivo ha diverse iniziative, come le emissioni congiunte, la prima delle quali -dedicata ai diritti umani- predisposta con l’Italia nel 1998. Oltre, naturalmente, alla presenza a numerosi convegni filatelici, fra cui il recente “Riccione 2006”.


Ott 18 2006 - 00:00

Giornali, riviste e siti

“The postal gazette” - L’obiettivo è la semplicità

È in distribuzione in questi giorni il numero uno di «The postal gazette»

Il numero “zero”, com’è d’uso, ha rappresentato una prova per saggiare gli aspetti tecnici ed organizzativi, ma anche l’accoglienza da parte del mercato. Ora si è partiti con la prima uscita ufficiale di “The postal gazette”, che si autodefinisce “mensile internazionale di storia postale e filatelia”

“Ho voluto -spiega a «Vaccari news» il direttore responsabile, Alessandro Arseni- dare un taglio netto alle mie passate esperienze con le case d’asta, che richiedono molto impegno e poche soddisfazioni. Pubblicare una rivista esige forse un impegno maggiore, ma almeno si è gratificati dai risultati, che non sono mancati”.

“«The postal gazette» -prosegue- si differenzia in tutto dalle altre riviste. È una rivista «in più», non pretende di sostituirsi a quelle già in commercio, che sono ottime. È in italiano e inglese per raggiungere un maggior numero di lettori, in tutto il mondo. Si rivolge ad un pubblico non troppo specializzato e si propone come un mezzo per accrescere il numero dei collezionisti che si possono avvicinare alla filatelia e alla storia postale, senza doversi confrontare con articoli difficili e troppo specialistici. Questo non esclude che verranno trattati particolari settori del mondo filatelico, ma saranno illustrati da un punto di vista più ampio, con semplicità e ponendo all’attenzione dei lettori gli aspetti che più attraggono i collezionisti, ovvero i viaggi, la storia, l’arte che è implicita in ogni francobollo, il valore economico e culturale che possiede ogni oggetto raccolto”.

Anche il formato si presenta differente dal consueto. “La scelta nasce da due considerazioni: una economica, perché costa meno degli altri formati, sia per la stampa che per la spedizione; la seconda perché offre un maggiore spazio alle immagini e al testo. Può risultare scomodo per la conservazione, ma agli abbonati sarà inviato un contenitore che permetterà l’archiviazione e la raccolta di tutte le copie. A chi rinnoverà l’abbonamento verrà spedito un indice completo degli articoli pubblicati nel corso dell’anno, in formato ridotto”.

L’abbonamento annuale (dodici numeri) costa 70,00 euro.


Il sito del mensile
Ott 17 2006 - 00:00

Dall'estero

La Scala? Debutta in Canada

C’è anche il tempio della lirica milanese nella serie che il Canada dedica all’opera e ai suoi protagonisti nazionali.

L’inconfondibile sagoma dell’edificio spicca associata a Jon Vickers, ritenuto il miglior interprete del ruolo di Siegmund nell’opera wagneriana “La valchiria”. “Animato di un talento, di una intensità e di energia senza limiti -precisano in posta- l’interprete ha conosciuto una carriera inattesa nell’opera. Da semplice venditore in una chincaglieria ha finito per accedere nelle più grandi sale del mondo intero”.

La serie si compone di cinque esemplari; escono oggi, all’apertura della stagione 2006-2007 firmata dalla Compagnia dell’opera canadese. Ognuno vale 0,51 dollari locali. Gli altri soggetti sono: la Place des Arts di Montreal con Maureen Forrester, il Palais Garnier di Parigi e Raoul Jobin, il Metropolitan Opera di New York associato a Edward Johnson, l’Opéra-Comique di Parigi e la coppia Léopold Simoneau e Pierrette Alarie.


La Compagnia dell'opera canadese (sito in inglese)
Parla anche italiano, citando la Scala, la serie canadese dedicata all'opera. È disponibile da oggi
Ott 16 2006 - 15:31

Dall'estero

Londra rinnova i personalizzabili

Solo per momenti davvero speciali: Royal mail dedica una nuova serie, in uscita oggi, agli “Extra special moments”. La proposta è rivolta agli appassionati del francobollo personalizzabile, un articolo oltremanica disponibile dal 2000 e che il pubblico locale mostra di gradire.

Sei i nuovi soggetti che riescono, in un’area piccolissima, ad esprimere la voglia di festa e di allegria, senza naturalmente dimenticare gli elementi formali, ossia Paese di provenienza (rappresentato dalla silhouette di Elisabetta II) e valore (il “prima classe”, sintetizzato con “1st”). A rafforzare il messaggio si aggiungono vignette e bordi, che possono appunto essere adattati sostituendo l’etichetta con una foto di propria scelta. Il costo per ottenere un foglio da venti esemplari e altrettante istantanee ammonta a 14,95 sterline, con possibilità di sconto per quantità rilevanti.


Per accedere al servizio delle poste britanniche
Sono sei i nuovi soggetti che Royal mail aggiunge al catalogo dei personalizzabili; l'immagine li presenta associati a bandelle neutre
Ott 16 2006 - 00:00

Appuntamenti

Nel 1607 il postiglione collegò San Marino a Rimini. Fra un anno la mostra

Si intitola “C’era una volta il postiglione” l’allestimento biennale che l’Azienda autonoma di stato filatelica e numismatica organizza per il 2007, esattamente tra il 2 ed il 3 giugno.

Ricordando che sono trascorsi quattro secoli da quel 7 ottobre 1607 in cui, riferisce Bruno Crevato-Selvaggi in “Le due Repubbliche - Storia, posta e francobolli fra San Marino ed Italia”, “il Consiglio principe e sovrano stabilì «di elleggere un postiglione che vadi a pigliare et porti le lettere alla posta di Rimino»”. Organizzando, dunque, un vero e proprio servizio postale rivolto principalmente al pubblico: “in questo senso –prosegue Bruno Crevato-Selvaggi- è il vero antesignano della posta di oggi”.

L’evento, che prevede mostra e convegno commerciale dedicato a filatelia, cartofilia e telecarte, sarà ospitato a Serravalle, presso il palazzetto dello Sport. Nero su bianco pure per gli orari: sabato 2 giugno dalle 9 alle 19, domenica 3 dalle 9 alle 15.


Confermata per il 2007 la manifestazione biennale organizzata a San Marino; questa volta sarà imperniata sui quattro secoli di servizio postale
Ott 15 2006 - 20:37

Appuntamenti

Venticinque candeline per l’Aicam, che “laurea” Nino Barberis

Sono prodotte da macchine come questa le affrancature meccaniche collezionate dai soci Aicam

I reduci dell’appuntamento di venticinque anni fa a Velate Milanese si ricordano ancora il nubifragio contemporaneo all’incontro. Adattando il celebre detto, si potrebbe dire che l’incontro bagnato si è rivelato fortunato. È stata chiusa oggi ad Alessandria la “tre giorni” con cui l’Associazione italiana collezionisti affrancature meccaniche ha completato i festeggiamenti per il primo quarto di secolo di attività.

Protagonista della manifestazione, in quanto anima dell’Aicam stessa, è stato Nino Barberis, cui il centinaio di presenti ha voluto attribuirgli scherzosamente, ma con affetto, la “laurea” in meccanofilia. È soprattutto grazie a lui se l’Aicam esiste ed è diventata il più grande sodalizio specializzato del mondo.

La festa, organizzata presso il teatro Parvum, prevedeva congresso nazionale, mostra -che anche il sindaco della città, Mara Enrica Scagni, ha voluto visitare stamani- ed una serie di iniziative collaterali.

“Venticinque anni –commenta il presidente dell’Aicam, Paolo Padova- rappresentano un significativo giro di boa, che abbiamo voluto sottolineare alla grande in una delle sedi storiche della nostra storia. Alessandria, attraverso il proprio Circolo filatelico numismatico, ci accoglie sempre in modo efficiente e signorile, ed è andata così anche ora. A testimonianza della festa lasciamo, fra l’altro, una produzione di informazioni rilevante: oltre all’abituale trimestrale, «Aicam news», articolato in 80 pagine, si aggiungono ad esempio il numero unico di 88 e la monografia firmata da Nino Barberis «Altri cinque anni con l’Aicam (e fanno venticinque!) 2001-2005», di 112 pagine”.


Giusi De Min, a nome dell’Aicam, ha appena posto in capo a Nino Barberis la corona di alloro: un gesto scherzoso, che però rivela l’affetto e la commozione del momento
Ott 15 2006 - 00:00

Libri e cataloghi

La sanità in posta, un’esigenza antica ma non solo

Due temi diversi ma che trovano un filo rosso comune: sono sanità e posta

Sanità e posta, due argomenti che a prima vista non hanno nulla in comune. Ma non è così, come dimostrano gli interventi di Chiara Simon, Michele Amorosi, Nello Bagni, Adriano Cattani, Federico Borromeo d’Adda e Umberto Bocus nel volume “La sanità nella storia illustrata dai documenti postali” (88 pagine, 15,00 euro).

Lettere, cartoline, bolli speciali diventano “fonti storiche particolari”, permettendo di descrivere come l’uomo, nel tempo, ha affrontato il dilemma delle epidemie. Si affrontano quindi aspetti come la vita nei porti, le procedure tecniche, le normative, le misure di prevenzione.

Ma non è solo un problema del passato: Bocum affronta il tema della disinfezione operata sulle corrispondenze nel XXI secolo, riferendosi in particolare (ma non solo) al rischio antrace, registrato tra 2001 e 2002. Non a caso, l’irradiazione con cui la posta venne allora trattata negli Stati Uniti “rovinò numerosi francobolli e buste”.

È infine di Borromeo d’Adda la proposta per realizzare il censimento e la catalogazione delle lettere disinfettate italiane.


La scheda
Ott 14 2006 - 00:00

Smom

Smom, tornano le antiche insegne

Avviata il 13 maggio 2002 e ribadita il 21 giugno 2004 quando le produzioni non erano ancora in euro, torna ora con la terza tappa la serie Smom “Antiche insegne dell’Ordine”.

Quattro gli esemplari che usciranno il 16 ottobre, dedicati ad altrettanti reperti. Rappresentano: l’insegna di cavaliere professo, attribuibile alla seconda metà del XVII secolo (esemplare da 10 centesimi); di gran maestro, databile alla metà del XVII secolo (40 cent); di dama, impiegata alla fine del XVIII secolo (1,00 euro); di cavaliere di onore e devozione, risalente all’inizio del XX secolo.

Del primo taglio, utile per integrare le tariffe, ne sono stati prodotti 30mila pezzi; degli altri 20mila.

Oltre a questa serie, il 16 ottobre ne usciranno altre due: “Antichi costumi e tradizioni”, “Quarantesimo anniversario delle Poste magistrali”.


La serie «Antichi costumi e tradizioni»
La serie «Quarantesimo anniversario delle Poste magistrali»
Dopo due anni torna la serie dedicata alle antiche insegne dell'Ordine; i quattro francobolli saranno disponibili dal 16 ottobre
Ott 13 2006 - 12:20

Emissioni Italia

Natale tra sacro e profano

Anche in Italia sarà presto Natale. Esattamente il 28 ottobre, quando uscirà l’emissione che –ricorda Poste italiane- “segna una consuetudine filatelica”.

Come si sapeva, i tagli sono due, destinati a soddisfare le richieste per le destinazioni interne (però solo a tema religioso) e quelle europee e mediterranee (a soggetto laico).

Il 60 centesimi si ispira al dipinto “Adorazione dei magi” di Jacopo Bassano, pittore nato attorno al 1552 e scomparso nel 1592. L’originale è oggi conservato a Roma, nella cappella di “Civiltà cattolica”.

Il rosso, tipico colore delle feste, è invece il dettaglio che balza subito all’occhio nel secondo esemplare, quello da 65 centesimi. Propone un albero dorato.

Il taglio più basso è prodotto in cinque milioni di pezzi, l’altro in tre milioni e mezzo.

L’annullo primo giorno verrà impiegato allo Spazio filatelia di Roma.


Sono due i tagli italiani per le festività di fine anno; uno a tema religioso, il secondo laico
Ott 13 2006 - 11:32

Dall'estero

Malaga: 92 punti a Spampinato e Giudici

Novantadue punti: è questo il livello più alto raggiunto dalla pattuglia tricolore a Malaga, dove si sta svolgendo la mondiale della Federazione internazionale di filatelia per tutte le classi. Aperta sabato 7 ottobre, l’allestimento chiude oggi.

Due le collezioni che hanno raggiunto tale risultato: “Sicilia” di Giuseppe Spampinato, presente in classe tradizionale, e “Assedio di Parigi” di Ferdinando Giudici, per l’aerofilatelia. Subito dietro, con 91 punti, sono giunti “Congo indipendente” di Paolo Bianchi (tradizionale), “Voli italiani” di Bernardo Naddei (aerofilatelia), “Dagli Antichi Stati all’Estremo Oriente” di Saverio Imperato (“un quadro”). Tutte hanno meritato l’oro.

Oro anche in letteratura, con 91 punti, per il libro di Mario Mentaschi “Lire, soldi, crazie, grana e bajocchi”, edito da Vaccari srl.

In classe campioni erano presenti gli studi “Pontificio” e “Storia postale di Venezia”, firmati rispettivamente da Saverio Imperato e Franco Rigo.


I risultati degli italiani (file pdf)
Si sta svolgendo in questi giorni a Malaga la Mondiale Fip per tutte le classi, promossa anche attraverso le cartevalori
Ott 13 2006 - 09:13

Appuntamenti

Reggio Emilia premia Bruno Crevato-Selvaggi e Marisa Giannini

L'annullo impiegato domani alla manifestazione

È andato a Bruno Crevato-Selvaggi l’Oscar della filatelia 2006, attribuito ogni anno dal Circolo filatelico numismatico reggiano “Città del tricolore”.

La scelta -dice la motivazione- è dovuta “per le varie memorie di storia postale italiana in generale e per l’organizzazione con relativa pubblicazione della mostra di Montecitorio in Roma e della mostra delle due Repubbliche d’Italia e San Marino”.

Sarà inoltre conferito al direttore della divisione filatelia di Poste italiane, Marisa Giannini, il premio alla carriera, “per la professionalità e l’impegno profuso in questi anni nel settore della filatelia”.

I riconoscimenti vengono attribuiti dal sodalizio nell’ambito della propria 41ª manifestazione; in programma alla Fiera, è situata in via Filangeri 15 (zona Mancasale) e resta aperta oggi dalle 15 alle 19, sabato dalle 9 alle 20. Il percorso prevede il convegno commerciale e una mostra dedicata alla reggiana Nilde Iotti. L’ingresso è libero.


Bruno Crevato-Selvaggi oscar 2007, mentre Marisa Giannini ritira il premio alla carriera
Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2019 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157