Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Set 18 2009 - 03:03

Notizie da Vaccari

In... volo verso Roma

Particolarmente gettonato il settore dell’aviazione. Ad “Italia 2009” disponibili tre titoli, fra cui uno, scritto da Fiorenzo Longhi, riguarda i voli Zeppelin

Alla riscoperta dello studio di Mario Cobianchi

Ai filatelisti piace volare. O, almeno, studiare il settore dell’aviazione, soprattutto dei primordi. Lo testimonia, fra l’altro, l’attività libraria specializzata.

“Le richieste -conferma, da Vaccari srl, la responsabile editoriale, Valeria Vaccari- sono davvero molte; riguardano sia titoli ormai esauriti, sia settori ancora non coperti o che necessitano di essere rivisti. Per questo durante il «Festival internazionale della filatelia» proporremo, grazie ad una collaborazione con l’autore, Fiorenzo Longhi, il «Catalogo storico descrittivo degli aerogrammi Zeppelin di Italia, Colonie Italiane, San Marino, Vaticano 1929-1939». Per il settore rappresenterà un nuovo punto di riferimento, visto che, di fatto, l’unico precedente, decisamente più sintetico, è il lavoro di Ermanno Violino, risalente al 1971”.

Il volume, dedicato ai viaggi in Italia e nelle aree collegate dei celebri dirigibili tedeschi, repertoria tutti quelli che sono stati individuati, utilizzando la numerazione tratta dagli archivi della stessa società di Friedrichshafen. Conta 288 pagine con 863 illustrazioni a colori e in bianco e nero; è scritto in italiano e inglese. Sarà venduto a 100,00 euro, comprendo, in una guida a parte, l’elenco dei voli e le valutazioni.

“Si aggiunge -conclude Valeria Vaccari- alla ristampa del Micheli, dedicato alle normative sulla posta aerea, e all’aggiornamento dell’introvabile Cobianchi, la cui edizione base è del 1943. Il lavoro sugli Zeppelin e lo stesso Cobianchi verranno presentati il 21 ottobre alle ore 17, proprio nell’ambito di «Italia 2009»”.

Notizia aggiornata il 6 ottobre.


Le schede e i moduli di prenotazione per il catalogo dei voli Zeppelin…
…e per l'opera di Mario Cobianchi
La ristampa del volume di Giovanni Micheli
Tornano gli Zeppellin, grazie a Fiorenzo Longhi
Set 17 2009 - 23:13

Notizie dall'Italia

Poste italiane... scommette con Sisal

L’ambiente specializzato dà l’azienda come uno dei possibili interlocutori per il “Gratta e vinci”

Non solo la vendita del francobollo per il lotto; l’interesse di Poste potrebbe andare più in là...

Dopo prodotti finanziari, articoli da cartoleria e librari, trasporti aerei, assicurazioni, telefonia e ancora altri ambiti, Poste italiane potrebbe -oltre a recapitare lettere e pacchi- entrare nel mondo delle scommesse. L’indiscrezione arriva da Agicos.

Secondo l’agenzia, che è specializzata nel settore, la società condotta da Massimo Sarmi “avrebbe avviato contatti con Sisal per essere a fianco dell’azienda milanese” nella prossima gara del “Gratta e vinci”.

I primi contatti “avrebbero dato esito positivo”, “anche se ci sarebbero ancora da limare delle divergenze sembra soprattutto sull’impegno economico da parte di Poste”. L’intesa potrebbe addirittura andare al di là e prevedere, in futuro, accordi per il “Superenalotto”.

Grazie alla sua rete estesa a 14mila sportelli, “più volte si era vociferato sul suo ingresso nel mercato dei giochi”.

La gara riguarda la gestione per un periodo di 5+4 anni ed interviene su un mercato, quello delle lotterie istantanee, che a fine anno potrebbe valere 10 miliardi di euro.

Per ottenere l’affidamento della concessione, l’aggiudicatario deve attestare all’Amministrazione autonoma dei monopoli di stato “l’impegno ad attivare entro il 31 dicembre 2010 una propria rete distributiva esclusiva su tutto il territorio nazionale composta da almeno 10.000 punti di vendita e che copra almeno tutte le province ed il 30% dei comuni. La scelta dei punti di vendita fisici deve articolarsi in modo da comprendere oltre a esercizi frequentati da un buon numero di consumatori abituali o di passaggio anche esercizi che osservano orari di apertura estesi e diversificati in modo da massimizzare le opportunità di accesso al gioco, anche da parte di fasce diverse di consumatori”.

Le candidature -conclude la nota- devono essere presentate entro le ore 16 del 12 ottobre.


L’esemplare per il lotto emesso tre anni fa
Set 17 2009 - 20:28

Appuntamenti

Personale per Irio Ottavio Fantini

I suoi francobolli, ma anche bozzetti, interi, buste, cartoline ed altro, proposti a Legnago (Verona), che lo ricorda con un manuale. Tra gli altri temi, l’omaggio al cardinale Placido Zurla

“Con questo attacco di ironica megalomania, saluto tutti i lettori e amici di «Cronaca filatelica»”. Così, nel gennaio 2005, l’illustratore e bozzettista scomparso il 22 maggio scorso apriva il mensile toscano, mentre sulla copertina si dipingeva nell’atto di creare un francobollo con il proprio viso. Lo stesso primo piano verrà ripreso dopodomani a Legnago (Verona), dove il Circolo filatelico “Sergio Rettondini” gli dedica uno degli annulli varati per l’annuale mostra filatelica documentaria, visitabile alla Fondazione Fioroni di via XX Settembre il sabato e la domenica negli orari 10-12 e 15.30-18 (per gli altri giorni occorre concordare un appuntamento telefonando allo 0442.200.52).

Il “pittore dei papi” -come è stato definito- ha al suo attivo un gran numero di francobolli, ma anche interi postali, buste, cartoline, annulli e schede telefoniche, oggetti che valorizzano soprattutto il suo talento nel ritratto. Saranno presentati nella rassegna insieme a disegni e bozzetti non utilizzati, come quello per la visita di Giovanni Paolo II a Fatima.

Fantini -commentano gli organizzatori- si era fatto una sua precisa idea su quello che doveva essere il francobollo. Il quale -insisteva- doveva “ritrovare un’identità artistica e una finalità culturale andata perduta. Il collezionista spesso colleziona tutto senza badare alla qualità dell’offerta; fortunatamente ci sono ancora organismi postali, non tutti, che hanno una sensibilità particolare e tendono a privilegiare un taglio pittorico. E meno male! Pensate ad un museo filatelico costellato di opere partorite da una stampante a laser. Vorrei che il creatore di francobolli non scomparisse nell’oblio a prodotto finito, ma che continuasse a promuovere la sua opera ovunque, specialmente nelle scuole, descrivendo la storia che c’è dietro a quel pezzetto di carta colorata con la colla dietro, raccontando la sua storia, la ricerca, le tecniche, le elaborazioni, le correzioni, i rifiuti. Che si riappropriasse, insomma, del suo ruolo di artista e di maestro”.

Contemporaneamente, un secondo manuale ricorderà Placido Zurla, nato a Porto di Legnago il 2 aprile del 1769, che Pio VII nominò cardinale il 16 maggio 1833. A lui si deve, tra l’altro, la fondazione dell’Accademia di Santa Cecilia per lo studio della musica sacra, ma anche il sostegno ad Antonio Canova, che per questo rappresenterà un altro dei protagonisti dell’allestimento.

Accanto ai documenti storici figura una collezione legata all’attualità, e in particolare all’“Anno internazionale dell’astronomia”.

Il taglio del nastro è previsto alle ore 11 di sabato 19, presente la vedova di Irio Ottavio Fantini, Adriana.

La manifestazione si chiuderà domenica 27 settembre, quando alle 11 il Museo Fioroni ospiterà la cerimonia conclusiva del Premio internazionale d’arte filatelica “San Gabriele”, sottolineata da una terza obliterazione.


La scomparsa di Irio Ottavio Fantini
Il “San Gabriele” 2008
La copertina di “Cronaca filatelica” del maggio 2005 e l'annullo che sarà impiegato il 19 settembre
Set 17 2009 - 15:04

Notizie da Vaccari

È accordo con Mail boxes etc. e Ups

Ora i clienti di Vaccari srl possono scegliere l’operatore con cui farsi recapitare francobolli e libri


Un servizio molto competitivo, di qualità e a misura del destinatario. Fermo restando che, in ogni caso, il cliente potrà scegliere come alternativa Poste italiane. È l’aggiornamento introdotto da Vaccari srl dopo l’accordo che coinvolge la compagnia di corriere espresso e consegna pacchi Ups.

“Cercavamo -ammette la responsabile commerciale dell’azienda, Silvia Vaccari- un partner aggiuntivo, che garantisse consegne in tempi davvero certi e che, al tempo stesso, offrisse, oltre al monitoraggio on-line degli invii, altre opzioni, fra cui la possibilità di concordare con il destinatario la consegna tassativa. Gli ultimi aumenti tariffari di Poste italiane, introdotti a sorpresa il 30 giugno scorso, hanno reso improponibili certe spedizioni. Da qui la nostra indagine, che ha permesso di individuare per ulteriore referente, grazie a Mail boxes etc., Ups, uno dei più noti operatori del settore”.

Per i francobolli spediti in Italia, lo standard attuale è l’assicurata, che fino a 350 grammi costa 10,00 euro. Chi vuole, può anche indicare come vettore Ups, il quale, con la stessa cifra, consegna plichi fino a 1 chilo in 24 o 48 ore.

“Per gli oggetti pesanti entro i 10 chili, dagli accessori ai libri, c’è il pacco ordinario di Poste italiane, che resta confermato a 5,00 euro (l’importo è fermo da almeno dieci anni), mentre con Ups la cifra va dai 10,00 (per colli fino a 5 chili di peso) ai 13,00 euro (fino a 20 chili). Sempre con la consegna tra le 24 e le 48 ore”.

Più complesso è il discorso con l’estero, dove le raccomandate tradizionali, limitate ai 2 chili, hanno assunto costi proibitivi. “Ci sono soluzioni alternative”, prosegue Silvia Vaccari. “Variano, però, in base all’effettiva destinazione”.

“Per i francobolli, alla tradizionale raccomandata con avviso di ricevimento, si affianca, per l’intero pianeta, l’eccellente servizio «express saver», garantito da Ups, che ad esempio, con soli 18,00 euro, consegna nei Paesi Ue in 24 ore o in Usa e Canada in 48”.

“Un altro cambiamento importante che abbiamo effettuato è porre come standard la spedizione di libri via «sacco M economy». Possibile solo per chi è editore, è l’unico sistema economico con cui consegnare in tutto il mondo. La via di superficie, se non si ha urgenza, ha un ottimo rapporto qualità-prezzo: 11,00 euro per l’Europa e 12,00 per l’oltremare fino a 5 chili”.

“Per qualsiasi altra richiesta, dalla via aerea a Ups, come sempre al momento dell’ordine, forniremo il preventivo esatto di spesa in base all’effettiva meta. Lo stesso discorso vale per chi ha esigenze particolari di urgenze tassative”.

“Tutte le nostre tariffe comprendono sia gli oneri per la spedizione, sia quelli per l’imballo, la relativa lavorazione e, importante, l’assicurazione contro il furto o lo smarrimento per l’intero importo”.


Le condizioni generali di vendita e i costi di spedizione
Gli aumenti di Poste italiane
L'azienda ha sottoscritto un accordo per offrire un servizio di consegna alternativo, garantito da Ups
Set 17 2009 - 07:21

Smom

Educazione, salute, soccorso

Sono gli argomenti dei tre francobolli che lo Smom dedica alle attività mediche e umanitarie esercitate nel mondo

Il francobollo italiano del 2001, sul tema di quanti attraversano il mare per cercare fortuna

Dopo il sovrastampato da 0,60+1,00 euro in favore dei terremotati d’Abruzzo, uscito il 18 maggio, lo Smom torna a parlare del suo impegno in favore di chi ha bisogno, grazie alla serie “Attività mediche e umanitarie dell’Ordine”, questa volta tirata in 12mila copie e pronta ad uscire il 23 settembre.

Tre gli esemplari, confezionati in fogli da dodici.

Il primo, al costo di 1,40 euro, cita l’asilo nido e la scuola materna attivati a Whebede, in Sud Africa. “È un’area-dicono gli organizzatori, che fanno capo alla Confraternita del beato Gérard- estremamente afflitta dalla povertà. È un vecchio insediamento rurale senza alcuna opportunità di lavoro”. Quasi tutti sono gli uomini sono costretti ad emigrare e molte donne devono arrangiarsi con altre attività; per questo hanno bisogno di un posto che si prenda cura dei bambini.

Dal Continente nero allo Sri Lanka con il taglio da 2,00 euro. È dedicato al progetto “Wash”, operativo nei distretti di Ampara e Galle, anch’essi colpiti dallo tsunami cinque anni fa. In tale caso, l’impegno condotto da Malteser international riguarda il miglioramento negli approvvigionamenti idraulici e, soprattutto, l’installazione di latrine adeguate alle esigenze igieniche e sanitarie.

L’ultimo esemplare costa 2,50 euro e riguarda la presenza a Lampedusa. Grazie ad un protocollo d’intesa sottoscritto con il ministero dell’Interno, il personale del Corpo italiano di soccorso dello Smom viene imbarcato sulle motovedette della Guardia costiera e presta servizio “a favore dei tanti profughi che entrano faticosamente nelle nostre acque territoriali ed avvicinano le nostre coste in condizioni spesso critiche”. Le “carrette del mare” erano state citate, sia pure senza lo stesso appeal, nell’800 lire che Roma aveva proposto, in vista del Natale, il 30 ottobre 2001.


Il taglio da 0,60+1,00 euro per aiutare i terremotati abruzzesi
“Attività mediche e umanitarie”: la tappa 2008
Le emissioni Smom pronte ad uscire
La nuova serie dello Smom; sarà disponibile dal 23 settembre
Set 16 2009 - 22:46

Notizie dall'Italia

Cambio nella continuità per l’Ufs

Al vertice dell’Unione filatelica siciliana nominato il vicepresidente uscente, Giulio Perricone. Nino Aquila proposto come presidente onorario

Il nuovo presidente dell'Ufs, Giulio Perricone

Alla presidenza dell’Unione filatelica siciliana, Nino Aquila vi aveva rinunciato con la chiusura di “Sicilia 2009”, dopo trentuno anni e due mesi di impegno nella carica. “Sono fermamente convinto -aveva detto a «Vaccari news»- che bisogna lasciare i propri incarichi non nel momento in cui le cose vanno male, ma quando vanno bene”, ed è quanto ha fatto.

La palla, dunque, è passata al consiglio direttivo del sodalizio, che ha tratto le sue scelte, confermando una linea di continuità.

Il nuovo rappresentante apicale è proprio il vice della gestione precedente, ossia Giulio Perricone, mentre il suo attuale sostituto è Gaetano Palmigiano. “Dopo oltre trent’anni di presenza nel comitato direttivo -aggiunge ora il neo presidente- ho assunto con lo stesso spirito costruttivo l’incarico di reggere l’Unione filatelica siciliana in prima persona per il desiderio di Nino Aquila, insostituibile personaggio della filatelia degli ultimi decenni, che proporremo all’assemblea dei soci come presidente onorario a vita. Spero di continuare a dare un valido contributo alla filatelia a Palermo e di collaborare attivamente con la Federazione per manifestazioni future”.

Confermati segretario e tesoriere, cioè Sebastiano Dimartino ed Eligio Di Mento. Nel comitato di lavoro restano lo stesso Nino Aquila, nonché Ettore Sisino e Luigi Strazzeri.


La rinuncia di Nino Aquila
Giulio Perricone e le cartoline di Palermo
“Sicilia 2009”
Set 16 2009 - 18:21

Notizie dall'Italia

“Scudo fiscale” - Poste non si schiera ancora

Mentre i potenziali concorrenti (banche ed altri operatori) stanno già muovendosi, la società sembra ignorare ancora il business dato dalle procedure collegate allo “scudo fiscale”

Anche Poste italiane potrà trattare le procedure riguardanti lo “scudo fiscale”

Alcuni gruppi bancari si sono già mossi sull’argomento, e i richiami pubblicitari non mancano. Poste italiane, almeno per il momento, sembra però non considerare le opportunità date dallo “scudo fiscale”. Utilizzando la funzione di ricerca del sito aziendale, ad esempio, non emerge nulla.

Eppure, risulta espressamente citata -insieme a diverse altre categorie come, oltre alle banche, le società di intermediazione mobiliare o di gestione del risparmio- tra gli operatori indicati dall’Agenzia delle entrate per gestire l’“emersione di attività detenute all’estero”.

Risulta nella bozza di circolare della stessa Agenzia, diffusa preventivamente per “creare un dialogo con i cittadini attraverso un vero e proprio forum dedicato, che consentirà di valutare non solo le indicazioni delle associazioni di categoria e degli ordini professionali, ma anche di tutti coloro che vorranno inviare suggerimenti tecnici”. La possibilità di partecipare al confronto scade il 25 settembre.

Il provvedimento, valido fino al 15 aprile 2010, si rivolge “alle persone fisiche e agli altri soggetti fiscalmente residenti nel territorio dello Stato che, anteriormente al 31 dicembre 2008, hanno esportato o detenuto all’estero capitali e attività in violazione dei vincoli valutari e degli obblighi tributari”.


Set 16 2009 - 11:09

Libri e cataloghi

Il Giappone in 380 pagine

Confermata l’impostazione tradizionale del Sakura, che raccoglie tutta la produzione nazionale

La copertina del nuovo Sakura

Il Giappone cambia. Al governo è giunto il Partito democratico guidato da Yukio Hatoyama, che ha sconfitto i liberaldemocratici già guidati da Taro Aso. Questi ultimi, tranne pochi mesi negli anni Novanta, sono rimasti al potere ininterrottamente dal 1955. Il suggello è stato dato oggi dal Parlamento.

Nella continuità, invece, è il catalogo di francobolli Sakura, di cui sul mercato occidentale è giunta l’edizione 2010. Di piccolo formato e con 380 pagine a colori (in Italia è venduto a 20,00 euro), offre l’intera produzione nazionale, negli ultimi tempi complicata dalle emissioni per le Prefetture: in vent’anni -debuttarono l’1 aprile 1989- sono state repertoriate diverse centinaia di serie.

Tra i dentelli di occupazione, quelli per la Manciuria e gli altri territori dell’Asia, senza dimenticare le attività postali alleate, in particolare per Okinawa, chiusesi soltanto il 20 aprile 1972. Nelle restanti sezioni figurano pure i personalizzati e gli interi postali.

Le voci sono sinteticamente descritte anche in inglese; le valutazioni vengono espresse in yen.


La scheda con l'indice
Le difficoltà “postali” del governo di Taro Aso
Set 16 2009 - 06:55

Dall'estero

Per la Sepac è bis

È la realtà che unisce tredici piccole amministrazioni postali europee; dodici partecipano al secondo giro condiviso

Al via oggi il secondo giro della Small european postal administration cooperations, la realtà che mette in contatto le piccole amministrazioni postali d’Europa. Non tutte (manca ad esempio il Vaticano), ma quelle che hanno aderito all’idea, abbozzata nel 1994 dall’allora operatore commerciale Paolo De Rosa, di porre intorno allo stesso tavolo, per confrontarsi su temi condivisi, gli operatori più minuti. Così, quasi tutti gli anni si sono tenuti uno o due incontri; questa volta l’appuntamento è a Roma (ma non ad “Italia 2009”), tra il 20 ed il 21 ottobre.

Accanto alle riunioni, nel 2007 ha preso quota un’emissione, cui hanno partecipato undici partner: Aland, Faeroer, Gibilterra, Groenlandia, Guernsey, Islanda, Jersey, Liechtenstein, Malta, Man e Monaco. Rimasero fuori Lussemburgo e San Marino, scelta -almeno per quest’ultimo- ancora una volta confermata.

Come la precedente, la nuova tappa è dedicata al tema “Paesaggi”. Si articola in dodici esemplari con il logo Sepac (alcuni Paesi hanno proposto una serie più lunga, ma solo un esemplare appartiene all’iniziativa) e nominale utile per spedire una lettera prioritaria nel continente. La confezione completa è venduta, ad esempio agli sportelli lussemburghesi, a 15,00 euro.


Il sito della Sepac (in inglese)
Il giro del 2007
I dodici francobolli targati Sepac; per alcuni Paesi il contributo è inserito in una serie più ampia
Set 15 2009 - 23:48

Notizie dall'Italia

Brescia - Il centenario è mesto

Domani il convegno storico per il “Circuito aereo internazionale”. Negli occhi ancora la disgrazia di Montichiari, accaduta il 6 settembre

L’annullo del 6 settembre, regolarmente impiegato

Funestata dall’incidente aereo incorso al “Brixia air show”, la celebrazione per il secolo del “Circuito aereo internazionale” si sta tenendo ugualmente, sia pure con un tono più basso.

Gli annulli non hanno subìto contrordini. Anche perché la disgrazia di Montichiari, costata la vita a Marzio Maccarana -il copilota, Paolo Castellani, è in gravi condizioni- è accaduta nel tardo pomeriggio di domenica 6 settembre, mentre lo sportello distaccato aveva cominciato a timbrare lettere e cartoline (quella di Poste italiane riproduce il manifesto dell’epoca, che annunciava 100mila lire di premi) alle 10 del mattino.

Il programma prevede un’altra tappa domani, ma nel capoluogo di provincia. Dalle 9.30 alle 13.30 l’Università cattolica del Sacro Cuore ospiterà il convegno storico “A Brescia oggi si vola! - Cronache e personaggi del circuito aereo del 1909 e dell’aviazione in terra bresciana”, patrocinato dal ministero per i Beni e le attività culturali ed aperto a tutti. Anche in questo caso, il Lions club Brescia host ha richiesto un manuale; rispetto al precedente, cambiano soltanto data e località.


Il convegno
Il sito del “Brixia air show” temporaneamente oscurato in segno di lutto
Dopo Montichiari, domani tocca a Brescia ricordare il “Circuito aereo”
Set 15 2009 - 19:04

Emissioni Italia

Com’era e com’è

Arriverà il 13 ottobre e saluta il quotidiano più antico e diffuso a livello regionale. È il francobollo per “L’unione sarda”

Vale 60 centesimi l'omaggio per “L'unione sarda”

Due prime pagine (quella del 13 ottobre 1889 ed una che richiama l’oggi) sovrapposte per rendere omaggio al quotidiano di Cagliari, “L’unione sarda”, e ai suoi 120 anni, che ne fanno il più antico -ma anche diffuso- quotidiano dell’isola. Oltre alla sede centrale ha sezioni distaccate a Nuoro, Olbia, Oristano, Quartu Sant’Elena e Sassari e, sul continente, a Roma e Milano.

Il francobollo, che quest’anno si aggiunge all’analogo tributo per la testata fiorentina “La nazione”, vale 60 centesimi ed arriverà il giorno esatto dell’anniversario, appunto il 13 ottobre. L’annullo fdc sarà disponibile allo sportello filatelico di Cagliari Centro.

La tiratura è pari a quattro milioni di pezzi.


Il sito del quotidiano
Il francobollo per “La nazione”
Set 15 2009 - 10:40

Dall'estero

Mentre Roma indugia, arriva Londra

Per “Italia 2009” Royal mail ha predisposto un foglio di personalizzati con venti francobolli ed altrettante immagini fotografiche

Mentre, da Roma, Poste dichiara che “entrano nel vivo i lavori preparatori di «Italia 2009»”, a cinque settimane dall’apertura del “Festival” ancora non si sa nulla né sui dettagli organizzativi né sulle immagini dei tanti francobolli pronti all’uscita.

Quest’ultimo argomento è stato affrontato addirittura dall’Ansa, che -considerate le ultime modifiche al calendario e, in particolare, il definitivo da 3,30 euro- ha calcolato che per il mese di ottobre solo il Bel Paese sfornerà “ben 29 francobolli differenti e 4 cartoline postali”, com una spesa dai 25,00 ai 30,00 euro, “a seconda del grado di completezza che si vuole raggiungere”.

Intanto, dopo Corea del Nord e Smom, alla spicciolata vengono resi noti altri tributi. Come quello britannico, consistente in un minifoglio personalizzato che debutterà il 21 ottobre a 8,35 sterline. Comprende venti francobolli uguali di prima classe (un “Hello” nel cielo) e altrettante bandelle con dieci soggetti dedicati a Roma e al Vaticano.


Sul sito di “Vaccari news” il calendario aggiornato delle emissioni italiane
La cartolina dello Smom…
…il foglietto nordcoreano
Il minifoglio britannico con i monumenti di Roma e del Vaticano
Set 15 2009 - 02:45

Appuntamenti

Da Piacenza ad Empoli è convegno

Iniziative mercantili ma anche altre attività nelle due manifestazioni del fine settimana

L'annullo sammarinese per Solferino

Weekend dedicato alle ricerche per migliorare le proprie collezioni. Succede, ad esempio, a Piacenza ed Empoli (Firenze), dove si svolgeranno altrettanti convegni commerciali.

Il primo, in calendario venerdì 18 (dalle ore 13 alle 19) e sabato 19 (9-17), è “Pantheon”, giunto alla ventiseiesima edizione. Organizzato da Sistematica srl, si svolgerà alla Fiera di Piacenza, in località Le Mose. Il costo d’ingresso è di 3,50 euro; dalla ferrovia sarà operativa una navetta gratuita (partenze dalla stazione: venerdì dalle 13 alle 18, sabato dalle 8 alle 16.30; periodicità ogni 15-20 minuti). Tre gli annulli annunciati dai promotori. Quello di San Marino, in particolare, ricorda il secolo e mezzo trascorso dalla battaglia di San Martino e Solferino. Non a caso, l’allestimento collegato si occupa della Seconda guerra di indipendenza. I due manuali italiani propongono il logo della manifestazione e il monumento a Ranuccio II Farnese, quarto duca della città.

La seconda iniziativa, invece, è “Emporium 2009”, voluta dal Circolo filatelico empolese e giunta alla diciannovesima replica. Il punto di riferimento è al palazzo delle Esposizioni di piazza Guerra, sabato 19 e domenica 20. Ad ingresso libero, osserva l’orario 9-18 (domenica chiuderà un’ora prima). Accanto ai tavoli, la mostra, ma solo numismatica, il numero unico da 40 pagine (è dedicato alla ricerca di bolli con sistemi fotografici all’ultravioletto e infrarosso, alla produzione e ai difetti di stampa dei francobolli di Toscana e allo studio delle falsificazioni) e l’annullo per il medico e poeta Ippolito Neri, scomparso tre secoli fa.


Tornano gli appuntamenti di Piacenza (foto sopra) ed Empoli (sotto)
Set 14 2009 - 20:43

Dall'estero

Dall’Upu il concorso epistolare sul lavoro dignitoso

La trentottesima edizione della gara, rivolta a giovanissimi di tutto il mondo, ha visto riprendere il tema di una campagna dell’Oil. A vincerla, una ragazzina della Repubblica Ceca

È stata una quattordicenne della Repubblica Ceca, Dominika Koflerova, a vincere il “Concorso internazionale di composizioni epistolari” firmato dall’Unione postale universale. A convincere la commissione di esperti è l’approccio adottato dalla ragazzina, che utilizzando carta e penna spiegava alla sorella come anche una semplice barra di cioccolato proveniente dal commercio equo e solidale potesse migliorare le condizioni di lavoro dall’altra parte del pianeta, nel caso specifico in Zambia.

La sua testimonianza è emersa tra quelle sottoposte da due milioni di giovanissimi e provenienti da circa sessanta Paesi. Giunta alla trentottesima edizione, la gara aveva come tema il “lavoro dignitoso”, seguendo le indicazioni emerse da una campagna dell’Organizzazione internazionale del lavoro.

“Oltre a scegliere un taglio originale -è la motivazione della giuria, cinque membri nominati da Upu, Unesco e Oil- Dominika ha spiegato con finezza come i Paesi ricchi possano contribuire al lavoro dignitoso consumando prodotti del commercio equo e solidale. Ha chiaramente espresso la sua comprensione della problematica. D’ora in poi, quando mangeremo del cioccolato, penseremo alla lettera della premiata”.

Al secondo posto è giunta la tredicenne vietnamita Nguyen Dac Xuan Thao, che ha composto “una lettera ben strutturata. Partendo dall’incidente incorso al padre, consegna un bel messaggio al resto del mondo”. “La sicurezza sul lavoro è la condizione «sine qua non» affinché le fabbriche ottengano il permesso di funzionare... in modo da ridurre gli incidenti e realizzando, così, il sogno di una vita migliore”.

Il terzo posto è stato attribuito, a pari merito, alla tredicenne Alina Beiner, della Bielorussia, che ha scritto “in modo ispirato e caloroso su questioni tecniche come la remunerazione o le tecnologie”, e al dodicenne montenegrino Dejan Kovac che desidera, quando avrà raggiunto l’età produttiva, “fare parte del mondo, della natura e della società, in armonia con i miei bisogni... e in pace interna”.

Archiviata l’edizione 2009, già si lavora a quella successiva: il filo conduttore individuato è “Scrivi una lettera a qualcuno per dirgli perché è importante parlare di aids e proteggersene”.


La campagna dell'Oil sul lavoro dignitoso (sito in inglese, francese e spagnolo)
Il tema 2009 del concorso ha coinvolto l'Organizzazione internazionale del lavoro
Set 14 2009 - 12:40

Appuntamenti

Darwin, scienziato e scrittore. Anche di lettere

In un continuo cambio di piani, tra oggetti ed animali veri e loro riproduzioni, tra fossili e reperti, alla mostra vi sono numerose missive, quasi sempre presentate come facsimile

Il simbolo scelto per la mostra itinerante

Un attento osservatore... “Conduce esperimenti. Legge molte opere di colleghi naturalisti di tutto il mondo, intrattenendo con loro corrispondenze epistolari”. E proprio le corrispondenze epistolari, sue e di altre persone citate, sono le comprimarie di “Darwin 1809-2009”, la mostra itinerante ospitata fino al 25 ottobre a Milano (presso la rotonda di via Besana) e che poi si sposterà, dal 24 novembre al 15 febbraio, a Bari. Mostra che gioca su più piani: ci sono modelli, fossili, oggetti ed animali veri e facsimili, fra cui quasi tutte le numerose lettere presenti.

Charles Darwin, ricordato dall’Italia postale con un francobollo uscito il 12 febbraio per il bicentenario dalla nascita (ma anche per il secolo e mezzo del volume “L’origine delle specie”), da giovanissimo collezionava uova di uccello e conchiglie marine, coleotteri e farfalle, falene e monete. E quando non raccoglieva, “scriveva lettere concitate al cugino William Darwin Fox, confessando «L’interesse che mi trovo ad avere per la scienza è piuttosto assurdo»”.

L’evento che cambia il corso della sua vita accade nel 1831, quando si imbarca sulla “Beagle” per partecipare, attraversando il pianeta, ad una spedizione cartografica voluta dalla Corona britannica. Secondo i programmi, sarebbe durata due anni, ma la nave torna soltanto nel 1836. Darwin esplora il continente sudamericano, analizza gli ecosistemi e le faune degli arcipelaghi e delle isole. Riempie numerosi taccuini con dettagliate osservazioni sulle piante, sugli animali, sulla geologia e sui climi. “Un bambino con un giocattolo nuovo -testimonia il capitano del bastimento, Robert Fitz Roy- non sarebbe stato più felice”. Lungo il viaggio si mantiene in contatto con la madrepatria scrivendo le sue avventure. Ma oltre alle relazioni personali, le missive cementano i legami professionali con alcuni scienziati.

Al suo ritorno è già famoso, e gli allestitori della mostra lo sottolineano con il riquadro “Efficienti poste britanniche” (anche se nella versione inglese il titolo è decisamente più neutro: “Sail mail”, ossia “Posta di mare”). “Darwin -si legge- inviò moltissimi esemplari e lettere via nave per tutta la durata del viaggio. All’epoca l’Inghilterra era una prospera potenza coloniale e disponeva di una rete di navi che abbracciava letteralmente tutto il mondo, così che Darwin poteva inviare e ricevere la posta da e verso quasi tutti gli angoli del globo”.

Nel 1842 trasloca a Down house, 25 chilometri da Londra, dove rimane per quarant’anni. La nuova casa è “il rifugio, il laboratorio di ricerca e il cuore dell’attività scientifica... Lavorando nello studio, nella serra, nel giardino, in contatto epistolare con scienziati di tutto il mondo, il naturalista riuscì pazientemente a completare la teoria dell’evoluzione per selezione naturale”. Dopo molte esitazioni pubblica, appunto nel 1859, il libro chiave. Che, insieme a “L’origine dell’uomo” del 1871, “avrebbe provocato una vera e propria rivoluzione e reso Darwin lo scienziato più onorato e dibattuto dei suoi tempi”.


Il sito della mostra
Il francobollo proposto dall'Italia
Numerose le lettere impiegate per illustrare il percorso; sotto, la ricostruzione dello studio di Charles Darwin
Set 14 2009 - 01:31

Notizie dall'Italia

Abruzzo: attraverso Poste, appena 2,8 milioni

Per le donazioni, gli italiani hanno preferito i gruppi bancari: da solo, Unicredit Banca di Roma ha raccolto 13 milioni. Altri 18,5 milioni dall’insieme dei gestori telefonici

Rispetto a Poste, contano di più le banche, decisamente. Almeno quando gli italiani vogliono fare beneficenza. La valutazione emerge esaminando i dati posseduti dal Dipartimento della protezione civile e riguardanti le donazioni in favore dei terremotati in Abruzzo.

Ad oltre cinque mesi dal terribile sisma, e trascorsa un po’ l’attenzione dei primi tempi, è possibile abbozzare alcune considerazioni. Al 10 settembre il valore complessivo dei flussi registrati attraverso la struttura guidata da Guido Bertolaso (quindi non tutti) ha superato i 45,5 milioni di euro.

La fetta più grande, quasi 23,8 milioni, arriva dalle donazioni svolte attraverso gli istituti di credito, anche perché è l’unico canale -fra quelli monitorati- ancora funzionante. Quindi in costante, seppure leggera, crescita. Seguono i gestori telefonici, attivi nelle prime settimane dopo il terremoto con i numeri 48.580 e 48.540; complessivamente hanno raccolto, attraverso “sms” ed altri sistemi, 18,5 milioni. A completare il quadro è il progetto “Un aiuto subito”, firmato dal “Corriere della sera” e chiuso il 26 maggio; ha messo insieme quasi 3,3 milioni.

E Poste italiane? Figura con due voci diverse nella sezione dedicata alle banche. Grazie alla trasmissione “Porta a porta” ha drenato 1,2 milioni di euro, cui vanno aggiunti altri 1,6 (erano 1,4 due mesi fa) transitati nel conto corrente intestato al Dipartimento. Una cifra non eccessiva, se confrontata con gli altri gruppi considerati: Unicredit Banca di Roma ha superato i 13 milioni, mentre Intesa San Paolo è giunta a 6,9. Fanalino di coda è la Banca nazionale del lavoro, che per poco non raggiunge il milione.


Il conto corrente postale per l'Abruzzo
Le iniziative dal mondo filatelico
Il contributo di Vaccari srl
Poste italiane è intervenuta non solo attraverso i servizi di base, ma anche raccogliendo fondi agli sportelli
Set 13 2009 - 01:43

Libri e cataloghi

Ora il periodo 1999-2001

Nuova tappa del monumentale lavoro dedicato ai francobolli italiani. Nato mezzo secolo fa, adesso è arrivato al settimo aggiornamento

Prosegue il lavoro nato nel 1959

“Una sentinella della memoria”, “un tentativo di conservare, contro la caducità del tempo e della vita, un pezzo di eternità”. Così, il presidente di Poste italiane, Giovanni Ialongo, definisce il collezionismo e in particolare la filatelia nel nuovo aggiornamento, il settimo, del volume “I francobolli dello Stato italiano”. Organizzato in 208 pagine a colori di grande formato, costa 35,00 euro.

Impostato esattamente come i precedenti (la collana nacque con il volume base nel 1959, mezzo secolo fa), si concentra sul periodo che va dal 1999 al 2001, caratterizzato dalla transizione verso la nuova moneta e, per questo, con i francobolli dal doppio nominale, lira ed euro. Una fase importante anche dal punto di vista organizzativo, dato che Poste italiane muove i primi passi dopo la sua trasformazione -avvenuta nel 1998- in società per azioni. Nascono nuovi servizi, primo fra tutti il prioritario, e nuovi prodotti collezionistici, come i folder.

Il volume repertoria gli esemplari emessi nel triennio, dando una serie di elementi tecnici e soprattutto degli approfondimenti riguardanti gli argomenti citati nelle cartevalori. Si completa con gli indici relativi ai provvedimenti legislativi e ministeriali, agli autori delle vignette, agli incisori, ai soggetti (personaggi; località, opere d’arte e edifici; fatti; altre cose notevoli), alle serie ordinarie tematiche. Migliorata, rispetto alla tappa precedente, la qualità delle immagini.


La scheda con l’indice
Il sesto aggiornamento
Set 12 2009 - 17:10

Notizie dall'Italia

Luce sulla posta

Il punto su Speedpost, la società specializzata nata dall’esperienza di Enel e Xerox

Non solo nel settore dell’energia, mercato oggi sottoposto a più concorrenti. L’Enel è attiva anche nell’ambito postale, attraverso Speedpost.

Il marchio ha unito le competenze di Enel.it (oggi Enel servizi) nel campo dell’“information & communication technology” e di Xerox nell’“information & document management”. L’offerta, dunque, comprende i servizi di elaborazione (composizione e formattazione), trasmissione, stampa, imbustamento e postalizzazione di ogni tipo di corrispondenza.

Con un volume di 200 milioni di buste all’anno ed oltre 1 miliardo di facciate stampate, è -precisano dalla società- la seconda in Italia per volumi lavorati e l’unica a possedere una specifica esperienza nella stampa di documenti a colori.

Dal maggio 2001 Enel.it è titolare della licenza di operatore per la posta elettronica ibrida epistolare (Peie) ed ha svolto le attività specialistiche attraverso, appunto, Speedpost. Nel settembre 2006 il servizio Peie è stato trasformato nella posta massiva secondo le condizioni tecniche attuative rilasciate da Poste italiane ed Enel servizi ha ricevuto la licenza di “consolidatore”.

L’offerta attuale si rivolge ad una clientela che movimenta grandi quantità di comunicazioni, come lettere, raccomandate, bollette, pubblicità diretta, depliant ed inserti tipografici, e-mail, produzione massiva di pdf. Ossia, soprattutto banche, istituti finanziari, aziende di servizi, enti interessati ad esternalizzare tali procedure.

Le prestazioni offerte partono dalla consulenza e dalla progettazione dei documenti; poi si aggiunge la parte produttiva vera e propria, con l’elaborazione e la stampa. Seguono la postalizzazione, tramite Poste italiane o i principali corrieri nazionali, e la registrazione informatica. In alternativa ai canali tradizionali, l’invio può essere effettuato attraverso l’e-mail. La consegna a Speedpost dei lotti ed il monitoraggio dell’iter possono avvenire attraverso il portale dell’azienda, in grado di gestire pure i resi.


Il sito dell’azienda
La linea di lavorazione
Set 12 2009 - 06:56

Notizie dall'Italia

Monza - Al via il “Gran premio”

I due annulli, in uso oggi e domani, affiancati compongono l’immagine dell’intero impianto sportivo

Ieri il circuito è stato visitato anche dal presidente della Regione, Roberto Formigoni

Il circuito è troppo grande per essere ripreso con sufficiente chiarezza, e i promotori... si inventano l’annullo ad immagine componibile. La prima obliterazione, con la data di oggi, offre un pezzo della pianta, mentre domani sarà possibile completare il disegno, così da avere la pista stradale con le varie curve, come quelle di Lesmo, del Serraglio, Grande e Parabolica, ma anche il rettilineo dove si trovano partenza ed arrivo e le varianti, nonché l’anello di alta velocità e la pista junior.

Succede a Monza, dove da ieri, e fino a domenica, si sta svolgendo il “Gran premio d’Italia”. Un evento eccezionale -viene definito in Comune, che con quello di Milano detiene la proprietà sull’impianto- capace di far arrivare nella città, da pochi mesi diventata capoluogo di provincia, migliaia di persone. Per l’edizione attuale si parla di centomila appassionati, su una capacità di accoglimento pari a centoventimila.


Il sito della manifestazione
La nuova Provincia di Monza e Brianza suggellata dalla marcofilia
Occorre affiancare i due annulli per avere il quadro d'insieme delle piste
Set 11 2009 - 21:47

Notizie da Vaccari

Perfin, quando l’antifurto era “fai da te”

In uscita da Vaccari srl il volume che integra il manuale del 2000, l’aggiornamento del 2005 e i ritrovamenti successivi riguardanti il sistema introdotto per evitare ruberie in ufficio

Con il volume sono abbinati le tavole trasparenti e il cd

È nato nel 2000 ed è stato aggiornato con un volumetto autonomo nel 2005, ma a fine settembre arriverà il lavoro rifatto, integrato con i ritrovamenti (oltre un centinaio) registrati negli ultimi quattro anni. È il “Perfin italiani”, il catalogo delle perforazioni applicate un tempo dalle aziende ai propri francobolli per evitare che dipendenti disonesti li rubassero. Il manuale venne realizzato da Enrico Bertazzoli e Beppe Ermentini, cui adesso -dopo la scomparsa, il 16 settembre 2003, di Ermentini- si è aggiunto Gianluigi Roncetti.

Edito da Vaccari srl, si compone di 304 pagine in bianco e nero, con testi anche in inglese, 32 tavole trasparenti (nel 2005 erano 30) con tutte le 1.107 combinazioni individuate da sovrapporre ai francobolli e -novità- un cd che propone le immagini a colori di 608 documenti. Il prezzo di copertina ammonta a 55,00 euro.

Lo studio non lista ed esamina soltanto il materiale trovato; la prima parte spiega la specialità da tutti i punti di vista: le origini (l’idea fu brevettata, era il 1858, nel Regno Unito), le normative, le tecniche per realizzarli, le tipologie di utenti (le banche, ma non solo), le problematiche per scoprire le aziende, le falsificazioni. E poi, naturalmente, gli aspetti collezionistici: in Italia, escludendo alcuni pionieri, fino ad epoche recenti il settore era seguito principalmente dai tematici, anche a causa dell’ostracismo opposto da chi riteneva questi francobolli irreparabilmente rovinati dai fori.

Gli autori stimano il perfin sciolto secondo una scala in cinque scaglioni che va da 0,50 a 10,00 euro, cui va aggiunto, eventualmente, il costo della carta valore.


La scheda con l'indice
L'aggiornamento del 2005
Il ricordo di Beppe Ermentini
Come si presenta la catalogazione
Set 11 2009 - 14:29

Emissioni Italia

Il 31 ottobre il 3,30 euro ordinario

L’altra modifica al programma riguarda, ancora una volta, l’emissione natalizia

Che la serie “Posta italiana” non si esaurisse a quanto giunto il 7 luglio era lampante. Ma non si avevano i dettagli su quando e cosa si sarebbe aggiunto. Elementi ora noti: il 31 ottobre, a chiudere -salvo sorprese- l’annata 2009, arriverà come prima integrazione un 3,30 euro, valevole per spedire una raccomandata di primo porto all’interno dopo gli aumenti del 30 giugno.

Il programma aggiornato prevede un’altra modifica, che interessa una voce tradizionale, questa volta piuttosto sofferta a causa dei diversi mutamenti di nominale già incorsi. È l’emissione per il Natale, che avrà due tagli da 60 centesimi, uno religioso (per il quale è stata scelta “L’adorazione dei pastori” di Domenico Piola conservata all’oratorio della santissima Annunziata di Spotorno) e l’altro genericamente laico. Finora, il secondo taglio aveva facciale da 65 eurocent.


Il debutto della nuova ordinaria: era il 7 luglio
Gli aumenti entrati ufficialmente in vigore il 30 giugno
La precedente modifica alla serie natalizia
La nuova serie ordinaria è stata tenuta a battesimo a Roma il 7 luglio (qui un momento della cerimonia); il 31 ottobre ci sarà la prima integrazione
Set 11 2009 - 12:57

Smom

Andrea Pozzo, pittore e scenografo

A tre secoli dalla morte, lo Smom ricorda lo specialista delle prospettive

Nato a Trento nel 1642, è morto a Vienna nel 1709. A tre secoli dalla scomparsa, lo Smom ricorda il pittore e scenografo (ma anche architetto e trattatista) Andrea Pozzo, dedicandogli un francobollo annunciato per il 23 settembre.

Vale 1,40 euro e propone un autoritratto, conservato a Roma nella chiesa del Santissimo Nome di Gesù. È confezionato in fogli da dodici con una tiratura pari a dodicimila unità.

Entrato nella Compagnia di Gesù nel 1665, ha sfruttato il suo talento per abbellire diverse costruzioni religiose, principalmente in Piemonte e nella capitale austriaca. La sua opera più nota si intitola la “Gloria del santo” e si caratterizza -come diverse altre- per l’attenta ricerca prospettica. Si trova sulla volta della chiesa che la città laziale dedica a sant’Ignazio.


Cosa uscirà il 23 settembre
Il quadro (foto di Zeno Colantoni) e il francobollo che lo riprende
Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2019 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157