Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Dic 02 2011 - 23:55

Appuntamenti

Monaco capitale

Svolta questa sera la cena di gala con le premiazioni. Ma convegno commerciale e mostre potranno essere raggiunti ancora sabato e domenica

Il principe Alberto II questa sera

I nuovi francobolli emessi in questi giorni dal Principato, d’accordo, ma soprattutto la filatelia di alto bordo. Presente tra gli stand del convegno commerciale e nelle bacheche delle mostre: una rassegna, che più di un osservatore oggi ha apprezzato positivamente, è dedicata al Regno Unito e alle sue ex Colonie; l’altra riguarda i “100 francobolli e documenti filatelici fra i più rari del mondo”, che già dal titolo dà un’idea di cosa il pubblico troverà.

È questo, in estrema sintesi, ciò che si può vedere, ancora sino al 4 dicembre (sabato nella fascia oraria 10-18, domenica dalle 10 alle 16, l’ingresso è libero) a “Monacophil”, la manifestazione voluta dal Club de Monte-Carlo de l’élite de la philatélie ed ospitata in tre strutture vicinissime l’una all’altra presso le terrasses de Fontvieille.

L’appuntamento vuole dire anche riunioni, incontri e momenti di gala. Come quello vissuto in serata, alla presenza del principe Alberto II, il quale ha ricevuto il riconoscimento messo in palio dalla Association internationale des éditeurs de catalogues de timbres-poste, d’albums et de publications philatélique. Durante la cena sono stati premiati i collezionisti e le istituzioni che hanno prestato i loro pezzi migliori per l’allestimento delle preziosità. Fra questi, figura l’esperto Paolo Vaccari.


Le informazioni generali
Il premio consegnato ad Alberto II
La busta prestata da Paolo Vaccari
Tra gli espositori premiati alla cena di gala, Paolo Vaccari. A consegnare il riconoscimento, il presidente del Club de Monte-Carlo de l'élite de la philatélie, Patrick Maselis (a sinistra)
Dic 02 2011 - 17:35

Notizie dall'Italia

Il cardinale Bertone premiato a Reggio Calabria

Domani gli verrà consegnato il riconoscimento per la pace “Beato Giovanni Paolo II”. La cerimonia documentata da un annullo

Domani a Reggio Calabria la cerimonia di consegna, suggellata dall’annullo. Alle ore 18, presso l’auditorium “Nicola Calipari” del Consiglio regionale, il segretario di stato vaticano Tarcisio Bertone riceverà il premio per la pace “Beato Giovanni Paolo II” (Karol Wojtyla visitò due volte la città), promosso dall’associazione culturale Anassilaos e realizzato dall’artista Filippo Pizzimenti.

“È motivo di onore e gioia” accogliere il cardinale, dichiara per il sodalizio il coordinatore dell’iniziativa, Giuseppe Trombetta. “Con il suo costante impegno ecclesiale, accademico e sociale nell’esercizio del ministero pastorale, ha contribuito a rafforzare la diplomazia internazionale, la pace e la fratellanza tra i popoli”.

Il riconoscimento viene conferito annualmente a personalità ed istituzioni internazionali; questa volta assume “un particolare significato per la presenza dell’insigne porporato”, che completerà il pomeriggio con una lezione magistrale.

Attraverso una cartolina, inoltre, Anassilaos renderà omaggio a Tarcisio Cortese, primo vescovo emerito di Mileto-Nicotera-Tropea, già membro del comitato d’onore del premio e recentemente scomparso.


L'associazione protagonista
Il cardinale Tarcisio Bertone e l'annullo che documenterà la consegna
Dic 02 2011 - 12:17

Dall'estero

Da un quarto di secolo è Telethon

L’edizione francese dell’iniziativa solidale festeggia il giro di boa e Monaco la sottolinea con un 60 centesimi

Il francobollo monegasco

In Italia si svolgerà soltanto dal 16 al 18 dicembre; la Francia, invece, gioca d’anticipo, avendola messa in calendario tra oggi e domani. E, per la venticinquesima edizione d’oltralpe, Monaco dà il proprio contributo, varando contestualmente un francobollo da 60 centesimi.

È Telethon, l’iniziativa, rivolta al grande pubblico, di informazione, sensibilizzazione e raccolta fondi inerente le malattie rare. Iniziativa che nel piccolo Paese affacciato sul Mediterraneo è coordinata dall’Association de promotion et d’organisation du Téléthon Monaco.

Il dentello rientra nel gruppo di emissioni valorizzate in occasione di “Monacophil”, la manifestazione collezionistica di alto livello che fino a domenica animerà, nel Principato, le terrasses de Fontvieille (orario 10-18, domenica chiusura alle 16, ingresso libero).


Telethon, così oltralpe (sito in francese)
L'appuntamento italiano è attivo dal 1990
“Monacophil”, il quadro d'insieme
Dic 02 2011 - 00:29

Notizie da Vaccari

L’azienda a “Più libri più liberi”

Il salone ospitato a Roma dal 7 all’11 dicembre. Il giorno 10 anche la presentazione del libro di Enrico Sturani

La manifestazione è ospitata al palazzo dei Congressi

Tre settimane dopo “Romafil”, Vaccari srl ritorna nella capitale al palazzo dei Congressi, in piazza Kennedy 1. Questa volta non per una manifestazione collezionistica ma per una rassegna che incarna l’altra… anima dell’azienda, l’attività editoriale. È “Più libri più liberi”, in calendario dal 7 all’11 dicembre (orario 10-20, mercoledì e sabato chiusura alle 21; biglietto ordinario 6,00 euro).

“La manifestazione -spiega dagli uffici Valeria Vaccari- punta a valorizzare la piccola e media editoria, una formula riuscita, ora giunta alla sua decima edizione. Porteremo la nostra esperienza ed una selezione, raggiungibile presso lo spazio della Bibliolibreria (una via di mezzo tra la biblioteca e la libreria), dei titoli che abbiano prodotto e che naturalmente tocca anche la filatelia”.

Qualche esempio? Sugli scaffali figureranno “211 Giorni nello spazio - Anatoli N.Berezovoy - Il diario, la posta, la storia”, “Caproni nella Prima guerra mondiale”, “Dai moti carbonari a Ciro Menotti 1820-1831”, “Giovanni Paolo II - Viaggi di speranza”, “Guida al collezionismo degli autografi”, “I 36 giorni del «re di maggio» Umberto II di Savoia”, “Il frutto del paradiso - Storia e cultura della ciliegia di Vignola”, “La camicia rossa nella Guerra balcanica - Campagna in Epiro 1912”, “La salma nascosta - Mussolini dopo piazzale Loreto da Cerro Maggiore a Predappio (1946-1957)”, “Pionieri dell’aviazione in Italia 1908-1914” e “Vaccari 2011-2012 - Francobolli e storia postale - Trattato storico e catalogo con valutazioni”.

Naturalmente, non mancherà “Italia! Sveglia! Uno Stivale di cartoline - Tutti i simboli della nostra Patria”, per il quale è stato organizzato un incontro pubblico con l’autore, Enrico Sturani, ed il giornalista Massimo Gatta. L’appuntamento è per sabato 10 alle 17 presso lo spazio incontri della stessa Bibliolibreria. È gradita la prenotazione, scrivendo a pressoffice@vaccari.it.


Il lavoro di Enrico Sturani
Tutte le opere edite da Vaccari srl
“Più libri più liberi”: il sito
L'invito alla presentazione (file pdf)
Nel contesto, il 10 dicembre verrà presentato il saggio “Italia! Sveglia! Uno Stivale di cartoline”
Dic 01 2011 - 19:03

Dall'estero

Gli auguri avanzano con l’alfabetizzazione

Belgio - Da oggi alla fine del mese, per ogni lettera affrancata con gli esemplari natalizi l’operatore devolverà 2 centesimi a progetti educativi

Il Belgio ha varato da tempo i francobolli augurali. Autoadesivi, propongono due disegni infantili con il pupazzo di neve e l’angelo, scelti tramite un concorso; le autrici sono l’undicenne Lauryn Sercu e l’ottenne Anna Proost. In prevendita dal 29 ottobre, hanno raggiunto l’intera rete distributiva con il 2 novembre e sono destinati al corriere interno (tariffario alla mano, prezzi a partire da 61 centesimi) ed internazionale di classe “1” (0,93 euro se il plico è diretto in Europa e 1,10 per il resto del pianeta); i rispettivi libretti da dieci pezzi costano 6,10 e 9,30 euro.

Ed oggi prende il via la parte più interessante del progetto: ogni lettera affrancata con tali esemplari che in dicembre transiterà negli impianti di smistamento (la tecnologia permettere di individuarli e contabilizzarli) frutterà 2 centesimi. Monetine che Bpost destinerà a progetti di alfabetizzazione gestiti dalla Fondazione roi Baudouin.

Non si tratta di pezzature gravate di sovrapprezzo, in quanto l’utente paga secondo il tariffario in vigore; è l’operatore -nell’ambito di una iniziativa intesa anche a sostenere lo scambio epistolare- a rinunciare ad una parte dell’incasso. Con questo sistema, l’anno scorso sono stati raggranellati quasi 350mila euro.

A proposito di tariffe: Bruxelles ha già annunciato i costi per le spedizioni che saranno in vigore dal 2012. A quando un analogo comportamento in Italia?


Il concorso (sito in francese e fiammingo, dove ora si possono chiedere dei personalizzati)
Il consuntivo dell'iniziativa registrata l'anno scorso
Il tariffario valido in Belgio dal 2012
Dietro al pupazzo di neve e all'angelo, una iniziativa di solidarietà
Dic 01 2011 - 16:21

Appuntamenti

Tre iniziative dal giorno 3

Annunciate manifestazioni filateliche a Pesaro, Marmirolo (Mantova) e Spotorno (Savona)

Uno degli annulli di Spotorno (Savona)

Pesaro, Marmirolo e Spotorno: sono le località che dal 3 dicembre si apriranno agli appassionati di filatelia e settori collegati con altrettante iniziative ad ingresso gratuito.

La città marchigiana, solo per il sabato, proporrà “Pisaurum 2011”, convegno commerciale voluto dal Circolo filatelico numismatico, in grado di trattare anche di monete, cartoline d’epoca e collezionismo vario. Il punto di riferimento è l’hotel Cruiser congress, collocato in viale Trieste 281; accoglierà una ventina di operatori ed il pubblico fra le ore 9 e le 18.

A taglio storico è l’iniziativa del centro mantovano, ospitata nella biblioteca di piazza Roma fino all’8 dicembre (10-17). Dietro vi sono Centro studi internazionale di storia postale, Amministrazione comunale e Pro loco. I visitatori troveranno, oltre ad una articolata guida, circa settanta quadri ed alcune bacheche con documenti originali, stampe, manifesti, avvisi, monete, medaglie, immaginette sacre, cartoline ed altri oggetti legati alla storia e alle tradizioni del paese e dei suoi dintorni. L’inaugurazione è fissata per sabato 3 alle 10.30, mentre il 4 verrà impiegato un annullo.

La rassegna nel Savonese, invece, potrà essere raggiunta fino a domenica 11. Si tratta dell’ultima tappa, la quattordicesima, che l’Unione filatelica ligure ha dedicato ai centocinquanta anni trascorsi dall’Unità d’Italia. Questa volta, supportata dal Circolo locale, ha collocato le bacheche presso il centro congressi Palace, posizionato in via Aurelia 121. Il 3, il 4, l’8 e l’11 dicembre le porte resteranno aperte dalle 9.30 alle 18; negli altri giorni dalle 15 alle 18. Il programma contempla, inoltre, sfilate e conferenze in tema, l’ufficio postale con due manuali nonché la tradizionale festa degli auguri promossa dall’Unione.


Le altre iniziative di questi giorni: “Monacophil”…
…e “Maria nell'arte - La Madonna di Lourdes”
La promozione di Marmirolo (Mantova)
Dic 01 2011 - 13:08

Emissioni Italia

A sorpresa la congiunta con la Russia

Ancora ignoti i dettagli, ma la sottolineatura dentellata sembra essere imminente

Il logo dell'iniziativa

Il calendario delle emissioni italiane riserverà una sorpresa, probabilmente una congiunta firmata con Mosca. L’iniziativa è legata all’“Anno della cultura e della lingua russa in Italia e della cultura e della lingua italiana in Russia”.

La decisione di dedicare il 2011 alle celebrazioni bilaterali è stata presa tre anni fa dall’allora presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e dal presidente russo Dmitry Anatolyevich Medvedev. Gli eventi hanno riguardato -qualcosa, però, è ancora in corso- l’arte, il teatro, il cinema, la musica e la danza.

Per ora non si hanno ulteriori informazioni sulla data di uscita -ritenuta imminente- o sulla composizione dell’omaggio.


L'“Anno” presentato da palazzo Chigi
Emissioni 2011 - Gli altri titoli in sospeso
Citazioni sbilanciate: il “Momento Itália-Brasil”
Dic 01 2011 - 09:06

Notizie dall'Italia

Babbo Natale comincia da Torino

In vista delle feste, la città piemontese fa da battistrada alle iniziative con i giovanissimi

L'intero postale realizzato quest'anno da Parigi (collezione Massimo Mancini)

Mentre la Finlandia (ma anche la Francia -per dire- offre supporti paragonabili) già è impegnata con gli invii di Santa Claus, l’Italia non ha ancora lanciato l’abituale iniziativa reiterata negli ultimi anni.

Fa eccezione Torino, che comincia oggi. Fino al 15 dicembre, allo spazio filatelia di via Alfieri 10, si potranno consegnare le missive dei bambini indirizzate al rubizzo distributore di doni. Qui i giovanissimi troveranno una speciale buca, nonché un angolo presso cui fare tappa mentre accompagnano la mamma o il papà all’ufficio postale. “Un gesto di attenzione e di affetto al mondo dei più piccoli -viene spiegato- per coltivarne la fantasia e il legame con le tradizioni... Tutti i bimbi che invieranno la loro letterina a Babbo Natale riceveranno una risposta personalizzata da parte di Poste italiane”.

Nel dicembre di ogni anno la società diretta da Massimo Sarmi smista oltre 130mila plichi destinati al vecchio generoso, compilati con i più vari indirizzi di fantasia, come il “ministero” o un più semplice “ufficio” di Babbo Natale, passando per la classica via del Polo Nord, fino ad arrivare ad una galattica via delle Stelle. Oppure richiamando Rovaniemi, la località finnica che certa vulgata indica come sua sede.


La tecnologia in Finlandia…
…e il servizio in Francia (sito in francese)
Gli annulli predisposti nel Bel Paese
Tutto pronto, allo spazio filatelia di Torino, per accogliere da oggi i bambini
Dic 01 2011 - 01:23

Dall'estero

Anno lunare. Oggi tocca a Formosa

Taiwan firma due francobolli ed un foglietto, utili per affrancare le carte augurali

Ancora una volta, le emissioni benauguranti che fanno riferimento alla tradizione occidentale si… aggrovigliano a quelle che, invece, rammentano gli usi originati dall’altra parte del pianeta. Perché non solo, ormai, è prossimo il Natale, ma anche il calendario orientale si appresta a festeggiare (il 23 gennaio) l’“Anno del drago”.

Se il Liechtenstein, il 14 novembre, si è fatto notare per la performance tecnica, ora cominciano ad arrivare le emissioni destinate ad affrancare le corrispondenze in tema. Oggi, ad esempio, è il turno di Formosa, che sfodera due francobolli (nominali da 3,50 e 13,00 dollari locali) ed un foglietto (12,00).

Si caratterizzano per lo stile, già adottato con la serie giunta nel 2010 e dedicata al coniglio, a metà strada tra la citazione pop e l’iconografia tradizionale. Mentre i colori sgargianti -spiegano da Taipei- sono atti “a portare un’atmosfera gioiosa”. La prima vignetta, con due animali che si guardano negli occhi, sintetizza il concetto di appartenere l’uno all’altro e l’auspicio che i propri desideri si avverino. Nell’altra carta valore la bestia è rappresentata a capo alto, così da richiamare l’orgoglio, quindi la gioia e la salute. Il blocco, infine, dove si erge alta verso il cielo, sottintende promozione e successo.

Contestualmente sono state predisposte cinque cartoline postali; l’affrancatura (che riprende la vignetta del dentello più basso) è pari a 2,50 dollari, ma la raccolta completa è venduta a 30,00.


Il francobollo del Liechtenstein
La serie di Formosa per l'“Anno del drago”, disponibile da oggi
Nov 30 2011 - 21:11

Dall'estero

Il Brasile: “Goditi la pillola blu, ma stai attento”

Il richiamo, nemmeno tanto velato, inserito nella serie che domani sottolineerà la “Giornata mondiale contro l’aids”

Da trent’anni una piaga sociale prima che sanitaria e l’1 dicembre, “Giornata mondiale contro l’aids”, non mancheranno i richiami. Fra questi, già si fa notare la serie di francobolli che contemporaneamente arriverà dal Brasile. Ben otto pezzi, validi per spedire lettere commerciali di primo porto (ora 1,10 real) e caratterizzati da una comunicazione molto esplicita.

I disegni sono dovuti ad uno specialista in cartoni animati, Ziraldo, il quale ha puntato su immagini chiaramente identificabili e su qualche gioco di parola.

Se il primo esemplare indica la prevenzione, quello a fianco richiama senza nominarlo il Viagra. Goditi -è il suggerimento- la pillola blu, ma goditi anche lui, cioè il preservativo. Il terzo valore prescrive gli aghi monouso e il successivo ricorda che la malattia non si trasmette tramite l’aria, magari respirando vicino ad una persona malata. Il quinto suggerisce di rimandare a domani il rapporto nel caso non si abbiano le protezioni necessarie, il seguente dichiara che un amore esclusivo mantiene lontani dalla sindrome. Il penultimo rilancia la solidarietà mentre -come nelle favole- la serie chiude con l’augurio di vivere felici per sempre. E, ancora una volta, lo sguardo alla vignetta fa comprendere quello che pare sia meglio non dire…


Le iniziative postali per il trentesimo
L'emissione dell'Onu
Rassegna stampa (file pdf)
La serie che il Brasile lancerà domani
Nov 30 2011 - 15:58

Emissioni Italia

Il 4 gennaio il francobollo per Giulio Onesti?

Il 60 centesimi ricorderà il centenario dalla nascita del dirigente sportivo, avvenuta il 4 gennaio 1912. Citazioni olimpiche, il Cio rilancia

Giulio Onesti (foto: Coni)

Il consiglio del Comitato olimpico nazionale italiano lo ha visto oggi; appassionati e clienti dovranno attendere ancora un po’. È il francobollo da 60 centesimi con cui l’Italia ricorderà Giulio Onesti, lo storico presidente dello stesso Coni, al vertice della struttura fra il 1946 ed il 1978.

L’11 dicembre ricorrerà il trentesimo anniversario della sua scomparsa e qualche giorno più tardi, esattamente il 4 gennaio, si celebrerà il centenario dalla nascita. Poste italiane non lo ha precisato ancora, ma quest’ultima potrebbe essere la data in cui la carta valore raggiungerà gli sportelli.

Carta valore che contribuirà a sottolineare le iniziative firmate dal Coni e dalla Fondazione Onesti. La seconda ha annunciato che verrà conferito, attraverso una cerimonia in calendario nel mese di maggio a Roma, il “Premio Onesti” al presidente del Comitato internazionale olimpico Jacques Rogge, il quale -precisano dal Foro italico- “ha già dato la sua entusiastica adesione”. Nello stesso frangente verrà presentato un libro dedicato alla figura e alla storia del dirigente sportivo, scritto dal giornalista Augusto Frasca con la supervisione di Antonio Ghirelli. Infine, d’intesa col ministero ad Istruzione, università e ricerca, si sta lavorando ad un concorso, intitolato “Onesti nello sport” e rivolto agli studenti delle scuole medie superiori. I vincitori saranno premiati con un viaggio di una settimana a “London 2012”.

L’emissione -possibili integrazioni a parte- potrebbe indirettamente ricordare gli stessi Giochi, per ora non inseriti altrimenti nel calendario italiano (ma citati in quello sammarinese).

A proposito di promozione postale, il confronto con il Cio sull’onere per utilizzare nei francobolli gli elementi olimpici, ad esempio anelli e loghi, starebbe per concludersi con un compromesso. Se prima Losanna chiedeva 1.500 esemplari per tipo, qualche mese fa ha introdotto un nuovo criterio, un assegno pari al dieci per cento del venduto a scopi collezionistici. Ora -dopo le lamentele dei Paesi emittenti- si starebbe trattando per raggiungere il cinque per cento.


Il francobollo per il dirigente sportivo nel calendario 2012
Nuove norme del Cio, le lamentele dei Paesi emittenti
Nov 30 2011 - 10:57

Emissioni Italia

Piacciono le renne che si... illuminano

Intanto, per chiudere l’anno, si aspettano le ultime due emissioni dedicate al centocinquantesimo

Il 60 centesimi con le renne…

Anche l’Italia -dopo numerosi altri Paesi- gioca con le sostanze trasparenti applicate ai francobolli. Questa volta non si tratta di un sistema per “catturare” l’attenzione del lettore ottico in fase di lavorazione delle missive (come dimostrano i decenni di cartevalori fluorescenti), ma di una trovata per richiamare filatelisti ed utenti. Diversi dei quali, fra cui Matteo Bottari, si sono mostrati piacevolmente sorpresi per la scelta.

Il 60 centesimi a soggetto laico per gli auguri natalizi, quello con le renne disegnato da Angelo Merenda ed uscito il 19 novembre, ha una patina fosforescente applicata su animali, stelle e fiocchi di neve. Già abbastanza visibile ad occhio nudo se lo si osserva al buio, diventa evidente sottoponendo l’esemplare ai raggi ultravioletti.

Nel frattempo, gli appassionati attendono di chiudere l’anno. Due le voci rimaste con un punto di domanda, entrambe dedicate all’Unità. Quella delle cartoline postali sui progetti del centocinquantenario -già prevista per il 31 ottobre- arriverà il mese prossimo, anche se non si conosce la data precisa. L’altra, riguardante i luoghi della memoria, potrebbe non arrivare affatto.


La presentazione della serie natalizia…
…ed i dettagli tecnici
Progetti del centocinquantenario: il rinvio
…e come si presenta sotto la lampada di Wood
Nov 30 2011 - 01:27

Notizie da Vaccari

Raccomandato quel Parmeggiani

La lettera con quattro esemplari dell’1,75 lire dentellato 13¾ in luogo di 11 sarà presentata a “Monacophil” da Paolo Vaccari

La mostra è voluta dal Club de Monte-Carlo de l’élite de la philatélie

La primavera scorsa ha conquistato la copertina del “Vaccari magazine”, e dal 2 al 4 dicembre potrà essere ammirato dal vero, a condizione di recarsi a “Monacophil”.

È il contributo di Paolo Vaccari alla mostra dei “100 francobolli e documenti filatelici fra i più rari del mondo”, organizzata -come il resto della manifestazione- dal Club de Monte-Carlo de l’élite de la philatélie.

“Si tratta -spiega l’esperto- di una lettera spedita l’11 giugno 1929 da Bologna a Modena. Un plico come tanti altri, se non fosse per l’affrancatura: il costo di 7,25 lire, equivalente a dodici porti più la raccomandazione, venne assolto con un 25 centesimi dell’«Imperiale» e con quattro esemplari, in striscia verticale, dell’1,75 lire caratterizzato dal ritratto di Vittorio Emanuele III dovuto a Carlo Parmeggiani. Non nella versione comune, dentellata 11 ed uscita nel novembre del 1927, ma quella dentellata 13¾, usata in pochissime città nel gennaio di due anni dopo. Già il francobollo usato sciolto è abbastanza raro; qui è in multiplo, uno dei cinque noti e l’unico in striscia di quattro. Per giunta, è ancora sul suo supporto originale ed oggi rappresenta una delle massime rarità del periodo”.

L’allestimento, ad ingresso libero, sarà ospitato presso le terrasses de Fontvieille, precisamente al Musée des timbres et des monnaies. L’orario al pubblico è dalle 10 alle 18, con la chiusura domenicale alle 16.


La busta in copertina del “Vaccari magazine”
I dati generali sulla manifestazione
Il prezioso plico sarà esposto a “Monacophil” nel prossimo fine settimana
Nov 29 2011 - 20:33

Libri e cataloghi

L’Europa classica secondo Pizzigoni

Il mercuriale considera principalmente Italia, Francia e Regno Unito tra il 1840 ed il 1955

Il catalogo repertoria i classici

Collezionare limitandosi al periodo classico, tecnicamente più affascinante (e con un minore numero di esemplari). Ma anche la fase maggiormente impegnativa dal punto di vista economico. È la proposta di Matteo Pizzigoni, l’operatore milanese che ha edito il catalogo “Francobolli europei dal 1840 al 1955”.

Di formato tascabile e impostazione snella, conta 284 pagine illustrate a colori e costa 15,00 euro.

Affronta, servizi compresi, gli Antichi Stati d’Italia, poi il Regno, la Rsi, la Luogotenenza e la primissima parte della Repubblica (senza dimenticare due importanti voci successive, il “Gronchi rosa” e i “Diciottenni”).

Il resto del repertorio considera -applicando gli stessi criteri- Francia, Andorra Francese e Spagnola, Monaco, Regno Unito, Cipro, Eire, Gibilterra e Malta.

I testi sono in italiano, ed i prezzi vengono “stimati e valutati dall’editore e dal collegio di valutazione”; salvo diversa indicazione, si intendono per esemplari di buona qualità.


Pizzigoni - “Francobolli europei dal 1840 al 1955” La scheda
Nov 29 2011 - 17:10

Notizie dall'Italia

Cral Poste verso la chiusura

Decaduti gli obblighi concordati con le organizzazioni sindacali, Poste propone lo scioglimento dell’associazione

Alcuni hanno avuto una grande importanza nel passato (come non ricordare -per restare nel settore- gli Oscar per la filatelia di Reggio Emilia?), altri sono attivi ancora adesso (nell’ambito collezionistico, per esempio Bologna e La Spezia). Ma presto i Cral Poste potrebbero chiudere.

Ad annunciarlo è il responsabile risorse umane e organizzazione di Poste italiane, Claudio Picucci. L’associazione -scrive- “versa in una situazione di grave dissesto con oggettiva incapacità a far fronte ai propri obblighi gestionali. Tale condizione, anche alla luce delle ulteriori esposizioni che stanno via via venendo in evidenza, rende il quadro ancora più critico”.

Il 31 marzo scorso, inoltre, sono decaduti gli obblighi che la società e le altre aziende appartenenti allo stesso gruppo avevano concordato con le organizzazioni sindacali, “sia mediante la concessione di agibilità che -soprattutto- attraverso il versamento di contributi economici”. Da qui la proposta di sciogliere la struttura, unica strada ritenuta plausibile dal vertice.


In cronaca: Cral Poste tra posta (a Bologna)…
…filatelia (La Spezia)…
…e solidarietà (L'Aquila)
Uno strumento superato?
Nov 29 2011 - 11:33

Appuntamenti

Chicago, questi i risultati

Al “Vaccari 2011-2012” la manifestazione statunitense riconosce il vermeil

Chicago premia il lavoro

Ulteriore riconoscimento per il “Vaccari 2011-2012 - Francobolli e storia postale - Trattato storico e catalogo con valutazioni”. Alla recente manifestazione “Chicagopex”, firmata dalla Chicago philatelic society, lo studio dovuto a Paolo Vaccari riguardante la filatelia classica ha registrato, nella classe dedicata alla letteratura, il vermeil.

La società ha contribuito con una seconda partecipazione, questa in categoria non a concorso: i due numeri 2010 del semestrale “Vaccari magazine”, associati all’indice analitico di quanto pubblicato nei primi vent’anni.

Nella stessa sezione, anche il lavoro di Nino Aquila e Andrea Amoroso intitolato “Gli aerogrammi del Giro aereo internazionale di Sicilia”.

La squadra tricolore si completa con il pavese -seppure da anni residente alle Isole Vergini- Giorgio Migliavacca. Il quale ha proposto “An introduction to the stamps of Ethiopia, from the queen of Sheba, to ras Tafari, to the Third millennium”, ottenendo il bronzo.


Il catalogo 2011-2012
Il semestrale “Vaccari magazine”
Giorgio Migliavacca sull'Etiopia
Tutti i risultati (file pdf in inglese)
Nov 29 2011 - 00:54

Dall'estero

In Sud Sudan servizio operativo

Ad annunciarlo è il ministro alle Telecomunicazioni ed ai servizi postali, Madut Biar Yel

Il ministro a Telecomunicazioni e servizi postali, Madut Biar Yel (foto Uit)

Il Sud Sudan postale debutta dal punto di vista operativo. Annunciando che il proprio servizio è attivo. A comunicarlo all’Unione internazionale delle telecomunicazioni è il ministro alla partita, Madut Biar Yel. Il quale ha spiegato che il nuovo Governo si è impegnato a fornire ai propri cittadini le prestazioni di base, in particolare appunto quella postale.

Come altri comparti dell’economia -ha precisato- tali supporti “erano quasi annullati dopo cinquant’anni di guerra. Quel poco di uffici che avevamo era totalmente distrutto, siamo ripartiti da zero”. Adesso risultano funzionanti cinque sedi; i francobolli sono usciti e il personale ha cominciato ad essere formato. Mentre l’attenzione si è concentrata sul quadro giuridico e regolamentare.

In tale fase ci sarà il sostegno dell’Unione postale universale, che ha promesso assistenza tecnica. Di recente quest’ultima ha attribuito i codici come centri di trattamento delle corrispondenze internazionali agli uffici di scambio collocati a Djouba e Malakal, così da facilitare le operazioni.

“Speriamo -ha concluso il rappresentante del Paese africano- che la nostra ammissione in seno all’Upu ci permetta di conoscere rapidamente le pratiche regionali e mondiali migliori, così da recuperare il tempo perduto ed integrarci pienamente nell’ecosistema postale planetario”.

Il Sud Sudan è composto da dieci Stati federati, a loro volta suddivisi in 86 Contee. Gli abitanti superano gli otto milioni.


L'annuncio della prima emissione
L'ingresso nell'Upu
La serie di francobolli per la proclamazione del Sud Sudan, uscita il 9 luglio
Nov 28 2011 - 21:52

Notizie dall'Italia

Un viceministro ad infrastrutture e trasporti

Così come previsto, Corrado Passera avrà un supporto per seguire il suo super dicastero. È Mario Ciaccia

Completata la squadra di via Vittorio Veneto

Cominciata in netto ritardo rispetto alla convocazione fissata per le ore 19, ma durata appena venti minuti. È la riunione del Consiglio dei ministri che ha implementato la squadra definita dal presidente Mario Monti il 16 novembre. Squadra cui si aggiunge un altro ministro senza portafoglio, incaricato di seguire Pubblica amministrazione e semplificazione, Filippo Patroni Griffi.

Come previsto, al super dicastero a Sviluppo economico, infrastrutture e trasporti, diretto da Corrado Passera, si aggiunge un viceministro con delega a infrastrutture e trasporti. È Mario Ciaccia, fino ad oggi amministratore delegato e direttore generale di Banca infrastrutture innovazione e sviluppo, realtà del gruppo Intesa San Paolo (lo stesso da dove proviene Passera) “nata per servire tutti gli attori, pubblici e privati, che collaborano alla realizzazione delle grandi infrastrutture e al miglioramento dei servizi di pubblica utilità”.

Quanto ai sottosegretari, due faranno capo a via Vittorio Veneto; sono Claudio De Vincenti e Massimo Vari. Rispetto al precedente Esecutivo -spiega una nota- il numero complessivo di questi diminuisce da quaranta a ventotto, di cui quattro presso la Presidenza del Consiglio.

Domani alle ore 10 presso palazzo Chigi il giuramento.


La nomina dei ministri; era il 16 novembre
L'elenco completo (file pdf)
Nov 28 2011 - 19:31

Notizie dall'Italia

L’Expo 2015 comincia. Con l’annullo

Domani la citazione marcofila. Attendendo i primi francobolli promozionali, annunciati per l’anno prossimo

Per avere i primi francobolli in argomento occorrerà attendere il 2012, quando prenderà il via un percorso pluriennale, ma già domani pomeriggio ci sarà la sottolineatura marcofila, naturalmente a Milano.

L’occasione è il convegno “La sussidiarietà verso Expo 2015. Una sfida per tutti”, promosso dall’Associazione internazionale culturale ambientale e lavoro solidale presso la sede della Regione, in piazza Duca d’Aosta 3. Convegno che vedrà in uso, dalle ore 14 alle 20, l’annullo speciale.

L’incontro -annunciano gli organizzatori- ha come tema fondamentale i progetti e i programmi che le associazioni degli italiani all’estero vogliono costruire in vista dell’evento. E questo “in una logica d’integrazione cooperativa, di volontariato e di sussidiarietà per una fiera grande e diffusa”. Rappresenta, inoltre, “un importante e speciale momento di dibattito e di confronto operativo”.

Anche il mondo collezionistico si sta interrogando su cosa fare per l’appuntamento: una manifestazione classica, come ha accennato ancora una volta durante la recentissima “Romafil” il presidente della Federazione fra le società filateliche italiane, Piero Macrelli? Oppure, con obiettivi alternativi o integrativi, una iniziativa rivolta al pubblico generico, secondo quanto ha proposto il direttore responsabile dell’Unificato, Paolo Deambrosi, durante la presentazione dei cataloghi l’8 settembre scorso? Il dibattito deve aprirsi, ma al più presto…


L'appuntamento del 2015 nei francobolli italiani dell'anno prossimo
Il dibattito per una manifestazione filatelica concomitante
Il via libera per l'Expo dal Bureau international des expositions
Il programma del convegno (file pdf)
L'evento citato nell'annullo in uso domani
Nov 28 2011 - 16:43

Notizie dall'Italia

Lettera ideale al giornalista delle lettere

Scomparso oggi Saverio Tutino, artefice della Fondazione archivio diaristico nazionale e della Libera università dell'autobiografia

Saverio Tutino (foto: Giovanni Santi)

“Caro Saverio, la tua scomparsa, oggi, lunedì 28 novembre 2011 lascia tutti noi appesi, perplessi, pieni di insicurezze. Abbiamo ricordi condivisi con te, dalla prima edizione del Premio Pieve ad oggi, da riempirci un intero archivio. Una volta hai voluto scrivere sul libro delle firme «Saverio eredita più di quello che ha creato. Grazie a tutti voi»”.

Inizia così il messaggio che Loretta Veri ha sottoscritto per annunciare, a nome della onlus di Pieve Santo Stefano (Arezzo), la scomparsa di Saverio Tutino, ideatore di quella che ora si chiama Fondazione archivio diaristico nazionale, ma anche della Libera università dell’autobiografia, attiva nella vicina Anghiari. Due realtà in cui l’espressione affidata al foglio di carta spedito in una busta affrancata ha trovato una grande attenzione, indipendentemente da chi fosse il mittente.

Il messaggio di cordoglio -e non poteva essere altrimenti- è a taglio epistolare, ma diffuso tramite la pagina di Facebook della medesima Fondazione.

Il giornalista, nato a Milano il 7 luglio 1923, è morto a Roma al San Raffaele, dopo esser stato ricoverato per un ictus. Durante la guerra ha partecipato ad azioni della Resistenza in val d’Aosta e nel Canavesano. Successivamente ha lavorato nella stampa comunista (soprattutto a “L’unità”) come inviato e corrispondente in alcuni Paesi del mondo, in particolare dall’America Latina. Nel 1975 ha partecipato alla nascita del quotidiano “La repubblica”, lavorandovi sino al 1985. Diversi i libri che portano la sua firma.


La Fondazione archivio diaristico nazionale…
…e la Libera università dell'autobiografia
La lettera con l'annuncio (file pdf)
Nov 28 2011 - 10:46

Appuntamenti

La grande filatelia a “Monacophil”

Nuove emissioni, convegno commerciale, mostre, incontri: sono gli ingredienti della manifestazione attesa dal 2 al 4 dicembre

Il foglietto cita il recente matrimonio dei principi; è una delle cartevalori in uscita per la manifestazione

Il Principato che si affaccia sul Mediterraneo torna ad ospitare il grande collezionismo, grazie al Club de Monte-Carlo de l’élite de la philatélie. L’appuntamento è dal 2 al 4 dicembre in tre strutture, vicinissime fra loro, presso le terrasses de Fontvieille.

In programma vi sono emissioni di francobolli ed incontri con gli artisti che lavorano per l’Office des émissions de timbre-poste, il convegno commerciale per ottanta stand tra operatori ed amministrazioni postali, Italia compresa (alla salle du Canton), la mostra dedicata in particolare alla filatelia del Regno Unito e delle sue ex Colonie (alla Monaco top cars collection, che presenterà anche materiale di Elisabetta II e della Royal philatelic society London) e l’allestimento inerente i “100 francobolli e documenti filatelici fra i più rari del mondo” (presso il Musée des timbres et des monnaies). Cui si aggiungono riunioni e presentazioni. Il tutto raggiungibile gratuitamente dalle ore 10 alle 18, ricordando che domenica si chiuderà alle 16.

Il taglio della manifestazione, al solito, è di altissimo livello. Basti dire che sotto le teche finiranno numerose preziosità, possedute tra l’altro da Alberto II di Monaco, dai membri del Club e da alcuni musei postali. Fra queste, l’1 penny di Mauritius ancora sulla busta (una delle tre “ball cover” conosciute, l’unica in mani private) che nel 1847 recapitò l’invito al ballo organizzato dalla moglie del governatore, lady Gomm. Proprio per tale motivo, alcuni dissero che i francobolli erano stati finalizzati al ricevimento.

Un’altra missiva, appartenente alla British library, offre due francobolli indiani da 4 annas del 1854 che presentano il centro rovesciato rispetto alla cornice. Venne acquistata nel 1890 da Thomas Tapling contro 32,00 sterline, ma oggi il suo valore è inestimabile.


Tesori in mostra: la quartina danese ricomposta
Nel contesto, il premio Ascat ad Alberto II
Il sito ufficiale (in francese ed inglese)
Fra i “tesori” sotto vetro, una delle tre buste (l'unica ancora in mano privata, appartenente a Vikram Chand) dell'1 penny di Mauritius spedita nel 1847 per il ballo organizzato dalla moglie del governatore ed una coppia, sul documento originale, del 4 annas indiano uscito nel 1854 ma con il centro invertito (oggi è conservata alla British library)
Nov 28 2011 - 00:38

Dall'estero

Santa Claus sposa la tecnologia

Le Poste finlandesi confermano il tradizionale strumento cartaceo, ma -per chiederlo- vi affiancano lo smartphone

La letterina può essere ordinata anche tramite smartphone

Anche Babbo Natale si modernizza. Almeno in Finlandia che, secondo la tradizione più consolidata, rappresenterebbe la sua patria elettiva. Ad ogni stagione riceve centinaia di migliaia di lettere da tutto il pianeta, dirette all’ufficio postale situato nell’estremo Nord del Paese.

Dagli anni Novanta, i clienti hanno anche l’opportunità di richiedere a Santa Claus un suo scritto.

E con il 2011 ecco il passaggio alla tecnologia, grazie all’operatore nazionale Itella: la stessa domanda può essere inoltrata tramite lo smartphone, utilizzando l’applicazione scaricabile gratis da App store, Android market od Ovi store.

Naturalmente, sono stati confermati gli altri strumenti, dalla classica missiva al modulo via internet. Presentando la richiesta entro il 9 dicembre, viene garantito un riscontro prima di Natale. Le corrispondenze giungono affrancate con le cartevalori augurali ed annullate di coerenza, mentre dentro la busta si trovano un testo a sorpresa disponibile in undici lingue, italiano compreso, e un piccolo calendario. Il tutto abbellito dalle illustrazioni dell’artista finnica Minna Immonen.

Il costo del servizio non cambia né per il mezzo con cui viene domandato, né per la destinazione: 7,00 euro, pagabili con carta di credito.


Il servizio tramite internet (in inglese)
Finlandia, le cartevalori augurali
Illustratori a Natale: così la Francia
Il saluto che verrà ricevuto è illustrato da Minna Immonen
Nov 27 2011 - 01:20

Libri e cataloghi

Ditelo con i francobolli: “Buon Natale!”

Il libro-album edito da Vaccari srl in esclusiva per Poste italiane cataloga tutte le emissioni augurali prodotte dal Bel Paese. È in vendita presso sportelli filatelici e spazi filatelia

Il libro-album è una iniziativa tra Vaccari e Poste italiane

I francobolli natalizi italiani, non letti come abituale emissione che chiude l’anno, ma esaminati tutti insieme ed in sequenza. Scoprendo, così, un percorso costante nato nel 1970 e da allora sempre confermato. Cambiano i decisori politici e tecnici, cambiano gli autori ed i soggetti, ma il filo conduttore resta, creando una collezione che può diventare autonoma.

A suggerirla è Vaccari srl; la società ha firmato “Buon Natale! Il libro-album per la raccolta dei francobolli italiani sul Natale 1970-2010”. Prodotto in esclusiva per Poste italiane, è in vendita a 15,00 euro soltanto agli sportelli filatelici e agli spazi filatelia (questi ultimi ubicati a Milano, Napoli, Roma, Torino, Trieste e Venezia), con una bustina contente nove esemplari usati.

In 128 pagine a colori l’autore, Fabio Bonacina, esamina le serie uscite, approfondendo i soggetti dal punto di vista collezionistico ma anche, secondo i casi, in base alle scansioni artistiche, storiche, culturali e -tramite una selezione dei bozzetti conservati al Museo storico pt- produttive.

La catalogazione non prevede stime commerciali ma comprende i numeri impiegati da Bolaffi, Sassone, Unificato nonché, per gli interi postali degli anni Ottanta, Filagrano ed Interitalia.

L’attenzione sul Bel Paese non perde di vista quanto realizzato altrove, richiamando vicende, curiosità e confronti provenienti da altre latitudini.


Il volume sul sito di Poste Per saperne di più (file pdf)
L'analisi di tutte le emissioni italiane è associata al richiamo inerente alcune esperienze registrate all'estero
Nov 26 2011 - 16:28

Notizie dall'Italia

Marcofilia tra mercatini e presepi

Annunciati i primi annulli. Confermata la doppia impronta disponibile agli sportelli filatelici e agli spazi filatelia che riprende la serie uscita il 19

Anche a livello marcofilo, ormai, è Natale. Archiviate le obliterazioni del primo giorno inerenti i due francobolli augurali usciti il 19 novembre, ma un’altra impronta che richiama il dipinto “Madonna con Bambino e melagrana” è stata utilizzata a Fossano (Cuneo) questa mattina, ora si prosegue con le altre.

In particolare con quelle che riprendono i soggetti delle cartevalori, cioè il quadro del XVI secolo e le renne. Verranno impiegate, ad iniziativa di Poste italiane, principalmente agli sportelli filatelici e agli spazi filatelia. L’elenco non è ancora completo ed ogni località ha un periodo d’uso -spesso lungo, dal 28 novembre al 5 gennaio- ed orari propri. Fra i primi centri coinvolti figurano Agrigento, Bologna, Carovilli (Isernia), Cattolica (Rimini), Isernia, Lecce, Messina, Napoli, Riccione (Rimini), Rimini, Trapani, Trieste e Venezia.

E poi ci sono le iniziative esterne, a cominciare con quante promuovono i mercatini delle feste, collocati soprattutto a Bolzano e poi nella sua provincia, dove si sono prenotati Bressanone, Brunico, Merano e Vipiteno, cui occorre aggiungere Levico Terme (Trento).

Quanto ai presepi, per ora si segnalano gli allestimenti di Cesenatico (Forlì-Cesena), Marnate (Varese) e Roma.

Dal canto suo, Collalbo (Bolzano) promuoverà il “Trenatale del Renon” e Gubbio (Perugia) celebrerà l’albero più grande del mondo.


La serie augurale, presentata il 19 novembre
Alcuni degli annulli natalizi annunciati finora
Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2019 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157