Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Feb 16 2018 - 01:13

Notizie da Vaccari

Spedizioni gratis per i libri

Fino al 20 marzo le spese di invio saranno abbuonate nel caso di acquisti per oltre 55,00 euro e si chieda il recapito in Italia

Occhio ai libri, ai cataloghi ed alle riviste, freschi di stampa o le edizioni più vecchie, senza dimenticare le occasioni inserite nella sezione “1x1”, gli arretrati del semestrale “Vaccari magazine”, i volumi di cultura locale contenuti nel “Formichiere blu”… Perché la società Vaccari ha rinnovato la propria offerta per venire incontro alle spese sostenute dai clienti: il costo dell’invio, che comprende imballo e trasporto, sarà gratis fino al 20 marzo.

“Due sole le condizioni”, precisano dalla sede di Vignola (Modena). “La prima è che l’acquisto sia superiore ai 55,00 euro; la seconda è che il recapito avvenga in Italia. Poi, buona lettura!”.

“È un’opportunità per completare la propria biblioteca ed approfondire i temi di proprio interesse, approfittando anche delle riduzioni su alcuni titoli. Inoltre, tutti possono scegliere un omaggio premio in base all’importo raggiunto, e gli abbonati 2018 alla rivista usufruiscono di uno sconto pari al 10%: un ulteriore regalo”.


L’editoria secondo l’azienda
Gli ultimi arrivi
I libri prodotti direttamente dalla società
L’agevolazione resta in essere fino al 20 marzo
Feb 15 2018 - 18:27

San Marino

Torna il trenino…

Però, stando alle immagini dei francobolli, avrebbe perso l’alimentazione a corrente. Due i tagli: arriveranno il 13 marzo

Parte della motrice con il palo dell’alimentazione

Già protagonista della serie (20 e 50 centesimi, 1,25 e 5,00 lire dell’11 giugno 1932) emessa per l’inaugurazione, della busta postale (0,60 euro del 26 maggio 2012, questa congiunta con l’Italia) e del francobollo (2,64 del 16 ottobre seguente) nell’ottantesimo anniversario, torna in auge. È la vecchia linea ferroviaria che dal 1932 al 1944 ha collegato Rimini a San Marino. Di fatto adesso citata per la PostEurop attesa il 13 marzo.

Il nuovo titolo, stampato in sessantamila copie (i fogli sono da dodici unità uguali), è dedicato ai ponti e l’Ufficio filatelico e numismatico ha scelto quello di Valdragone, un tempo impiegato dal convoglio (oggi una motrice si trova, quasi come monumento, davanti alla galleria Montale).

Tratteggiato ad olio da Sergio Ruggeri, il treno compare nei due tagli, nominali da 0,95 ed 1,00 euro. Il primo lo riprende nel panorama e si notano le caratteristiche tre torri; per l’altro la rappresentazione è più vicina. Sorge però un dubbio: la linea non era elettrificata? Quindi, mancherebbero pantografo e fili…

Aggiornamento del 16 febbraio 2018. Ora -fanno notare dall’Ufn- il ponte non ha più l’elettrificazione e la carrozza è lì ferma a ricordo di quando la linea funzionava.


I precedenti del 2012: la busta postale…
…ed il francobollo
Le emissioni in arrivo
I due tributi PostEurop, arriveranno il 13 marzo
Feb 15 2018 - 16:05

Appuntamenti

Gli azzurri che andranno a Gerusalemme

Parteciperanno solo sei collezioni e sette lavori in classe letteratura. I tagli a causa della forte richiesta pervenuta agli organizzatori di “Israel 2018”

Undici le collezioni azzurre disponibili, sei le accettate. È il momento di un primo bilancio per “Israel 2018”, la manifestazione prevista a Gerusalemme tra il 27 ed il 31 maggio.

L’organizzazione del Campionato mondiale di filatelia -spiega il commissario italiano Claudio Ernesto Manzati- “ha comunicato che sono arrivate richieste per oltre 1.500 quadri a fronte di 1.000” disponibili. “Un successo anche in termini di Paesi partecipanti”, inizialmente ipotizzati in una trentina, mentre sono giunte domande da oltre cinquanta Federazioni nazionali. Da qui la necessità di tagliare, adottando due parametri principali: accantonare le istanze dello stesso espositore per più di un titolo e tralasciando quelli presentati di recente ad altre manifestazioni della Fédération internationale de philatélie.

Nessun problema, invece, per la letteratura: sette le candidature, sette le accettazioni. In questo comparto gareggerà anche la società Vaccari, con il libro “La riforma postale del 1863 nel Regno d’Italia” e l’ultima annata del semestrale “Vaccari magazine”.


L’annuncio della manifestazione
Il libro “La riforma postale del 1863 nel Regno d’Italia”…
…il semestrale “Vaccari magazine”
Tutti i partecipanti italiani (file pdf)
L’appuntamento a Gerusalemme, dal 27 al 31 maggio
Feb 15 2018 - 13:33

Notizie dall'Italia

Il doppio brevetto dell’elicotterista

La protagonista dell’annullo, e del pomeriggio di domani a Monterotondo (Roma), è Maria Concetta Micheli. Una passione per il volo

Un altro annullo della serie… vorrei ma non posso. Sarà impiegato domani, così da ricordare il secondo anniversario del “conferimento brevetto militare ad honorem prima donna italiana pilota di elicotteri”. Il lunghissimo testo “nasconde” uno degli elementi principali: ma chi sarà mai la signora?

Si chiama Maria Concetta Micheli e la sua unica “colpa” per non essere citata nell’obliterazione come si dovrebbe è il fatto di essere ancora viva. Nata a Mercatale di Cortona (Arezzo) il 7 dicembre 1942, conseguì il brevetto civile nel 1971, appunto la prima in Italia.

Il resto lo racconta l’Esercito, annotando la cerimonia registrata il 15 dicembre 2016. Quando è stato riconosciuto alla protagonista di aver lottato “con straordinaria determinazione e ineguagliabile forza di volontà per far conoscere il proprio valore, in un’epoca in cui tale lavoro era ancora riservato al mondo maschile. Il suo più grande sogno, quello di diventare pilota militare, si è realizzato oggi con la consegna simbolica del brevetto militare”. A darle il riconoscimento, i capi di stato maggiore dello stesso Esercito e dell’Aeronautica militare, il generale di Corpo d’armata Danilo Errico ed il generale di squadra aerea Enzo Vecciarelli.

Ed il manuale? Sarà impiegato domani, dalle ore 16 alle 18.30 presso la biblioteca comunale di Monterotondo (Roma), in piazza Don Minzoni. Questo perché contemporaneamente verrà presentato il libro “La ragazza che parlava all’elicottero”. A rappresentare il mondo della filatelia, il presidente dell’Unione filatelisti interofili, Franco Giannini.


Il 15 dicembre 2016 raccontato dall’Esercito
Tra i precedenti, l’astronauta ignoto…
…e l’arcivescovo con nome e cognome
La foto impiegata e l’annullo di domani
Feb 15 2018 - 10:16

Libri e cataloghi

Annulli, catalogato il 2013

Ad avere realizzato il lavoro è il presidente del sodalizio di riferimento, l’Ancai. Alcide Sortino ha contato 1.600 obliterazioni in dodici mesi

La nuova tappa

Plauso all’Associazione nazionale collezionisti annullamenti italiani, che continua nell’impegnativa… missione di catalogare le impronte speciali del Bel Paese (ma pure quelle di San Marino e Vaticano). Un’opera che resta improba, anche se adesso facilitata grazie ad internet.

Il sodalizio -per mano e per computer del presidente, Alcide Sortino- ha pubblicato un ulteriore volume della serie; è il “Repertorio degli annulli speciali d’Italia 2013”.

Confermata l’abituale linea: quasi metà delle 208 pagine di formato “A4” riporta le immagini in bianco e nero delle obliterazioni, con altrettante le si descrive sinteticamente. In totale sono 1.331 elementi, che raggiungono quota 1.600 se si considerano tutti gli uffici d’uso. Di essi, 83 sono stati registrati a Roma (69) e provincia (14), è il valore massimo. Al vertice opposto, con 1, figurano Gorizia e Medio Campidano. Nella classifica complessiva d’epoca repubblicana, la capitale resta in vetta con 3.398 unità.

Si aggiungono gli elenchi delle bollature utilizzate in più centri (riguardano la manifestazione “Poste aperte” ed il Natale), le non obliteranti e gli indici, questi ultimi un importante supporto per le ricerche, suddividendo il materiale secondo tema, nomi e località.

Ai soci il lavoro viene ceduto contro 15,00 euro, spese postali comprese.


Il volume precedente
Da un anno alla presidenza Ancai, è Alcide Sortino
Anche nel 2013 non sono mancati gli annulli
Feb 15 2018 - 00:59

Dall'estero

Lubiana cerca idee. Per il 2020

La programmazione oltre confine: da settimane la Germania ha rivelato la lista delle emissioni riferita al 2019; la Slovenia, invece, sta lavorando alla successiva

Se la Germania -per fare un esempio- ha reso pubblico già da settimane il programma delle emissioni previste nel 2019, la Slovenia segue. Pensando all’anno successivo. Da qui l’invito a suggerire proposte entro la fine di questo mese: vanno inviate a Pošta slovenije, področje prodaje in razvoja “Znamke 2020”, SLO-2500 Maribor.

“Vogliamo presentare sui francobolli soggetti originali e interessanti che mostreranno il nostro patrimonio naturale e culturale, i risultati tecnici, gli sport attuali ed altre iniziative; inoltre, celebreremo gli anniversari di importanti eventi e le nascite di famosi connazionali”, dicono dalla sede.

L’operatore non risponderà singolarmente ai consigli, né restituirà i materiali eventualmente inviati; l’appuntamento è per il prossimo gennaio, con la lista definitiva adottata dall’apposita commissione ed approvata dal rappresentante governativo.


Il programma tedesco per il 2019 (l’elenco è nel link alla notizia)
L’invito entro fine mese
Feb 14 2018 - 17:43

San Marino

Ufn pronto con cinque titoli

Arriveranno il 13 marzo; riguardano PostEurop, Inter, gemellaggio con Arbe, “Giornata internazionale delle famiglie”, “Auguri per tutte le stagioni”

San Marino avvierà l’anno il 13 marzo, con una robusta infornata. Si tratta di cinque tra i tredici titoli attualmente nel programma sottoscritto dall’Ufficio filatelico e numismatico.

Riguardano la serie PostEurop, questa volta dedicata ai ponti (come al solito due i francobolli, nominali da 0,95 e 1,00 euro), l’omaggio ai centodieci anni del Football club internazionale Milano, che tutti conoscono come Inter (2,00), il mezzo secolo del gemellaggio con la croata Arbe (tre da 1,20 in trittico), la “Giornata internazionale delle famiglie” in calendario il 15 maggio (0,70, 1,20, 2,50), la “Auguri per tutte le stagioni” (0,15, 1,00, 1,60, 2,20).

Le confezioni sono sempre da dodici esemplari; i fogli della seconda, quarta e quinta voce hanno la bandella a sinistra.


Il programma rettificato in novembre
Anche San Marino apre il 2018 dentellato
Feb 14 2018 - 15:24

Dall'estero

Ormai è primavera

Lo annuncia la serie di Jersey emessa, guarda caso, oggi nel giorno dedicato agli innamorati. Si tratta di otto francobolli fotografici

Data, quella odierna, non scelta a caso da Jersey che, indirettamente citando la festa di san Valentino, conclude dopo una lunga pausa il percorso dedicato alle stagioni.

Mentre altri Paesi -proprio in queste settimane- stanno preparandosi ad emettere serie floreali in omaggio alla nuova fase atmosferica, l’isola ha puntato, come nelle tappe precedenti, ad otto scatti paesaggistici. Realizzati dal fotografo locale Andy Le Gresley, intendono raccontare il territorio e la natura che lo caratterizza. La selezione adottata riguarda le coste ma anche l’entroterra.

“La nostra posizione protetta dalla baia di Saint-Malo e gli inverni miti con poco gelo fanno sì che i visitatori siano spesso sorpresi dall’abbondanza di fiori colorati presenti all’inizio dell’anno”, annota la responsabile per la filatelia dell’operatore, Melanie Gouzinis.

I tagli sono da 49 (due esemplari), 63, 73, 79, 90, 107 e 132 pence; quello da 73 è inserito nel giro della Small european postal administration cooperations, nota come Sepac. Che per il giro 2018 ha adottato il filo conduttore “Viste spettacolari”.


La tappa precedente riguarda l’inverno
Lo speciale per la festa degli innamorati: il programma a Verona
Gli otto esemplari per la primavera chiudono la serie
Feb 14 2018 - 13:40

Appuntamenti

Amore/3 Con Giulietta fan venticinque

Sono le edizioni del premio che Verona ha intitolato alla ragazza dei Capuleti. L’appuntamento annunciato per il 16 febbraio

Selezionati dai membri del Club di Giulietta, sono il tedesco Christoph Hartwig, la brasiliana Gisele Fialho Mota e la spagnola Mónica Gómez Delgado ad aver vinto -quali mittenti di altrettante, significative missive- il premio “Cara Giulietta” edizione 2018, la venticinquesima. L’appuntamento per la festa è stato fissato alle ore 18 del 16 febbraio, naturalmente a Verona presso la dimora della leggendaria ragazza (l’ingresso è libero fino all’esaurimento dei posti disponibili).

L’iniziativa verrà presentata da Simonetta Chesini, mentre le letture saranno effettuate da Rossana Valier e Ermanno Regattieri; parteciperanno gli allievi della Scuola del teatro nuovo con la scena dell’incontro a casa Capuleti.

Quanto agli autori delle corrispondenze, Christoph ha trent’anni, vive e lavora come cuoco a Chemnitz; ama leggere e andare ai concerti. Dipinge tele astratte ed ha una passione per la fisica. La sua testimonianza è una vera e propria dichiarazione d’amore per una donna che forse non potrà mai avere. “Un angelo della notte, una pantera, inafferrabile nel suo essere. Un lago tranquillo sul cui fondo ribollono braci. Occhi scuri e vellutati, labbra rosse come il sangue, la sua pelle bianca… lei era semplicemente lì con la sua presenza che fa male al cuore e al corpo. Una prigione del pensiero…”.

Gisele ha ventotto anni ed è biologa. Lo scorso anno ha lasciato il Paese sudamericano, la famiglia ed il lavoro per trasferirsi proprio a Verona. Racconta l’incredibile storia d’amore sorta sulle note di un violino durante un viaggio. “I nostri sguardi e forse anche i nostri cuori si incrociarono per la prima volta a quel concerto... Quelle musiche mi toccarono profondamente l’anima e mi fecero vagare senza meta per il resto della notte. Così decisi di contattare il maestro che aveva suonato come solista… Da allora ci sono stati momenti preziosi, conversazioni a diecimila chilometri di distanza... e un anno della nostra vita tra lacrime e abbracci d’addio all’aeroporto… Poi, non ho potuto resistere”.

Infine, Mónica di Cordova: ha trentadue anni e una laurea in Amministrazione aziendale. Dopo una grande delusione amorosa, ha deciso di dare una svolta alla sua vita. “Alla data di oggi dovrei essere una donna sposata. Sì, signori, una padrona di casa con un bell’album di foto del matrimonio e un fantastico marito. Ma, tu vai a sapere come, io che non mi sono mai ritenuta una persona coraggiosa, non so dove ho trovato la forza di lasciarlo a 6 mesi dalle nozze. Sì ho lasciato una persona che ho amato con tutto il cuore perché sapevo che sarei stata infelice. Da allora la mia vita è cambiata, mi sento più forte, penso molto di più a me stessa e non faccio mai qualcosa che non voglio fare solo per compiacere gli altri. Sì, voglio proprio essere felice” (fine).


Il Club di Giulietta
L’annullo di Verona
L’emissione odierna di Alderney (news precedente)
Il programma della serata veronese (file pdf)
L’appuntamento con le premiazioni è per il 16 febbraio
Feb 14 2018 - 10:07

Dall'estero

Amore/2 Gli scogli di Alderney

Una vicenda leggendaria, un pittore che nell’Ottocento ha ripreso l’ambientazione, l’appuntamento filatelico in corso da oggi a Londra. Sono gli ingredienti del foglietto

Alderney lancia stamani il foglietto dedicato alla festa di san Valentino; è marchiato per la manifestazione filatelica “Stampex” di Londra, in apertura oggi.

Lavorato da Sue Hamon, comprende due francobolli autoadesivi a forma di cuore da 59 pence l’uno. Propongono altrettante frasi espresse nella tradizionale e pressoché dimenticata lingua dell’isola (in piccolo i testi sono tradotti in inglese); suonano così: “Sempre nel mio cuore” e “Da me a te”.

La scena complessiva riprende un lavoro -a dirla tutta, un po’ tenebroso- del pittore di Guernsey Paul Jacob Naftel (1817-1891); s’intitola “The view from the lover’s chair”, ispirato ad un paesaggio della zona dove degli scogli sono definiti come “Sedia dell’amante”. Il riferimento è ad una leggendaria coppia che qui consumava incontri clandestini (continua).


Spazio filatelia di Milano, da oggi la mostra (news precedente)
Il foglietto al debutto stamattina; da notare, in basso a destra, il richiamo alla manifestazione “Stampex”, allestita a Londra
Feb 14 2018 - 01:15

Appuntamenti

Amore/1 Pure Milano è da cartolina

Aperta con oggi la mostra che parla dei sentimenti impiegando saluti postali d’antan. Alle 11.30 la lettura di brani in tema

Non solo lo spazio filatelia di Verona. Anche quello di Milano ha organizzato un allestimento con reperti d’epoca ispirato alla festa di san Valentino. S’intitola “Cartoline d’amore” e vede coinvolta -“nomen omen!”- l’Associazione lombarda amatori cartoline.

La mostra è suddivisa in sezioni tematiche che guidano il visitatore in un percorso nel tempo, dai primi del Novecento alla Grande guerra ed anche più in qua. Sarà visitabile dal pubblico, gratuitamente, con oggi e fino al 27 febbraio. Il negozio di Poste italiane -ubicato in via Cordusio 4- è aperto dal lunedì al venerdì fra le ore 8.30 e le 14.30, il sabato nella fascia 8.30-12.

Questa mattina alle 11.30 la scrittrice Letizia Cherubino leggerà brani in argomento (continua).


La mostra di Verona
Gli annulli italiani previsti oggi
Il tema visto tra i francobolli: l’Eire
La mostra è pronta per il pubblico
Feb 13 2018 - 18:51

Appuntamenti

Borse, conferenza, mostre

Nutrito il programma dei prossimi giorni; al centro delle iniziative vi sono Padova, Scandicci (Firenze), Torino, Bologna, Castelfidardo (Ancona)

Fine settimana intenso quello che si avvicina, con iniziative che si prolungheranno anche più in là. Nessuna prevede un costo di accesso.

Si comincia con le borse commerciali, in calendario ve ne sono due. La prima si svolgerà dal 16 al 17 febbraio a Padova; è la proposta dello Studio filatelico Braga all’hotel Crowne plaza di via Po 197. Il salone resterà aperto venerdì dalle ore 11 alle 18, sabato dalle 9 alle 17. Sui tavoli, francobolli, storia postale, cartoline, monete, medaglie, libri, manifesti.

L’altra si svolgerà il solo 17 a Scandicci (Firenze). Qui, dalle 9 alle 18, Mostre mercato e Circolo numismatico mediceo firmeranno il “24° Convegno nazionale di Firenze”. Il riferimento è al primo piano di palazzo Rogers, in piazzale della Resistenza. I comparti trattati risultano numismatica, filatelia, cartofilia e collezionismo in genere.

Conferenza, sempre il 17, a Torino. L’Unione filatelica subalpina, presso la propria sede di via Asinari di Bernezzo 34 (al secondo piano), ha ripreso gli incontri culturali. Alle 15 toccherà a Gioachino Papagna, pronto ad intervenire sul tema “La corrispondenza dei sindaci”.

Temporalmente più ampio è quanto stanno preparando a Bologna il Circolo filatelico “Guglielmo Marconi”, la Fondazione intitolata al medesimo scienziato, il Museo “Giovanni Pelagalli”. Dal 17 al 28, presso la Prefettura (palazzo Caprara, via IV Novembre 24), firmeranno la mostra “Grazie al genio di Marconi”, aperta da lunedì a venerdì nelle fasce 9-12.30 e 15.30-18.30 (sabato e domenica 10-12.30 e 15-19.30). I visitatori troveranno materiale filatelico e collezionistico, pannelli e filmati, apparecchiature tesi a raccontare la storia del protagonista.

Infine, ecco, il 20, Castelfidardo (Ancona). La località marchigiana organizzerà la manifestazione “Omaggio al padre della fisarmonica - Centenario della morte di Paolo Soprani”. Presso l’auditorium “San Francesco” di via Mazzini accoglierà, dalle 9 alle 22.30, pure una mostra filatelica in argomento, con tanto di personalizzato. Dietro vi è il Comune, in collaborazione con Circolo culturale filatelico numismatico “Federico Matassoli”, Civica scuola di musica “Paolo Soprani”, Pro loco e Museo internazionale della fisarmonica.


Già segnalate, la mostra di Trieste…
…e le miniconferenze di Prato
Cinque le iniziative annunciate per i prossimi giorni
Feb 13 2018 - 15:45

Notizie dall'Italia

Nuova modulistica per gli atti giudiziari

La modifica sostanziale riguarda il codice barre, passato dalla ricevuta d’impostazione all’avviso di ricevimento, così da abbinare l’invio alla conferma. Il cambio dal 28 febbraio

La busta, se da 11x23 centimetri, rimane di fatto la stessa

Attendendo l’apertura del recapito specializzato agli operatori privati, faldone attualmente allo studio del ministero alla Giustizia, Poste italiane rinnova la modulistica riguardante la notificazione degli atti giudiziari.

Per la busta -quella che misura 11x23 centimetri- sono stati apportati cambiamenti insignificanti, tanto è vero che si possono utilizzare le vecchie tipologie.

A cambiare risultano la ricevuta d’impostazione e l’avviso di ricevimento. La differenza sostanziale è nel codice a barre autoadesivo riguardante il singolo invio. Nella versione destinata ad essere accantonata figura sulla ricevuta di impostazione (in gergo, è il modello “22/Ag”); nella nuova è sull’avviso (“23L”). Quest’ultimo ha anche una propria chiave numerica: le due sequenze sono univoche e collegate tra loro (di fatto, è la medesima; cambiano soltanto la prima e l’ultima cifra), così da abbinare elettronicamente la spedizione e la conferma fisica della sua consegna.

Attualmente il giro di boa è previsto per il 28 febbraio, giorno in cui le tirature precedenti non potranno essere più impiegate.


Apertura ai privati: la procedura al ministero della Giustizia
Notifiche - I problemi al recapito sanzionati dall’Agcom
Anche la pec per le violazioni al Codice della strada
Il codice a barre si sposta, dalla ricevuta di spedizione (nell’immagine in alto, la vecchia e la nuova tiratura) all’avviso di ricevimento (pure in questo caso, il modulo prima, questo di epoca ministeriale ma ancora in uso!, e poi). Immagini: archivio avvocato Giulia Orlando
Feb 13 2018 - 13:14

Notizie dall'Italia

L’“altro” san Valentino

Due manuali, che verranno impiegati domani a Terni e Vico del Gargano (Foggia), ne presentano la figura religiosa. Verona, invece…

Se i francobolli segnalati nei giorni scorsi e gli annulli italiani in uso negli spazi filatelia puntano alla festa degli innamorati, altre situazioni intendono ricordare san Valentino quale figura religiosa e patrono locale. Accadrà ad esempio con i due manuali annunciati per domani, il giorno topico, a Terni e Vico del Gargano (Foggia). A prendere l’iniziativa sono stati, rispettivamente, il Circolo filatelico numismatico “Annibale Aromatici” e la Pro loco. Nel primo caso, dalle ore 10 alle 15, uno stand di Poste italiane funzionerà presso la Basilica intitolata al personaggio, sita in piazza Zaccaria. Nel secondo, il riferimento è un gazebo montato all’esterno della Chiesa madre, operativo nella via omonima dalle 10.30 alle 14.

L’altro filone, quello più commerciale o festaiolo, sarà ripreso, invece, a Verona, la stessa città che oggi ha inaugurato la mostra di cartoline sul tema. Sempre il 14 febbraio dalle 11.30 alle 14.30, ma anche il 17 ed il 18 tra le 14 e le 19, il relativo Comitato organizzatore intende promuovere “Verona in love 2018”. Gli interessati dovranno recarsi nel cortile del Mercato vecchio in piazza dei Signori.


Tra i francobolli, ecco l’Eire
Così gli spazi filatelia
Verona offre anche la mostra di cartoline
San Valentino ricordato -nei primi due manuali- da un altro punto di vista
Feb 13 2018 - 10:28

Notizie dall'Italia

Trento blocca il taglio al recapito

Investendo oltre 10 milioni di euro in tre anni, la Provincia autonoma sosterrà questo ed altri servizi. È l’esito dell’accordo sottoscritto con Poste italiane

Torneranno le cassette blu: è l’esito dell’accordo locale

Alla fine, anche la Provincia autonoma di Trento, come quella di Bolzano, è riuscita nell’obiettivo. “Tornerà ad essere giornaliero il servizio di consegna dei quotidiani e della posta urgente”, annunciano dalla sede. Grazie ad una convenzione con Poste italiane, il recapito sarà quotidiano dal lunedì al sabato. Anche se a dicembre era stato introdotto -così come era previsto- il regime a giorni alterni in 156 comuni, 46 dei quali interessati pure per la rimessa della stampa.

L’accordo, di durata triennale, prevede inoltre lo sviluppo di servizi sperimentali e, di conseguenza, l’assunzione di nuovo personale. Fra le novità, l’installazione di contenitori, in zone periferiche, destinati al recapito degli invii per i cittadini che lo richiedano e di dieci cassette di colore azzurro per la corrispondenza internazionale. Si aggiungono un armadio riservato ai colli (è il “paccomat”, il cui numero, se necessario, potrà essere incrementato), l’utilizzo di venti mezzi ecologici, l’accesso wi-fi in tutti gli uffici postali, strumenti a disposizione dei portalettere per i servizi elettronici. Infine, l’impegno dell’operatore a non ridurre l’attuale numero di presìdi localizzati nei comuni con meno di cinquemila abitanti.

L’Ente interverrà con una cifra complessiva di 10.612.170 euro. “Si riesce così -è il commento- a coniugare l’esigenza di razionalizzazione e di riorganizzazione” dei supporti, ritenuti in parte diseconomici dalla società, con l’interesse delle istituzioni locali a garantire un loro elevato livello di diffusione, considerando le caratteristiche territoriali ed orografiche.


L’intesa della Provincia autonoma di Bolzano
Il recapito a giorni alterni (per ora) anche in Trentino
Il “paccomat”
Feb 13 2018 - 07:36

Dall'estero

L’antico ed il moderno

L’approccio del Liechtenstein per la serie PostEurop associa due ponti di epoche diverse; ad essi ha dedicato altrettanti francobolli

L’antico ed il moderno. È probabilmente questo l’approccio più frequente che nelle prossime settimane si potrà osservare a proposito del giro PostEurop targato 2018. È il caso del Liechtenstein, che si è prenotato per il 5 marzo.

La coppia, i francobolli valgono 1,50 franchi e sono raccolti in libretti da dieci, propone l’antico ponte in legno esistente a Vaduz e la passerella di Balzers, entrambi riguardanti il Reno. Sono stati interpretati dal fotografo Roland Rick, che ha privilegiato un punto di vista dal basso cosi da associarvi un frammento di panorama.

L’attenzione si concentra sul primo passaggio. Lungo 135 metri, rappresentava il collegamento principale tra la capitale e la frontiera con la Svizzera. Venne costruito tra il 1870 ed il 1871, equipaggiato dal 1900 al 1901 con una nuova sovrastruttura, restaurato tra il 2009 ed il 2010. È l’ultimo, fra quelli presenti sul fiume, edificato in legno ed in buono stato di conservazione.


Le interpretazioni date da Gibilterra…
…Islanda…
…e Finlandia
Due ponti di epoche diverse; entrambi permettono di superare il Reno
Feb 12 2018 - 23:15

Notizie dall'Italia

Addio a Gianfranco Moscati

Lo specialista sull’Olocausto letto soprattutto attraverso i reperti postali è mancato oggi. Aveva compiuto novantatré anni

Gianfranco Moscati

Nonostante il ritiro in casa di cura ed i problemi di salute, ancora negli ultimissimi giorni si prodigava per lasciare testimonianze di quanto accaduto. Una vita -l’ha spiegato più volte- impegnata per non far dimenticare l’Olocausto e per aiutare gli altri, come l’ospedale pediatrico Alyn di Gerusalemme e la comunità partenopea di San Giovanni a Teduccio. Se ne è andato oggi Gianfranco Moscati; era nato il 30 dicembre 1924.

Il suo punto di vista per narrare la persecuzione era particolare, impiegando soprattutto, ma non solo, il materiale postale: quindi francobolli, cartoline, buste e lettere, cui poi aggiungeva riviste, fotografie, locandine, vignette, documenti e quant’altro. Una formula narrativa che ha portato in parecchi luoghi di prestigio, come a Roma presso la Camera dei deputati, a Milano palazzo Reale e la sede della Fondazione “Corriere della sera”. Contemporaneamente, la graduale donazione del materiale accumulato all’Imperial war museum di Londra, al Museo nazionale dell’ebraismo italiano e della Shoah di Ferrara, alla Fondazione centro di documentazione ebraica contemporanea di Milano. Diverse le pubblicazioni che ha lasciato.

Per la sua instancabile attività era stato nominato cavaliere dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Niente esequie: la salma verrà portata ad Haifa dopodomani. L’idea della famiglia, ancora allo studio, è di organizzare una cerimonia nel capoluogo lombardo fra trenta giorni.


Due anni fa anche una conferenza in clinica
Una delle mostre alla Camera dei deputati
La donazione all’Imperial war museum di Londra
Feb 12 2018 - 19:40

Appuntamenti

Passione/2 Te lo dico in cartolina

Aprirà domani la mostra “Pene d’amor perdute e ritrovate”, accolta nello spazio filatelia di Verona. Sarà raggiungibile fino al giorno 28

Dopo le lettere (news precedente), ecco le cartoline, ma queste sono d’antan. È la mostra che aprirà domani nel nuovo spazio filatelia di Verona, collocato in via Teatro Filarmonico 11. L’inaugurazione si svolgerà alle ore 11.

Curato da Anna Chiara Tommasi, l’allestimento s’intitola “Pene d’amor perdute e ritrovate”; propone una selezione di saluti appartenenti alla collezione di Silvano Morando.

Inviati ad un unico destinatario tra il 1905 e il 1923, sono stati divisi in sezioni tematiche ed offrono una visione di quanto circolava sull’argomento nel periodo. Tra gli autori rappresentati, il pittore concittadino Angelo Dall’Oca Bianca (1858-1942) e l’illustratore torinese Aurelio Bertiglia (1891-1973), notoriamente specializzato con i bambini.

Il percorso resterà visitabile sino al 28 febbraio; il negozio di Poste italiane è aperto dal lunedì al venerdì tra le 8.20 e le 13.35, il sabato dalle 8.20 alle 12.35. L’ingresso è libero (fine).


Verona, l’inaugurazione del negozio
Il concorso di Alassio (news precedente)
Fino al 17 febbraio gli annulli agli spazi filatelia
Le cartoline scelte raccontano i sentimenti nella prima parte del Novecento
Feb 12 2018 - 17:21

Notizie dall'Italia

Passione/1 Ultime ore per il concorso

Alassio (Savona) - È possibile partecipare fino alle 12 di domani; è la competizione “La più bella lettera d’amore”

Ancora domani mattina…

Le missive continuano ad arrivare sulla pagina Facebook dedicata: ultime ore prima di chiudere i giochi e conoscere chi vincerà la gara 2018 intitolata “La più bella lettera d’amore”. Il riferimento è ad Alassio (Savona), che pure quest’anno ha confermato il confronto epistolare.

Gli interessati dovranno, entro le 12 di domani, inviare la propria partecipazione a sanvalentino@comune.alassio.sv.it; vincerà l’autore, o l’autrice, del testo che riceverà il maggior numero di “mi piace”.

Il premio consiste in una cena per due, due fedine, due ingressi alla Thalassio spa del Grand hotel ed una selezione di cosmetici Acqua di Alassio. La cerimonia si terrà in sala consiliare il 14 alle 12.30 (continua).


La pagina Facebook
Le ultime citazioni in argomento riguardano i francobolli di Eire…
…e Libano
Feb 12 2018 - 15:19

Appuntamenti

Lettere d’epoca. A Viterbo

Si svolgerà dal 15 al 17 febbraio, presso il rettorato dell’Università: è il convegno internazionale di studi “L’epistolografia di Antico regime”

Viterbo - Convegno internazionale di studi, dal pomeriggio del 15 al mattino del 17 febbraio, presso il rettorato, all’Università degli studi della Tuscia.

Intitolato “L’epistolografia di Antico regime”, permetterà di affrontare vari argomenti collegati, dai modelli classici all’“ars dictaminis”, da come si è evoluta la lettera tra Cinque e Settecento a formulari e manuali. Ancora, i relatori tratteranno di censura come di corrispondenze inerenti agli artisti o ai mercanti dopo Francesco di Marco Datini.

Il punto di riferimento è l’aula magna di via Santa Maria in Gradi 4.


A casa di Francesco Datini il “Colloquio di storia postale”
Il programma completo (file pdf)
Dal 15 al 17 febbraio a Viterbo
Feb 12 2018 - 12:52

Vaticano

“Non dimenticate il sorriso!”

È l’invito espresso da papa Francesco, durante l’udienza con i rappresentanti di Poste italiane, rivolto al personale ma anche ai clienti

Papa Francesco sorridente

“Poste italiane è legata in modo inscindibile alla vita e alla storia dell’Italia: ne ha accompagnato le vicende, a partire dal suo sorgere come Stato unitario. Ha contribuito in un certo senso a mantenerla unita, tenendo in contatto famiglie e luoghi lontani”. È uno dei concetti espressi sabato da papa Francesco nell’udienza ai dirigenti ed al personale dell’azienda.

Pur seguendo una logica di mercato, essa ha messo al centro “non il profitto ma le persone, ricordando che tutti i servizi offerti verrebbero svuotati del loro valore se fossero fruibili solo da alcuni, o non rispondessero alle esigenze concrete degli utenti. Questo è tanto più importante nel nostro contesto economico e sociale, che così spesso -ha proseguito il pontefice- punta a un guadagno fine a se stesso, dimenticando che la vera ricchezza sta nelle persone, e quindi le tratta spesso come numeri senza volto”.

“È importante, quando si va a uno sportello o a un ufficio, incontrare persone che svolgono il loro lavoro bene, che non sbuffano o danno l’impressione di considerarti un peso, o fanno finta di non vederti. D’altra parte, i clienti devono essere attenti a non avere -come purtroppo accade!- un atteggiamento di pretesa o di lamentela… Non dimenticate il sorriso! Chi si comporta così diventa contagioso, perché il sorriso è contagioso, e la pace che semina non manca di produrre frutto”.

Nel difficile equilibrio tra contenimento dei costi e competitività, “abbiate sempre cura che l’attenzione al bilancio non vada a scapito della qualità del lavoro, né comprometta quel principio di universalità nell’offerta dei servizi, realizzata attraverso la presenza capillare di uffici postali e sportelli su tutto il territorio nazionale”.


L’operatore ed il Vaticano: la bicicletta al pontefice…
…il rifacimento della sede centrale
Invito d’epoca (Archivio storico di Poste italiane)
Feb 12 2018 - 09:25

Appuntamenti

Mostra a domicilio. Per Cavellini

Salerno rende omaggio ad uno dei più curiosi autori “postali”. A firmare l’allestimento è la Ophen virtual art gallery. Il lavoro di Sandro Bongiani

“Italia unita con regioni sparse”…

Settantasette “francobolli”, alcuni ancora inediti, in una mostra volutamente virtuale, come logico sviluppo dei percorsi realizzati dall’artefice, tra opere ad acrilico, intarsio, carbone, legno, collage, pennarello, serigrafia, fotografia e studi grafici preparatori creati nel corso degli anni Settanta ed Ottanta. È quanto propone, fino al 31 marzo, l’Ophen virtual art gallery di Salerno sotto al nome “Cavellini artistamp - Mostra a domicilio”.

L’obiettivo -spiega il curatore, Sandro Bongiani, che per il progetto si è avvalso dell’archivio bresciano di Guglielmo Achille Cavellini- ha il fine di indagare una parte significativa del lavoro dovuto al protagonista, non del tutto conosciuto. Nella sua ininterrotta navigazione nel territorio dell’espressività, Gac (così si firmava) ha ricercato segnali che rendessero esplicita la condizione dell’artista e le sue ambizioni molto spesso frustrate dal conflitto con la dinamica sociale.

In tale contesto nascono i primi “francobolli”, essenzialmente riproduzioni in legno ad intarsi, opere degne di essere eternizzate con il mezzo più semplice ed immediato che la comunicazione sociale ha per dare lustro ad un’attività umana: inserirla nella iconografia postale. In parallelo, registra “una vita dedita totalmente all’autostoricizzazione, diffusa ampiamente dal 1970 in poi” con allestimenti, manifesti, spille, autoadesivi, cimeli, performance ed incontri, “attendendo e programmando la celebrazione ufficiale del 2014 in concomitanza con il centenario dalla sua nascita, nel veneziano palazzo Ducale e nei musei più prestigiosi del mondo”.


La mostra
Il centenario di Gac raccontato da “Vaccari news”
…e “Personaggi della storia, fotografie e quadrifogli”. La prima opera, del 1970, è in legno e colori acrilici; la seconda risale al 1979 ed impiega un cartoncino
Feb 12 2018 - 01:04

Dall'estero

I Peanuts “conquistano” la Germania

Charlie Brown, Snoopy ed altri personaggi scelti fra i più noti caratterizzano la serie annunciata da Berlino per l’1 marzo

Intramontabile simpatia per Charlie Brown e la sua “banda” di amici. Ci… casca anche la Germania, che per l’1 marzo ha messo in calendario due francobolli dedicati ai Peanuts. Da 70 e 90 eurocentesimi, propongono i personaggi più noti. Il lavoro porta la firma di Jennifer Dengler.

A farsi notare per la coerenza è il taglio economico, dove Woodstock recapita una busta sigillata da un cuoricino a Snoopy. Nell’altro, ecco Sally Brown, Lucy van Pelt, ancora il volatile ed il bracchetto, Linus van Pelt e Charlie Brown appunto. Le cartevalori sono stampate in un foglietto i cui margini completano la scena, oppure in due libretti da dieci unità uguali ed autoadesive.

Si aggiunge la busta: impiega il primo soggetto come impronta di affrancatura (ma viene 0,90 euro), mentre sulla parte di sinistra mostra gli stessi protagonisti: manca il volatile e si aggiunge Piperita Patty. L’intero servirà ad enfatizzare la Borsa filatelica internazionale di Monaco, in programma dall’1 al 3 marzo; non a caso, ne riporta il logo. Quanto agli annulli, se ne contano già sette, tutti per il primo giorno d’emissione.

Implicito l’omaggio all’artefice, Charles Monroe Schulz (1922-2000). Dal 2 ottobre 1950, i suoi personaggi hanno intrattenuto i lettori di 2.600 giornali editi in 75 Paesi, raccontandoli in 21 lingue di tutto il mondo. Solo il 13 febbraio 2000, il giorno dopo la morte dell’autore, è stata messa alla saga la parola “fine”.


Nel 2015 la serie degli Stati Uniti
Il foglietto che raccoglie i francobolli. Pronti anche due libretti (uno per soggetto) ed una busta
Feb 11 2018 - 00:51

Libri e cataloghi

Quasi mezzo secolo di cronaca

La Repubblica tra il 1949 ed il 1993 raccontata da Franco Filanci attraverso francobolli, posta e servizi: quinto ed ultimo volume de “Il Novellario”

Quinto ed ultimo volume

Un periodo molto impegnativo, riassunto in 352 pagine “A4” con immagini a colori (39,00 euro, edizione Unificato). È il quinto volume de “Il novellario”, dedicato alla fase che l’autore, Franco Filanci, definisce “La Prima repubblica in posta”, andando dal 1949 al 1993.

Come i precedenti, cataloga (e prezza) francobolli ed interi, ma la parte più significativa è nelle note a carattere storico e tecnico che comprende. Passando dai bozzetti non adottati ai sovrastampati per Trieste, dai libretti alle bobine, dalle tassazioni ai pacchi, dalle bandelle allo stock ministeriale, dai buoni-risposta ai fruttiferi, dai tariffari a codice di avviamento e meccanizzazione, dal servizio durante le calamità ai più inconsueti e magari dimenticati supporti, come il test per il recapito delle pensioni a domicilio. Anche in questo modo si racconta il quasi mezzo secolo di storia nazionale che separa l’avvio del racconto dalla sua conclusione.

A proposito di termine, questo è l’ultimo appuntamento con la collana: finita l’epoca ministeriale, con il passaggio della struttura ad ente pubblico economico prima di divenire società per azioni, comincia una nuova era. “Un cambiamento radicale”, annota l’autore; su di esso incidono tecnologia, globalizzazione, sviluppo del settore bancario: la storia, “anche quella postale e filatelica, necessita di un minimo di sedimentazione e di distanza temporale per potersi dire veramente tale”.


“Il novellario” La scheda
Il precedente tomo
Fra i tanti argomenti trattati, lo dello stock ministeriale
La consegna a domicilio delle pensioni: un test che non ebbe seguito
Feb 10 2018 - 12:04

Emissioni Italia

Debuttano i cantanti

A Mia Martini e Domenico Modugno dedicati due francobolli, con annullo speciale a Sanremo (Imperia) nonché nelle località natali, Bagnara Calabra (Reggio Calabria) e Polignano a Mare (Bari)

Mia Martini (1947-1995)? Vista nel francobollo sembra quasi una donna dell’Ottocento, invece di un’interprete del secolo successivo, mentre il ritratto di Domenico Modugno (1928-1994) -per chi se lo ricorda quando era giovane- appare più realistico. A ogni modo, è ben difficile individuare quelle decorazioni che contornano i ritratti come il “particolare di un disco in vinile”. Ovvero: se si conoscono i nomi ed i visi si intuisce che le immagini stanno ricordando dei cantanti, altrimenti nulla.

Debutta male, oggi in qualche ufficio postale, la nuova serie “Le eccellenze italiane dello spettacolo”, soprattutto per le modalità di comunicazione imposte dal ministero allo Sviluppo economico attraverso le “Linee guida - Emissione delle cartevalori postali”, rivelate a fine dicembre. Sconosciute le ragioni, certi i fatti: almeno sotto questo aspetto, costituiscono un danno al settore.

Tagli da 95 centesimi, i tributi sono autoadesivi ed in fogli da quarantacinque; la tiratura è di seicentomila unità per soggetto, questi ultimi dovuti, rispettivamente, ad Isabella Castellana e Tiziana Trinca. I bollettini illustrativi risultano firmati dalla sorella, Loredana Bertè, e dalla moglie, Franca Gandolfi, degli artisti.

Per gli annulli del primo giorno, come ipotizzato: entrambi saranno impiegati a Sanremo (Imperia), dove si sta consumando l’epilogo del “Festival della canzone italiana”; inoltre, le località natali, Bagnara Calabra (Reggio Calabria) e Polignano a Mare (Bari), avranno quello di spettanza. Ma se la notizia è stata diffusa stamattina, come potranno gli interessati andare sul luogo e spedire davvero quanto desiderato?

Per l’emissione, Poste italiane ha deciso di approntare due folder, dalla forma particolare che riproduce il vecchio 45 giri; i primi di una lunga serie dedicata alla musica. Tuttavia -lo prevedono le stesse decisioni del Mise- potranno essere lavorati da oggi. Ergo, debutteranno a “Milanofil”, in calendario dal 23 al 24 marzo.


Le anticipazioni di ieri sera
Le “Linee guida - Emissione delle cartevalori postali” su comunicazione…
…e prodotti collegati
I due francobolli citano Mia Martini e Domenico Modugno
Feb 10 2018 - 11:22

Dall'estero

Love/2 Cuore rosso fuoco

Il francobollo emesso dall’Eire per la festività intitolata a san Valentino è autoadesivo e raccolto in libretti da dieci esemplari

Un cuore vistoso

Non poteva mancare l’Eire, tra i Paesi più affezionati al soggetto. E, puntuale, questo è stato interpretato l’8 febbraio, per la dodicesima volta consecutiva.

È il francobollo “Love”, dedicato principalmente ad innamorati e nubendi in vista del giorno di san Valentino. Autoadesivo ed in libretti da dieci, porta una vistosa illustrazione a cuore realizzata da Liz Rackard, mentre il resto del lavoro è dovuto a Design Hq. Manca il valore nominale, sostituito dalla lettera “N”; indica che serve per il corriere nazionale. Comunque, è venduto a 1,00 euro.

Ogni anno -snocciolano dagli sportelli- per la ricorrenza vengono scambiati circa 150 milioni di invii, attuale stato di una tradizione che risale al XVIII secolo. Le prime “valentine” erano, ovviamente, fatte a mano, mancando una produzione specifica; magari i biglietti comprendevano fiori e nodi d’amore, talvolta enigmi e poesie. Poi venivano infilati discretamente sotto la porta (o legati alla maniglia), dietro la quale vi era il destinatario. Il reperto più antico che si conosca risale al 1797, caratterizzato da vegetali e Cupido; l’industria specializzata decollò in epoca vittoriana (fine).


L’interpretazione del Libano (news precedente)
Feb 10 2018 - 01:00

Dall'estero

Love/1 Dal Libano un invito… bucato

“Esprimi il tuo amore”: è quanto si legge nel curioso francobollo emesso il 7 febbraio, una settimana prima della festa dedicata agli innamorati

Invito con buco

“Esprimi il tuo amore”. È l’invito che campeggia -declinato persino in inglese- nel francobollo firmato da Beirut il 7 febbraio, giusto una settimana prima della data fatidica, quella in cui cade la festa intitolata a san Valentino.

Provenienza inconsueta, tuttavia significativa: non è facile trovare temi simili su cartevalori di Paesi mediorientali, anche se il Libano una volta era considerata la Svizzera della regione.

C’è di più: il centro dell’immagine è tagliato e sagomato a forma di cuore, simbolo per eccellenza dell’amore; sullo sfondo della vignetta campeggiano altri… muscoli cardiaci ma pure fiori, stelle, dolcetti. Quanto al valore nominale, ammonta a 2.000 lire locali (continua).


Già citate, ad esempio, le proposte di Australia…
…e Slovenia
Gli annulli italiani
Feb 09 2018 - 21:13

Emissioni Italia

Domani Mia Martini e Domenico Modugno

Giunti questa sera i primi dati (senza immagini e dettagli fondamentali) per l’emissione “Le eccellenze italiane dello spettacolo”

L’annullo del “Festival”

Solo questa sera sono state diramate le prime informazioni -sostanzialmente inutili- relative all’emissione di domani, riguardante la nuova serie “Le eccellenze italiane dello spettacolo”, questa volta dedicata ai cantanti Mia Martini e Domenico Modugno.

Si tratta di due autoadesivi da 95 centesimi, tirati in seicentomila esemplari per tipo; il foglio ne contiene quarantacinque. Vi hanno lavorato, rispettivamente, Isabella Castellana e Tiziana Trinca. Le vignette ne raffigurano i ritratti, “delimitati dal particolare di un disco in vinile”.

“Mistero” -altro incomprensibile disservizio- sui luoghi in cui le cartevalori saranno tenute a battesimo, anche se è facile immaginare Sanremo (Imperia), che proprio sabato concluderà il “Festival della canzone italiana” (dalle ore 10 alle 14, presso il “Cinesfera” di piazza Colombo, funzionerà un servizio distaccato di Poste italiane con il solito annullo della manifestazione). Potrebbero aggiungersi i luoghi natali, Bagnara Calabra (Reggio Calabria) e Polignano a Mare (Bari).


“Linee guida”: l’aspetto riguardante la comunicazione…
…lo speciale di “Vaccari news” (in sei parti)…
…le prime reazioni
Feb 09 2018 - 17:52

Notizie dall'Italia

Quattro feste, quattro annulli

Altre obliterazioni per Carnevale: tre verranno impiegate l’11 febbraio a Busto Arsizio (Varese), Castrovillari (Cosenza), Misterbianco (Catania); l’ultima il 13 a Massafra (Taranto)

È Carnevale anche a Busto Arsizio (Varese), Castrovillari (Cosenza), Misterbianco (Catania) e Massafra (Taranto).

Le quattro località citate, infatti, hanno richiesto ed ottenuto annulli speciali per i prossimi giorni, al fine di promuovere le manifestazioni locali dedicate al particolare periodo.

Andando nel dettaglio, nelle prime tre gli addetti di Poste italiane saranno al lavoro l’11 febbraio; l’ultima obliterazione verrà messa in uso, al contrario, il giorno 13.


Gli aggiornamenti sul tema: del 2 febbraio...
…e del 26 gennaio
I quattro annulli citati
Feb 09 2018 - 14:28

Vaticano

Il bis di Marco Ventura

Contemporaneamente all’omaggio per don Giuseppe Puglisi, l’artista milanese ha firmato la busta 2018. L’effetto tipo vetrata

Su quattro produzioni emesse dal Vaticano il 6 febbraio, due sono firmate dall’artista milanese Marco Ventura. Perché, oltre all’omaggio per il beato don Giuseppe Puglisi segnalato ieri, si aggiunge la busta.

L’intero postale è in vendita a 3,00 euro, cifra che copre il porto più alto del tariffario, utile con un invio ordinario entro i venti grammi di peso diretto in Oceania. Va da sé che può essere impiegato anche verso qualsiasi altra meta collocata a distanza inferiore.

È stato tirato in ventimila esemplari come limite. L’impronta di affrancatura propone lo stemma di papa Francesco quasi fosse inserito in una vetrata, lo stesso espediente grafico utilizzato l’anno scorso dal bozzettista per il tributo dedicato a san Francesco di Sales. Sul lato di sinistra si aggiunge -con la medesima tecnica- il ritratto del pontefice. Tra i due elementi, lo slogan in quattro lingue (italiano, tedesco, francese ed inglese) “Colleziona i francobolli e le monete della Città del Vaticano”. Facile immaginare che l’impostazione verrà replicata con il plico di servizio.


Dello stesso autore, ad esempio gli omaggi al beato Giuseppe Puglisi…
…ed a san Francesco di Sales
Le emissioni del 6 febbraio
Anche l’intero postale è firmato da Marco Ventura
Feb 09 2018 - 11:37

Pubblicità redazionale

  San Valentino

Da Poste Italiane le cartoline filateliche per tutti gli innamorati. L’annullo fino al 17 febbraio

L’annullo Spazio Filatelia Roma

Anche quest’anno Poste Italiane, in occasione della Festa degli innamorati, ha realizzato un prodotto filatelico dedicato. In tutti gli uffici postali con sportello filatelico e negli Spazio Filatelia si potranno acquistare delle cartoline per San Valentino.

Un’occasione da cogliere per ogni collezionista o per chi, semplicemente, intende ricordare in modo originale e creativo la giornata degli innamorati, facendo dono della cartolina al proprio partner, o scrivendo ed inviando un messaggio d’amore a chi è lontano.

Anche nell’epoca dei social network, Poste Italiane vuole continuare a sostenere la scrittura, scrivendo semplicemente una cartolina, un oggetto che rimane e che può essere custodito non solo nei ricordi.

Tre sono le cartoline realizzate raccolte in un cofanetto personalizzato.

Possono essere acquistate anche singolarmente al costo di 0,85 euro l’una, in tutti gli uffici postali con sportello filatelico e negli Spazio Filatelia di Torino, Milano, Genova, Venezia, Verona, Firenze, Roma, Roma1, Napoli e Trieste.

Inoltre negli Spazio Filatelia si potrà avere anche l’annullo dedicato disponibile dal 29 gennaio al 17 febbraio 2018.


Poste italiane e la filatelia Le tre cartoline dedicate a San Valentino
Feb 09 2018 - 10:11

Notizie dall'Italia

Deserta la gara per i prefabbricati

Erano destinati a diventare uffici postali, per questo l’azienda diretta da Matteo Del Fante aveva accantonato 3 milioni di euro. Ma non sono arrivate candidature

Niente da fare per la gara riguardante la “fornitura a noleggio, consegna e montaggio di prefabbricati monoblocco per allestimento di uffici postali provvisori”.

Ad annunciarlo è la stessa azienda guidata da Matteo Del Fante, che intendeva rinnovare la propria disponibilità, utile davanti a manutenzioni impegnative delle sedi fisse o cataclismi. Per l’obiettivo aveva messo sul tavolo 3 milioni di euro iva esclusa, ma nessun interlocutore si è fatto vedere. Se ne riparlerà, dunque, più avanti.


Il bando a dicembre
Nessun interlocutore per la gara riguardante i prefabbricati da trasformare in ufficio postale
Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2019 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157