Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Ott 19 2018 - 00:38

Notizie dall'Italia

Fsfi, Anpf e Usfi scrivono al ministro

I rappresentanti della filatelia organizzata hanno sollecitato una revisione alle “Linee guida - Emissione delle cartevalori postali”, in particolare per l’articolo 8, quello sulle immagini

Il punto sulla comunicazione

Si attendeva il referente politico, ma questi non c’è. Nel senso che il ministro allo Sviluppo economico, Luigi Di Maio, non ha delegato a nessuno il settore delle comunicazioni. Dunque, resta lui il riferimento ufficiale.

È da tale dato di fatto che la filatelia organizzata ha preso carta e penna per sollecitare una revisione alle “Linee guida - Emissione delle cartevalori postali”, varate alla fine dell’anno scorso. A prendere l’iniziativa, i presidenti di Federazione fra le società filateliche italiane Piero Macrelli, Associazione nazionale professionisti filatelici Sebastiano Cilio, Unione stampa filatelica italiana Fabio Bonacina.

L’attenzione della nota si è concentrata, in particolare, sul famigerato punto 8, quello che obbliga Poste italiane a rivelare l’immagine delle cartevalori solo nel giorno dell’emissione. “Non si capisce quale potrebbe essere il vantaggio di questa scelta”, ricordano i rappresentanti. “È solo un’enorme zappa sui piedi per tutta la filatelia italiana”. Il comunicato senza la correlata illustrazione è snobbato dalla stampa, ma anche i collezionisti mostrano difficoltà: come fanno a spedire buste o cartoline collegate quando addirittura non si sa (se non nella tarda mattinata del giorno del debutto) dove verrà impiegato l’annullo fdc?


La notizia del 21 dicembre
Il documento nei dettagli (in sei parti)
Unanime la critica
Ott 18 2018 - 21:10

Smom

Natura e scultura

Sono i soggetti delle prossime emissioni che le Poste melitensi porranno allo sportello; l’appuntamento fissato per il 31 ottobre

Lo Smom dà appuntamento al 31 ottobre per le nuove emissioni. Perlomeno due quelle annunciate: “Natura e arte” (sono quattro francobolli in quartina da 1,00 euro; tariffario alla mano, sfugge il loro significato postale) da una parte e “La scultura nell’arte” (dodici da 1,15, anch’essi uniti) dall’altra.

Il primo titolo permette di scoprire il pittore fiammingo Paul de Vos (1592-1678). Si formò artisticamente sotto la guida di David Remeeus, viene spiegato. Nel 1611 diventò cognato di Frans Snyders, che ne influenzò il gusto pittorico e con il quale, insieme ai Rubens, nel 1637-1638 partecipò al ciclo nel castello del Buen Retiro e nella torre della Parada a Madrid, in Spagna. Notevole fu l’influenza dello stesso Snyders nelle sue opere dedicate a caccia e animali. Non a caso, le immagini propongono “Concerto di uccelli”, conservato al Museo de bellas artes di Bilbao. I fogli contengono quattro serie, queste ultime complessivamente seimila.


L’anticipazione
Floreale la precedente tappa del percorso
I quattro francobolli appartenenti alla serie “Natura e arte”; arriveranno il 31 ottobre
Ott 18 2018 - 19:21

Notizie dall'Italia

“I suoi temi sono ancora di urgente attualità”

Riferimento è il poeta, scrittore, filosofo e pedagogista Aldo Capitini. A mezzo secolo dalla morte, il 19 ottobre verrà citato con un’obliterazione

A mezzo secolo

Due annulli già dedicatigli erano stati citati da “Vaccari news” l’8 marzo 2003. Quindici anni dopo, il personaggio ritorna in cronaca.

A Perugia, la Fondazione centro studi che porta il suo nome ha messo a punto un programma per ricordarlo nel mezzo secolo dalla morte e, il 19 ottobre nel giorno esatto del decesso, arriveranno anche gli addetti di Poste italiane con manuale e francobolli. Il riferimento è al Centro congressi esistente in viale Centova 4, dove saranno a disposizione del pubblico tra le ore 9 e le 13.

Fu poeta, scrittore, filosofo e pedagogista, ricordano dalla sede. “Instancabile sperimentatore e teorico di una «nuova socialità» ispirata ai valori del «liberalsocialismo», della «nonviolenza», della «compresenza» delle molte dimensioni della realtà nell’esistenza di ogni persona, del «potere di tutti» e della «democrazia diretta»”, ha lasciato tracce profonde e durature, insistenti nel corso del tempo.

Oggi i suoi temi sono ancora di urgente attualità.


La segnalazione del 2003
La Fondazione centro studi “Aldo Capitini”
Ott 18 2018 - 17:36

Appuntamenti

La Grande guerra nei francobolli

A Trezzo sull’Adda (Milano) un percorso valorizza alcune cartevalori dell’epoca, ingrandendole e commentandole. L’iniziativa tra il 23 ottobre ed il 4 novembre

Dal 23 ottobre

“La mostra racconta in modo inedito la Prima guerra mondiale e si presenta con un’originale esposizione di francobolli ufficiali dell’epoca”.

È in questo modo che la biblioteca “Alessandro Manzoni” di Trezzo sull’Adda (Milano) annuncia “La Grande guerra come non l’avete mai vista”, ventitré pannelli con riproduzioni di venti cartevalori postali dell’epoca, scelte, ingrandite ed associate a didascalie capaci di documentare gli aspetti più significativi del conflitto. Si parla così delle diverse nazionalità, del ruolo assunto dai sovrani, dell’esigenza di finanziare i soccorsi, di tecnologie, di occupazioni militari, della nascita di nuove entità, delle conseguenze economiche…

Realizzato da Prodigi edizioni, l’allestimento coinvolge il Gruppo filatelico “Costantino Gironi” della vicina Gorgonzola. Viene associato a suggerimenti per film e libri.

Ad ingresso libero, rimarrà aperto dal 23 ottobre al 4 novembre presso la sede della struttura culturale, in via Dante 12. Questi gli orari: martedì, mercoledì, venerdì e sabato 9.30-12.30 e 14-17.30; giovedì 14-17.30. Domenica 4 novembre, per la “Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate” lo resterà dalle 9.30 alle 12.30.


Tutti i particolari sull’iniziativa
Cento anni fa, in cronaca
La scomparsa di Costantino Gironi
Ott 18 2018 - 15:48

Notizie dall'Italia

Sergio Mattarella a Pontedera per Giovanni Gronchi

L’omaggio al presidente della Repubblica in carica tra il 1955 ed il 1962 nel quarantesimo anniversario dalla morte. Non è mancato l’annullo

L’annullo di oggi

“A Giovanni Gronchi, il merito di avere contribuito alla costruzione di un’Italia protagonista nella comunità internazionale, di un Paese più prospero e più giusto, di una Costituzione materiale capace di integrare i ceti popolari nella vita democratica. Il merito di aver saputo accompagnare il nuovo che si manifestava nella vita del Paese; in piena aderenza agli obblighi del mandato affidatogli”.

Così, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha concluso il suo discorso oggi a Pontedera (Pisa). Ha raggiunto la località toscana per ricordare, nella terra di nascita, il suo predecessore al Quirinale (lo fu dal 1955 al 1962), scomparso il 17 ottobre di quarant’anni fa.

Non è mancato l’annullo speciale, che però cita solo il commemorato. È stato messo in uso presso la biblioteca comunale, dove il capo dello Stato ha incontrato una rappresentanza di studenti. C’era anche il responsabile corporate affairs (chissà perché si insiste con le cariche in inglese…) di Poste Italiane, Giuseppe Lasco. Il quale ha consegnato all’ospite il folder contenente il francobollo emesso il 22 giugno per ricordare la figura del politico.


Giovanni Gronchi - Porta il suo nome il francobollo italiano più famoso
La serie dei capi di Stato
Inglese a Poste italiane. Il monito dell’associazione Allarme lingua
Il responsabile corporate affairs di Poste Italiane, Giuseppe Lasco, con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella; esaminano il folder
Ott 18 2018 - 13:44

Appuntamenti

Due domeniche coi bimbi

Le propone, a Camerata Cornello (Bergamo), il Museo dei Tasso e della storia postale. Queste le date: 21 e 28 ottobre

Due domeniche a Camerata Cornello (Bergamo), ma con i bambini dai sei agli undici anni. È quanto propone il Museo dei Tasso e della storia postale attraverso esperienze diverse che possono avvicinare i giovanissimi alla storia, ed in particolare al mondo della posta, giocando.

Il 21 ottobre verrà organizzata la visita gratuita “Sulle tracce di mercanti, corrieri, santi e artisti: viaggio nel borgo medievale di Cornello”, così da scoprire il luogo leggendo il paesaggio, la via Mercatorum che collegava Bergamo alla Valtellina e da qui al Nord dell’Europa, alcuni degli oggetti riguardanti i Tasso.

Il 28 ottobre sarà il turno, invece, del laboratorio ludico “Francobolli animali”, dedicato alla collezione tematica “L’evoluzione animale”, collezione di Giuseppe Morabito che resta visibile nella vicina sala Mercatorum fino al 4 novembre. I piccoli, dopo una breve visita all’esposizione ed avere conosciuto le peculiarità di alcuni pezzi, scopriranno cos’è una carta valore postale ed a cosa serve; così, costruiranno il loro francobollo “animale”. Partecipare richiede la prenotazione obbligatoria ed un costo di 3,00 euro.

In entrambi i frangenti, il ritrovo è alle ore 15 presso il Museo, sito in via Cornello 22. Per informazioni: info@museodeitasso.com, telefono 0345.43.479.


La collezione “L’evoluzione animale”
L’ultima “Giornata tassiana” - La cronaca
Il sito del Museo
Protagonisti, per le due domeniche del 21 e del 28 ottobre, i bambini
Ott 18 2018 - 11:47

Dall'estero

Gli Usa usciranno dall’Upu?

L’annuncio dalla Casa bianca. Immediata la replica sottoscritta dal direttore generale dell’organizzazione, Bishar Hussein: “Parliamone”

Botta e risposta Washington-Berna, nonostante i fusi orari. L’annuncio della Casa bianca: gli Stati Uniti si ritireranno dall’Unione postale universale, dove sono membri dall’1 luglio 1875. A ruota, la risposta sottoscritta dal direttore generale dell’organizzazione, Bishar Hussein, che ha detto di voler incontrare i rappresentanti governativi del Paese nordamericano per discutere la faccenda.

Dietro, una relazione firmata dal dipartimento di Stato, finita sulla scrivania di Donald Trump. Si riferisce al memorandum intitolato “Modernizzare il modello di rimborso monetario per la consegna delle merci attraverso il sistema postale internazionale e migliorare la sicurezza”, in particolare del corriere che scavalca i confini.

Secondo tale documento, sul tema non sarebbero stati compiuti progressi sufficienti. Ovvero, le modifiche introdotte dall’Upu non risulterebbero ancora in linea con quanto deciso oltre l’oceano Atlantico. Ed il presidente ha concordato: rivedere le spese terminali (cioè i costi che l’operatore di destinazione di un invio deve subire) entro l’1 gennaio 2020 e comunque avviare l’uscita dall’agenzia, procedura che richiederà un anno. Durante questo periodo, lo Zio Sam cercherà di negoziare accordi bilaterali e multilaterali per risolvere i problemi evidenziati nel rapporto. Sempre che non si trovi una soluzione condivisa, che permetta di revocare la decisione di abbandonare la struttura.


L’elezione di Donald Trump nei francobolli
Il sito dell’Upu (in francese ed inglese)
La serie con cui gli Stati Uniti, era il 6 giugno 1974, festeggiarono il secolo dell’Unione postale universale
Ott 18 2018 - 09:19

Libri e cataloghi

La Michel completa il Vecchio continente

Editi gli ultimi quattro volumi, questi con i millesimi 2018/2019. Come i tre precedenti, in Italia sono venduti a 77,00 euro l’uno

Anche per l’anno in corso, la Michel ha completato il rinnovamento dei propri cataloghi dedicati al Vecchio continente. Negli ultimi tempi, infatti, sono giunti i quattro mancanti, questi oramai con i millesimi 2018/2019. Con i tre precedenti, già segnalati, coprono l’intera aerea.

Nessuna novità per l’impostazione: la lingua d’uso è il tedesco, le immagini appaiono molto spesso a colori (l’impegno, edizione dopo edizione, è di arrivare a sostituire quelle ancora in bianco e nero), le stime economiche risultano nella moneta comune. Il singolo volume costa, in Italia, 77,00 euro.

Il quarto tomo è dedicato all’Europa Sud-Orientale (conta 1.312 pagine); oltre ai capitoli ormai chiusi, vi figurano Bulgaria, Cipro, Grecia (Monte Athos incluso), Romania, Turchia (e Cipro Turca). Nel quinto si passa alla Settentrionale (1.120), comprendente Danimarca (senza trascurare Faeroer e Groenlandia), Estonia, Finlandia (vi è pure Aland), Islanda, Lettonia, Lituania, Norvegia, Svezia. Il sesto vede l’area Occidentale (1.472), naturalmente con gli occhi teutonici, vale a dire Belgio, Eire, Lussemburgo, Paesi Bassi, Regno Unito (con Alderney, Guernsey, Jersey, Man). Chiude con il settimo la Orientale (1.216); propone Bielorussia, Moldavia, Polonia, Russia (ed Urss), Ucraina.


I tre titoli che hanno aperto il rinnovamento
Gli ultimi quattro volumi: completano l’Europa
Ott 18 2018 - 00:50

Emissioni Italia

Si lavora per Gioacchino Rossini

A Pesaro impazienti per il francobollo. L’ha annunciato il sindaco della città natale, Matteo Ricci. Arriverà il 13 novembre, nel secolo e mezzo trascorso dalla morte del compositore

Il compositore Gioacchino Rossini? Già è stato ricordato dall’Italia postale in due occasioni. Nel secolo e mezzo trascorso dalla nascita attraverso quattro dentelli emessi il 23 novembre 1942 (i tagli sono da 25, 30 e 50 centesimi, 1,00 lira) e poi nel centenario dalla morte il 25 ottobre 1968 (50 lire).

La mini collezione si implementerà per il centocinquantenario dalla dipartita. Ne sono entusiasti a Pesaro, dove l’artista nacque il 29 febbraio 1792 e dove si sta lavorando alle celebrazioni. “È in uscita un francobollo speciale”, ha annunciato al suo pubblico il sindaco Matteo Ricci, rammentando, tra l’altro, l’80 centesimi dedicato alla “Mostra internazionale del nuovo cinema”, datato 22 giugno 2015.

La carta valore -è cosa nota- arriverà il 13 novembre, giorno esatto dell’anniversario; la fine lo colse a Passy, in Alta Savoia.


Tre anni fa l’omaggio alla “Mostra internazionale del nuovo cinema”
Il recente annullo per le Poste centrali cittadine
I precedenti dedicati a Giacchino Rossini: la serie del 1942 ed il singolo del 1968
Ott 17 2018 - 20:35

Notizie dall'Italia

Vincenzo Florio citato a Marsala

Commerciante, banchiere ed armatore, verrà ricordato il 19 ottobre tramite un annullo nel centocinquantesimo anniversario dalla morte

L’annullo

Visse tra il 4 aprile 1799 ed il 10 settembre 1868 e l’Associazione filatelica lilibetana ha deciso di commemorarlo con un annullo il 19 ottobre, ad un secolo e mezzo dalla morte.

È Vincenzo Florio, entrato in Senato per la categoria di coloro che “da tre anni pagano tremila lire d’imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria”.

Dietro, un curriculum molto ampio: commerciante, banchiere ed armatore, fu socio della ditta Ignazio e Vincenzo Florio, occupandosi di tabacchi, assicurazioni, pesca e vino; fondò -tra gli altri- lo Stabilimento Florio per la produzione del vino di Marsala, la Società dei battelli a vapore siciliani, il Banco Florio.

Il tributo marcofilo verrà impiegato proprio a Marsala (Trapani) presso l’Ente mostra internazionale di pittura; si trova in piazza del Carmine 1, dove il personale incaricato da Poste italiane sarà disponibile per timbrare i francobolli, applicati su buste e cartoline, dalle ore 17.15 alle 19.45.


Marsala Florio, la citazione di San Marino
Ott 17 2018 - 16:43

Emissioni Italia

Un ponte per Il ponte

Nel francobollo per il quarantesimo anniversario della onlus compare la rappresentazione scelta dal sodalizio. Arriverà il 31 ottobre

L’immagine è stata proposta direttamente dagli interessati, e l’Istituto poligrafico e zecca dello stato si è limitato ad “ottimizzarla”, come si legge nel documento. Offre la mano protesa ad aiutare un uomo per raggiungere un ponte che si staglia al centro di un paesaggio arido e chiaramente ostile, così da attraversarlo e trovare una vita migliore. Di fatto, è l’immagine già pubblicata da “Vaccari news” tre settimane fa ed ora qui ripetuta. In basso campeggia la scritta: “Anche la tua mano è necessaria…”.

È così che verrà celebrata postalmente l’associazione di Civitavecchia (Roma) Il ponte centro di solidarietà onlus nel quarantesimo anniversario di lavoro. La voce, nel programma entrata a sorpresa il 27 settembre, arriverà agli sportelli il 31 ottobre. Si tratta di un “B”, utile per gli invii domestici e ordinari di primo porto, attualmente dal costo di 1,10 euro.

Autoadesivo, il titolo avrà fogli da quarantacinque esemplari, mentre la tiratura è stata fissata ad un milione di pezzi. È inserito nella serie “Il senso civico”.


L’ingresso nel programma
La base del bozzetto
Ott 17 2018 - 15:11

Notizie dall'Italia

C’è futuro e futuro

Dalla tecnica (una vernice “mangia-smog”) all’arte (con un progetto specifico che la impiega). Fino al francobollo, riprodotto ed “annullato” sull’invito alla presentazione

“Un’idea rivoluzionaria, dove l’arte funge da catalizzatore dell’ambiente con un prodotto innovativo, premiato tra le invenzioni green che possono cambiare il mondo”. Al centro dell’attenzione è Airlite, una pittura “mangia-smog” creata dal bolognese Massimo Bernardoni. Secondo gli annunci, eliminerebbe l’inquinamento dell’aria.

A riprendere l’articolo, il progetto “Ecologia dell’arte”, voluto da Teresa Coratella e promosso dall’associazione Aci e Galatea. L’iniziativa verrà presentata dal poeta e critico letterario Plinio Perilli, il 18 ottobre alle ore 17 presso la scuola per l’infanzia “Vittorino da Feltre”, ubicata a Roma in largo Agnesi 5.

Naturalmente, l’occhio del collezionista si sofferma su un dettaglio, presente nell’invito. È la riproduzione -con tanto di “annullo” in tema- del 1.000 lire, o 52 eurocentesimi, emesso il 7 luglio 2000 e dedicato al concorso internazionale per studenti “Come vedi il futuro”.


L’appuntamento su Facebook
L’invito con tanto di francobollo, riprodotto ed “annullato”
Ott 17 2018 - 12:22

Giornali, riviste e siti

Quando filatelia faceva rima con autarchia

Una nota nel “Bollettino filatelico” di cento anni fa rappresenta lo specchio della guerra, delle difficoltà e, soprattutto, delle conseguenze propagandistiche

“Preferite i prodotti nazionali”. Il motto, visto in cartoline e etichette d’antan, dà il titolo anche ad una nota pubblicata il 15 ottobre 1918 da “Il bollettino filatelico”.

“Oggi -vi si legge- che in tutti Paesi del mondo risuona questo monito incitatore, è dovere di noi italiani non solo ripetere lo stesso ma appoggiare sul serio i prodotti nazionali specie se essi rivaleggiano, e vincono pure, al confronto con quelli esteri. Ora la filatelia italiana, mercé il lavoro tenace di uno dei nostri vecchi abbonati, si emancipa dall’estero per tutto quanto riguarda il materiale filatelico, e noi stimiamo far cosa grata ai nostri lettori invitandoli a richiedere al signor Ernesto Marini, Genova via privata Imperiale 7-5, l’elegante listino testé pubblicato dove troveranno i varii tipi di albums a rilegature smontabili, classificatori, odontometri” eccetera.

Il riferimento specifico è probabilmente la pubblicazione n°2 dell’azienda creata nel 1913 da colui che, non avendo trovato in commercio quanto lo soddisfaceva, decise di crearselo da sé e poi di venderlo agli altri collezionisti. Datata 1 ottobre 1918, sulla copertina propone due volte l’eloquente frase che forse ispirò l’anonimo autore dello scritto citato: “Italiani! Preferite sempre il prodotto nazionale, e contribuirete alla grandezza della patria”.


La figura di Ernesto Marini raccontata dagli eredi…
…il libro che documenta la ditta
La nota pubblicata dalla rivista ed il catalogo citato, conservato nell’archivio aziendale
Ott 17 2018 - 10:30

Appuntamenti

Ippolito Nievo “torna” a Palermo

Le sue lettere, raccolte nel recente libro “Le carte sparse”, verranno approfondite il 20 ottobre nella città siciliana. Presenti gli autori, Alberto Barcella e Pietro Amorelli

Il frangente per riprendere l’argomento lo offrirà l’Unione filatelica siciliana con la collaborazione dell’Associazione italiana di storia postale: il 20 ottobre a Palermo si terrà l’incontro-dibattito sul recente libro “Le carte sparse - Corrispondenze garibaldine di Ippolito Nievo - Approfondimenti di storia postale siciliana 1859-1861”. Edito dalla società Vaccari, conta 112 pagine e costa 25,00 euro.

Al tavolo, gli autori, Alberto Barcella e Pietro Amorelli, oltre al presidente del sodalizio siculo, Giulio Perricone.

“Se da un lato -ha scritto quest’ultimo nella prefazione al volume, riferendosi ai due collezionisti- hanno aggiunto un tassello alla storia del patriota che naufragò nel viaggio tra Palermo e Napoli nel 1861, rendendoci partecipi della situazione in cui egli operò in Sicilia mantenendo attraverso le lettere i rapporti con i familiari, dall’altro hanno arricchito di una dotta pubblicazione il grande capitolo della storia postale italiana, della Sicilia, del periodo garibaldino, dei sistemi di posta emergenziali connessi ad una situazione insurrezionale”.

L’incontro, ad ingresso libero, comincerà alle ore 18, ospitato presso Body studio, in piazza Castelnuovo 26/c.


Il libro: la scheda con gli approfondimenti…
…e la segnalazione di “Vaccari news”
A Palermo, il 20 ottobre
Ott 17 2018 - 01:08

Dall'estero

La Francia semplifica il tariffario

Da Capodanno saranno unificati gli importi per Europa e Mondo. Intanto, però, Parigi ne approfitta per l’ennesimo scherzo ai danni dei filatelisti

La semplificazione parla la lingua della Francia. Da Capodanno sarà rivisto il tariffario postale d’oltralpe, introducendo soltanto due categorie di destinazioni: da una parte il corriere domestico, dall’altra il resto del pianeta. Non verranno più distinti, quindi, i francobolli per gli invii oltre confine, ma vi sarà un solo tipo, l’internazionale.

Proprio per questo, le due versioni destinate all’Europa ed al Mondo dell’attuale serie ordinaria, “Marianna l’impegnata”, non saranno più commercializzate dal 15 dicembre. Registrando una vita breve per delle produzioni definitive, poiché debuttarono nel luglio scorso.

È il frangente per l’ennesima, inutile e dannosa emissione: i tagli, nella tiratura gommata, sono stati sovrastampati e posti in vendita dal 15 ottobre a fogli interi contenenti cinquanta pezzi (60,00 e 65,00 euro). Acquisto solo per telefono e con un massimo di tre confezioni per tipo.


Il debutto dell’attuale ordinaria
Da Capodanno si cambia, ma l’invito alla speculazione è ora
Ott 16 2018 - 19:10

Dall'estero

Gandhi a tutto tondo

Sette francobolli dell’India ricordano di nuovo il mahatma nel centocinquantesimo anniversario dalla nascita

Non solo Nelson Mandela. Anche il mahatma Gandhi torna tra i dentelli, nel caso specifico per il centocinquantesimo anniversario trascorso dalla nascita, avvenuta il 2 ottobre 1869. Dopo ad esempio la congiunta firmata proprio con il Sudafrica, l’India ha rammentato ancora l’uomo con un nuovo foglietto.

Datato 2 ottobre, consta di sette francobolli tondi, che lo riprendono in momenti diversi della vita. Tagli da 5,00, 12,00, 20,00, 22,00, 25,00 (due tipi diversi) e 41,00 rupie, portano la firma di Sankha Samanta.


Il giro africano dedicato a Nelson Mandela
La congiunta con Pretoria per il mahatma
Il foglietto, comprendente sette francobolli tondi
Ott 16 2018 - 17:51

Notizie dall'Italia

Caduti/2 Il ricordo dei postali

Nonostante si sia arrivati al centenario dalla fine della Grande guerra, sono mancate le valorizzazioni per chi è morto in servizio. L’esempio del Regno Unito

Il ricordo all’ex Bari Vr

Ancora poche settimane per rammentare la Prima guerra mondiale nel centenario e sorge spontanea una domanda: ma i postali rimasti uccisi durante il conflitto sono stati commemorati per il giro di boa? La risposta, di fatto, è negativa, se si ha come paragone quanto realizzato ad esempio da Royal mail, che sul tema ha dedicato un sito, riproducendo i richiami presenti qua e là nel Paese. Senza trascurare l’emissione -più generica- della Romania, segnalata nella news precedente.

Certo, anche in Italia vi sono questi ricordi, ad esempio all’ex ufficio Bari Vaglia risparmi (ora ospita l’Università “Aldo Moro”) o al Padova Centro. Probabilmente, però, il monumento più significativo è quello posizionato a Roma in via del Seminario 76, già sede del ministero alla partita. Ora l’edificio è di pertinenza della Camera.

L’opera, che si affaccia sulla strada, è in travertino e pone al centro una raffigurazione alata della Vittoria, fusa in bronzo. Intorno, enfatizzati da fregi simbolici, gli elenchi dei dipendenti che persero la vita. Venne inaugurata il 26 settembre 1920 alla presenza di Vittorio Emanuele III. È dovuta a Turillo (Salvatore) Sindoni, vissuto tra il 1868 ed il 1941; si rivelò uno specialista del settore, avendo realizzato non pochi interventi del genere (fine).


L’omaggio di Royal mail
La generica serie di Bucarest (news precedente)
Così il paese natale commemora lo scultore Turillo Sindoni
Roma - Il monumento in una cartolina d’epoca e come si presenta ora (archivio Riccardo Braschi)
Ott 16 2018 - 15:18

Dall'estero

Caduti/1 La lente sui monumenti

Le vittime della Prima guerra mondiale raccontate attraverso le opere scultoree. La Romania ne ha citate cinque, tutte collocate a Bucarest

Inconsueto, ma decisamente ragionevole: è il soggetto che la Romania ha impiegato nell’ennesima serie riguardante il centenario nella Grande guerra.

Emessa il 12 ottobre, è organizzata in cinque francobolli e mostra altrettanti monumenti ai caduti presenti a Bucarest, questo “in segno di rispetto e gratitudine per i sacrifici” da loro subiti, specificano presso la sede di Romfilatelia.

Le cartevalori rammentano i ferrovieri (il nominale è da 1,40 lei), i sanitari (1,60), il milite ignoto (2,00), gli aviatori (8,50), i genieri (19,00). Sono organizzate in fogli da trentadue e otto vignette, oppure da cinque con altre quattro etichette (continua).


Tra le ultime produzioni in argomento, quelle di Repubblica Ceca…
…Australia…
…e Francia
La serie si compone di cinque esemplari
Ott 16 2018 - 12:05

Pubblicità redazionale

  Un inno alla pace tra le nuove emissioni postali di San Marino

Nuovi francobolli in vendita presso lo stand dell’Ufficio Filatelico e Numismatico della Repubblica di San Marino alla Bophilex n.63

Annullo speciale Bophilex n.63

L’Ufficio Filatelico e Numismatico di San Marino sarà presente il 19 e 20 ottobre alla Bophilex n.63 con le nuove serie postali emesse il 16 ottobre 2018: San Marino 5G, Juventus Campione d’Italia 2017-2018, tre interi postali con le tre Torri, 100 anni dalla fine della Prima guerra mondiale, 500° anniversario della nascita di Tintoretto e Natale.

Il foglietto dedicato ai 100 anni dalla fine della Grande Guerra interpreta il valore della pace riconquistata dopo la fine della guerra e la necessità di preservarlo costantemente, richiamando la serie di francobolli sammarinesi “Pro combattenti” sovrastampati nel 1918 con la data dell’armistizio.

I francobolli possono essere sovrastampati per eventi o occasioni particolari. Durante la Prima guerra mondiale, il 1° giugno 1918, la Repubblica di San Marino emise la serie di francobolli “Pro combattenti” per finanziare il Comitato governativo pro fratelli combattenti per la ricostruzione dell’ospedale da campo, donato da San Marino all’Italia ma distrutto durante il conflitto. Alla fine della guerra questi francobolli vennero sovrastampati con la data dell’armistizio (3 novembre 1918) e venne sbarrata la scritta “Pro combattenti”.

La serie, realizzata da Jonathan Barnbrook, commemora i 100 anni dalla fine della Prima guerra mondiale attraverso una svolta contemporanea: i francobolli del 1918 sono stati sovrastampati con frasi inneggianti alla pace, che evidenziano il cambio nell’interpretazione del significato della guerra per la società. Nel logo del Centenario, anch’esso opera di Barnbrook, il movimento delle ali della colomba crea il simbolo dell’infinito.

Valori: foglietto formato da n.3 valori da €1,20 cadauno - Tiratura: 30.000 foglietti - Stampa: offset a quattro colori, un Pantone, inchiostro invisibile giallo fluorescente a cura di Cartor Security Printing - Dentellatura: 13x13 - Formato francobolli: 26x40 mm - Formato foglietto: 140x70 mm - Bozzettista: Jonathan Barnbrook (serie e annullo)

La manifestazione filatelica Bophilex n.63 si terrà a Bologna presso il Nuovo Palanord - Parco Nord, in via Stalingrado uscita Tangenziale n.7 bis. Orario: venerdì 19 ottobre ore 10-18, sabato 20 ottobre ore 9-18.

Presso lo stand saranno disponibili anche francobolli, monete e annulli speciali, gli abbonati potranno reintegrare i depositi per il servizio filatelico e numismatico e i nuovi clienti potranno iscriversi ai servizi e prenotare le nuove serie.

In occasione della fiera verrà impiegato un annullo speciale che raffigura la Chiesa di San Domenico a Bologna.


Ufficio Filatelico e Numismatico di San Marino Modulo d’ordine per le serie postali del 16 ottobre 2018
Serie postale dedicata ai 100 anni dalla fine della Prima guerra mondiale
Ott 16 2018 - 09:35

Appuntamenti

Tempo di borse

Tre i convegni commerciali previsti per il fine settimana; si svolgeranno a Bologna, Massa e Lana (Bolzano). Tutti con ingresso libero

Tempo di caccia al pezzo mancante per la propria collezione, ed il calendario degli appuntamenti per il prossimo fine settimana suggerisce tre convegni commerciali, sia pure di differente “taglia”.

A Bologna, dal 19 al 20 ottobre, si svolgerà il “63° Bophilex”, voluto dall’Associazione filatelica numismatica cittadina ed in svolgimento al Nuovo palanord di via Stalingrado 83. Aperto venerdì tra le ore 10 e le 18 nonché sabato dalle 9 alle 18, accoglierà tra gli operatori anche la società Vaccari. Nell’ambito della manifestazione verranno rivelati i nomi dei vincitori per il “Cifo@net - Memorial Nello Bagni”.

Il 20 ed il 21 toccherà a Massa e alla quarantaquattresima manifestazione organizzata dal locale Circolo filatelico e numismatico. Accolta presso l’ex Colonia comasca di via Ronchi 106, terrà aperti gli ingressi tra le 9 e le 19 (il secondo giorno chiuderà alle 18). Prevista, inoltre, una mostra di francobolli e medaglie.

Infine, solo per il 21, ci sarà Lana (Bolzano), in essere con la “37ª Lanaphil”, suggerita da Albert Innerhofer. Immutato il luogo d’incontro: casa Raiffeisen, in via Hofer 9, raggiungibile dalle 9 alle 14.

Tutte le iniziative segnalate non prevedono costi di accesso.


A Bologna anche la società Vaccari
I dettagli di “Cifo@net - Memorial Nello Bagni”
Milano, collezione interista presso lo spazio filatelia
Tre le iniziative in programma
Ott 16 2018 - 01:07

Dall'estero

Cocos e il teatro delle ombre

L’emissione permette di scoprire un’espressione artistica locale importata da Giava. Quattro i francobolli, in fogli e blocco

Uno dei grandi aspetti positivi della filatelia è far conoscere. Chi mai ha sentito parlare del teatro delle ombre praticato a Cocos? È uno dei singolari elementi che caratterizzavano la cultura della popolazione locale.

L’usanza -denominata “wayang kulit”- venne importata nell’Ottocento per opera dei lavoratori immigrati da Giava, dove viene riproposta da secoli secondo una tradizione hindu che attinge soprattutto a testi epici quali “Rāmāyaṇa” e “Mahābhārata”. Di fatto, il burattinaio si nasconde dietro lo schermo; muovendo i fantocci, racconta una storia attraverso le figure da loro proiettate.

Degli esempi appaiono raccolti nel foglietto lavorato da Melinda Coombes e Jo Muré; il blocco attinge ai reperti conservati alla Pulu Cocos museum collection ed arriva oggi. Presenta quattro cartevalori, nominali equamente distribuiti tra l’1,00 e il 2,00 dollari australiani. Le stesse produzioni sono confezionate in fogli da cinquanta.


I burattini francesi
La versione a foglietto
Ott 15 2018 - 19:14

Dall'estero

L’immagine in mosaico di vetro veneziano

È l’omaggio che domani la Polonia tributerà a Karol Wojtyla nel quarantesimo anniversario dalla sua elezione a pontefice con il nome di Giovanni Paolo II

Il tributo

Era il 16 ottobre 1978: il Conclave dei cardinali elesse papa l’arcivescovo di Cracovia, Karol Wojtyla. Egli individuò quale proprio nome, in continuità con Albino Luciani scelto il 26 agosto precedente ma morto all’improvviso il 28 settembre, Giovanni Paolo II. Per il futuro santo si aprì un lungo e significativo capitolo.

Il giro di boa del quarantesimo anniversario non è sfuggito alla Polonia, che domani emetterà un francobollo da 3,20 zloty. La vignetta ne riporta l’immagine, realizzata in vetro veneziano con la tecnica del mosaico da Magdaleny Czeskiej. Per riprodurre e trasformare l’opera in carta valore, poi, è stata incaricata Marzanna Dąbrowska.

Tirato in centoquarantaquattromila esemplari, il dentello è raccolto in fogli da dodici con testi esplicativi sui bordi. Già l’operatore, Poczta polska, ha fatto sapere che si riserva la possibilità di tagliare gli ordini.


Tra le ultime emissioni che lo citano, quelle di Spagna…
…San Marino…
…e ancora Polonia
Ott 15 2018 - 16:58

Notizie dall'Italia

Animali domestici/2 C’è la polizza

Destinata a cani e gatti, la propone ora Poste assicura. È una società del gruppo diretto da Matteo Del Fante

I gattini su Facebook messi appositamente per attirare l’attenzione? Non è che uno degli esempi volti a testimoniare la grande passione dei connazionali per gli animali domestici. Passione nutrita anche oltre i confini, come dimostra l’attuale giro firmato dall’Unione postale delle Americhe, Spagna e Portogallo, dedicato proprio a tale argomento (nella news precedente è stato segnalato il foglietto di Madrid, emesso oggi).

Nel contesto, si inserisce Poste assicura, compagnia assicurativa del gruppo che fa capo a Matteo Del Fante. Ha creato “Poste amici 4 zampe”, polizza che prevede la visita veterinaria gratuita nei primi trenta giorni di validità del contratto, il rimborso delle spese mediche conseguenti a malattia o infortunio del proprio beniamino, un servizio di assistenza attivo ventiquattro ore su ventiquattro.

Documenti alla mano, è possibile coprire fino a quattro cani o gatti di età compresa tra i tre mesi e i dieci anni. Dovranno, però, risultare in regola con le vaccinazioni ed i relativi richiami.

Previsto uno sconto del 10% per più animali o se già si è clienti della società (fine).


Per saperne di più
Il giro Upaep: l’emissione spagnola
La pubblicità di Poste italiane in argomento
Ott 15 2018 - 13:33

Dall'estero

Animali domestici/1 Fuori e dentro la cuccia

In Spagna un’altra serie, questa appartenente al giro Upaep, che punta a farsi notare grazie agli accorgimenti tecnici

C’è chi dice che il troppo stroppia, e probabilmente non ha torto. Resta comunque un’idea simpatica e che si fa notare: è giunta oggi, ancora una volta da Madrid.

L’obiettivo è partecipare al giro annuale dell’Unione postale delle Americhe, Spagna e Portogallo, in essere dal 1989 (ma il sodalizio -è bene ricordarlo- data 1911); questa volta è dedicato agli animali domestici. Così, ha realizzato un foglietto sagomato; se piegato, il francobollo da 1,45 euro autoadesivo raffigurante un cane viene incasellato all’interno della cuccia (continua).


Tra le ultime produzioni spagnole quelle con la laminatura…
…la figura nascosta…
…la strada “componibile”
L’esterno e l’interno del foglietto
Ott 15 2018 - 10:05

Appuntamenti

Dal muro alla tela

Come annunciato, i due francobolli dipinti da Flavio Favelli sono stati applicati su un supporto diverso. Il 20 ottobre a Valsamoggia (Bologna) la presentazione e l’apertura della mostra

Concretizzato l’impegno di Flavio Favelli: in marzo aveva aperto alla visione del pubblico i suoi due dipinti di francobolli presenti a Valsamoggia (Bologna), ma aveva detto che sarebbero stati staccati dai muri per una destinazione diversa. È quanto avvenuto nelle ultime settimane coinvolgendo il laboratorio di restauro Tarozzi, il quale ha portato i lavori su tela.

Il nuovo passaggio con “Serie Imperiale” verrà presentato alle ore 18 del 20 ottobre presso la sala dei Giganti, alla rocca dei Bentivoglio: si trova sempre nella frazione di Bazzano, in via Contessa Matilde 10. Per il maniero è un ritorno delle cartevalori, giacché la stessa sede, dieci anni, fa ospitò la manifestazione “Filatelica”.

Dopo l’inaugurazione e l’approfondimento sul catalogo, ci sarà una tavola rotonda con l’artista, i curatori Elisa Del Prete e Silvia Litardi, il direttore della Fondazione rocca dei Bentivoglio Elio Rigillo, il filosofo Daniele Balicco, l’editore Marzia Corraini.

La mostra, invece, potrà essere raggiunta gratuitamente sino al 18 novembre, dal martedì al venerdì tra le 15 e le 19, sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.30, domenica e festivi tra le 10 e le 19 (dall’1 novembre la chiusura sarà alle 18).


Così la primavera scorsa
Il catalogo di “Filatelica” edizione 2008
Uno dei due lavori quando era ancora fissato al muro
Ott 15 2018 - 00:21

Dall'estero

L’Armenia ricorda Charles Aznavour

L’artista, scomparso l’1 ottobre, è stato ripreso in un foglietto da 870 dram. La scena ritrae il concerto svoltosi a Erevan il 30 settembre 2006

Una foto, dai colori un po’ elettrici, riguardante un concerto serale. Così l’Armenia, in tempi rapidissimi, ha ricordato postalmente il “suo” Chahnourh Varinag Aznavourian, che in arte faceva Charles Aznavour.

Il cantante, compositore, attore e diplomatico è scomparso l’1 ottobre scorso (era nato il 22 maggio 1924); l’omaggio ha raggiunto gli sportelli locali l’11 del mese. Superando dunque Parigi, che molto probabilmente non lascerà il fatto di cronaca “scoperto”. Combinazione, il Paese d’oltralpe rientra per due aspetti: l’emissione giunge dalla nazionale Cartor ed è stata lanciata durante il XVII incontro dell’Organizzazione internazionale della francofonia svoltosi, presente Emmanuel Macron, giovedì e venerdì scorsi a Erevan.

Se il dentello porta il primo piano dell’artista, la scena intera del foglietto cita uno spettacolo svoltosi il 30 settembre 2006 nella stessa città. Firmato da Juan Pablo Gechidjian e Vahagn Mkrtchyan, ha un valore nominale di 870 dram.


L’Organisation internationale de la francophonie (sito in varie lingue)
Il foglietto riprende uno spettacolo tenutosi a Erevan il 30 settembre 2006
Ott 14 2018 - 01:20

Libri e cataloghi

Tornato il lavoro di Giovanni Micheli

Ristampato il volume riguardante le tariffe postali del Regno e della Rsi tra il 1901 ed il 1946; fonti legislative e normative contano 532 pagine

Ristampato

Un periodo complesso, che ha affascinato ed affascina generazioni di filatelisti. Non è un caso se è stato necessario ristampare l’opera di riferimento: l’originale risale al 2000 ed ora si può rimetterlo sullo scaffale. È il terzo volume della collana che Giovanni Micheli (1938-2003) fece per Vaccari. S’intitola “Le tariffe postali italiane 1862-2000” e, nel caso specifico, concerne il Regno e la Rsi tra il 1901 ed il 1946. Come gli altri cinque volumi, considera le fonti legislative e normative nelle versioni integrali.

“Si è inteso -annotava nell’introduzione il curatore- portare avanti un lavoro che mancava e di cui era avvertita una crescente necessità, rivolta a un collezionista sempre più maturo nelle sue scelte e nelle sue ricerche”; l’obiettivo è “facilitare la consultazione, aiutare lo studio, dissipare dubbi o incertezze”. Sapendo che i contenuti “non devono in alcun modo essere considerati come semplici elenchi di tariffe o disposizioni; anzi, se saputi leggere attentamente, devono essere visti come lo specchio fedele degli aspetti economici, sociali, politici di un passato che ha conosciuto momenti di travolgenti successi e di indimenticabili follie”.

Il titolo conta 532 pagine di solo testo e costa 48,00 euro; ora l’opera completa è in offerta a 165,00.


“Le tariffe postali italiane 1862-2000” - terzo tomo La scheda con i dettagli
Il lavoro completo
La scomparsa del curatore
Giovanni Micheli (file pdf)
La serie di sei volumi ora è in offerta a 165,00 euro
Ott 13 2018 - 10:15

Dall'estero

Harry Potter/2 E Londra rilancia

Attesa per il 16 ottobre la nuova e generosa serie (quindici francobolli, più il resto) con cui il Regno Unito riprende la celebre saga del maghetto

Il 16 ottobre l’emissione

Accanto alla Spagna, citata nella news precedente, il Regno Unito. Che, per il 16 ottobre, ha annunciato una maxi serie sottoscritta insieme a Warner bros e dedicata di nuovo ad Harry Potter. Si tratta di quindici francobolli, che al solito danno il via ad un troppo corposo catalogo di prodotti correlati, fra cui il libretto ordinario (4,02 sterline), quello di prestigio (15,50), il foglio pre personalizzato (7,50).

Tutti di prima classe (adesso 67 pence, da notare la grafica dell’indicazione!), i dieci tagli in due strisce, dovuti a True north, citano cinque personaggi (Hermione Granger, il protagonista, Ron Weasley, Ginny Weasley e Neville Paciock), quattro mezzi di trasporto che nella saga hanno rappresentato dei punti di riferimento (sono l’espresso di Hogwarts, la Ford volante “Anglia 105E”, la moto di Hagrid nella versione sidecar, il bus Nottetempo) e la coppa del Tremaghi.

Si aggiunge il blocco, nel quale, con lo stesso nominale di base, figurano cinque dentelli con i professori Pomona Sprite, Horace Lumacorno, Sibilla Cooman, Remus Lupin e Severus Piton (sullo sfondo compare la mappa del Malandrino). In questo frangente, sono firmati da The chase e prodotti su carta autoadesiva.

Occhio alle sorprese, da scoprire con l’ausilio di una lampada ad ultravioletti (fine).


Così la Spagna (news precedente)
Regno Unito: già citati gli stemmi…
…ed i libri
I dieci francobolli, ma si aggiunge, ad esempio, il foglietto con altri cinque
Ott 13 2018 - 01:06

Dall'estero

Harry Potter/1 Il turno di Madrid

Dalla Spagna un foglietto dedicato alla saga. La laminatura a freddo, piccolo riferimento al mondo della stregoneria, caratterizza il nome ed il cognome del personaggio nonché la bacchetta magica

Foglietto ripiegabile, comprendente un francobollo autoadesivo da 4,00 euro. È l’omaggio tributato dalla Spagna ad Harry Potter, il ragazzino che, con le sue avventure, ha incantato le platee di tutto il mondo. L’emissione, datata 10 ottobre, segue di sei giorni quella, simbolicamente collegata, inerente al “Festival internacional de cinema fantàstic de Catalunya”.

La saga oggi conta otto film, usciti tra il 2001 ed il 2011; sono basati sui sette romanzi di Joanne Kathleen Rowling. Insomma, una pellicola per ogni volume tranne che per l’ultimo, capace di farne emergere due. Sempre prodotti dalla statunitense Warner bros.

Se la carta valore vera e propria è dedicata al protagonista, sul bordo si aggiungono i principali amici, Ron Weasley ed Hermione Granger, senza trascurare il castello dove ha sede Scuola di magia e stregoneria di Hogwarts.

Dal punto di vista tecnico, la laminatura a freddo caratterizza le lettere che compongono nome e cognome del personaggio nonché la bacchetta: un altro piccolo sortilegio… (continua).


L’omaggio al “Festival internacional de cinema fantàstic de Catalunya”
Tra le serie su Harry Potter, quelle di Stati Uniti…
…Australia e Formosa
Il foglietto richiudibile dedicato al maghetto
Ott 12 2018 - 18:14

Emissioni Italia

Mai in “B”, ma è un “B”

Emesso oggi il francobollo per l’Inter, unica squadra a non essere stata declassata. Però, nella vignetta con il logo del giro di boa…

Dal 9 marzo 1908 “è simbolo della forza e dell’eleganza che solo un club realmente internazionale può avere. Un club affascinante sin dal battesimo che i soci fondatori decisero di celebrare in una sala del ristorante Orologio di Milano, un luogo elegante e misterioso, la cui ubicazione dell’epoca è ad oggi ipotizzabile ma pressoché impossibile da confermare. Per anni è rimasta avvolta nel mistero anche la nascita dell’accostamento dei colori nero e azzurro, scelta all’atto di fondazione dal pittore Giorgio Muggiani. Secondo la leggenda, l’artista sarebbe stato colpito dall’accostamento di tonalità casualmente formatosi sulla propria tavolozza, trovandolo perfetto per la maglia della nuova squadra. La realtà non si allontana dalla poesia del mito, poiché i colori sono simbolo del cielo della notte che vide la fondazione”. E il nome? A differenza degli altri sodalizi, “la nuova squadra avrebbe accolto tra le sue fila giocatori provenienti da ogni angolo del globo”.

È così che alla sede del Football club internazionale Milano presentano l’Inter, per il quale è stato emesso oggi il francobollo. Unica squadra in Italia a non essere stata retrocessa in serie “B”, il “B” se lo trova nella vignetta. Ma, nel caso specifico, serve a indicare l’impiego della carta valore: l’invio ordinario nazionale di un plico compreso nei venti grammi, servizio che richiede 1,10 euro.

Con pochissima fantasia, viene proposto il semplice logo del centodecimo anniversario, stampato su carta autoadesiva in novecentomila unità; i fogli sono da quarantacinque. La serie di riferimento è “Lo sport”, mentre l’annullo del primo giorno è disponibile allo spazio filatelia di Milano, in via Cordusio 4.

Fino al 20 ottobre, lo stesso negozio di Poste italiane accoglie “Ricordi nerazzurri”, parte della collezione di Roberto Gottardi. È aperto liberamente da lunedì a venerdì tra le ore 8.30 e le 14.30, sabato chiude alle 12.


L’anticipazione e i francobolli precedenti
La carta valore, l’annullo per le buste del primo giorno ed il foglio allo spazio filatelia di Milano
Ott 12 2018 - 16:37

Dall'estero

Sul mercato parte della collezione di “Bill” Gross

Si tratta di 106 lotti riguardanti gli Stati Uniti d’epoca classica. Complessivamente, la vendita ha fruttato una cifra di poco superiore ai 10 milioni di dollari

In asta

“Appena” 106 lotti, ma che hanno fruttato qualcosa in più di 10 milioni di dollari. Facendo dell’asta uno degli eventi commerciali più importanti dell’anno, non fosse altro che per la notorietà del venditore: William “Bill” Hunt Gross. Il famosissimo filatelista, infatti, ha deciso, per ora, di cedere almeno una parte di quanto ha raccolto nel tempo.

La vendita, organizzata a New York da Robert Siegel, si è concentrata sulle cartevalori nazionali, a partire dalle produzioni locali ottocentesche. Si trattava soprattutto di francobolli nuovi in blocchi o talvolta con errori di stampa; se usati, molto spesso si trovano ancora sui documenti originali. Non sono mancati plichi patriottici riferiti alla Guerra civile, trasportati con il pony express o zuccherose “valentine”. Senza trascurare i “fancy”, cioè gli annulli con immagini di fantasia, tanto apprezzati pure dai tematici.

A farsi notare, fra l’altro, un 2 centesimi di Hawaii del 1851, passato a 619.500 dollari diritti inclusi.


La galleria che William “Bill” Hunt Gross ha aperto a Washington
Ott 12 2018 - 13:07

Notizie dall'Italia

“Pioggia” di annulli per Paolo VI

Roma, Concesio, Brescia e Vaticano commemoreranno la canonizzazione del pontefice. Un altro manuale è per Nunzio Sulprizio

Il 4.000 lire di partenza

Torna, sotto altre vesti, il lavoro di Antonio Ciaburro impiegato per il francobollo da 4.000 lire del 29 settembre 1997, raffigurante Paolo VI davanti alla porta della Morte realizzata da Giacomo Manzù a San Pietro. Allora venne adoperato per ricordare il pontefice nel centenario della nascita. Il prossimo 14 ottobre assumerà le vesti di un doppio annullo, così da sottolinearne la contemporanea canonizzazione.

I punti di riferimento sono Roma e Concesio (Brescia). Nella capitale sarà in uso presso l’ufficio postale mobile parcheggiato in piazza del Risorgimento ed operativo tra le ore 8.30 e le 13.30 (dal 10 al 12 e dal 15 al 18 del mese lo stesso furgone sta adoperando, nel medesimo luogo e nella medesima fascia temporale, un annullo neutro con il Colosseo). Al paese natale, invece, ci sarà un presidio in piazza I Maggio 6, davanti alla chiesa di sant’Antonio, dove gli addetti domenica lavoreranno tra le 8.30 e le 13. Già si sa che altri due manuali risulteranno disponibili a Brescia il 21 ottobre ed ancora a Concesio il 3 novembre.

Ed il Vaticano? Sarà della partita con ulteriori obliterazioni, una sempre per Giovanni Battista Montini (utilizza una foto del 1969); l’altra cita invece un secondo personaggio che diverrà santo: l’abruzzese Nunzio Sulprizio (1817-1836).

Nessuna citazione per i rimanenti protagonisti della giornata, fra cui Vincenzo Romano (era stato chiesto un francobollo all’Italia) e Óscar Arnulfo Romero y Galdámez (l’arcivescovo salvadoregno ucciso nel 1980).


Nel francobollo delle Poste papali emesso il 6 settembre, Paolo VI già è santo
La richiesta per Vincenzo Romano
I due annulli italiani e -sotto- quelli vaticani
Ott 12 2018 - 10:45

Dall'estero

Protezione ventenne

È quella riguardante le minoranze nazionali. Sottoscritta in seno al Consiglio d’Europa, ora conta su un francobollo che la cita

Minoranze nazionali

Ha vent’anni ed è stata ricordata con un francobollo dall’istituzione nel contesto della quale fu definita. Al centro dell’attenzione è la “Convenzione quadro per la protezione delle minoranze nazionali” e la carta valore porta il nome del Consiglio d’Europa. Ovvero, è destinata al corriere in partenza dalla sede di Strasburgo.

Il documento mette il dito su una piaga antica, tornata all’attenzione negli anni Novanta del secolo scorso dopo le trasformazioni politiche ed economiche registrate nel Vecchio continente, e non solo. Quando ci si rese conto che proteggere tali popolazioni era una necessità anche per contribuire a stabilizzare il territorio e renderlo pacifico. Entrato in vigore l’1 febbraio 1998, il testo costituisce il primo strumento multilaterale giuridicamente vincolante sull’argomento. Le parti firmatarie si sono impegnate a promuovere l’uguaglianza piena ed effettiva delle persone in tutti i comparti della vita economica, sociale, politica e culturale. Garantisce, tra l’altro, le libertà di riunione pacifica, associazione, espressione, pensiero, coscienza e religione, linguistica nonché l’accesso ai media.

Il costo del dentello è di 1,20 euro. Dopo la prevendita odierna, raggiungerà il resto dei punti in cui deve essere disponibile il 15 ottobre. Porta il nome di Anne Habermacher, ma per l’impaginazione è intervenuta Stéphanie Ghinéa.


In Italia tra richieste di francobolli…
…e adeguamenti per la vita quotidiana
Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2019 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157