Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Nov 09 2018 - 00:25

Notizie da Vaccari

“La libreria filatelica”: disponibile l’edizione cartacea

Già spedita ai clienti che hanno richiesto di riceverla via posta, sarà disponibile gratuitamente anche allo stand aziendale di “Veronafil”

Fresca di stampa

È “La libreria filatelica”, la pubblicazione periodica che mette -in 52 pagine di formato “A4”- nero su bianco quanto al momento disponibile in fatto di pubblicazioni, una panoramica dei volumi e dei cataloghi sul collezionismo. La lente si pone, in particolare, sulle novità dell’ultimo anno, i lavori che hanno riscontrato maggiore interesse, quelli necessari come testi di riferimento. Per ogni articolo vengono proposte la copertina (a colori) ed una sintetica scheda descrittiva.

“È un punto di riferimento utile anche per la consultazione, e per questo da tenere sempre a portata di mano”, annota la responsabile editoriale, Valeria Vaccari. “Si aggiunge alla versione on-line, ovviamente più flessibile, che propone il triplo dei titoli, è aggiornata costantemente, anche con l’usato e le occasioni, e fornisce schede dettagliate corredate da presentazioni, indici e informazioni specifiche. Solo sul sito vengono proposti i volumi ad esaurimento, gli sconti, le offerte speciali via internet e gli omaggi per crearsi il proprio sconto ad hoc”.

Chi non l’avesse ricevuta per posta, potrà ritirarla gratuitamente allo stand che l’azienda avrà a “Veronafil”, venerdì 23 e sabato 24 novembre. Per ricevere le comunicazioni periodiche e i cataloghi gratuiti è sufficiente compilare il modulo “Richiesta cataloghi”, presente nella “home page”.


La versione on-line
Tutta l’editoria aziendale
Nov 08 2018 - 17:49

Dall'estero

Torna il vagone di Compiègne

Presente in un francobollo francese dell’11 novembre 1978, verrà citato di nuovo fra tre giorni per ricordare il secolo trascorso dall’armistizio con i tedeschi

Così nel 1978

Un vagone storico, già finito tra i francobolli di Francia, allora con nominale da 1,20 franchi; era l’11 novembre 1978. Esattamente quarant’anni dopo, ritornerà, questa volta sul bordo del foglietto, anch’esso predisposto per rammentare l’armistizio dell’11 novembre 1918. La carrozza, posizionata nella foresta di Compiègne vicino a Rethondes, è il luogo in cui fu firmato il documento con i tedeschi. Questi ultimi, per rivalsa, il 22 giugno 1940 la riutilizzarono per imporre un analogo stop alle armi quando invasero ancora il Paese.

La nuova emissione comprende una coppia di francobolli da 2,60 euro che descrive i festeggiamenti alla notizia, in trincea e tra i civili. Porta il nome di Damien Cuvillier; poi è stata impaginata da Bruno Ghiringhelli. Debutta durante il “72° Salone filatelico d’autunno”, aperto da oggi a domenica.

Non bastasse, vi è associato un “souvenir philatélique”, in vendita a 8,00 euro.


La fine della Grande guerra: l’interpretazione italiana…
…la canadese…
…e la romena
Il nuovo foglietto che ricorda l’armistizio
Nov 08 2018 - 15:10

Appuntamenti

Con l’arcivescovo di Milano

È atteso anche Mario Delpini domani al penitenziario di Opera. Verrà presentata la serie natalizia del Vaticano: i dipinti che impiega sono di un recluso, Marcello D’Agata. Si aggiunge la mostra

Il bozzetto dell’annullo in uso a Milano: san Giuseppe Cafasso è il patrono delle carceri

Domani le emissioni di Vaticano e domani la particolare enfatizzazione alla serie natalizia, ma al penitenziario di Opera (Milano). Dove si trova l’artefice delle due immagini. È il settantenne Marcello D’Agata, condannato all’ergastolo ostativo. Lavora nella cella della sezione di alta sicurezza, trasformata, per decisione del direttore Giacinto Siciliano e confermata dall’attuale responsabile Silvio Di Gregorio, in “atelier” d’arte.

Affidargli la realizzazione dei francobolli -annota il responsabile dell’Ufficio filatelico e numismatico, Mauro Olivieri- “è stato un segno di speranza, fiducia e fede nel prossimo e nella sua possibilità di comprendere il male fatto e di recuperare. Sono proprio gli ultimi degli ultimi quelli che, secondo l’insegnamento di Gesù, meritano maggiormente la nostra attenzione”. Alla presentazione è atteso l’arcivescovo cittadino, Mario Delpini.

“Confesso -ammette l’autore- che da bambino, appena un foglio bianco mi si presentava davanti, non mancavo mai di disegnarci sopra. Naturalmente erano solo degli scarabocchi, ma il farlo mi piaceva molto, perché in quei fogli davo forma e colore alle mie emozioni, e più di tutto ai miei sogni”. Una passione riscoperta di recente, quando, “in occasione del Giubileo della misericordia, papa Francesco concesse la facoltà, per la prima volta, ai detenuti di attraversare la porta santa e ottenere l’indulgenza plenaria. E con essa la certezza del perdono. D’improvviso è scattato in me il bisogno di ricambiare il dono ricevuto con qualcosa che potesse essere gradito dal santo padre e, al tempo stesso, racchiudesse il suo messaggio pastorale”. Ha ripreso in mano pennelli e tavolozza, iniziando a dipingere Gesù crocifisso e il pontefice; poi i lavori sono stati fatti avere a quest’ultimo. Il passo successivo è stata la preparazione delle scene da trasformare in cartevalori, con san Gabriele e la Madonna da una parte, la nascita di Cristo dall’altra.

I visitatori troveranno inoltre una mostra, allestita in collaborazione con il Centro italiano filatelia resistenza, realizzata dal Gruppo filatelia della casa di reclusione (Alfonso Agnello, Antonio Albanese, Giovanni Alfano, Vito Baglio, Salvatore Calafano, Corrado Favara, Domenico Ferraioli, Ciro Nigro, Antonio Pulli, Gaetano Puzzangaro, Diego Rosmini, Giuseppe Saraceno, Pasquale Sassolino, Sigismondo Striscuglio); valorizza i dentelli che a partire dal 1959, con qualche interruzione, il Vaticano ha emesso in occasione delle festività. Si aggiungono dei mosaici filatelici.


I dettagli sulla serie
Il precedente del 2016
Marcello D’Agata dà le ultime pennellate ad uno dei due lavori poi trasformati in francobolli del Vaticano
Nov 08 2018 - 12:35

Dall'estero

Italia-Austria 6 a 1

L’ideale confronto artistico si è sviluppato a Gibilterra: nel foglietto natalizio quasi tutte le opere sono di connazionali

Sette scene con la nascita di Gesù e talvolta l’adorazione dei magi, sei delle quali parlano italiano. Sono riprese nella serie fogliettata che Gibilterra ha emesso il 2 novembre. Così, il minuscolo territorio iberico augura il buon Natale.

Due dipinti citano Bernardino Luini: suoi sono i lavori presenti nel 22 e nel 70 pence; Fra Angelico è rammentato nel 40, mentre Gentile da Fabriano conta su una coppia di richiami, nel 64 e nell’80. Non manca Giotto, rappresentato attraverso il 2,00 sterline. Unica eccezione è il settecentesco austriaco Martin Johann Schmidt: di qualche secolo più giovane rispetto agli altri maestri, figura menzionato nel francobollo da 3,00. Ai fini postali, le opere sono state impaginate da Stephen Perera.


Già citate le serie di Regno Unito…
…Vaticano…
…Monaco
Il foglietto natalizio di Gibilterra
Nov 08 2018 - 10:24

Libri e cataloghi

Spaziando per il mondo

Due nuovi cataloghi della Michel che sostituiscono i precedenti; riguardano America del Nord ed Africa Centrale

Instancabile, prosegue l’impegno della teutonica Michel nell’aggiornare i propri cataloghi dal punto di vista dei contenuti e grafico, aggiungendo le novità, integrando se necessario i dati pubblicati in passato, ripensando le stime economiche, sostituendo le immagini con quelle a colori.

Tra i recenti titoli, ecco i volumi dedicati all’America del Nord (conta 704 pagine e in Italia è disponibile a 94,00 euro) e all’Africa Centrale (896, sempre 94,00). Entrambi sono caratterizzati da una coppia di minuscole cartine che permette di orientare geograficamente il lettore.

Il primo -per citare i capitoli ancora aperti- accoglie Canada, Nazioni Unite sede di New York, Saint-Pierre et Miquelon, Stati Uniti, ed è quest’ultimo il Paese più revisionato rispetto all’edizione precedente.

Per ciò che concerne l’altro tomo, repertoria Angola, Ciad, Congo Brazzaville e Congo Kinshasa, Gabon, Guinea Equatoriale (l’attenzione dei compilatori si è soffermata, in particolare, su tale realtà), Mozambico, Repubblica Centrafricana, São Tomé e Príncipe.


Gli ultimi volumi dell’Europa
Dall’America del Nord all’Africa Centrale
Nov 08 2018 - 00:18

Dall'estero

Cuenca si candida

Si candida per vincere altri premi. Il foglietto di Spagna, contenente due francobolli da 5,00 euro ciascuno, debutterà oggi

Meglio tenere presente questo foglietto, perché ragionevolmente tornerà in cronaca, protagonista di qualche premio. Anche la Spagna, quando punta alla calcografia, fa opere egregie. In arrivo oggi, rappresenta un omaggio a Cuenca ed alla sua città murata, dal 1996 Patrimonio dell’umanità secondo i canoni definiti dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura, più nota come Unesco.

La confezione contiene due francobolli costosetti, nominali da 5,00 euro ciascuno. Uno valorizza il ponte di san Pablo e le case sospese, il secondo punta alla cattedrale con la torre dell’Angelo, costruita per illuminare l’interno come se fosse una lanterna. Naturalmente, è l’insieme da apprezzare…


La città presentata dall’Unesco (in varie lingue)
L’analogo foglietto per Granada, che ha vinto a Bruxelles
Il foglietto dedicato a Cuenca: contiene due francobolli da 5,00 euro ciascuno
Nov 07 2018 - 19:30

Emissioni Italia

Programma 2019, le prime voci

Undici i titoli definiti, in arrivo entro marzo. Tra essi, Valentino Mazzola, Trattati del Laterano, Matera, Pitti immagine, Fondazione banco alimentare

Sono undici le voci che -al momento attuale- caratterizzano il programma delle emissioni d’Italia per il 2019. La lista riguarda solo il primo trimestre dell’anno e viene rivelata con un buon anticipo rispetto alla precedente, che arrivò -tuttavia completa- il 22 dicembre 2017.

Citano il doge di Venezia Francesco Morosini (nel quarto centenario della nascita), il calciatore Valentino Mazzola (centenario), il presbitero ucciso dai camorristi Giuseppe Diana (venticinquesimo della morte).

Si ricorderanno inoltre i cavallini di Sardegna (è il bicentenario), i Trattati del Laterano (novantesimo), Matera capitale europea della cultura, l’Abbazia di sant’Andrea di Vercelli (ottavo centenario), l’ospedale pediatrico “Bambino Gesù” (centocinquantesimo), l’azienda Pitti immagine (trentesimo), la Reale società ginnastica Torino (centosettantacinquesimo), la Fondazione banco alimentare (in questo caso sarà una busta postale).


Il programma 2018 fu rivelato il 22 dicembre precedente
Quando Poste italiane aiutò la Fondazione banco alimentare
La lista attuale (file pdf)
Ci sarà anche l’omaggio per Matera capitale europea della cultura
Nov 07 2018 - 18:43

Dall'estero

Spensierati. Ma d’antan

Sono i soggetti fotografici adottati dalla Svizzera per la tradizionale serie “Pro juventute”, in prevendita da domani

Forse immagini desuete quelle proposte sotto il titolo “Infanzia spensierata” da Mark Baumgartner e adottate in Svizzera per la tradizionale serie “Pro juventute”. Il francobollo da 85+40 centesimi propone un maschietto intento a giocare con i mattoncini; il 100+50 vede la femminuccia incantata dalle bolle di sapone.

Autoadesivi, sono raccolti in fogli da dieci pezzi uguali o in libretti contenenti sei serie, a disposizione dei filatelisti con domani e agli altri sportelli iniziando dal 15 novembre.

Fondata nel 1912 al fine di combattere la tubercolosi, oggi la fondazione collegata persegue tre obiettivi: creare spirito d’identità, di comunità e nuove opportunità.

Lo stesso approccio fotografico -già è deciso- tornerà nel 2019.


In arrivo anche la fonduta
Le due cartevalori con sovrapprezzo per aiutare i giovanissimi
Nov 07 2018 - 14:58

Giornali, riviste e siti

I borghi in edicola

Iniziativa promozionale di Poste italiane: la rivista “I borghi più belli d’Italia” contiene un pieghevole pubblicitario con tanto di francobollo preannullato

La pubblicità in edicola (foto di Massimo Mancini)

Sembrerebbe un libro (conta infatti 672 pagine), ma tecnicamente è una rivista in uscita una volta l’anno. Sul tavolo, “I borghi più belli d’Italia”, firmata -per conto del sodalizio omonimo- dalla Società editrice romana. Non a caso, è in vendita in edicola; costo: 9,90 euro.

Nel prezzo è compreso un pieghevole pubblicitario firmato Poste italiane, contenente -preannullato- il francobollo da 45 centesimi del 26 maggio 2005 dedicato ad Asolo (Treviso). Intende promuovere il più recente prodotto dell’operatore, il “Diario filatelico”. Finora di questi particolari raccoglitori tascabili con scheda esplicativa, pianta e cartolina affrancata ne sono usciti quattro, tutti ad 8,00 euro, riguardanti, oltre alla cittadina veneta, San Leo (Rimini), Lovere (Bergamo), Civita di Bagnoregio (Viterbo).

Tornando al volume, non mancano i richiami specializzati. Fra cui primeggia la scheda del brembano Cornello dei Tasso, che apre con il titolo “L’invenzione delle poste” (peccato che poi non sviluppi il riferimento in modo adeguato). Oppure Dozza (Bologna), il “paese dipinto” che conserva anche un murale in argomento o Castellabate (Salerno), il quale ha dato l’ambientazione per i film “Benvenuti al sud” e poi “Benvenuti al nord”.


Cornello dei Tasso (Bergamo), la “Giornata tassiana” 2018
Castellabate (Salerno) nei film “postali”
La guida e l’inserto firmato da Poste italiane
Nov 07 2018 - 12:27

Vaticano

Aerogramma per il cardinale

A cento anni dalla nascita, avvenuta il 16 gennaio 1918, il Vaticano dedica un’emissione allo spagnolo Marcelo Gonzalez Martin

Fra due giorni

Stampato -in un limite di sedicimila pezzi- prima degli aumenti, quindi con un nominale, da 2,30 euro, che andrebbe integrato utilizzando un 10 centesimi se l’aerogramma venisse spedito negli altri continenti (per Europa e Mediterraneo la tariffa risulta di 1,15).

È l’intero postale dedicato ai cento anni trascorsi dalla nascita -avvenuta il 16 gennaio 1918- del cardinale Marcelo González Martín, arcivescovo emerito di Toledo (nell’annullo del primo giorno compare la relativa cattedrale primaziale, dal 1971 guidata dall’allora vescovo). La sua intensa attività -commentano all’Ufficio filatelico e numismatico- “si concretizzò in oltre cento documenti pastorali ed in circa ottocento prediche”, poi raccolte e pubblicate in quattro volumi. Sempre molto attivo dal punto di vista sociale, curò particolarmente l’apostolato tra i giovani e le famiglie e favorì la costruzione di scuole elementari e serali, di istituti di formazione tecnica, di un collegio diocesano per più di mille alunni, di nuove chiese e abitazioni per gli operai. Non trascurando alcuna parte della Spagna, tenne numerose e affollate conferenze sui temi di fede e spiritualità. Morì il 25 agosto 2004.

Anche questa carta valore arriverà il 9 novembre.


Tutte le emissioni pronte ad uscire
L’aerogramma per il centenario passato dalla nascita del cardinale spagnolo Marcelo González Martín
Nov 07 2018 - 10:15

Notizie dall'Italia

E Nexive punta alla Pa

“Vantaggi in termini economici” grazie ad una progressiva riduzione delle tariffe. L’ha annunciato, per l’operatore, il direttore corporate affairs, Fabio Missori

Nexive punta alla Pubblica amministrazione; non a caso, ha partecipato all’ultima assemblea dell’Associazione nazionale comuni italiani. Dove si è proposta come interlocutrice alternativa per tutte le esigenze di comunicazione, ora anche davanti alle notifiche riguardanti gli atti giudiziari e le violazioni al Codice della strada.

“La liberalizzazione del mercato postale -che muove in media 56 milioni di pezzi in un anno per un valore complessivo di più di 400 milioni- è un passo importante e un elemento di positività non solo per gli operatori ma anche e soprattutto per la Pa e per i cittadini”, ha dichiarato il direttore corporate affairs, Fabio Missori. Tale apertura “porta indubbiamente vantaggi in termini economici grazie a una progressiva riduzione di tariffe ancestralmente soggette a continui rialzi tipici di un regime monopolistico, ma non solo questo: competizione significa anche alzare costantemente l’asticella in termini di qualità dei servizi, efficienza e innovazione, a beneficio di tutti i cittadini e del Paese intero”.


In “Gazzetta ufficiale” il decreto sulla notificazione atti
L’approfondimento dedicato all’azienda (in due parti)
Nexive è il maggiore operatore postale privato
Nov 07 2018 - 01:06

Dall'estero

Foglie (profumate) di eucalipto

Omaggio a quella che viene considerata la pianta più alta della Galizia e comunque una delle maggiori d’Europa. Il foglio comprende sei francobolli sagomati

Lo chiamano “O avò” (“Il nonno”) e si trova a Viveiro, Lugo. Misurando 60 metri (7,5 di perimetro alla base), potrebbe essere l’albero più alto di Spagna e uno dei maggiori d’Europa; indubbiamente costituisce il più imponente della Galizia. È uno dei motivi per i quali gli è stata dedicata un’emissione, disponibile con oggi.

Propone una foto della maestosa pianta di eucalipto ammirata da una famigliola. Dal foglio sono ricavabili sei francobolli coerenti per forma, quella di altrettante foglie. Hanno valore “C”, ora pari a 1,45 euro. Oltre alla sagoma, va evidenziato il profumo, anch’esso in linea con il soggetto.

Fu messo a dimora nel 1880, utile per drenare la pianura davanti alle inondazioni e vanta un pedigree di tutto rispetto: incluso nel catalogo regionale degli esemplari particolari, nel 2010 è stato dichiarato “albero dell’anno”.


Cartevalori all’eucalipto: la Slovacchia…
…e l’Australia
Famigliola in ammirazione. I francobolli sono a forma di foglia; si aggiunge la profumazione
Nov 06 2018 - 19:57

Notizie dall'Italia

Maltempo. I primi bilanci

A Feltre (Belluno) il problema maggiore: è quanto segnala Poste italiane. In altre aree, le difficoltà sono risultate temporanee

La sede di Feltre (Belluno)

Si cominciano a tracciare dei bilanci in merito ai disastri che il maltempo ha provocato sul territorio, talvolta sconvolgendolo.

Ad esempio, nel Nord-Est. I problemi principali -spiegano da Poste italiane- sono stati registrati a Feltre (Belluno): l’ufficio di via Ortolani 1 è ancora chiuso per essere ripristinato ed al pubblico viene consigliato di raggiungere, nella vicina Pedavena, quello sito in viale Vittorio Veneto 70. Proprio per la situazione, l’orario di questo è stato prolungato, da lunedì a venerdì 8.20-19.05, sabato 8.20-12.45. La stessa sede garantisce la consegna delle raccomandate e dei pacchi, della corrispondenza ai casellisti e il pagamento delle pensioni non ancora riscosse. Si aggiunge la sportelleria di Villabruna, in via Vette 27/a, operativa da lunedì a venerdì dalle 8.20 alle 13.45; il sabato chiude un’ora prima.

Altri uffici, soprattutto nell’Alto Agordino, sono rimasti chiusi nei primi giorni per mancanza di corrente. Pure in ulteriori aree del Paese, Portofino (Genova) è un esempio, le difficoltà si sono rivelate momentanee. Segnalate interruzioni ai collegamenti con le isole minori, in particolare Favignana e Pantelleria (entrambe in provincia di Trapani), Lampedusa e Linosa (Agrigento).

Intanto, oggi in Polonia vi erano 26 gradi…


Nel marzo scorso…
Nov 06 2018 - 18:35

Dall'estero

Il ponte della discordia

Da Mosca francobollo che testimonia l’apertura del viadotto, lungo 19 chilometri, capace di collegare la Russia alla Crimea. L’infrastruttura inaugurata da Vladimir Putin

Anche per l’illustrazione del nuovo ponte, la Russia si è affidata a Vladimir Beltyukov, lo specialista che già ha sottoscritto il contributo locale al giro PostEurop 2018. Ma l’iniziativa odierna si fa notare per un altro aspetto: sottolinea ancora una volta come Mosca ritenga la Crimea acquisita.

L’emissione, articolata in un francobollo da 46,00 rubli con due bandelle laterali, illustra il passaggio che unisce le penisole di Kerch e Taman’ attraverso l’isola di Tuzla. Di fatto, lega via terra l’area invasa al territorio nazionale, senza la necessità di passare dall’Ucraina. L’infrastruttura, lunga 19 chilometri, è stradale e in futuro sarà pure ferroviaria; è stata inaugurata dal presidente Vladimir Putin il 15 maggio scorso.


Il citato contributo PostEurop
La versione russa della situazione…
…la recente serie ucraina dedicata ai difensori
Il francobollo è munito di due bandelle laterali
Nov 06 2018 - 16:51

Notizie dall'Italia

Giorgio Castriota “sbarcherà” in Calabria

Domani a San Demetrio Corone (Cosenza) il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed il capo dello Stato albanese Ilir Meta

Oggi Tirana ha ricordato Giorgio Castriota Scanderbeg con due francobolli da 150 e 250 lek per i cinque secoli e mezzo passati dalla morte (è avvenuta il 17 gennaio 1468), proponendo il patriota anti ottomano attraverso incisioni d’epoca rielaborate da Laert Kraja. Le cartevalori sono in fogli separati da ventiquattro pezzi, oppure in foglietto con la serie.

Ma l’eroe per antonomasia dell’Albania domani “sbarcherà” in Italia. L’appuntamento, nel caso specifico marcofilo, è a San Demetrio Corone (Cosenza), uno dei centri che, all’avanzata musulmana, accolse i cristiani balcanici di rito bizantino in fuga; i loro discendenti ancora adesso conservano lingua, cultura, religione e tradizioni.

Il giro di boa verrà sottolineato alla presenza dei due capi di Stato, Sergio Mattarella e Ilir Meta. Quest’ultimo -ha detto il sindaco, Salvatore Lamirata- ha voluto celebrare l’evento in una comunità arbëreshe “per sancire il legame esistente tra i due popoli, mentre la scelta del Collegio italo albanese di sant’Adriano è motivata dal ruolo che l’istituto ha svolto nel Risorgimento italiano e in quello albanese”.

La struttura citata, sita in via Caminona, dalle 10 alle 14 ospiterà gli addetti di Poste italiane.


Anche per il papa venne citato Scanderbeg; era il 2014
I francobolli albanesi emessi oggi e l’annullo italiano di domani
Nov 06 2018 - 14:22

Notizie dall'Italia

Quattro anni per risparmiare

È il rinnovato progetto sottoscritto da Cassa depositi e prestiti e Poste italiane, rivolto ad oltre un milione di studenti coinvolgendo ventimila scuole

Confermato il progetto

Da qui al 2022 vedrà la partecipazione di oltre un milione di studenti di età compresa fra i sei e i diciotto anni e di ventimila scuole. È il progetto “Il risparmio che fa scuola”, voluto da Cassa depositi e prestiti e Poste italiane in collaborazione con il ministero ad Istruzione, università e ricerca.

L’esperienza -non nuova- offre agli alunni delle primarie e secondarie di primo e secondo grado la possibilità di familiarizzare in maniera semplice e divertente con i concetti ed i principi alla base di ogni strategia di investimento e gestione del patrimonio, attraverso attività che vanno da quelle ludiche dedicate ai più piccoli, fino a veri e propri corsi per i grandi, grazie anche ad un portale on-line. L’obiettivo è promuovere la cultura del risparmio, inteso nell’ottica più ampia di un’economia sostenibile e di un uso consapevole delle risorse energetiche e ambientali, temi che accompagneranno i percorsi come elementi fondamentali per lo sviluppo e la crescita nazionale e per la cultura e la formazione di ogni cittadino.

“Promuovere l’educazione finanziaria già a partire dalle nostre scuole vuol dire costruire forme di cittadinanza attiva e consapevole”, ha sottolineato il ministro Marco Bussetti. Attraverso tali proposte, “spiegheremo ai giovani il valore del risparmio e i benefici di una corretta gestione finanziaria. Ogni scuola potrà portare avanti in autonomia e in collaborazione con il territorio di riferimento attività didattiche e informative”.

“La missione di Cassa depositi e prestiti è di tutelare e valorizzare il risparmio delle famiglie impiegandolo in progetti per lo sviluppo economico, sociale e territoriale del Paese. È un’iniziativa importante che consente di rafforzare e trasmettere il valore e la cultura del risparmio anche alle generazioni di domani”, ha affermato l’amministratore delegato di Cdp Fabrizio Palermo.

“La propensione al risparmio è da sempre un punto di forza del nostro Paese, ma il mondo cambia rapidamente ed è importante che ognuno sia in grado di fare scelte informate e consapevoli in uno scenario sempre più complesso”, ha aggiunto il collega di Poste italiane Matteo Del Fante.


L’edizione 2015
Per saperne di più
Alla presentazione hanno partecipato (da sinistra) l’amministratore delegato di Poste italiane Matteo Del Fante, il ministro Marco Bussetti, l’ad di Cassa depositi e prestiti Fabrizio Palermo
Nov 06 2018 - 12:13

Vaticano

La morte di san Miniato

Tratti da una pala d’altare di Jacopo del Casentino, i soggetti delle cartoline celebrano i mille anni dell’Abbazia lui intitolata

Unica l’impronta di affrancatura

Firenze - Se l’Italia vi ha dedicato un francobollo da 95 centesimi il 27 aprile scorso, il 9 novembre arriveranno dal Vaticano quattro cartoline. Anch’esse sono dedicate all’Abbazia di san Miniato al Monte, che ha raggiunto i mille anni dalla fondazione.

Prende il nome -approfondiscono all’Ufficio filatelico e numismatico- dal primo martire cittadino, di cui, cominciando con il 1013, ne conserva le spoglie. La più antica testimonianza storica di una chiesa lui intitolata risale al 783, ma nel 1018 l’edificio era così negletto e pericolante che il vescovo Ildebrando decise di farlo ricostruire ex novo, in modo che potesse custodire più degnamente le reliquie, reperite sotto l’attuale porta santa.

I valori sono raccolti in cofanetto, il quale conta su un limite di quindicimila pezzi. Se la custodia riproduce la facciata del complesso monumentale, gli interi raffigurano alcune scene che richiamano la morte del protagonista; sono tratte da una pala d’altare del XIV secolo, opera di Jacopo del Casentino, autore vissuto all’incirca tra il 1297 ed il 1349. Riproducono il personaggio mentre ammansisce le belve che avrebbero dovuto sbranarlo (taglio da 1,10 euro), subisce il supplizio del cavalletto (1,15), viene decollato (2,40), porta la sua testa sul monte (3,00). L’impronta di affrancatura, unica, rappresenta la persona.


Il francobollo italiano
I titoli attesi per il 9 novembre
Le quattro cartoline: riprendono il lavoro del pittore trecentesco Jacopo del Casentino
Nov 06 2018 - 10:22

Appuntamenti

Un’altra settimana impegnativa

Ma più varia rispetto alla precedente, per tipologia di proposte e contenuti. In sintesi, le manifestazioni in programma

Da Nord a Sud un’altra settimana impegnativa, ma -al confronto della precedente- varia, sia per la tipologia di proposte, sia per i contenuti. Tutte le iniziative, ad ogni modo, non prevedono costi di accesso.

Fino al 30 novembre lo spazio filatelia di Genova (si trova in via Dante 4 ed è aperto da lunedì a venerdì nella fascia oraria 8.20-13.35, sabato chiude alle 12.35) propone, selezionati dal Centro italiano filatelia resistenza, cartoline in franchigia e non, giornali, medaglie ed altri oggetti dedicati alla Grande guerra.

Lo stesso argomento affrontato a Como dall’8 al 10, grazie al Club Esperia 1919, che dà appuntamento al Centro cardinal Ferrari, in via Battisti 8 (giovedì 10-18, venerdì e sabato 10-12 e 15-18). Gli avventori troveranno, ad esempio, le collezioni di Oliviero Emoroso, Roberto Gottardi, Giuliano Introzzi, Renato Volonterio.

Ancora Gottardi, dal 9 al 16 al negozio di Poste italiane presente a Milano, in via Cordusio 4 (vi si può accedere da lunedì a venerdì tra le 8.30 e le 14.30, il sabato chiude alle 12). Risulta tra i partecipanti alla rassegna per l’“Anno nazionale del cibo italiano”, che coinvolge pure l’Archivio storico della società ospite. L’inaugurazione è fissata alle ore 11.30 del primo giorno.

Perugia, attraverso l’Associazione “Giovan Battista Vermiglioli” numismatica e filatelia, il 10 firmerà il suo convegno commerciale, raggiungibile dalle 9 alle 19 presso il Centro vita associativa, in via Cestellini (si trova nella frazione di Ponte San Giovanni).

Lo stesso giorno, però alle 15, a Torino la sede dell’Unione filatelica subalpina (è ubicata al secondo piano di via Asinari di Bernezzo 34) accoglierà la conferenza di Ketty Borgogno “I colori e le sorprese della serie «Castelli d’Italia»”.

Altra borsa dal 10 all’11, a Gragnano (Napoli). È il “XII Memorial Correale”, voluto dal Circolo filatelico-numismatico “Tempo libero”. Come punto di ritrovo figura l’hotel Parco, in strada Statale per Agerola 366 (sabato 9-13 e 15-19, domenica 9-14). Sui tavoli, numismatica, cartamoneta, filatelia, cartofilia, bibliofilia, gettoni, telecarte e oggettistica varia.

Si chiude con Bergamo ed il Circolo filatelico cittadino. L’11 alle 9.45 l’attenzione sarà per il libro di Marco Panza “Tariffe, franchigie, leggi e decreti postali nel Regno d’Italia napoleonico 1805-1814”; verrà presentato da Emanuele Mario Gabbini. L’approfondimento all’oratorio di Boccaleone, in via Capitanio 11.


Il programma della settimana scorsa
Alcune delle manifestazioni citate
Nov 06 2018 - 01:01

Dall'estero

“Spedisci gli auguri per posta”

È l’invito del Regno Unito pensando al Natale. Gli otto francobolli propongono le tradizionali cassette rosse di Royal mail, collocate in paesaggi innevati

Pure l’annullo fdc invita a scrivere

“Spedisci gli auguri per posta”. È l’invito giunto l’1 novembre dal Regno Unito sotto forma di serie per Natale, ora nella versione laica.

Si tratta di otto francobolli (sei i soggetti) che -grazie a Andrew Davidson- pongono in evidenza, nel paesaggio innevato, la famosa cassetta rossa di Royal mail, permettendo di riscoprire, in un solo colpo d’occhio, le differenti tipologie di contenitori esistenti, ognuna caratterizzata dal monogramma di un diverso re.

I tagli sono di seconda e prima classe nelle tirature per invii normalizzati e di grandi dimensioni (i rispettivi costi risultano pari a 58, 67, 79, 101 pence). Si aggiungono i dentelli a nominale esplicitato, da 1,25, 1,45, 1,55, 2,25 sterline. Sono disponibili in fogli da cinquanta autoadesivi, i primi due anche in libretti da dodici. Poi ci sono il foglietto con la serie completa (due le versioni, con o senza codice a barre) ed il foglio pre personalizzato (17,50).

L’operatore indica anche i termini ultimi affinché gli invii giungano in tempo. Ad esempio, per il corriere domestico, occorre imbucare entro il 18 dicembre se spedito con tariffa economica, il 20 per il plico ordinario, il 22 impiegando quello veloce.


I consigli di Royal mail (in inglese) pensando alle festività
Tra le altre serie natalizie, quelle di Vaticano…
…e Monaco
La versione a foglietto della serie, con il codice a barre laterale
Nov 05 2018 - 18:43

Notizie dall'Italia

Sedi chiuse? Diecimila euro

È la sanzione comminata a Poste italiane; riguarda gli uffici di Canolo (Reggio Calabria), Roccantica (Rieti), Scala Ritiro (comune di Messina) e Soveria Simeri (Catanzaro)

Alla base della nuova sanzione comminata a Poste italiane vi è una nota datata 26 gennaio e richiesta dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni; riguarda l’elenco degli uffici “oggetto di chiusura improvvisa a causa di assenza di personale nel periodo 19-31 dicembre 2017”. Al tempo stesso, l’Agcom domandò di “fornire ogni informazione tesa a documentare la legittimità delle chiusure -anche sotto il profilo delle informazioni rese all’utenza- e l’adozione di misure volte a garantire la continuità del servizio”.

L’attenzione si è soffermata, in particolare, sulle sedi di Canolo (Reggio Calabria), Roccantica (Rieti), Scala Ritiro (comune di Messina) e Soveria Simeri (Catanzaro), ognuna delle quali si è fermata senza preavviso per un giorno.

Dopo aver citato una sentenza del Consiglio di stato risalente al 13 febbraio, il Garante ha destinato all’operatore una multa pari a diecimila euro.


L’ultimo precedente
Multate le chiusure senza preavviso
Nov 05 2018 - 16:09

Emissioni Italia

Rossini passa all’anagrafe

Nel francobollo del 25 ottobre 1968 si legge “Gioacchino”; quello in arrivo il 13 novembre, invece, perde una “c”

Nel 1968 la “c” era doppia

Gioacchino o Gioachino? Per il compositore pesarese la cosa è indifferente, e lo dimostra il Bel Paese postale. La serie del 23 novembre 1942, emessa nel centocinquantesimo anniversario dalla nascita, evitò il problema non citando il nome di battesimo. Il 25 ottobre 1968, a cento anni dalla morte, si preferì la doppia “c”. Nell’omaggio del prossimo 13 novembre per il secolo e mezzo dalla scomparsa è stata adottata la seconda opzione. Così come farà il Vaticano fra quattro giorni.

Inserito nella serie “Il patrimonio artistico e culturale italiano”, il francobollo proporrà un ritratto del compositore ispirato ad una delle fotografie fattegli dal francese Nadar (a dirla tutta, si chiamava Gaspard-Félix Tournachon). È stato aggiunto il particolare dello spartito autografo riguardante “Il barbiere di Siviglia”, il cui originale è conservato al Museo bibliografico musicale di Bologna. Alla vignetta ha lavorato, come bozzettista ed incisore, Rita Morena.

Ancora una volta, si tratta di un “B” autoadesivo, in vendita a 1,10 euro e buono per invii ordinari domestici entro i venti grammi. La tiratura è stata fissata al milione di pezzi, i fogli sono da ventotto.


La scelta del 1942
Imminente: è l’emissione vaticana
Nov 05 2018 - 13:36

Notizie dall'Italia

Ancora promozioni per la linea “free”

Da oggi al 17 novembre contenitori in omaggio per chi ne acquista contemporaneamente almeno venti. Invariati i prezzi

Da oggi la nuova promozione

Da oggi al 17 novembre i plichi “posta free” e “pacco free” tornano in promozione. Promozione identica a quella segnalata il 25 giugno scorso. Ovvero, nessuno sconto sul singolo invio, ma contenitori (che -occorre ricordarlo- sono preaffrancati) in omaggio per acquisti in quantità e comunque fino ad esaurimento delle scorte.

Se si comprano da venti a trentanove pezzi se ne ottengono due in più; fino a quarantanove diventano tre, da cinquanta ne arrivano tre ogni venticinque presi.

I prezzi unitari, comprendenti l’iva, non sono cambiati. Per la prima categoria di confezioni, la singola “busta” viene 7,90 euro, la “small” 10,90, la “medium” 12,90. Per la seconda, il listino prevede “busta” a 9,50 euro, “small” a 11,90, “medium” a 14,90, “large” a 15,90, “extra large” a 18,90.

Aggiornamento del 17 novembre 2018: la promozione è stata prorogata sino al 24 del mese.


Cinque mesi fa l’ultima campagna segnalata
La possibilità di aggiungervi l’attestazione di consegna
Nov 05 2018 - 12:05

Vaticano

Visto dal carcere

Il Natale rappresentato da un detenuto, Marcello D’Agata, caratterizza i francobolli di Vaticano in uscita il 9 novembre

La copertina del libretto

Come per il 95 centesimi “Giornata della filatelia” emesso dall’Italia il 24 ottobre 2015, la serie di Natale che il Vaticano porrà in vendita il 9 novembre è dovuta ad un recluso, nel caso specifico Marcello D’Agata. Anche questa volta, l’iniziativa è nata nell’ambito del progetto “Filatelia nelle carceri” che il giornalista Danilo Bogoni sta portando avanti nel penitenziario di Opera (Milano). Verrà illustrata proprio venerdì presso la casa circondariale.

“Gli ultimi tra gli ultimi -commentano dall’Ufficio filatelico e numismatico- sono da sempre nel cuore di papa Francesco e sulla loro situazione più volte si è pronunciato: «quelli che sono in carcere stanno scontando una pena, una pena per un errore commesso. Ma non dimentichiamo che, affinché la pena sia feconda, deve avere un orizzonte di speranza, altrimenti resta rinchiusa in se stessa ed è soltanto uno strumento di tortura, non è feconda. Pena con speranza, allora è feconda»”.

I tagli, da 1,10 e 1,15 euro, sono stampati in un massimo di sessantamila pezzi e predisposti in foglio da dieci. Vi è anche la versione a libretto, comprendente due serie; pure in tale frangente il quantitativo autorizzato può giungere a sessantamila unità.


La carta valore italiana del 2015
La cittadinanza onoraria di Legnago (Verona) per Danilo Bogoni
Vaticano, cosa uscirà il 9 novembre
I bozzetti dei due francobolli
Nov 05 2018 - 10:18

Appuntamenti

Gli specialisti si interrogano

Si intitola “Lettere, corrispondenze, reti epistolari: a che punto siamo?” il convegno internazionale che si terrà a Roma tra l’8 ed il 9 novembre

A Roma dall’8 al 9 novembre

“Lettere, corrispondenze, reti epistolari: a che punto siamo?”. È il quesito che si sono posti gli organizzatori del convegno internazionale e interdisciplinare, fissato a Roma nelle rispettive sedi; si svolgerà giovedì 8 novembre alle ore 15 presso il Reale istituto neerlandese (si trova in via Omero 12) e venerdì 9 alle 9.30 presso l’École française (piazza Navona 62).

L’iniziativa -viene spiegato- si inserisce nel quadro del programma di ricerca quinquennale “Lettres d’artiste. Pour une nouvelle histoire transnationale de l’art XVIIIe-XIXe siècle”.

Si propone come occasione di bilancio e riflessione critica riguardante i diversi ambiti di ricerca che privilegiano l’esame dei carteggi. Negli ultimi decenni “si è assistito a un rigoglioso sviluppo degli studi sulle corrispondenze. Le ragioni di tale interesse sono di ordine diverso, quali l’approccio transnazionale alla storia europea e l’affermazione della storia connessa; l’interesse per tutte le forme di circolazione e di mobilità; il rinnovamento degli studi sulla comunicazione e l’informazione”. Il fenomeno è visibile in moltissime aree, che tuttavia appaiono piuttosto distinte: ovvero, tendono a non confrontarsi fra loro. L’obiettivo dell’appuntamento “è dunque di tracciare lo stato dell’arte e valutare risultati, progetti in corso, prospettive future e problemi interpretativi e metodologici ancora aperti”.


Gli organizzatori: il Reale istituto neerlandese…
…e l’École française
Il programma completo (file pdf)
Nov 05 2018 - 00:52

Dall'estero

Da Monaco il presepe

Realizzato da Jean-Paul Veret-Lemarinier, il soggetto è stato trasformato in francobollo da 0,95 euro. Sarà disponibile con oggi

Presepe

Anche Monaco pronto con il rituale francobollo per le feste di Natale. Arriverà agli sportelli oggi, al prezzo di 95 eurocentesimi.

A dirla tutta, la scena rappresentata guarda, più che al 25 dicembre, al 6 gennaio, ovvero all’arrivo dei magi. Uno di loro -che la tradizione fissa in numero di tre- è inginocchiato al cospetto di Gesù ancora nella greppia, vegliato da Giuseppe e Maria.

Non mancano gli altri personaggi del presepe: l’angelo, il bue e l’asino, le pecore.

Il soggetto è dovuto a Jean-Paul Veret-Lemarinier.


Le interpretazioni in argomento di Germania…
…Canada…
…ed Austria
Nov 04 2018 - 01:49

Dall'estero

Edizione 2019 per lo Zumstein

In formato prossimo all’“A5”, propone Svizzera, Liechtenstein, Nazioni Unite di Ginevra, Campione. In Italia il catalogo è venduto a 42,00 euro

Per due Paesi e più

La guida per chi colleziona uno o più dei capitoli trattati nel catalogo. È l’edizione 2019 dell’elvetico Zumstein, dedicato a Svizzera e Liechtenstein, ma anche alla sede di Ginevra delle Nazioni Unite ed a Campione d’Italia, tutti affrontati con un significativo grado di approfondimento.

Ovviamente, buona parte delle 1.008 pagine di formato prossimo all’“A5” e con immagini a colori è dedicata alla maggiore delle realtà citate, per la quale il mercuriale propone, oltre alla posta ordinaria, ai servizi ed alle cartevalori con sovrapprezzo, ad esempio le produzioni da rotoli ed automatiche, i tête-bêche, i se-tenant, i ponti, i libretti, le tirature per i treni e gli alberghi, i “webstamp”.

Tra le tabelle da consultazione, quelle che aiutano a individuare i definitivi, le emissioni Cept e PostEurop; si aggiungono il confronto con i numeri della casa Yvert & Tellier e un dizionario dei termini filatelici, questo anche nell’idioma di Dante Alighieri.

I testi sono in tedesco e francese (l’introduzione pure in inglese e spagnolo), le stime economiche risultano in franchi. In Italia il volume è venduto a 42,00 euro.


Zumstein - Svizzera e Liechtenstein La scheda
Nov 03 2018 - 14:56

Emissioni Italia

Quando le armi furono riposte

Cento anni fa domani l’armistizio; oggi il francobollo che lo ricorda. Riprende un affresco presente a Cortona (Arezzo)

Disponibile da oggi

Un testo più religioso e artistico, dovuto al rettore, fra Livio Crisci, della Basilica di santa Margherita in Cortona (Arezzo), la struttura che ospita l’affresco rappresentato, ed uno storico, sottoscritto dal socio dell’Unione stampa filatelica italiana Roberto Saccarello. Sono i due interventi che caratterizzano il bollettino illustrativo collegato all’emissione odierna, quella per il centenario trascorso dalla fine della Prima guerra mondiale, centenario che scoccherà domani. Curiosa l’assenza istituzionale: mezzo secolo fa, ad esempio, l’analogo elaborato venne firmato dal presidente del Consiglio dei ministri, Giovanni Leone.

Sotto l’attenzione il francobollo “B” (dal costo pari a 1,10 euro, è utile per gli invii ordinari entro i venti grammi spediti nel Bel Paese) con la parte centrale dell’opera creata nella cappella votiva per ricordare i caduti; è dovuta ad Osvaldo Bignami (si occupò delle figure, mettendo pure la sua) coadiuvato da Alceste Innocenti (per le decorazioni). L’insieme raffigura santa Margherita, genuflessa in mezzo a gruppi di soldati e di cittadini ai quali appare in visione Gesù che, nonostante sia crocifisso, con la mano destra benedice i presenti, la città e la sottostante campagna.

Autoadesiva, la carta valore conta su un milione di esemplari raccolti in fogli da ventotto. Tre gli annulli fdc, impiegati appunto nel centro toscano ma anche a Castelfidardo (Ancona) e Vittorio Veneto (Treviso). Numerosi altri manuali, comunque, ricordano in questi giorni l’appuntamento con la storia.


L’anticipazione
Così nel 1968, quando firmò Giovanni Leone
I postali caduti
Nov 03 2018 - 12:04

Dall'estero

Natale/3 C’è anche Marc Chagall

Germania - Se uno dei due soggetti propone la slitta di Santa Claus, l’altro riprende una vetrata del celebre artista. Si trova a Magonza

Sempre ieri, le festività edizione 2018 sono state interpretate pure dalla Germania. Anche in questo caso, si è adottato il doppio approccio laico e religioso, foriero di due titoli differenti, proposti in fogli e in libretti da dieci (nell’ultimo frangente sono autoadesivi).

A Jennifer Dengler è stato dato il compito di illustrare il soggetto secolare, nella fattispecie un algido (da notare i colori, che aiutano a creare l’atmosfera voluta) panorama urbano. Questo è sorvolato dalla slitta di Babbo Natale, trainata dalle renne e carica di regali. L’onere è di 70 centesimi.

D’autore, ed interpretato dalla Designbüro Behr, è il restante valore. Propone una delle vetrate realizzate da Marc Chagall per la chiesa parrocchiale esistente a Magonza e intitolata a santo Stefano; nel caso specifico raffigura Maria e Gesù. Il prezzo di vendita è di 1,00 euro, sapendo che 30 eurocent andranno in opere benefiche (fine).


Segnalate in mattinata le produzioni di Austria…
…e Canada
Questa l’interpretazione tedesca per il Natale 2018
Nov 03 2018 - 10:28

Dall'estero

Natale/2 La nascita di Gesù ed il freddo

Sono i temi delle due serie firmate dal Canada. Disponibili da ieri, servono per affrancare le spedizioni augurali

Religioso…

La semplice immagine -che riprende l’arte popolare della tradizione- è di Daniel Robitaille, mentre l’impaginazione è stata compiuta dalla ditta Paprika. Il riferimento è al francobollo di Natale che il Canada ha emesso ieri contro 85 centesimi (si tratta di un valore permanente). Raccolto in libretti da dodici autoadesivi, propone Giuseppe e Maria che vegliano la greppia con Gesù. Da notare sono le scritte bilingui “Noël” e “Christmas”, realizzate con tante stelline. Altre, una delle quali più grande, caratterizzano la scena.

La proposta del Paese nordamericano non finisce qui. Una seconda e contemporanea emissione si concentra su un pensiero diverso: stare al caldo. Gli stessi professionisti del titolo precedente (e si vede!) questa volta hanno concepito calzettoni (figurano nel taglio, sempre senza nominale e autoadesivo, per il corriere interno, ancora una volta allestito in carnet da dodici), cappello (1,20 dollari, confezioni da sei) e guanti (2,50, di nuovo da sei). Ovviamente, evocano il freddo del periodo e la necessità di coprirsi. Rivolto soprattutto ai collezionisti è il foglietto con la serie (continua).


Così l’Austria (news precedente)
…e caloroso
Nov 03 2018 - 01:39

Dall'estero

Natale/1 “Stille nacht” ha due secoli

Lo ricorda l’Austria in uno dei quattro nuovi francobolli dedicati alle prossime festività. I contenuti di tutte le cartevalori

Oramai Natale è vicino, non foss’altro per le emissioni che si stanno susseguendo, capaci di mostrare come il singolo Paese si interfacci adesso con la ricorrenza.

Da ieri, ad esempio, la cattolica Austria ha messo in prevendita ben quattro tagli. Si tratta di due valori da 0,90 euro ed altrettanti da 0,80, disponibili agli sportelli in ordine sparso: il 16, il 23 e -gli ultimi due- il 30 novembre.

Lo stilizzato e geometrizzante albero della tradizione è dovuto ad Age de Carvalho.

Ad Anna Rastl è stato affidato il compito di ricordare i due secoli raggiunti dalla celebre canzone “Stille nacht” (in italiano conosciuta come “Astro del ciel”). Fu scritta sotto forma di poema nel 1816 da Joseph Mohr e musicata due anni dopo da Franz Xaver Gruber; il bozzetto propone la cappella costruita a Oberndorf sul luogo dove vi era la chiesa in cui il brano debuttò.

Vintage è il soggetto al quale ha operato Anita Kern; riproduce una bimba con il gatto davanti a cesto di agrifoglio; la scena è tratta da una cartolina prodotta lungo il 1914 nel Regno Unito, per la precisione dalla Raphael Tuck & sons.

La rappresentazione della nascita di Cristo, infine, porta la firma di Dieter Kraus, che ha attinto ad un affresco realizzato nel 1741 da Josef Michael Schmutzer; è conservato nella chiesa, meta di pellegrinaggi, di Maria Rast ad Hainzenberg, nel Tirolo (continua).


Gli ultimi tributi in argomento segnalati giungono da Eire…
…Islanda…
…e Francia
Gli auguri natalizi visti dall’Austria. I francobolli sono da ieri in prevendita
Nov 02 2018 - 19:23

Emissioni Italia

Pallone, ecco i due soggetti

Il 12 novembre i tributi per il Centro tecnico federale di Coverciano e l’Associazione italiana calciatori. Le anticipazioni sui contenuti

“Orfani” del francobollo per la Federazione italiana giuoco calcio, emesso il 19 luglio (inizialmente pareva dovessero uscire tutti e tre insieme), il 12 novembre arriveranno i tributi per il Centro tecnico federale di Coverciano (è un quartiere di Firenze) e per l’Associazione italiana calciatori, nel sessantesimo e nel cinquantesimo anniversario dalle rispettive fondazioni.

Inseriti nella serie “Lo sport”, saranno dei “B”, disponibili a 1,10 euro ciascuno per inviare lettere ordinarie entro i venti grammi di peso nello Stivale. Importanti -viste le cifre degli ultimi tempi- appaiono le tirature, pari a un milione e mezzo di pezzi a soggetto; i fogli sono da quarantacinque mentre il supporto, al solito, è autoadesivo.

Ai bozzetti hanno lavorato da una parte Giustina Milite, dall’altra Isabella Castellana. Il primo dentello propone la statua “Il calciatore” dello scultore Mario Moschi, collocata all’ingresso della struttura; l’immagine è proiettata sullo sfondo affiancata ad un pallone. In alto a destra è riprodotto lo stemma della Figc. L’altro esemplare offre un giocatore ed una giocatrice che tirano in rete; in secondo piano, tra gli spalti di uno stadio, è posizionato il logo del giro di boa appartenente all’Aic.


L’omaggio alla Federazione italiana giuoco calcio
Non mancheranno i loghi…
Nov 02 2018 - 17:32

Notizie dall'Italia

Cercare gli eredi

È l’obiettivo della sede di Lonato del Garda (Brescia) che fa capo all’Associazione nazionale del fante. Dare ai congiunti copia delle lettere scritte cent’anni fa dai soldati locali

Lonato del Garda (Brescia) - Nel 2017 la mostra ed ora la replica, con cimeli, scatti e lettere disponibili dal 6 al 10 novembre presso la biblioteca di via Zambelli 22 (la struttura è aperta gratuitamente martedì e giovedì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30, mercoledì e venerdì dalle 14.30 alle 18.30, sabato dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30). Però, vi è da registrare il passaggio qualitativo.

All’Archivio di stato del capoluogo provinciale sono conservate numerose corrispondenze scritte un secolo fa dai soldati caduti; vennero chieste alle famiglie con il 1915, permettendone la salvaguardia. In questi ultimi anni, la sezione locale che fa capo all’Associazione nazionale del fante ha provveduto a ricercare, individuare e scansionare tutti gli scritti dei cinquantuno concittadini uccisi.

Sono stati esposti e letti pubblicamente, ma l’obiettivo è più ampio: il reperimento degli eredi per consegnare loro una copia dei carteggi che non hanno mai visto e che in qualche modo gli appartengono. Talvolta è disponibile anche la foto della persona. Non è però -spiega il presidente del sodalizio, Morando Perini- “una ricerca facile, poiché i rami parentali sono spesso ciechi e servono molto tempo e disponibilità da parte nostra e dei funzionari dello stato civile del Comune”.

In parallelo, il materiale è stato raccolto su un cd, pensando agli altri interessati (assofantilonato@libero.it). Poiché “in fin dei conti quei soldati caduti potrebbero essere i nonni ed i bisnonni di tutti noi e dunque la loro memoria deve appartenere a tutti”. Si chiede un contributo di 5,00 euro a copertura delle spese e con quanto avanzerà verranno riscritti (poiché molti ora sono illeggibili) i nomi presenti sul monumento di piazza Martiri della Libertà.


La mostra del 2017
Una delle corrispondenze salvate all’Archivio di stato bresciano ed ora valorizzate
Nov 02 2018 - 14:06

Vaticano

Al via il concerto

Con il francobollo del Vaticano si ricorderà il compositore Gioacchino Rossini ad un secolo e mezzo dalla morte. Presto si aggiungeranno i tributi di Italia e Smom

L’Italia arriverà il 13 novembre, lo Smom l’ha in programma ma ancora non si conosce la data. Di certo è quanto farà il Vaticano, il 9 di questo mese. Nell’infornata annunciata per quel giorno arriverà anche il 2,40 euro dedicato al compositore Gioacchino (nell’immagine si usa l’altra versione del nome, con una “c” in meno) Rossini ad un secolo e mezzo trascorso dalla morte.

L’obiettivo è stato raggiunto coinvolgendo Daniela Fusco. Nel francobollo -precisano dall’Ufficio filatelico e numismatico- il profilo dell’artista pesarese emerge dal sipario, simbolo della sua intensa attività operistica, mentre, in secondo piano, la figura del giovane figlio di Guglielmo Tell e la sagoma della gazza ladra ricordano due tra i suoi capolavori. È un taglio da 2,40 euro, prodotto in sessantamila unità come termine; i fogli sono da dieci.

Volendo, si aggiunge il compact disc con una selezione di brani dovuti al protagonista ed interpretati dalla pianista Ginevra Costantini Negri. In questo caso, il cd e il dentello vengono, insieme, 9,90 euro.


L’attesa di Pesaro per il francobollo italiano
L’annuncio dello Smom
Tutte le emissioni vaticane del 9 novembre
Il francobollo e l’annullo fdc
Nov 02 2018 - 10:24

Notizie dall'Italia

Strona non dimentica

La località del Biellese rammenta l’alluvione di mezzo secolo fa costata, in tutta la valle, 58 morti. Tra le iniziative, la mostra dei collezionisti e l’annullo speciale

L’annullo...

Stando alle informazioni raccolte dal sistema meteo della Protezione civile e diffuse dal Comune di Strona (Biella), il tempo è ancora brutto, tanto da aver previsto, in questi giorni, abbondanti piogge con possibilità di rischio idrogeologico. Da qui la raccomandazione alla prudenza e di segnalare tutte le situazioni anomale. Senza trascurare i rami sporgenti dalle proprietà che si affacciano sulle strade: meglio potarli per evitare futuri disagi alla circolazione.

In tale contesto, tra domani e dopodomani il paese ricorderà il mezzo secolo trascorso dall’alluvione del 2-3 novembre 1968. Il programma prevede un filmato con le testimonianze su quanto avvenuto nonché una cerimonia per ricordare le vittime, che nell’intera valle furono 58.

In municipio, sito in frazione Fontanella Ozino 54, vi sarà la mostra firmata dal Circolo filatelico numismatico Valsessera, che chiuderà soltanto nel prossimo fine settimana. Propone le cartoline d’epoca inerenti alle fabbriche coinvolte dal tragico evento più una sezione dello studio di Fabrizio Fabrini su quanto accadde a Firenze due anni prima. Di seguito gli orari (l’ingresso è libero): sabato 3, quando ci sarà anche l’annullo speciale, 10-18; domenica 4, 10-12 e 15-18; venerdì 9, 10-12; sabato 10 e domenica 11, 15-18.

Ultimo aggiornamento: 7 novembre 2018.


Alluvioni - Due anni fa il francobollo per Firenze
…e la cartolina, dovuti ad Ivano Faccio
Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2019 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157