Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Feb 08 2019 - 00:19

Appuntamenti

Filatelia tradizionale, storia postale e classe aperta

È il… “menù” del confronto che la Federazione fra le società filateliche italiane proporrà a Borgo Faiti (Latina) tra il 17 ed il 19 maggio. Le adesioni entro il 10 aprile

La nazionale a Latina

Chiamata alle… pinzette dalla Federazione fra le società filateliche italiane, ormai pronta a festeggiare il suo centenario. Mentre lavora all’allestimento di “Milanofil”, annuncia il successivo, in essere a Borgo Faiti, frazione di Latina, sotto il nome “Latinphil 2019”.

Il riferimento è il “solito” Museo Piana delle Orme (si trova in via Migliara 43,5) dove -con il supporto operativo del Circolo “Tres tabernae”- verrà accolta l’esposizione nazionale e di qualificazione, nelle sezioni campioni e competizione, riservata alle classi di filatelia tradizionale e storia postale (entrambe nelle fasi temporali moderna, ossia tra il 1900 ed il 1945, e contemporanea, cioè successiva), cui si aggiunge l’aperta.

L’appuntamento è dal 17 al 19 maggio; già si sanno gli orari di apertura (gratuita) al pubblico: venerdì 14.30-18.30, sabato 9-18.30, domenica 9-13. Gli interessati debbono aderire entro il 10 aprile, inviando il modulo al delegato per manifestazioni e giurie Luca Lavagnino, casella postale 67, 12016 Peveragno (Cuneo); telefono 347.46.74.132, e-mail lavagnino.luca@gmail.com. La risposta arriverà il 15 dello stesso mese.


Le previsioni espositive per “Milanofil”
Il modulo per candidarsi all’allestimento laziale (file pdf)
Feb 07 2019 - 19:27

Emissioni Italia

Dopo la scuola, Francesco Morosini

Il 4 maggio 2002 il francobollo per la struttura formativa intitolata al doge; il prossimo 26 febbraio l’ulteriore carta valore che lo cita nel quarto centenario dalla nascita

Il francobollo emesso nel 2002

Finora c’era il francobollo per la scuola navale militare intitolata al doge; è il 41 centesimi del 4 maggio 2002. Il prossimo 26 febbraio si aggiungerà un’ulteriore carta valore, che citerà direttamente il personaggio, Francesco Morosini, nel quarto centenario trascorso dalla nascita, avvenuta appunto il 26 febbraio 1619.

È un “B”, quindi destinato a rendere franche lettere ordinarie di primo porto e cartoline dirette in Italia, servizio dal costo attuale pari a 1,10 euro. Stampato con supporto autoadesivo, conta su due milioni e cinquecentomila esemplari (i fogli sono da quarantacinque). Una cifra giustificata solo dal fatto che si sia deciso di sospendere le tirature dei tagli ordinari, così da veicolare tra gli utenti le restanti produzioni: se così fosse, è una buona idea, anche se non risulta valorizzata come si dovrebbe.

E la vignetta? Dovuta a Gaetano Ieluzzo, assembla elementi figurativi riguardanti l’uomo e le sue gesta, precisano dal ministero allo Sviluppo economico. A destra compare un’antica carta geografica del Regno di Morea (cioè del Peloponneso), a sinistra il ritratto del commemorato, in primo piano un modello in legno di galea, tipica imbarcazione da guerra usata nel Mediterraneo dal IX al XVIII secolo. Le due ultime opere sono conservate al Museo “Teodoro Correr” di Venezia.


Il sito della scuola navale militare che porta il nome del doge
Feb 07 2019 - 16:51

Appuntamenti

C’è collezionismo e collezionismo

Un approccio inconsueto è in essere a Roma presso il Macro asilo. Nel contesto, il 12 febbraio interverrà il “cartolinaro” Enrico Sturani. La partecipazione è libera

Mentre il mondo della filatelia -ma non solo quello- riflette e firma la petizione riguardante le norme in discussione al Senato che di fatto bloccherebbero il settore, a Roma il docente della Sapienza, dove insegna fra l’altro Antropologia culturale, Vincenzo Padiglione propone “Collezionare è sabotare. Etiche e poetiche dei collezionisti estremi”.

Dal suo approccio “è nata un’installazione operosa: una zona di contatto, spazio di incontro, conversione e sperimentazione tra arte ed etnografia. Soggetti diversi (collezionisti, curatori, artisti, docenti, specializzandi di psicologia della comunicazione, di antropologia museale e di storia dell’arte) si incontrano, si alternano, realizzano opere e perfomance, ne commentano e trasformano gli esiti”.

Fra gli ospiti, ecco il “cartolinaro” Enrico Sturani. Il 12 febbraio alle ore 17 interverrà su “150.000 Cartoline e 5.000 e più «bacarozzi». Un collezionista situazionista a tempo pieno tra mail art e entomologia”.

Come gli altri, l’incontro si terrà al Macro asilo di via Nizza 138; l’ingresso è libero.


La campagna “Salviamo il collezionismo!”
Per saperne di più sul calendario del Macro asilo
L’ultimo libro segnalato di Enrico Sturani
Vincenzo Padiglione: suo è il coordinamento generale dell’iniziativa
Feb 07 2019 - 12:28

Vaticano

La busta secondo Patrizio Daniele

È stata affidata a questo artista la realizzazione dell’intero postale 2019. Debutterà con il gruppo di titoli dell’11 febbraio

Il motto del pontefice

È la busta a terminare la carrellata delle emissioni che il Vaticano ha messo in calendario per l’11 febbraio. Si somma dunque ai tributi -già segnalati da “Vaccari news”- per la Pasqua, i Patti lateranensi, il settimo anno del Pontificato di Francesco, l’Eparchia di Lungro, la “Giornata mondiale della gioventù”.

L’intero, in vendita a 3,00 euro, mostra il lavoro di Patrizio Daniele. Nell’impronta di valore offre lo stemma dell’attuale papa, sapendo che l’annullo fdc valorizza il motto ivi contenuto, “Miserando atque eligendo”. Sul lato di sinistra campeggia invece lo stesso Jorge Mario Bergoglio in fare benedicente. Si aggiunge la frase, scritta in italiano, tedesco, inglese e francese, “Colleziona i francobolli e le monete della Città del Vaticano”.

La tiratura massima raggiunge i ventimila pezzi. Facile immaginare che presto o tardi comparirà anche la versione di servizio.


L’analogo plico del 2018…
...e la versione di servizio
Tutte le emissioni dell’11 febbraio
La busta edizione 2019
Feb 07 2019 - 09:49

Libri e cataloghi

“Divina commedia” da cartoline

Realizzate dal miniaturista Attilio Razzolini, vennero stampate nel 1902. Sono cento, una per ciascun canto. L’attuale edizione le associa al testo di Dante in italiano volgare

La copertina

La storia del libro parte da lontano. Si inizia con le cento cartoline (una per canto) riguardanti la “Divina commedia” ed illustrate da Attilio Razzolini utilizzando la miniatura su cartapecora, quindi realizzate nei modi e nella maniera del Quattrocento. Il lavoro è conservato presso la Rylands library di Manchester, nel Regno Unito.

Lungo il 1902, la Alfieri & Lacroix di Milano le riproduce aggiungendo i tre frontespizi dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso. Un’intera serie, posseduta dai fratelli Andrea e Fabrizio Petrioli, origina l’opera Polistampa del 2008, associata alla trascrizione dell’opera di Dante Alighieri in lingua volgare, curata dall’italianista Giorgio Petrocchi.

Esaurita, ora sul mercato è giunta la seconda edizione con marchio Sarnus. È la riproposizione anastatica, organizzata in 432 pagine con illustrazioni in parte a colori (24,00 euro).


Dante tra i francobolli: il progetto del Cift
Una delle cartoline; complessivamente sono cento, così da coprire tutti i canti
Feb 07 2019 - 00:34

Dall'estero

Quelle occasioni d’Australia

Rinnovata la serie dedicata ai fatti della vita e destinata ad invogliare il pubblico a tornare -almeno per un frangente particolare- alla lettera cartacea

Con il titolo “Momenti da ricordare”, il 5 febbraio l’Australia ha rinnovato il proprio repertorio delle occasioni. Vale a dire i francobolli adatti a buona parte degli eventi che caratterizzano la vita, dalla nascita al compleanno, dal matrimonio al successo personale (mancherebbe un taglio per le partecipazioni di morte, però). Complessivamente sono otto, sette da 1,00 dollaro e l’ultimo da 2,00.

Servono per caratterizzare invii particolari e, in ultima analisi, per suggerire al pubblico di usare, nei frangenti importanti, una comunicazione adeguata.

Dal punto di vista stilistico, la serie appare disorganica, avendo coinvolto autori diversi (Gary Domoney, Beth McKinlay e Jo Muré) ed avendo utilizzato tecniche differenti. Tutto sommato, poco interessa, perché l’obiettivo -pensando all’utenza- è acquistare una tipologia alla volta, secondo la necessità del momento. Infatti, tali produzioni sono disponibili in fogli da cinquanta o in libretti da dieci uguali, nella seconda alternativa autoadesivi. Per i collezionisti vi sono ad esempio la serie a foglietto (è nel raccoglitore da 9,45 dollari) ed il carnet di prestigio (32,95).


Le scelte di tre anni fa
Otto francobolli per tante occasioni
Feb 06 2019 - 17:18

Notizie dall'Italia

Cidneo illuminato a giorno

La terza edizione del “Festival internazionale delle luci” sarà sottolineata da un annullo speciale, in uso alle Poste centrali di Brescia l’8 febbraio

L’annullo

Valorizzare il territorio con una “illuminazione” adeguata. Se si vuole, e pure semplificando, è un po’ questa la filosofia che sta dietro al “Festival internazionale delle luci”, giunto alla terza edizione e questa volta sottolineato da un annullo di Poste italiane, in uso l’8 febbraio dalle ore 9 alle 13 presso le Poste centrali di Brescia, in piazza della Vittoria 1. Prevista una breve cerimonia di bollatura, partecipi il sindaco Emilio Del Bono, i presidenti di Mille miglia srl Franco Gussalli Beretta e del Comitato amici del Cidneo onlus Giovanni Brondi. L’azienda sarà rappresentata dal responsabile della macro area Nord-Ovest, Giovanni Accusani.

L’iniziativa si svolgerà appunto da venerdì al 16 febbraio presso il Castello cittadino, il quale ospiterà “installazioni luminose, videoproiezioni e mapping, opere interattive e performance musicali live che raccontano personaggi, luoghi, simboli di un’inesauribile storia di arte e bellezza”. Il tema 2019 è “Icone italiane, tra miti e meraviglie”, con un omaggio speciale a Leonardo da Vinci a mezzo millennio dalla sua morte.


Il sito per saperne di più
Feb 06 2019 - 14:21

San Marino

Sul monte Titano tornano gli alpini

Dopo la serie del 2005 e la cartolina del 2006, l’Ana sarà ricordata il prossimo 26 febbraio con tre francobolli nel centenario dalla costituzione

Fa parte delle serie attese per il 26 febbraio

Attendendo il contributo dell’Italia, ecco quello di San Marino, tre francobolli che intendono ricordare il centenario dell’Associazione nazionale alpini, fondata appunto nel 1919 a Milano. In qualche modo un ritorno, visto che il 25 aprile 2005 altri quattro dentelli (0,36, 0,45, 0,62 e 1,00 euro) sul monte Titano resero omaggio alla settantottesima adunata nazionale, organizzata dal sodalizio e svoltasi a Parma. Senza dimenticare la cartolina postale (da 0,62) emessa il 5 aprile seguente per il successivo incontro, tenutosi ad Asiago (Vicenza).

La nuova serie porta il nome di Francesco Bongiorni, tre esemplari da 0,05, 1,10 e 2,00 in fogli da dodici esemplari uguali, dove il bordo collocato a sinistra della confezione riprende l’immagine della specifica carta valore. Il primo taglio mostra il soldato intento a scalare una parete rocciosa, il secondo lo pone sulla cima di una vetta innevata, il terzo costituisce il tributo ai caduti, formulato dagli anziani e dai giovani presso la colonna Mozza sul monte Ortigara.

La serie arriverà in 50.004 copie il 26 febbraio, quindi con congruo anticipo rispetto alla manifestazione del giro di boa, fissata dal 10 al 12 maggio nel capoluogo lombardo.


Il precedente del 2005…
…e la cartolina dell’anno seguente
Il quadro d’insieme del prossimo gruppo di emissioni
Tre i valori di cui si compone
Feb 06 2019 - 12:35

Dall'estero

Da Abu Dhabi francobollo per il papa

Arriverà domani a ricordo della visita compiuta dal pontefice, nel cui contesto è stato firmato il documento sulla “Fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune”

Da domani

Non vedrà sul posto il francobollo, poiché papa Francesco già è tornato in Vaticano ieri. Però, resta il fatto, praticamente senza precedenti. Non solo è stata la prima visita di un pontefice nell’area, ma poco consueta è la sua raffigurazione in un francobollo proveniente da realtà mussulmane.

L’iniziativa è stata adottata dagli Emirati Arabi Uniti, che hanno accolto Jorge Mario Bergoglio fra il 3 ed il 5 febbraio; la carta valore, nominale da 3,00 dirham, sarà disponibile da domani per sottolineare l’incontro e il locale “Anno della tolleranza”, annunciato da uno Stato dove convivono oltre duecento nazionalità tra etnie e fedi differenti.

L’immagine propone il grande imam di Al-Azhar Ahamad al-Tayyib accanto all’ospite. Due giorni fa ad Abu Dhabi hanno firmato il documento sulla “Fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune”.

Il dentello -annotano da Emirates post- vuole dimostrare “il supremo messaggio umanitario” lanciato dal Paese “e la sua acutezza nel promuovere il dialogo interreligioso e il rafforzamento del bene e della pace in tutto il mondo”.


L’annullo vaticano per tale esperienza
Benedetto XVI in Giordania, era il 2009
Feb 06 2019 - 09:53

Appuntamenti

In laboratorio per le “valentine”

La proposta del Museo dei Tasso e della storia postale: creare un messaggio d’amore o d’amicizia in vista del 14 febbraio

Citato tre giorni fa su Rai 1 nell’ambito del programma “Linea verde”, il Museo dei Tasso e della storia postale torna a far parlare di sé. Questa volta per il nuovo laboratorio, fissato al 10 febbraio e pensato per la festa che porta il nome di san Valentino.

Si chiama “L’amore è una cartolina meravigliosa” ed è aperto a tutti. L’obiettivo è scoprire le “valentine”, che i collezionisti più esperti conoscono come biglietti e cartoline decorati a mano, impiegati a fine Ottocento ed oltre per parlare dei sentimenti con sfumature che andavano dall’amicizia alla passione. Aderendo all’iniziativa, i partecipanti creeranno la propria. “Non serve -è la sottolineatura che giunge ancora una volta dagli organizzatori- essere innamorati, basta avere voglia di esprimere il proprio affetto a una persona cara”.

L’appuntamento è per le ore 15 presso la sede, in via Cornello 22 a Camerata Cornello (Bergamo). L’esperienza dura un’ora e costa 3,00 euro. Occorre prenotarsi, però, telefonando allo 0345.43.479 (la struttura è aperta da mercoledì a domenica tra le 10 e le 12 e tra le 14 e le 18), oppure spedendo una e-mail a info@museodeitasso.com.


Il programma “Linea verde” di Rai 1 che domenica ha citato il Museo
In tema: il concorso di Alassio (Savona)…
...e gli annulli disponibili agli spazi filatelia
Il laboratorio si svolgerà il 10 febbraio, tuttavia occorre prenotarsi
Feb 06 2019 - 00:44

Dall'estero

C’è pure Alberto Ascari

Due bolidi della British racing motors e della Renault, quindi il tributo al pilota milanese. È la doppia serie automobilistica emessa ieri da Monaco

Auto da corsa mitiche e piloti altrettanto da leggenda: ieri Monaco ha varato un ulteriore contributo al doppio percorso.

In un frangente, con il francobollo da 1,05 euro è stata ricordata la Brm “P57 V8”, quinta monoposto di Formula 1 progettata dalla British racing motors. Si aggiudica la vittoria sin dal debutto; era il 1962. Con gli altri esiti positivi guadagnati permette a Graham Hill di ottenere il suo primo titolo mondiale. L’1,30, invece, è dedicato alla Renault “Turbo Rs01”. Classe 1977, è una monoposto che getta la sua sfida nel Regno Unito con Jean-Pierre Jabouille ai comandi. Entrambi i dentelli portano il nome di Fabrice Monaci.

Il secondo percorso questa volta cita il milanese Alberto Ascari, detentore di due titoli mondiali per la Ferrari nel 1952 e nel 1953, che l’Italia ricordò con il 2,80 euro del 2 settembre 2005. Nel caso del Principato dei Ranieri, il tributo è doppio: un dentello da 1,05 raffigura il personaggio, figlio d’arte e nel settore attivo dal 1940 al 1955, quando morì trentaseienne nel circuito di Monza. L’altro, unito a coppia, è da 1,72 e lo ritrae alla guida di un bolide (curioso il numero che appare sull’auto: il 26 è il giorno della morte sia di Alberto, sia del padre Antonio). In questo caso l’autore dei bozzetti si chiama Michel Verrando.


La doppia serie di un anno fa
L’omaggio italiano ad Alberto Ascari
Macchine e piloti mitici
Feb 05 2019 - 18:14

Vaticano

Ricordo di quanto è stato

Il 2,60 euro per la “Giornata mondiale della gioventù” intenderebbe promuovere una manifestazione che in realtà già si è svolta

A mero ricordo di quello che è stato. Così si potrebbe presentare il francobollo del Vaticano da 2,60 euro, inserito nel gruppo di titoli in uscita l’11 febbraio.

Riguarda la “XXXIV Giornata mondiale della gioventù”, svoltasi a Panama tra il 22 ed il 27 gennaio, come ricorda ad esempio l’annullo che le stesse Poste del pontefice hanno messo in uso nel primo giorno dell’appuntamento.

L’immagine della carta valore, che mostra in primo piano papa Francesco con due ragazzi, è dovuta a Patrizio Daniele. Si aggiungono, sullo sfondo, il panorama della città ospite nonché Maria ed una croce, questi due ultimi elementi ripresi nell’obliterazione per le fdc. Il dentello conta su un massimo di ottantamila esemplari allestiti in fogli da dieci.


Il manuale usato così da annunciare la manifestazione panamense
Piazza San Pietro, cosa debutterà l’11 febbraio
Il francobollo e l’annullo per le buste del primo giorno
Feb 05 2019 - 14:45

Notizie dall'Italia

Cossignano ha riaperto

Rispetto alla vecchia sede terremotata, l’ufficio postale è stato spostato: ora è sulla strada provinciale Cuprense. E c’è il postamat

Nel drammatico contesto, è stata l’occasione per avere non solo l’ufficio postale rinnovato, ma anche ottenere l’auspicato postamat esterno. Per questo il Comune di Cossignano (Ascoli Piceno) si è detto soddisfatto.

Il paese, “ombelico del Piceno” come si presenta, è tra quelli coinvolti il 24 agosto 2016 dal terremoto con epicentro Accumoli (Rieti), terremoto che nel caso specifico aveva reso irraggiungibile anche la vecchia sede di Poste italiane.

Dopo una fase d’emergenza, ecco il nuovo riferimento, collocato in via Borgo San Paolo 26, lungo la strada provinciale Cuprense. È aperto dal lunedì al venerdì tra le ore 8.20 e le 13.45; il sabato chiude un’ora prima.


Quel 24 agosto 2016
La situazione due anni fa
Nella foto del Comune si vede anche l’auspicato postamat
Feb 05 2019 - 12:37

Pubblicità redazionale

  San Valentino, un ricordo postale

Cartoline filateliche per gli tutti gli innamorati da Poste italiane

Annullo Spazio Filatelia Roma

Poste italiane, come ogni anno, ha dedicato alla Festa degli innamorati delle cartoline filateliche; precisamente sono quattro cartoline raccolte in un cofanetto personalizzato al costo di 5€.

Un’occasione da cogliere per ogni collezionista o per chi, semplicemente, intende ricordare in modo originale e creativo la giornata degli innamorati, facendo dono della cartolina al proprio partner, o scrivendo ed inviando un messaggio d’amore a chi è lontano.

Anche nell’epoca dei social network, Poste italiane vuole continuare a sostenere la scrittura, scrivendo semplicemente una cartolina, un oggetto che rimane e che può essere custodito non solo nei ricordi.

Le cartoline possono essere acquistate in tutti gli uffici postali con sportello filatelico e negli Spazio Filatelia - che ricordiamo sono Torino, Milano, Genova, Trieste, Verona, Venezia, Firenze, Roma, Roma1 e Napoli - dove saranno disponibili anche gli annulli speciali dal 4 al 16 febbraio 2019.


Poste italiane e la filatelia
Feb 05 2019 - 10:01

Appuntamenti

Tra Bergamo e Torino

Convegno commerciale nella città lombarda, conferenza nella piemontese: sono le due proposte collezionistiche, entrambe con mostra, fissate per il prossimo fine settimana

Due le iniziative che il mondo del collezionismo suggerisce agli appassionati per il prossimo fine settimana. Entrambe non prevedono limitazioni all’accesso.

La prima si svolgerà tra l’8 ed il 9 febbraio a Bergamo, artefici i Circoli filatelico e numismatico cittadini. Propongono quello che è, al tempo stesso, il “63° Convegno filatelico bergamasco” ed il “54° Convegno numismatico nazionale”. Per la prima volta vi parteciperà la società Vaccari. Il riferimento è lo Starhotels cristallo palace di via Ambiveri 35, raggiungibile venerdì nella fascia oraria 15-18, sabato tra le 9 e le 18. I visitatori troveranno anche un’esposizione.

Si aggiunge Torino, che per il giorno 9 alle 15 firmerà la conferenza “Tin can mail, cento anni di battaglie contro l’isolamento”. A concretizzarla è l’Unione filatelica subalpina, presso il piano terreno dell’edificio sito in via Asinari di Bernezzo 34; relatore risulta Fabrizio Delmastro. Sarà l’occasione per ricordare il socio Arnaldo Pace, scomparso un anno fa: aveva studiato il medesimo argomento. Sue sono le collezioni “Le antiche lettere”, “Le marche di passaggio”, “La storia della cartolina”, in mostra tra le 14 e le 18.


La società Vaccari al convegno della città orobica
Tra gli altri allestimenti, quelli di Trieste…
…e Rovereto (Trento)
La borsa a Bergamo, la conferenza a Torino. Entrambe le attività propongono anche un’area espositiva
Feb 05 2019 - 00:48

Notizie da Vaccari

Spedizioni gratis. Anche con i francobolli

La promozione da oggi al 26 febbraio; si applica agli invii, destinati in Italia o all’estero, che prevedono una spesa superiore ai 250,00 euro

Non solo per i libri, promozione attivata il 22 gennaio ed in essere fino al 26 febbraio. Da oggi, l’azienda Vaccari assume in proprio i costi di spedizione pure per gli acquisti dal reparto dedicato alla filatelia.

“Anche questa nuova opzione -spiegano dall’azienda- vale fino al 26 febbraio; si applica agli ordini superiori ai 250,00 euro destinati in Italia o all’estero. Il trattamento privilegiato lo applicheremo in automatico, senza che il cliente debba richiedere nulla di specifico. L’iniziativa è valida per francobolli, lettere, buste, frammenti, annullamenti, per le confezioni tematiche e gli accessori con cui sistemare e valorizzare la propria collezione. Vasta la scelta tra Antichi Stati, Regno, Rsi, Luogotenenza, Repubblica, Trieste, Occupazioni, posta militare, Uffici all’estero, Colonie, San Marino, Vaticano ed altri Paesi”.

“Vi consigliamo di approfittarne, soprattutto chi non riuscirà a venirci a trovare allo stand, venerdì 8 e sabato 9 al convegno di Bergamo. Tenendo presente che per la manifestazione il materiale verrà selezionato: richieste specifiche dovranno pervenire entro oggi”.


La promozione con i libri
La filatelia secondo Vaccari
La presenza al convegno di Bergamo
Da oggi al 26 febbraio
Feb 04 2019 - 18:06

Notizie dall'Italia

Poste, da oggi l’acquisto di azioni proprie

L’azienda potrà comprarne fino a 50 milioni di euro, cifra equivalente ad un numero approssimativo di 7 milioni. Il 26 giugno il dividendo 2018

Recupero azioni proprie, l’avvio

La possibilità era stata messa nero su bianco l’anno scorso; da oggi Poste italiane la concretizza, sia pure mitigata nei volumi. È l’acquisto di azioni proprie: ora la capogruppo non ne possiede, e così è per le aziende controllate.

Il programma -viene spiegato- “sarà attuato mediante acquisti diretti, nel rispetto dei vincoli della normativa applicabile e della delibera assembleare”. L’obiettivo è costituire una riserva che potrà arrivare a 50 milioni di euro (il mandato originario resta di 500), interessando quindi circa 7 milioni di azioni adesso in mano al pubblico, per una consistenza che comunque non raggiungerà l’un per cento del totale. Potranno -si legge nella nota- servire pure per incentivare il personale. L’interfaccia operativa è il mercato telematico azionario.

Intanto, sono state annunciate le scadenze in tema di dividendi. Quello relativo al 2018 verrà messo in pagamento il prossimo 26 giugno.


Un anno fa: il programma di acquisto e il dividendo
Feb 04 2019 - 15:40

Notizie dall'Italia

Amore/2 Alassio rilancia

Accanto alla gara per la miglior lettera d’amore pubblicata sulla pagina Facebook dedicata, questa volta il Comune propone un secondo confronto, ma su Instagram

Al “muretto”: la cassetta rossa per le missive degli innamorati

Tornati gli annulli di Poste italiane (news precedente) e tornato il concorso “La più bella lettera d’amore” firmato dal Comune di Alassio (Savona), la località ligure famosa per il suo “muretto”. “Muretto” in cui è presente la cassetta dove imbucare un’epistola sentimentale, anche se oggi l’Ente punta soprattutto alla pagina Facebook dedicata, in modo da coinvolgere più persone.

L’obiettivo è lo stesso visto nel passato: è possibile spedire via mail (sanvalentino@comune.alassio.sv.it) una missiva -o una poesia- dedicata all’argomento. Tutte verranno pubblicate e sottomesse al giudizio del pubblico, che avrà tempo di esprimersi sino alle ore 12 del 13 febbraio. Il mittente della preferita, cioè quella che otterrà un maggior numero di “mi piace”, vincerà una cena per due, due fedine, due ingressi alla Thalassio spa, una raccolta di cosmetici offerti dagli sponsor. La consegna del premio è prevista nella giornata topica, alle 16 presso i giardini oppure, se dovesse piovere, in sala consiliare.

Un secondo percorso -questa è la novità- interessa Instagram, dove gli interessati possono aderire al confronto “Il più bell’Instagram d’amore”, caratterizzato da foto scattate nel paese ed associate all’hashtag #loveinalassio + @comunealassio. L’immagine che riceverà più “cuoricini” verrà pubblicata per una settimana su tutti i canali social ufficiali cittadini; inoltre, ne sarà realizzata una versione stampata da donare al vincitore dell’altro confronto (fine).


Gli annulli di Poste italiane (news precedente)
La pagina Facebook dedicata alle lettere
Feb 04 2019 - 13:18

Notizie dall'Italia

Amore/1 Annulli pronti agli spazi filatelia

I manuali sono disponibili da oggi al 16 febbraio presso i dieci negozi che Poste italiane ha destinato soprattutto ai collezionisti

Uno degli annulli 2019

Per Poste italiane è già la festa di san Valentino. Giustamente, così da dare il tempo agli interessati di preparare gli invii da spedire affinché arrivino al destinatario, o alla destinataria, entro la data topica del 14 febbraio.

Da oggi, infatti, i dieci spazi filatelia di Firenze (si trova in via Pellicceria 3), Genova (via Dante 4), Milano (via Cordusio 4), Napoli (via Monteoliveto 46), Roma (uno è in piazza San Silvestro 20, l’altro in via delle Grazie 8), Torino (via Alfieri 10), Trieste (via Galatti 7/d), Venezia (calle larga dell’Ascension, San Marco 1.241) e Verona (via del Teatro Filarmonico 11) hanno a disposizione un annullo speciale dedicato alla ricorrenza. Unico il soggetto: se nel 2018 comparivano coppie di umani, gatti e topi, ora è la volta di cani, uccelli, orsi e pesci. Insomma, il concetto non cambia.

Le obliterazioni resteranno disponibili nei negozi dell’operatore sino al giorno 16. Essi sono attivi dal lunedì al venerdì tra le 8.20 e le 13.35, il sabato chiudono un’ora prima. Fa eccezione la sede lombarda, che apre alle 8.30 e chiude alle 14.30, mentre il sabato accoglie gli utenti nella fascia 8.30-12 (continua).


I soggetti adottati l’anno scorso
Tra i nuovi francobolli quelli di Finlandia…
…e Francia
Feb 04 2019 - 10:12

Appuntamenti

Da Venezia a Milano

Il mosaico di francobolli realizzato da Elisabetta Di Maggio ora esposto nella metropoli lombarda. Sino al 6 aprile è accolto alla Galleria “Christian Stein”

Fino al 6 aprile

Francobolli di Danimarca, Francia, Giappone, India, Indonesia, Israele, Italia, Regno Unito, Romania, Ungheria e… chi più ne ha più ne metta. Numerosissimi (si parla di centomila esemplari usati), organizzati per colore, forma ed immagine, caratterizzano la nuova versione dell’opera che Elisabetta Di Maggio ha intitolato “Greetings from Venice”, quale richiamo ai mosaici della Basilica di san Marco. Proprio la mostra allestita l’anno scorso a Venezia presso il fondaco dei Tedeschi e poi smantellata prima del dovuto. Ora, adattata allo spazio disponibile, si trova a Milano presso la Galleria “Christian Stein”, in corso Monforte 23 (orari: da martedì a venerdì 10-13 e 14-19, sabato 10-13 e 15-19; ingresso libero).

Ovviamente, i dentelli, protetti da vetri su cui si può camminare, sono utilizzati non per i loro aspetti politici, economici e sociali, ma come tasselli materiali del discorso che l’autrice intende sottoporre al visitatore: il concetto di tempo declinato in tutte le sue forme ed associato alle reti di trasmissione dei messaggi. Però, spiegano dalla sede espositiva, in ogni tessera “c’è un microcosmo”, che idealmente porta frammenti della vita e delle storie presenti nelle lettere che le cartevalori hanno permesso di recapitare. “Fa affiorare alla memoria le modalità della comunicazione precedente internet, in cui era fondamentale il tempo dell’attesa; fa emergere la vita che ruotava intorno alla missiva, al suo viaggio, alla sua destinazione”. Il risultato “è un interminabile e inimmaginabile disegno visionario, che tiene insieme un sapere antichissimo e una riflessione sul concetto di tempo contemporaneo”.


L’allestimento di Venezia chiuso prima del tempo
A Milano la nuova sede
Un dettaglio dell’enorme mosaico realizzato da Elisabetta di Maggio con centomila francobolli usati messi sotto vetro
Feb 04 2019 - 00:59

Dall'estero

Lezione di stile

È quella proposta dalla Francia con la serie dedicata all’architettura di ogni tempo. Dodici i francobolli fotografici che la compongono

Lezione di stile quella giunta dalla Francia. Che, in dodici francobolli autoadesivi raccolti in libretto, dall’1 febbraio (quando si è svolta la prevendita; oggi la distribuzione sarà completata) ha cominciato a raccontare la storia delle espressioni architettoniche.

Le cartevalori, utili con la lettera prioritaria ed ora dal costo di 1,05 euro, sono fotografiche (gli scatti portano il nome di Etienne Théry). Nell’ordine, mostrano particolari di altrettanti monumenti: il fronte barocco della cappella di sainte Marie a Nevers, i baluardi medievali del castello di Vitré, l’entrata “parlante” alle saline reali di Arc-et-Sena, il neoclassico che caratterizza l’ingresso del museo di Grenoble, la vetrata del Grand-Palais di Parigi risalente al XX secolo, i rinascimentali pinnacoli del maniero di Chambord, il romanico dell’abside appartenente alla chiesa di Saint-Nectaire, il neogotico della facciata che adorna Notre-Dame-des-Champs ad Avranches, il gotico con gli archi rampanti di Notre-Dame a Strasburgo, il classicismo del padiglione dell’Orologio al Louvre quindi a Parigi, la romana Maison carrée di Nîmes, le cupole della cattedrale di saint Front a Périgueux di linee romanico-bizantine (ma con aggiunte del XIX secolo).


Oltre i monumenti, le case in Camargue
Alla scoperta degli stili architettonici: quattro dei dodici francobolli che articolano la serie
Feb 03 2019 - 00:47

Libri e cataloghi

Il turno del cane

In 328 pagine la Michel cataloga tutto quanto noto con questo soggetto. Il volume è alla prima edizione; in Italia viene commercializzato a 75,00 euro

Dal 1887 ad oggi

Attualmente è l’unico editore che, in modo sistematico, va oltre i cataloghi di francobolli suddivisi per Paese puntando anche alle collezioni a soggetto. Cioè attingendo ai propri mercuriali (e coinvolgendo qualche specialista) per individuare le cartevalori con una certa illustrazione. Protagonista è la casa tedesca Michel.

Tra gli ultimi arrivi vi è il volume dedicato ai cani. È alla prima edizione, ma già conta 328 pagine; cita tutto quanto trovato a livello mondiale, partendo dal Mahra (al tempo dell’emissione, nel 1968, controllato da Aden, ora appartenente allo Yemen) ed arrivando a Cipro, che nella lingua teutonica chiude l’alfabeto essendo chiamato “Zypern”. Fra i capitoli, quelli per Terranova (il dentello del 1887 che apre la sezione sarebbe il più antico noto) e per il secondo operatore del Kirghizistan, Kyrgyz express post (presente con una emissione del 2017).

Motivi pratici hanno indotto a considerare l’intera serie, anche se non tutti i francobolli di essa sono inseribili nella raccolta. Le duemilacinquecento immagini, quasi sempre a colori, aiutano nella ricerca pure se non si conosce l’idioma; le valutazioni economiche risultano nella moneta comune. In Italia il titolo è trattato a 75,00 euro.


Michel - cani La scheda
Tra gli altri mercuriali a soggetto, quello sui funghi
Feb 02 2019 - 14:42

Vaticano

Papa Francesco negli Emirati Arabi Uniti

Dall’agenda del pontefice: raggiungerà il Paese domani, standovi fino al 5 febbraio. Pronto l’annullo speciale che riprende il logo della visita

Ritornato il 28 gennaio da Panama dove ha partecipato alla “Giornata mondiale della gioventù”, papa Francesco sta per prendere di nuovo l’aereo, perché da domani al 5 febbraio visiterà gli Emirati Arabi Uniti. Neanche Giovanni Paolo II, che pure raggiunse un numero senza precedenti di destinazioni, vi arrivò.

Il viaggio sarà ricordato dalle Poste vaticane, che hanno realizzato un annullo così da documentare l’esperienza; risulterà disponibile sino al 9 marzo presso ufficio obliterazioni interno.

Nell’immagine, il logo scelto per l’iniziativa, che però, essendo in solo nero, non rende l’idea: la coda della colomba che porta nel becco il rametto d’ulivo ha più colori, quelli caratterizzanti la bandiera del Paese ospite. In agenda, fra l’altro, la riunione privata con i membri del Consiglio musulmano degli anziani e l’incontro interreligioso.


L’esperienza panamense
Il programma ufficiale della nuova visita
Il logo e l’annullo che lo riprende
Feb 02 2019 - 10:35

San Marino

Nexive/2 Accordo con l’operatore locale

Ora Poste San Marino propone tre tipologie di spedizioni, rivolte soprattutto alle aziende che fanno commercio elettronico

“Innovativi servizi” di spedizione per privati e soprattutto per chi opera nel commercio elettronico. È quanto annuncia Poste San Marino dopo aver sottoscritto con Nexive un accordo specifico. Le spedizioni sono accettate in tutti gli uffici dell’operatore locale, mentre nell’area riservata del sito è possibile precaricare le lettere di vettura.

Tre i supporti ora promossi. “Sistema economy” si interfaccia con le imprese che devono spedire merci di dimensioni e peso contenuti e valore economico ridotto, come documenti, libri, accessori per cellulari, abbigliamento poco voluminoso. I pacchetti non possono superare i due chili e prevedono la certificazione del recapito; la consegna verso la maggior parte del territorio italiano avviene in tre-cinque giorni lavorativi.

Vi è poi “Sistema espresso”, rivolto ai clienti che recapitano grandi quantitativi di colli, fino ai venti chili, in modo veloce attraverso una prestazione richiedente uno-due giorni.

Infine, ecco “Sistema slim”, dedicato ai piccoli oggetti entro i duecentocinquanta grammi, come elettronica, cd, dvd, schede e gadget. La spedizione è tracciata, ma non vi è bisogno della firma del destinatario (l’avviso gli giunge per posta elettronica) in quanto l’addetto lascia il plico nella cassetta delle lettere. In tale caso, la tempistica è stimata in tre-cinque giorni (fine).


L’accordo di Nexive con Aruba (news precedente)
Poste San Marino ha scelto il primo operatore postale privato italiano
Feb 02 2019 - 01:06

Notizie dall'Italia

Nexive/1 Flessibilità, sicurezza e ripristino dati

Sono i tre obiettivi per i quali il primo operatore postale privato ha deciso di investire, in cinque anni nell’ambito di un progetto più ampio, 3,5 milioni di euro

Sempre più digitale

Investimenti all’infrastruttura tecnologica che in un lustro richiederanno a Nexive 3,5 milioni di euro. Riguardano, tra l’altro, la flessibilità (dal punto di vista sia dei costi sia della tecnologia, grazie ad un’impostazione che consente di gestire al meglio le nuove commesse, soprattutto nei momenti di picco), la sicurezza (il servizio è in linea con gli standard europei garantendo i più alti livelli di certificazione, necessari anche per partecipare ad importanti gare pubbliche), il ripristino in circostanze di emergenza (le attuali procedure riducono di diverse ore i tempi per l’eventuale recupero delle informazioni).

L’interlocutore privilegiato è Aruba, il quale assicura al tempo stesso sostenibilità economica e ambientale. Dopo un anno di collaborazione, il primo operatore postale privato, che ha scelto di puntare sempre più sulla “nuvola”, ha come riferimento il centro posseduto dal partner a Ponte San Pietro (Bergamo). Quanto alla protezione dei dati, si appoggia alla sede, della medesima azienda, esistente ad Arezzo (continua).


L’operatore nel quadro definito da Agcom
Obiettivo, la Pubblica amministrazione
I punti di appoggio operativi
Feb 01 2019 - 18:38

Emissioni Italia

L’Abbazia sarà calcografica

I primi dati per il francobollo dedicato al monumento di Vercelli intitolato a sant’Andrea e fondato otto secoli fa. L’emissione fissata per il 19 febbraio

La collezione degli edifici cattolici presenti nei francobolli nazionali si arricchirà di un nuovo elemento a partire dal 19 febbraio. Quando arriverà il dentello per l’Abbazia di sant’Andrea, fondata a Vercelli otto secoli fa.

Inserito nel percorso “Il patrimonio artistico e culturale italiano”, sarà autoadesivo, tirato in seicentomila esemplari con fogli da ventotto. Per realizzare ed incidere la vignetta è stata coinvolta Maria Carmela Perrini; propone una prospettiva del complesso, definito dal ministero allo Sviluppo economico “esempio di architettura gotica italiana ispirata ai modelli cistercensi”.

Da notare l’impiego ottimale: le lettere (o le cartoline) ordinarie spedite in Africa, America ed Asia, bacino mediterraneo escluso. Per questo porta l’indicazione “Bzona2” e verrà commercializzato, fino alla prossima revisione tariffaria, a 2,40 euro.

“Si tratta di un ulteriore, importante tassello in quello che ci prepariamo ad affrontare come l’evento dell’anno e a cui stiamo dedicando tutto il tempo necessario affinché la città possa essere all’altezza della ricorrenza”, ha commentato l’assessore alla cultura, Daniela Mortara. Oltre a impreziosire l’anniversario -ha aggiunto il sindaco, Maura Forte- la carta valore “dona a Vercelli una visibilità notevolissima e duratura nel tempo”.


L’ultimo esterno di edificio religioso nel francobollo per “Avvenire”
Il monumento sotto la neve (foto: Blusea2001)
Feb 01 2019 - 14:24

Appuntamenti

“Milanofil”? Sarà anche serale

Fissato per il 22 e 23 marzo, il salone di Poste italiane venerdì aprirà dalle ore 9.30 alle 21, il sabato dalle 9.30 alle 20. Oggi la comunicazione formale

Poste italiane è entrata negli aspetti operativi di “Milanofil”, che resta fissata su due giorni, il 22 ed il 23 marzo. Esattamente come -era il 21 dicembre- la stessa azienda aveva comunicato.

Oggi il passo successivo, nuovo e interessante: l’apertura serale. Ovvero: il salone, sempre ospitato presso Superstudio di via Tortona 27, rimarrà operativo il venerdì dalle ore 9.30 alle 20, il sabato dalle 9.30 alle 19 (l’anno scorso -come d’altro canto in precedenza- in entrambi i giorni chiuse alle 18.30). Un modo per cercare di coinvolgere più persone, a cominciare dalle famiglie. L’ingresso è sempre gratuito.

Confermata inoltre la scelta di rivolgersi contemporaneamente ad altri ambiti: saranno presenti, infatti, “interessanti aree tematiche che amplieranno gli orizzonti del collezionismo”.

Aggiornamento del 5 febbraio 2019: Poste italiane ha modificato gli orari.


L’annuncio del 21 dicembre
Preparativi per “Milanofil”
Feb 01 2019 - 10:59

Vaticano

Quegli italo-albanesi

Dal Vaticano indiretto omaggio alle comunità che, soprattutto in Puglia e in Calabria, rappresentano gli eredi di quanti fuggirono dall’area balcanica dopo la morte di Giorgio Castriota

Arriverà l’11 febbraio

Emissione che indirettamente permette di riscoprire un’antica comunità straniera insediata lungo lo Stivale, soprattutto in Puglia e in Calabria. È il foglietto del Vaticano annunciato per l’11 febbraio e dedicato al centenario dell’Eparchia di Lungro (Cosenza).

L’esodo avvenne tra il XV e il XVIII secolo davanti all’avanzata ottomana dopo il Concilio di Firenze del 1439, la caduta di Costantinopoli del 1453 e la morte del condottiero Giorgio Castriota Skanderbeg nel 1468. Con la costituzione apostolica “Catholici fideles”, il 13 febbraio 1919 papa Benedetto XV istituì l’entità territoriale definita Eparchia di Lungro. Con tale provvedimento la Santa Sede riconobbe giuridicamente la realtà unitaria degli italo-albanesi, dando loro una configurazione di diritto ecclesiale e civile in risposta alle domande di tutela avanzate.

Il blocco riproduce il “Cristo pantocrator”, mosaico realizzato dall’artista Josif Droboniku; domina dalla cupola centrale presente nella cattedrale di san Nicola di Mira a Lungro. Tirato in un limite di sessantamila pezzi, contiene un francobollo tondo da 2,40 euro.


I recenti omaggi per Giorgio Castriota
Minoranze arbëreshë, la vecchia richiesta di un francobollo
Vaticano: le emissioni dell’11 febbraio
Un foglietto così da ricordare gli italo-albanesi
Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2019 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157