Siamo lieti di inviarle le notizie diffuse nell'ultima settimana da "Vaccari news".
Se desidera conoscerle in tempo reale, in qualsiasi momento può visitare la pagina www.vaccarinews.it, dove può trovare gratuitamente anche:

  • i programmi aggiornati di Italia, San Marino, Vaticano e Smom;
  • l'archivio di tutte le informazioni che abbiamo diffuso nel tempo (è possibile fare ricerche sia in ordine cronologico, sia per parola chiave, sia per area);
  • i comunicati diramati alla stampa;
  • l'elenco dei prossimi appuntamenti (mostre ed eventi).
Buona lettura
Lo staff di "Vaccari news"

Giu 20 2003 - 00:00

Dall'estero

I francobolli Onu oggi fanno... acqua

Sei francobolli per dire quando sia importante l’acqua, base per la salute umana ma anche per la produzione alimentare, l’energia ed il mantenimento degli ecosistemi. L’emissione, proposta dalle Nazioni Unite, si inquadra tra le iniziative previste per l’Anno internazionale dell’acqua dolce.

“La condizione dei poveri del pianeta- ricorda il segretario generale al Vertice mondiale sullo sviluppo sostenibile, Nitin Desai- non potrà essere alleviata senza che venga affrontata la qualità delle risorse di base dalla quale dipendono, terra e acqua. Il miglioramento dell’impiego dell’acqua è fondamentale per tutte le altre dimensioni dello sviluppo sostenibile”.

Le cartevalori sono da oggi a disposizione di collezionisti ed utenti nelle tre consuete sedi: New York (tagli da 23 e 37 centesimi), Ginevra (0,70 e 1,30 franchi) e Vienna (0,55 e 0,75 euro). Tutte realizzate dallo statunitense Rick Garcia, cui si devono anche i francobolli Onu dedicati alla foresta tropicale umida di cinque anni fa. “Ogni disegno- spiega lo stesso artista- raffigura un immaginario surreale di persone, animali ed insetti in tre ambienti diversi: una palude, una scena montana in autunno e una regione nordica in inverno”.


L'Anno internazionale
Giu 19 2003 - 00:00

Appuntamenti

Elezioni federali: "Vaccari news" intervista i candidati

Si svolgeranno domenica 29 giugno a Bologna, presso il cinema Odeon (via Mascarella 3), le elezioni per rinnovare i vertici della Federazione fra le società filateliche italiane. L’appuntamento è per le ore 9. “Vaccari news” ha posto tre precise domande ad entrambi i candidati.

1) Quali sono le tre cose migliori che la Federazione ha fatto negli ultimi due anni?

2) Quali le tre peggiori?

3) Perché bisognerebbe votarla?

Piero Macrelli, 64 anni, ingegnere, presidente uscente

- La richiesta che mi è stata rivolta, rispondere ad alcune domande poste anche all’altro candidato, è un sistema giornalistico adottato nelle elezioni politiche e amministrative, specie nei ballottaggi. Poiché ritengo che il rinnovo del consiglio direttivo della Federazione non abbia nulla a che vedere con le elezioni politiche o amministrative, ove normalmente vi sono due schieramenti fortemente contrapposti, mentre i delegati che parteciperanno all’assemblea della Federazione sono tutti filatelisti a cui sta a cuore il futuro della filatelia, non risponderò alle tre domande. Anche perché di cose buone ne abbiamo fatte molte e sceglierne tre significherebbe tralasciare immeritatamente le altre. L’unica cosa che posso dire è che la nostra Federazione per proseguire nel cammino avviato ormai nove anni fa, e i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti, ha bisogno di un consiglio direttivo che lavori in armonia, in cui ognuno dia il suo valido apporto, senza dimenticare mai che chi si interessa di filatelia lo fa per occupare il proprio tempo in modo piacevole, divertente e culturalmente appagante. Sono certo che i delegati delle società filateliche sapranno scegliersi il consiglio direttivo giusto.

Mauro Francaviglia, anni 50, professore universitario, vicepresidente uscente

- Le tre cose migliori sono: 1) il sito internet della Federazione, vero "fiore all'occhiello" della Fsfi (notizie precise, complete e puntuali, con ottimi link ad altri siti filatelici; peccato, però, che esso venga oggi utilizzato anche come improprio e personalistico strumento di campagna elettorale); 2) il programma per le scuole (peccato, tuttavia, che in molti casi il programma non abbia saputo creare, soprattutto per colpa di altrui ingerenze di natura "mercantile", quella simbiosi di intenti culturali per il quale era stato programmato); 3) la mostra di Montecitorio, certamente di alto livello (peccato, tuttavia, che essa sia stata funestata da quello che la stampa filatelica non ha esitato a definire il peggior scandalo filatelico degli ultimi cinquant'anni e, forse, dell'intera storia d'Italia).

- Le tre cose peggiori: 1) l'annuario (era stato promesso per il 2000; ora viene promesso per il "dopo elezioni"; in realtà serve a poco perché è largamente sostituibile con il sito internet. Inoltre è gravissimo che da oltre tre anni siano stati riscossi anticipatamente gli importi per la sua nuova edizione, malgrado esso non sia mai stato né stampato né distribuito. I fondi raccolti hanno impropriamente contribuito a stabilizzare il bilancio di esercizio nella voce "attività"; 2) la scarsa puntualità della rivista ed il suo eccessivo indugiare sul culto della personalità di "pochi eletti" (tecnicamente ben fatta, ma promessa in quattro numeri e pubblicata in soli tre numeri sia nel 2001 che nel 2002. Eccessivamente costosa la sua produzione e, soprattutto, inadeguata a trasmettere più capillarmente le informazioni sulla vita e le richieste delle società federate. Il tutto aggravato dal fatto che per essa si paghi una quota, pur bassa...); 3) la scarsissima attenzione che è stata dedicata ad iniziative provenienti da settori molto attivi nel collezionismo, iniziative che avrebbero potuto incrementare il proselitismo e la diffusione della cultura filatelica (tra queste la più macroscopica "distrazione" è stata quella rivolta alla diffusione della filatelia nel settore della terza età, per la quale sono stati stanziati fondi inadeguati ed è stata resa difficile l'operatività).

- Perché bisognerebbe votare Mauro Francaviglia: perché intendo rendere la Federazione assai più vicina alle esigenze ed alle necessità dei circoli federati. Perché accanto ai grandi progetti è necessario dedicare molto più spazio e molto più interesse allo sviluppo della filatelia all'interno delle federate. Perché intendo rendere assai più partecipativa e più gratificante la vita associativa e perché intendo sostituire una gestione "verticistica" con una più democratica. Infine perché intendo finalmente avviare un rapporto di vera collaborazione con Poste italiane, all'interno del quale si armonizzino le necessità culturali ed economiche dei circoli con le giuste finalità economiche delle Poste.


A sinistra Piero Macrelli, a destra Mauro Francaviglia
Giu 18 2003 - 08:52

Notizie dall'Italia

In vendita il quarto prioritario spa

Il francobollo

Sfuggito dal timbro (come sempre più spesso accade con gli invii non normalizzati) e scarabocchiato a penna per impedirne il riutilizzo: così in redazione è arrivato l’1,24 euro prioritario in versione spa.

Dunque, la fase di restyling continua ed ora anche questo taglio, destinato a coprire il secondo porto degli invii veloci (plichi fuori bustometro o con peso fino a 100 grammi), è in circolazione. La busta sulla quale si trova arriva da Roma ed è stata ragionevolmente imbucata settimana scorsa.


Giu 18 2003 - 08:51

Emissioni Italia

Presidenza Ue: per la prima volta il francobollo

Il francobollo

Il logo scelto per il semestre: è questo il soggetto del 41 centesimi che sarà posto in vendita martedì 1 luglio. Dunque, il primo giorno del periodo in cui l’Italia sarà al vertice dell’Unione europea, periodo che finirà il prossimo 31 dicembre. Per l’undicesima volta tocca a Roma rappresentare gli altri partner nell’arengo internazionale; le presidenze precedenti sono state registrate nel 1959, 1962, 1965, 1968, 1971, 1975, 1980, 1985, 1990 e 1996.

Per l’occasione, il Bel Paese inaugura questo impegno diplomatico con una emissione speciale: nel passato si sono registrati soltanto ricordi marcofili, magari a fine mandato, per celebrare la riunione del Consiglio europeo. Anche questa volta poteva essere così: l’emissione è stata decisa in primavera, a programma annuale ormai definito.

L’annullo speciale sarà impiegato presso l’Ufficio filatelico della capitale.


Il sito ufficiale (attivo dall’1 luglio)
Giu 18 2003 - 00:00

Appuntamenti

Le montagne uniscono la filatelia. Oggi al via "Ticino 2003"

Anche l’Italia protagonista, insieme a Francia e Svizzera, alla esposizione internazionale di filatelia “Trilaterale delle Alpi”, che si inaugura oggi alle 17 presso il palazzetto Fevi di Locarno. E per la quale l’amministrazione postale elvetica ha realizzato un foglietto da 90 centesimi.

“Le tre nazioni partecipanti alla Ticino 2003- spiegano gli organizzatori- sono caratterizzate da una morfologia marcatamente montagnosa. Se nei tempi antichi le montagne rappresentavano un ostacolo sormontabile solo a costo di grandi sforzi, oggi è diverso, esse sono come una saldatura tra le diverse valli, regioni, nazioni e si lasciano facilmente valicare anche dagli appassionati di filatelia”. Ecco dunque le ragioni del motto individuato per l’iniziativa: “Le montagne che uniscono”.

Millecinquecento i quadri allestiti, con una superficie espositiva di 2.800 metri quadrati e la presenza di 250 espositori. Oltre, naturalmente, ad amministrazioni postali e commercianti.

Questi gli orari di apertura al pubblico: giovedì 19 giugno dalle 10 alle 20, venerdì e sabato 10-18, domenica 10-16; l’ingresso è libero.


Il sito della manifestazione
Il foglietto
Giu 17 2003 - 00:00

Notizie dall'Italia

Versione "Ipzs spa": ora tocca allo 0,77 prioritario

Il francobollo Ipzs spa

E non c’è il due senza il tre. Anche se la lista delle pezzature ordinarie revisionate in ditta con l’abbreviazione di “società per azioni” è ragionevolmente destinata ad allungarsi ulteriormente. Dopo lo 0,62 euro prioritario (“Vaccari news” del 7 maggio) e lo 0,41 delle donne (segnalato il 16 maggio), ora tocca appunto ad un altro taglio della posta veloce, lo 0,77 euro.

La cartavalore così rivista è stata acquistata in questi giorni a Venezia.


Giu 17 2003 - 00:00

Notizie da Vaccari

Paolo Vaccari via cavo e via satellite

Paolo Vaccari

Paolo Vaccari porterà la propria esperienza in “Rubrica di filatelia”, la trasmissione curata da Mauro Alberghini. Le interviste con il presidente di Vaccari srl andranno in onda alle 19.30 di mercoledì 18 e domenica 22 giugno.

Circa venticinque minuti proposti da Telestudio Modena, ricevibile via cavo dal Bolognese fino al Piacentino, dall’Oltrepò pavese al basso Piemonte. La trasmissione verrà poi replicata nei giorni successivi, al mattino (7.30-8) e di notte (1.30-2.30).

“Rubrica di filatelia”, negli stessi orari, ha persino una diffusione via satellite attraverso Studio Europa (orbitante Hot Bird 13° est Studio Europa GHZ 12.673 verticale in chiaro), che copre l’intero continente ed il bacino mediterraneo. Può essere vista gratuitamente anche dagli abbonati di Tele+ programma 250 e Stream programma 157.

Ma di cosa si tratta, più in dettaglio? “Abbiamo pensato- spiega lo stesso Paolo Vaccari- soprattutto ad argomenti semplici e, in qualche modo, introduttivi a quello che è il vasto mondo del francobollo. Proprio perché ci rivolgiamo ad un pubblico eterogeneo, composto magari da semplici curiosi e neofiti. Non mancheranno, però, approfondimenti più specialistici che spazieranno dagli stati preunitari alla Repubblica italiana. Dunque, in grado di coinvolgere anche spettatori preparati”.

Sono in programma altri incontri da settembre.


Giu 16 2003 - 12:21

Emissioni Italia

Corrado Giaquinto, l’interprete del rococò

Il francobollo

Parla di Molfetta il francobollo da 77 centesimi che uscirà mercoledì 2 luglio: è infatti tratto dalla cattedrale della città pugliese il dipinto “L’Assunta”, riprodotto nella vignetta. Ma parla di Molfetta anche per un secondo dettaglio: qui, esattamente tre secoli fa, nacque il pittore rococò Corrado Giaquinto, cui l’emissione è dedicata.

I suoi lavori più importanti li ha eseguiti però a Roma (Cappella Ruffo, San Lorenzo in Damaso, San Giovanni Calabita, Santa Croce in Gerusalemme), Torino (Villa della regina) e Madrid (Palazzo reale). In Spagna fu nominato pittore ufficiale di Ferdinando VI e direttore della Reale accademia di pittura. Morì a Napoli a sessantadue anni.

Lo sportello filatelico del centro pugliese utilizzerà, nel giorno di emissione, l’annullo speciale.


Giu 16 2003 - 11:10

Notizie dall'Italia

Martedì 24 giugno la Consulta

Si riunirà martedì 24 giugno a Roma la Consulta per l'emissione di carte valori postali e la filatelia, il “miniparlamento” che pone allo stesso tavolo, fra l’altro, rappresentanti del ministero alle Comunicazioni, di Poste italiane e del mondo collezionistico, cioè appassionati, commercianti e giornalisti.

L’obiettivo dichiarato dell’incontro è mettere a punto il programma per il 2004.


Giu 16 2003 - 10:03

Emissioni Italia

Dopo settant’anni, torna il palazzo delle poste di Latina

Il francobollo

Ha settant’anni la città di Latina. Lo ricorda il 41 centesimi che sarà in distribuzione da lunedì 30 giugno, tirato, come al solito, in 3,5 milioni di esemplari.

Il centro, ricavato dalla bonifica dell’Agro pontino, all’epoca fu chiamato “Littoria”, come si legge ad esempio in alcune cartoline postali “Opere del regime” messe in vendita nel giugno del ‘33. Nome cambiato in quello attuale nel 1945, al contrario del vicino e coevo abitato di Sabaudia, che conserva ancora oggi il riferimento alla vecchia casa reale.

Per l’immagine del nuovo francobollo è stato scelto il palazzo delle poste e telegrafi, realizzato in cotto e travertino dall’architetto Angiolo Mazzoni del Grande (1894-1979) tra 1932 e 1934 e poi rimaneggiato nel 1969. Lo stesso immobile che, sia pure da una prospettiva differente, campeggia nella versione interofila.

Qui verrà impiegato l’annullo primo giorno.


La città
Giu 16 2003 - 10:02

Notizie da Vaccari

Quarta emissione di Sardegna, occhio a quel 23 dicembre!

È comodo e magari economico comprare attraverso internet, ma non mancano le sorprese, che qualche volta potrebbero essere anche amare.

“Abbiamo registrato- ammette Paolo Vaccari- segnalazioni provenienti da più parti, secondo le quali risulterebbero offerti in vendita, proprio tramite la rete, lettere o grandi frammenti con affrancature multiple, assai rare, della quarta emissione di Sardegna. Recano tutte il bollo a piccolo cerchio di Genova «23 dic.», del 1862 o del 1863. Specie la seconda, sarebbe una data assai interessante, in quanto costituisce uno degli ultimi giorni d'uso per i francobolli sardi. Consiglio però la massima cautela nell'acquisto, anche perché, a volte, i lotti sono descritti con dubbi sull'originalità: ciò significa che non potranno essere restituiti”.


Giu 16 2003 - 10:01

Appuntamenti

Cinquant’anni fa il debutto della "Siracusana", ora ricordata a Vasto

Ha mezzo secolo la “Siracusana”, la più caratteristica serie della Repubblica: i primi tagli adesivi (quelli da 5, 10, 12, 20, 25, 35, 60 ed 80 lire con filigrana ruota) uscirono infatti il 6 giugno 1953 e accompagnarono la vita quotidiana degli italiani fino al sopraggiungere, nel 1980, dei “Castelli”. Un anniversario ora ricordato con la cartolina postale da 41 centesimi, programmata per sabato 31 maggio.

L’intero, il primo emesso quest’anno dall’Italia ed il primo ad avere la dizione aggiornata “Ipzs spa”, pubblicizza inoltre “Vastophil 2003”, l’esposizione nazionale di filatelia classica, interofilia, letteratura e filatelia giovanile, programmata nel centro abruzzese tra il 30 maggio ed il 2 giugno.

Punto di riferimento è Palazzo D’Avalos (piazza del Popolo), che resterà aperto al pubblico venerdì 30 maggio dalle 16 alle 20, sabato dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, domenica e lunedì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 22.30. Qui, fra l’altro, si terrà anche un convegno commerciale dedicato a francobolli, monete, telecarte e piccola hobbistica nonché il percorso “L’arte di Eros Donnini in mostra”. Previste, inoltre, le assemblee dell’Associazione italiana collezionisti di posta militare (sabato alle 11.30) e dell’Unione filatelisti interofili (lunedì alle 11.30)

L’annullo primo giorno della cartolina verrà naturalmente impiegato a Vasto.


Il sito ufficiale di "Vastophil"
La cartolina
Giu 16 2003 - 00:00

Dall'estero

Un secolo di Ford

Henry Ford

Gli appassionati delle quattro ruote lo ricordano per aver fondato, esattamente un secolo fa, la Ford Motor Company. Economisti e storici, invece, privilegiano altri aspetti, come l’aver introdotto la catena di montaggio nell’industria automobilistica e fissato per i suoi dipendenti un salario minimo giornaliero, all’epoca particolarmente alto. È proprio Henry Ford, il pioniere dell’industria automobilistica statunitense, a figurare su uno dei tre 55 centesimi austriaci disponibili da oggi.

La serie è dedicata appunto all’anniversario dell’azienda; negli altri due esemplari figurano il celebre modello “T”, “un’automobile semplice nel funzionamento e brillante nelle prestazioni, capace di raggiungere i 70 km/h su qualsiasi tipo di strada, sul fango o sul terreno sconnesso, senza fermarsi mai”, e la versione 2003 della “StreetKa”.

Insieme, i tre esemplari formano un blocco.


Il sito della Ford
Giu 15 2003 - 00:00

Libri e cataloghi

Annullamenti: alla scoperta dell’Impero ottomano e della Turchia in dieci volumi

Illustrated ottoman-turkish postmarks 1840-1929

Dieci volumi per catalogare, nel tempo, tutti gli annullamenti utilizzati nell’Impero ottomano e poi nella Repubblica turca a cavallo tra Ottocento e Novecento. È l’obiettivo di M.Ziya Agaogullari e M.Bulent Papuccuoglu, che ora debuttano con il primo tomo di “Illustrated ottoman-turkish postmarks 1840-1929”.

Dedicato alla lettera “A”, si articola in 156 pagine ed offre 459 illustrazioni a colori; comprende inoltre le valutazioni, espresse per grado di rarità. Lo studio, frutto di una ricerca ventennale, contiene informazioni ed elenchi di tutti gli uffici postali con l’antico nome turco, quello successivo francese e l’attuale.

I testi sono in turco ed inglese; l’investimento è di 70,00 euro.


Per saperne di più
Giu 14 2003 - 00:00

Dall'estero

La Francia? Già pensa alle vacanze!

Il francobollo

Se in Italia le scuole chiudono, in Francia già si pensa alle vacanze. Almeno a quelle dentellate: è infatti dedicato alle ferie il mezzo euro che vedrà oggi il sole, sottoforma di prevendita, in alcune località del Paese d’oltralpe. Fermo restando che il francobollo sarà posto in distribuzione generale da lunedì prossimo.

Ed al sole è dedicata la vignetta, firmata da François Boisrond: due bambini ed una signora, ripresi mentre, tranquillamente, prendono la tintarella appoggiati sui classici teli da spiaggia.

Due le modalità in cui la cartavalore è disponibile: nei tradizionali fogli da cinquanta esemplari e nel pratico carnet da dieci pezzi autoadesivi, non a caso chiamato “Buone vacanze”.


Se ricevete questa mail è perché vi siete iscritti a Vaccari news
Per ISCRIVERSI, CANCELLARSI o MODIFICARE l'indirizzo email basta collegarsi qui http://www.vaccari.it/_ISCRIVITIVNEWS

Copyright © 2018 - 2003 Vaccari srl - tutti i diritti riservati
registrazione Tribunale di Modena n. 1854 del 4 dicembre 2007
direttore responsabile Fabio Bonacina
Tutto il contenuto di questa newsletter, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati. Redazione: info@vaccari.it

VACCARI srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel. (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157