Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

Risultati della ricerca

argomentotutti Anno2005
Parole Mesetutti
trovati 659 oggetti
>
31 Dic 2005
Dic 31 2005
14:43

Notizie dall'Italia

Scende la riserva garantita a Poste italiane


Anche in Italia sempre più liberalizzato il servizio postale; da domani i limiti massimi riguardano i plichi fino a 50 grammi

“A decorrere dal 1° gennaio 2006, ai fini del mantenimento del servizio universale, la riserva da assegnare alla società Poste italiane comprende la raccolta, il trasporto, lo smistamento e la distribuzione di invii di corrispondenza interna e transfrontaliera, anche tramite consegna espressa, il cui prezzo sia inferiore a euro 1,50 ed il cui peso non sia superiore a 50 grammi”.

È questo il contenuto del decreto, firmato dal ministro Mario Landolfi il 29 dicembre e pubblicato sulla “Gazzetta ufficiale” di oggi, che aggiorna le disposizioni in materia.

All’epoca della precedente revisione, il 13 gennaio 2004, l’area esclusiva riguardava le spedizioni il cui prezzo fosse inferiore ad 1,80 euro ed il peso non superiore a 100 grammi.



31 Dic 2005
Dic 31 2005
00:00

Dall'estero

Il 2006 comincia dalle... agende


L’agendina francese porta il semplice logo della società

Rappresentano il gadget ideale per l’appassionato di posta e di francobolli: ecco le agende del nuovo anno, naturalmente in tema.

Alcune sono normali diari pubblicitari di vario formato, che riportano il semplice logo sociale; è il caso proposto dalla Francia, la quale sulle due copertine esterne ha sintetizzato le quattro stagioni.

Altre amministrazioni, invece, offrono prodotti più articolati. Il Belgio, ad esempio, ha ideato un’agenda in vendita pubblica a 13,50 euro. Associa le tradizionali utilità di una rubrica da tavolo alla promozione dei servizi aziendali, offrendo al suo interno pure una brochure dedicata alle emissioni di francobolli previste nel 2006.



30 Dic 2005
Dic 30 2005
12:46

Emissioni Italia

Gli “Spazi filatelia” di Roma e Milano aperti a Capodanno


L’annullo illustrato verrà impiegato solo a Roma

È ufficiale: l’emissione dedicata ai diciottenni sarà disponibile domenica 1 gennaio negli “Spazi filatelia” di Roma, che si trova in piazza San Silvestro 20, e di Milano, in via Cordusio 4. Entrambi i punti resteranno aperti fra le ore 11 e le 13.

Dal giorno successivo le cartevalori saranno in normale vendita in tutti gli altri sportelli filatelici d’Italia, e in generale negli uffici postali, sempre a 45 centesimi l’una.

La tiratura ammonta a 1,5 milioni di serie; i fogli sono da cinquanta pezzi, che potranno essere utilizzati per affrancare le corrispondenze.

Chi desiderasse l’obliterazione di Roma può chiederla fino al 24 gennaio, rivolgendosi a Poste italiane, direzione commerciale, ufficio vendite dirette, piazza Dante 25, 00185 Roma (telefono 06.77.104.789).

Lunedì 2 saranno bollati con l’annullo del primo giorno di emissione, “eccezionalmente con la data retroattiva” dell’1 gennaio 2006, “tutti gli oggetti di corrispondenza, debitamente affrancati, presentati a vista”.

Tali informazioni riguardano i due tagli che finora –anche da Poste italiane- sono stati genericamente definiti “preobliterati”. In effetti, quest’ultimo non sembra essere il termine più corretto: la “preobliterazione” si riferisce allo spicchio di timbratura situato nelle vignette in basso a destra, ma sarebbe disegnata e, quindi, parte integrante del bozzetto. Non si tratterebbe di un annullo vero e proprio.

Altro è il discorso per la versione senza la finta impronta. In questo caso i due... oggetti saranno “raccolti singolarmente entro una cimosa” e verranno destinati gratuitamente ai cittadini italiani che compiranno diciotto anni nel 2006. “Modalità e regolamento per l’acquisizione di detti francobolli –annunciano oggi dall’azienda di recapito- sono disponibili presso gli uffici postali”.



30 Dic 2005
Dic 30 2005
11:06

Notizie dall'Italia

Bancoposta: queste le novità da gennaio

Raddoppia la quota associativa annuale per la carta Postamat “Maestro”, che passa da 5,00 a 10,00 euro e nel contempo scende dallo 0,75% allo 0,50% lordi il tasso di interesse creditore per i dodici mesi.

Sono alcune delle modifiche che attendono i clienti del Bancoposta a partire dall’1 gennaio.

Forse, però, ancora più significativa è un’altra novità, che penalizza chi fa pochi movimenti: le spese di tenuta conto annuali finora erano gratuite, ma si pagavano 0,52 euro per le prime sessanta operazioni (“fino ad un massimo” di 30,99 euro), essendo quelle successive gratuite. Da domenica le registrazioni saranno prive di oneri, mentre i 30,99 euro verranno chiesti come importo fisso per la tenuta annuale del conto.



30 Dic 2005
Dic 30 2005
11:05

Notizie dall'Italia

Dalla Finanziaria 40 milioni in più per il servizio pubblico universale


Diversi i commi della legge finanziaria 2006 che interessano Poste italiane spa; il documento è stato pubblicato sul supplemento della «Gazzetta ufficiale» di ieri

Anche la legge finanziaria, pubblicata ieri nel supplemento 211 della “Gazzetta ufficiale”, aggiorna i rapporti con la società presieduta da Vittorio Mincato.

Fra le centinaia di commi dell’articolo unico che stabilisce “disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato”, il 96° assicura ulteriori introiti alla azienda, quantificabili in 40 milioni di euro per ciascuno degli anni 2006, 2007 e 2008. Questo “in relazione agli obblighi del servizio pubblico universale per i recapiti postali”, riferendosi al contratto di programma 2003-2005.

È anche vero che il comma 31 prevede una convenzione per determinare i parametri di mercato e le modalità di calcolo del tasso “da corrispondere a decorrere dal 1° gennaio 2005 sulle giacenze dei conti correnti in essere presso la tesoreria dello Stato sui quali affluisce la raccolta effettuata tramite conto corrente postale, in modo da consentire una riduzione di almeno 150 milioni d’euro rispetto agli interessi a tale titolo dovuti a Poste italiane spa dall'anno 2005”.

Via libera, poi, nel semplificare ulteriormente le procedure amministrative con la pubblica amministrazione. Il concessionario del servizio postale universale -ed è il comma 51- “ha facoltà di dematerializzare, nel rispetto delle vigenti regole tecniche, anche i documenti cartacei attestanti i pagamenti in conto corrente”.



30 Dic 2005
Dic 30 2005
00:00

San Marino

A San Marino il 2006 comincia... l’1 febbraio

Dopo il Liechtenstein (“Vaccari news” del 22 novembre), anche San Marino annuncia le Olimpiadi invernali di Torino puntando alla simpatia. In questo caso rivolgendosi al tratto di Ro Marcenaro, non nuovo fra le cartevalori locali. Suoi sono ad esempio l’emissione Cept del 1992 e quella dedicata al “Villaggio Europa” dell’anno successivo.

La nuova proposta uscirà l’1 febbraio, aprendo di fatto il 2006 dentellato. Si presenta articolata in quattro esemplari da 45 centesimi l’uno che compongono un blocco; quattro blocchi formano un foglio, mentre le serie prodotte sono centoventimila.

L’autore -commentano dall’Azienda autonoma di stato filatelica e numismatica- “ha sapientemente fornito una visione globale del mondo dello sci olimpico rappresentando tutte le specialità della neve presenti alle Olimpiadi e, al tempo stesso, testimoniando la presenza di tutte le nazioni partecipanti con l’esibizione delle bandiere nazionali”. Sullo sfondo, poi, figurano la città piemontese con le sue colline ed i monumenti più significativi.

Lo stesso giorno usciranno altre due emissioni, per l’Arengo dei capi famiglia e per Cristoforo Colombo, scomparso mezzo millennio fa.



29 Dic 2005
Dic 29 2005
15:23

Dall'estero

Sarà ricordata dal Canada la “Bella” di “King Kong”


Riprende una celebre scena di «King Kong» il 51 centesimi canadese per Fay Wray che debutterà il prossimo 26 maggio

Ora è in distribuzione la serie neozelandese per la nuova versione di “King Kong”, ma dal 26 maggio tornerà in auge la prima pellicola, quella del 1933. A lanciare l’iniziativa è il Canada: intende onorare Fay Wray, che nella vicenda fa innamorare lo scimmione.

E sul 51 centesimi compare proprio lei, con alle spalle la scena clou del film: quella in cui la belva, aggrappata all’Empire state building, ingaggia la lotta contro i minuscoli aerei.

L’attrice era nata nel 1907 a Cardston, in Alberta ed è morta nel 2004. “Fay Wray –puntualizzano da Ottawa- ha recitato anche al fianco di grandi vedette come Gary Cooper, Joel McCrae ed Henry Fonda”.

Faceva parte di quel gruppo di artisti che divennero famosi dopo aver passato il confine per lavorare a Hollywood. Gruppo che le poste nazionali intendono onorare con appositi francobolli.



29 Dic 2005
Dic 29 2005
00:00

Appuntamenti

Dal Montenegro a Firenze con le opere di Pero Pocek


Antoine Sidoti sui rapporti tra Montenegro ed Italia negli anni bellici ha scritto un libro, che si sofferma pure sulle produzioni postali. Conta 422 pagine ed è in vendita a 37,00 euro

Sarà visitabile fino al 9 gennaio la mostra “Dalla corte del re Nicola a Vittorio Emanuele III. Itinerario del pittore che sposò il Montenegro all’Italia alla fine dell’800: Pero Pocek”.

Tra gli oggetti proposti figurano pure alcuni quadri che i collezionisti conoscono, perché utilizzati nella serie “Il serto della montagna”, distribuita nel Montenegro occupato dall’Italia. Come “Il giuramento di fedeltà dei capi montenegrini nella cappella del monastero storico di Cettigne”, che campeggia nell’1,25 lire.

L’intera serie, uscita nel 1943, è dedicata alle opere del principe-vescovo, nonché maggiore poeta nazionale, Pietro II Petrovic Njegos; è illustrata con i dipinti di Pero Pocek, secondo i critici il primo artista del Paese balcanico collocato nel modernismo. Le cartevalori, al retro, offrono poi citazioni tratte dagli scritti di Pietro II.

Un’emissione sorprendente, come rivela lo storico Antoine Sidoti -intervenuto all’inaugurazione dell’allestimento- in “Le Monténégro et l’Italie durant la Seconde guerre mondiale” (Cnrs éditions, Parigi, 2003). Gli invasori realizzano francobolli che inneggiano all’indipendenza, anche se fanno riferimento alle lotte centenarie sostenute contro gli ottomani e se la stessa regina Elena, moglie di Vittorio Emanuele III, era montenegrina. Antoine Sidoti ne parla in un altro saggio, contenuto nel catalogo dell’iniziativa.

L’esposizione propone una trentina di dipinti provenienti dal Museo nazionale del Montenegro e da collezioni private italiane; è allestita a Firenze presso palazzo Panciatichi (via Cavour 2, orari 15-18 nei giorni feriali e 9-12 il sabato; ingresso libero). È organizzata dal Consiglio regionale della Toscana in collaborazione con il ministero della Cultura della Repubblica del Montenegro.



28 Dic 2005
Dic 28 2005
00:00

Notizie dall'Italia

Andrea Giuntini confermato direttore dell’Issp


Andrea Giuntini resta alla direzione dell’Istituto di studi storici postali

Andrea Giuntini direttore dell’Istituto di studi storici postali a Prato. Lo ha deciso il consiglio direttivo della onlus, che ha confermato pure Bruno Crevato-Selvaggi come vicedirettore ed Aldo Cecchi in qualità di delegato alla biblioteca ed al sito web.

Il gruppo ha ripreso subito il lavoro, definendo un colloquio nazionale per il 18 febbraio. Cui si aggiungeranno altre iniziative. Per marzo è previsto un numero del quadrimestrale “Archivio per la storia postale - comunicazioni e società”; intanto si sta operando per completare la ricerca d’archivio, avviata da Luciano De Zanche e interrotta alla sua scomparsa, riguardante le relazioni postali tra Costantinopoli e Venezia dal Basso Medioevo all’Ottocento.

Previsti, inoltre, l’uscita dell’ottavo tomo dovuto ad Enrico Melillo “Ordinamenti postali e telegrafici degli Antichi stati italiani e del Regno d'Italia” e di una guida dedicata alle abbreviazioni paleografiche.

“Naturalmente –precisa Andrea Giuntini- gli aspetti editoriali costituiscono una delle attività: stiamo definendo alcuni progetti di rilievo europeo che, se troveranno il necessario via libera, potranno originare diversi percorsi di ricerca e confronto”.



27 Dic 2005
Dic 27 2005
17:03

Notizie dall'Italia

Scomparso Alessandro Glaray, l’esperto di San Marino


Si è spento sabato 17 dicembre Alessandro Glaray

Finì anche sui giornali, quando -era il 2000- dopo quarant’anni decise di mettere all’asta la sua collezione di San Marino. Alessandro Glaray è scomparso sabato 17 dicembre.

Medico, si era appassionato all’attività postale dell’antica Repubblica diventando un vero e proprio punto di riferimento. A quattro mani con Franco Filanci ha ad esempio scritto “Repubblica di San Marino: storia postale dalle origini alla fine dell’800” (edito dal notiziario Asif) ed “Il servizio postale della Repubblica di San Marino” (Sirotti).

È stato collaboratore di “Cronaca filatelica” e del “Foglio”, il periodico firmato dall’Unione filatelica subalpina, nonché membro dell’Accademia italiana di filatelia e storia postale. Ed è proprio per la rivista di quest’ultima realtà, “Storie di posta”, che ha firmato uno dei suoi più recenti contributi. È lo studio “L’ufficio sul monte”, che ricostruisce le vicende locali, dal postiglione alla convenzione con l’Italia.



Per continuare a leggere "Vaccari news" cliccare sul pulsante "archivio notizie".



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366