Vaccari News

www.vaccarinews.it


Filatelia
Editoria






Tutta la filatelia in una App

Vaccari Shop

Cerca in Vaccari News

Compilare uno o più campi per effettuare la ricerca e premere su "cerca"

Risultati della ricerca

argomentoEmissioni Italia Annotutti
Parole Mesetutti
trovati 1912 oggetti
>
03 Dic 2003
Dic 03 2003
00:00

Emissioni Italia

Dal 3 gennaio le emissioni dell’area italiana


Uno dei bozzetti per il mezzo secolo della televisione italiana

Sarà l’Italia ad inaugurare il 2004 postale. È atteso infatti il 3 gennaio l’omaggio per la televisione, cui- salvo sorprese- seguiranno il giorno 7 quello per Giorgio La Pira (centenario dalla nascita) ed il 14 febbraio l’emissione dedicata a Genova capitale europea della cultura.

Per avere francobolli sammarinesi occorrerà attendere il 6 febbraio, quando arriverà agli sportelli l’1,55 euro dedicato al pluricampione del motociclismo Manuel Poggiali. L’imprevisto dentello ed altre scelte organizzative hanno reso superata la scaletta pubblicata sul “bollettino filatelico e numismatico”, firmato e diffuso recentemente dalla stessa Azienda autonoma.

In base alle attuali programmazioni, il Vaticano aspetterà marzo. Tra le uscite già decise, il saluto a san Pio V, nato come Antonio Ghislieri nel 1504.

Tutte le tre amministrazioni ricorderanno, sia pure in tempi e modi diversi, Francesco Petrarca, di cui si ricorda il settimo centenario. Il tributo italiano dovrebbe essere disponibile dal 18 marzo.



01 Dic 2003
Dic 01 2003
17:24

Emissioni Italia

Italia: anche i Servizi segreti tra le emissioni 2004. Le prime decisioni per il 2005

Nonostante la Consulta per l’emissione di cartevalori postali e la filatelia si sia “orientata verso un generale contenimento del numero delle emissioni”, la riunione svoltasi giovedì scorso- annunciata da “Vaccari news” il 12 novembre- ha visto un’ulteriore integrazione al programma 2004.

Verranno così ricordati il Sismi (serie dedicata alle istituzioni), l’Opera don Guanella, la sicurezza stradale, il X Congresso mondiale dello sport per tutti e l’Istituto tecnico statale “Vittorio Emanuele III” di Lucera (“Scuole e università”). Deciso inoltre uno dei due soggetti che, giusto fra un anno, augureranno il buon Natale: il “miniparlamento” ha individuato il Presepe vivente di Tricase.

Quanto al 2005, sono state confermate le emissioni “Europa”, squadra vincitrice del campionato di calcio in serie “A”, Giornata della filatelia e l’intero postale per una manifestazione filatelica di livello nazionale. In più, san Gerardo Maiella (250° anniversario della morte), Leo Longanesi (centenario della nascita), Pietro Savorgnàn di Brazzà (centenario della morte), Brigata Sassari (“Le istituzioni”), Giornata della memoria degli esuli fiumani, istriani e dalmati, Anno internazionale della fisica, “Verso Torino 2006”, Basilica-santuario dedicata a san Giuseppe da Copertino (“Patrimonio artistico e culturale italiano), Natale.



21 Nov 2003
Nov 21 2003
14:38

Emissioni Italia

Dopo settant’anni sui francobolli italiani torna Balla

Con il doppio omaggio a Giacomo Balla previsto per il 26 novembre, viene ricordato un altro protagonista di quel “Manifesto dei pittori futuristi” che nel 1910 vide tra i firmatari anche Filippo Tommaso Marinetti, Carlo Carrà ed Umberto Boccioni. È Giacomo Balla, di cui vengono riprodotte le opere “Forme grido viva l’Italia” (41 centesimi), conservata a Roma presso la Galleria nazionale d’arte moderna, e “Linee-forza del pugno di Boccioni” (52 centesimi), proveniente da una collezione privata.

Ma, a dirla tutta, non è la prima volta che un’opera di questo autore arriva tra i dentelli. In un’altra occasione, anzi, è stato proprio Balla a firmare francobolli. Occorre risalire al 1923, quando si decise di ricordare il primo anniversario della “Marcia su Roma”. Per l’occasione si programmarono sei francobolli, di cui tre da lui predisposti. Nell’1 e nel 2 lire è riprodotta un aquila con il fascio dentro alla corona di quercia ed alloro, nel 5 lire, invece, vi sono industrie ed aerei, simboli del progresso, racchiusi fra altri due fasci.

La tiratura della nuova emissione, prodotta in fogli da dodici esemplari, ammonta a 3,6 milioni di serie.



19 Nov 2003
Nov 19 2003
21:35

Emissioni Italia

Il 26 novembre la serie per il Futurismo - Dodici gli esemplari per foglio


Il primo francobollo per Marinetti (1976)

Usciranno mercoledì 26 novembre i due francobolli dedicati al Futurismo, finora rimasti in data da definire.

I facciali ammontano a 41 e 52 centesimi, mentre i fogli sono “composti di dodici esemplari ciascuno”. L’annullo fdc verrà impiegato a Roma.

A Filippo Tommaso Marinetti, considerato il fondatore di questo movimento artistico e letterario, l’Italia ha già dedicato due esemplari: un 150 lire nel 1976 ed un 750 lire nel 1996. Cui occorre aggiungere altri autori che, in momenti più o meno estesi della loro vita artistica, si sono avvicinati alla medesima corrente. Come ad esempio Umberto Boccioni, al quale è dedicato un altro 150 lire del 1976, o Carlo Carrà, protagonista del 200 lire uscito nel 1981. Nel 1910 entrambi furono, con Marinetti, tra i firmatari del “Manifesto dei pittori futuristi”.



05 Nov 2003
Nov 05 2003
16:55

Emissioni Italia

Per la "Giornata della filatelia" il 41 centesimi entra in classe


Il francobollo

I francobolli? Li produce il temperamatite! Parola di Poste italiane o, meglio, della cartavalore da 41 centesimi che uscirà il 28 novembre per sottolineare la “Giornata della filatelia 2003”. È questo il primo pensiero che sorge osservando la peraltro gradevole vignetta, che vuole associare la filatelia al mondo della scuola. Da qui lo sfondo tipo quaderno a quadretti, i due esemplari un po’ stropicciati (che di certo faranno rabbrividire i collezionisti più pignoli), la matita, e appunto il temperino.

L’annullo speciale verrà impiegato a Roma.

Lo stesso giorno prenderà ufficialmente il via la manifestazione, che vede coprotagonisti anche Federazione fra le società filateliche italiane, Associazione filatelisti italiani professionisti (ex Federazione dei commercianti) ed Unione stampa filatelica italiana. Maggiori dettagli e l’elenco delle città coinvolte sono stati pubblicati da “Vaccari news” il 25 ottobre.



22 Ott 2003
Ott 22 2003
14:31

Emissioni Italia

Arte e stelle floreali per annunciare le festività

Mancano appena due mesi a Natale: ce lo ricordano i francobolli che l’Italia emetterà il 24 ottobre, in contemporanea quindi con il convegno di Verona.

Sciopero e ritardi nelle consegne permettendo, dunque, già da venerdì sarà possibile affrancare i propri auguri. Sono due i valori prodotti.

Uno, quello da 41 centesimi, è a taglio religioso e riproduce un dipinto di Giovanni Paolo Cavagna (1556-1627), artista del filone naturalistico lombardo, specializzato appunto nelle opere sacre e nei ritratti. Il quadro ripreso è “La Natività”, oggi conservato nella Basilica di Santa Maria Maggiore a Bergamo.

Il, secondo, destinato al corriere veloce, vale 62 centesimi e raffigura “in primo piano, su un fondo dorato che si trasforma in una pioggia di stelle nel margine inferiore, la «stella di Natale»”, tipica pianta del periodo. La cartavalore, come di consueto, è abbinata all’etichetta blu di posta prioritaria.

Annulli speciali di primo giorno a Bergamo e Roma.



14 Ott 2003
Ott 14 2003
18:03

Emissioni Italia

È per gli auguri a Giovanni Paolo II la cartolina milionaria

Continua a sorprendere la cartolina italiana per i venticinque anni del pontificato di Giovanni Paolo II. Decisa pochissimi giorni fa senza tenere conto degli iter ordinari, ha subito più volte il cambio di data e solo ieri Poste italiane ha diffuso l’immagine con i dati tecnici.

Uno dei quali, tuttavia, costituisce un’ulteriore sorpresa: la tiratura, fissata ad un milione di esemplari. Troppi, per un uso normale. L’intero per la Giornata dell’alimentazione, ad esempio, si è fermato a 300mila copie.

Ed oggi è arrivata la spiegazione ufficiale, che conferma le voci della vigilia: l’idea è di impiegarla per inviare gli auguri allo stesso pontefice (anche se, in base all'ordinamento italiano, chi gli scrive può farlo in franchigia). E a dare l’esempio sono stati questa mattina il ministro per le Comunicazioni, Maurizio Gasparri, ed il presidente di Poste italiane, Enzo Cardi.

“È quasi imbarazzante- ha detto lo stesso titolare del dicastero- esprimere un giudizio su una personalità così elevata, che con la forza del carattere e della fede ha cambiato il corso degli eventi nella storia mondiale. Noi tutti ricordiamo di quando, soprattutto nei primi anni di pontificato, richiamava l'attenzione sulla mancanza di libertà nella sua Polonia, ma in fondo ha rivolto questa richiesta a nome dell'uomo per tutto il corso del suo pontificato. Ed anche oggi, pur nella debolezza del corpo, continua a farlo in modo forse ancora più efficace con la forza spirituale che lo sostiene”.

La cartolina, un “omaggio della Farnesina” per il quarto di secolo, è stata realizzata dall'agenzia pubblicitaria Hub.Net e “rappresenta l'iniziativa-clou delle manifestazioni che si sono svolte da maggio negli istituti di lingua e cultura italiana del mondo con venti conferenze di vaticanisti sul pontificato di Wojtyla e cinque eventi a Cracovia, Bruxelles e Roma”. “Una grande operazione di immagine” per l’Italia, l’ha definita il sottosegretario agli Esteri Mario Baccini.



14 Ott 2003
Ott 14 2003
14:44

Emissioni Italia

L’alleanza contro la fame si fa cartolina

Non avrà francobolli di servizio espressamente intestati, ma la romana Fao, cioè l’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura inserita nella famiglia delle agenzie specializzate Onu, vanta diversi omaggi filatelici a lei tributati qua e là per il pianeta. Ai quali giovedì si aggiungerà la cartolina postale emessa dall’Italia.

Un giorno non scelto a caso: il 16 ottobre 1945 venne fondata la Fao ed ogni anno in questa data si celebra la Giornata mondiale dell’alimentazione. Il tema centrale scelto per il 2003 è “Creare una alleanza internazionale contro la fame.

L’intero postale vale 41 centesimi e verrà prodotto in 300mila esemplari. Propone nell’impronta di affrancatura il logo scelto dall’Italia per l’iniziativa, mentre sulla parte di sinistra vi sono lo stemma della Repubblica italiana nonché i simboli di Fao, Ifad (Fondo internazionale per lo sviluppo dell’agricoltura), Wfp (Programma di alimentazione mondiale) e Ipgri (Istituto internazionale per le risorse fitogenetiche), vale a dire le organizzazioni umanitarie che, in nome delle Nazioni unite, combattono la fame nel mondo. A Roma filatelico l’annullo fdc.

In pochissimi giorni, è la seconda cartavalore ad essere firmata dal ministero degli Affari esteri: l’altra è la cartolina per i venticinque anni di pontificato di Karol Wojtyla.



13 Ott 2003
Ott 13 2003
15:24

Emissioni Italia

A chi fondò la medicina del lavoro 41 centesimi


Il francobollo

Oggi forse a pochi- specialisti esclusi- evoca qualcosa il nome di Bernardino Ramazzini. Eppure il medico, nato a Carpi (Modena) nel 1633 e morto a Padova nel 1714, viene considerato colui che fondò la medicina del lavoro. Grazie soprattutto alla sua opera “De morbis artificum”, riguardante le malattie degli artigiani.

Ed ora finirà ad affrancare lettere e cartoline, oltre beninteso ad entrare nei classificatori dei collezionisti. Il 41 centesimi proposto dall’Italia uscirà infatti mercoledì 15 ottobre. Lo stesso giorno verrà aperto il 66° congresso nazionale della Società italiana di medicina del lavoro ed igiene industriale, che si svolgerà a Bari fino al 18 ottobre.

Ma torniamo al francobollo; la vignetta “rappresenta un libro aperto che raffigura sulla pagina sinistra lo scienziato” e su quella a destra il frontespizio della sua opera.

Gli annulli speciali di primo giorno verranno impiegati a Carpi e Bari.



13 Ott 2003
Ott 13 2003
15:23

Emissioni Italia

Giovanni Paolo II "ambasciatore della lingua italiana nel mondo”

Giovanni Paolo II visto non tanto come rappresentante massimo della Chiesa, ma come “ambasciatore della lingua italiana nel mondo”. È questo il taglio celebrativo scelto per la cartolina postale da 41 centesimi che uscirà domani.

Taglio già evidente nell’impronta di affrancatura, che propone Karol Wojtyla, l’ostensorio e, dietro, la cartina del Bel Paese. E che continua sul lato sinistro dell’intero postale, dove è stato tratteggiato il tricolore.

La cartolina fa infatti riferimento ad un ciclo di incontri in venticinque città del mondo dal titolo “La mia seconda patria. Gli istituti italiani di cultura a Giovanni Paolo II, Primate d’Italia, nel giubileo d’argento del Pontificato”. L’iniziativa intende diffondere il messaggio del Santo Padre e prevede la consegna a Karol Wojtyla di un volume con tutti gli interventi delle conferenze.

L’intero, tirato in un milione di esemplari, riceverà l’annullo speciale presso il filatelico di Roma.



Per continuare a leggere "Vaccari news" cliccare sul pulsante "archivio notizie".



VaccariNews


Copyright © 2003 Vaccari srl
tutti i diritti riservati
realizzato a partire dal mese di marzo 2003

registrazione Tribunale di Modena
n.1854 del 4 dicembre 2007

direttore responsabile Fabio Bonacina
responsabile editoriale Valeria Vaccari
redazione e ufficio stampa Claudia Zanetti

Il programma per la gestione di Vaccari news è stato appositamente creato e reso funzionante da internet images & fabioferrero.it.

Tutto il contenuto di questo sito, incluse le pagine html e le immagini, è protetto da copyright.
In caso di pubblicazione e/o riferimenti si prega di citare sempre la fonte e di avvisare la redazione: info@vaccari.it

Vaccari srl non si ritiene responsabile di eventuali errori di collegamento nei link proposti, che vengono verificati solo all'atto dell'inserimento.
Sarà gradita la comunicazione di eventuali cambiamenti per poter aggiornare i dati.


Vaccari srl - Via M. Buonarroti, 46 - 41058 Vignola (MO) - Italy
Tel (+39) 059.77.12.51 - (+39) 059.76.41.06 - Fax (+39) 059.760157
Cap.Soc. euro 100.000 i.v. - Registro delle Imprese di Modena n. 01917080366 - P.IVA IT-1917080366